Jump to content
IGNORED

Filippo II denario


Filippo il bello
 Share

Recommended Posts

Buonasera, vorrei sottoporre alla vostra attenzione questo denario che ho visto in asta nel tardo pomeriggio. Che valutazioni fate? Grazie. Poi vi dico se lo ho acquistato... :D

Screenshot_20180106-233944.png

Link to comment
Share on other sites


Io ti posso dire...

612242.jpg.3edbd790adc635c2a76c2277b6e29ae5.jpg

A. Tkalec AG,

Asta del 7 maggio 2009.

Roman Imperial Coins
Philip II (247-249)
AR-Antoninianus, 4.00g.
Antioch,
Obv.: IMP M IVL PHILIPPVS AVG
Radiate, draped, cuirassed bust r.
Rev.: AETERNITAS AVGG
Warelephant l.
RIC 246Aa; Coh. 5.
FDC

Questo, se non erro è "parente stretto" del tuo! :-)

Prezzi variabili tra i 100 ed i 200/250 dollari.

Io sto cercando il sesterzio! :-)

Ciao.

TWF

Link to comment
Share on other sites


Ciao TWF, sembrerebbero proprio parenti stretti..

Philip II. AD 247-249. AR Antoninianus (21mm, 4.39g). Antioch. Radiate and draped bust right. / Elephant walking left, guided by mahout with goad and wand. RIC IV 246Aa, RSC 5.

lo stavo seguendo da giorni ma in tutte le immagini trovate l'elefante aveva la proboscide verso l'ato e non il basso. Mi sembrava di scorgere un'ombra e quindi ho pensato ad un" arrangiamento" , poi il prezzo è salito e mi ha tolto il pensiero. Aggiudicato a 160 +diritti, fuori dal mio budget è dalle mie competenze. Grazie 

Link to comment
Share on other sites


Supporter

DE GREGE EPICURI

A me sembrano parenti anche troppo stretti. Voglio dire che (pur essendo la tua foto iniziale un po' troppo piccola) sembra trattarsi dello stesso conio, sia al D che al R.  Cosa che, in linea di massima, consiglia di evitare la moneta.

Link to comment
Share on other sites


14 minuti fa, gpittini dice:

DE GREGE EPICURI

A me sembrano parenti anche troppo stretti. Voglio dire che (pur essendo la tua foto iniziale un po' troppo piccola) sembra trattarsi dello stesso conio, sia al D che al R.  Cosa che, in linea di massima, consiglia di evitare la moneta.

Si si, ci sono alcuni punti del tutto identici sopratutto sul rovescio.

Roberto

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, gpittini dice:

DE GREGE EPICURI

A me sembrano parenti anche troppo stretti. Voglio dire che (pur essendo la tua foto iniziale un po' troppo piccola) sembra trattarsi dello stesso conio, sia al D che al R.  Cosa che, in linea di massima, consiglia di evitare la moneta.

Ciao!

Il R direi che è identico, sul D, visto che la foto di Filippo è piccolissima e io sono ciecato non saprei.

Però mi è già capitato con un sesterzio di Filippo I di vedere 2 monete con un lato identico, in questo caso una è mia e l'altra è (o era9  in vendita da un noto (e da me apprezzato) professionista.

Se non altro il tondello è diverso! :-)

Ciao.

TWF

Link to comment
Share on other sites


Ciao, la differenza potrebbe essere data dalla mancanza della parte inferiore ( a sinistra del R da ore 6 a ore 9 per intenderci) nella moneta di TWF che però,  trattandosi di asta del 7 maggio 2009, difficilmente potrebbe essere stata integrata di 0.39 gr . Diverso sarebbe se la cronologia fosse invertita: si sarebbe potuto trattare di rottura. Domanda per @gpittini : perché mi avresti suggerito di  abbandonare se si fosse trattato dello stesso rovescio? Non avrebbe potuto trattarsi di un conio praticamente identico o , scusa la mia incompetenza da novizio, sarebbe impossibile? Comunque come detto ho abbandonato prima, anzi, dopo un rilancio avventato ho sperato che mi superassero e così è stato. Grazie

Link to comment
Share on other sites


Supporter

DE GREGE EPICURI

L'identità di uno solo dei due conii non solleva grandi problemi, specie se si tratta di moneta rara (=basso numero di conii complessivi). Ma l'identità di entrambi è un evento statisticamente abbastanza improbabile, salvo che per monete rarissime, conosciute in pochi esemplari e con bassissimo numero di conii (es. 1 solo conio conosciuto per il D e 3 per il R). Pertanto, in un caso come il tuo è alta la probabilità di un falso, ottenuto dalla moneta "buona" o per fusione, o per presso-fusione, o con una di quelle diavolerie attuali di cui non riesco a ricordare neppure il nome.

Naturalmente i tondelli possono essere molto diversi fra loro (e così pure il peso), quel che conta è l'identità del conio.

Edited by gpittini
Link to comment
Share on other sites


Grazie @gpittini, la mia ingenuità e la mia incompetenza non mi hanno portato a prendere in considerazione l'ipotesi che a voi è parsa più ovvia da subito. Adesso non affrettatevi ad offrirmi sesterzi in serie...:D

Ogni tanto il colpo di fortuna è che ci sia qualcuno più imbranato di te. 

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.