Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
roman de la rose

Pio IX° scudo

Recommended Posts

roman de la rose

Scudo di Pio IX 1847.

La famiglia Mastai è di antichissima e nobile stirpe, originaria di Crema nel 1300; un componente di questa famiglia, residente a Venezia, si spostò a Senigallia nel 1557 e sposò una senigalliese.

Nel 1625 Giovanni Maria Mastai sposò la contessa Margherita Ferretti di Ancona, ereditandone i titoli, i beni e lo stemma che si aggiunse a quello Mastai. Fu una famiglia molto prolifica e religiosa; il trisavolo di Pio IX ebbe 19 figli, il bisnonno sei figli, il nonno Ercole sette. Giovanni Maria Mastai Ferretti (Pio IX) fu il nono figlio del Conte Girolamo e di Caterina Sollazzi e nacque a Senigallia il 13 maggio 1792, battezzato lo stesso giorno della nascita.

Compì gli studi classici nel Collegio dei Nobili a Volterra, diretto dagli Scolopi, dal 1803 al 1808, studi sospesi per improvvisi attacchi epilettici, proprio quando sognava di seguire la carriera ecclesiastica.

Dal 1814 fu ospite a Roma dello zio Mastai Ferretti Paolino, Canonico di S. Pietro e poté proseguire gli studi di Filosofia e di Teologia nel Collegio Romano.

Nel 1815 si recò in pellegrinaggio a Loreto ed ottenne la grazia della guarigione dalla malattia.

Per questo poté continuare i suoi studi e la preparazione intensa al presbiterato. Il 5 gennaio 1817 ricevette gli Ordini Minori, il 19 dicembre 1818 il Suddiaconato, il 7 marzo 1819 il Diaconato, il 10 aprile 1819 venne ordinato Sacerdote. L'11 aprile 1819 celebrò la prima Santa Messa nella chiesa di sant'Anna, annessa all'Ospizio Tata Giovanni, tra i ragazzi che furono il centro del suo apostolato giovanile fino al 1823.

Dal luglio 1823 al giugno 1825 fu tra i membri componenti la Missione apostolica in Cile guidata dal Delegato Mons. Giovanni Muzi.

Il 24 aprile 1827 fu nominato Arcivescovo di Spoleto a soli 35 anni; il 6 dicembre 1832 venne trasferito al Vescovado di Imola; il 14 dicembre 1840 ricevette la berretta Cardinalizia; il 16 giugno 1846, al quarto scrutinio, con voti 36 su 50 Cardinali presenti al Conclave, venne eletto Sommo Pontefice a soli 54 anni.

Un mese dopo concesse l'amnistia (16 luglio 1846) per i reati politici.

Dall'agosto 1846 al 14 marzo 1848 è l'epoca delle grandi riforme dello Stato Pontificio (Ministero liberale, libertà di stampa e agli ebrei, Guardia Civica, inizio delle ferrovie, Municipio di Roma, 14 marzo 1849 emissione dello Statuto).

Con l'Allocuzione del 29 aprile 1848 contro la guerra all'Austria declina la stella politica del Mastai e incomincia la sua lunga Via Crucis.

Il 15 novembre 1848 uccisione di Pellegrino Rossi; dal 24 novembre 1848 al 12 aprile 1850 esilio del Pontefice a Gaeta e quindi ritorno a Roma, ove riprese una illuminata restaurazione.

L'8 dicembre 1854 definizione del dogma della Immacolata Concezione. Dal 4 maggio al 5 settembre 1857 viaggio-visita politico-pastorale di Pio IX nei suoi Stati.

Nell'aprile del 1860 caddero le Legazioni, nel settembre la Marche e l'Umbria furono annesse al Regno d'Italia. Il 1° luglio 1861 viene pubblicato il primo numero dell'"Osservatore Romano". L'8 dicembre 1864 Enciclica "Quanta Cura" e il Sillabo; il 2 maggio 1868 approvazione della Gioventù Cattolica Italiana; l'8 dicembre 1869 apertura del Concilio Vaticano I che promulga due Costituzioni, la "Dei Filius" e la "Pastor Aeternus" del 18 luglio 1870 e la definizione del magistero infallibile del Pontefice Romano se parla "ex cathedra"; chiusura del Concilio per il precipitare degli eventi politici. Il 20 settembre 1870 presa di Roma e chiusura volontaria del Papa in Vaticano.

L'8 dicembre 1870 Pio IX proclamò S. Giuseppe patrono della Chiesa universale. Il 16 giugno 1875 Consacrazione della Chiesa al Sacro Cuore di Gesù.

Il 7 febbraio 1878 morte di Pio IX dopo 32 anni di Pontificato.

pio1.jpgp.jpg

pio2.jpg2.jpg

  • Like 7

Share this post


Link to post
Share on other sites

ZuoloNomisma

Ciao, complimenti per la moneta, ma soprattutto per il dettagliato e interessantissimo excursus storico da te riportato. Con una introduzione di questo tipo ogni moneta può essere apprezzata al meglio! 

Michele

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

roman de la rose
4 minuti fa, ZuoloNomisma dice:

Ciao, complimenti per la moneta, ma soprattutto per il dettagliato e interessantissimo excursus storico da te riportato. Con una introduzione di questo tipo ogni moneta può essere apprezzata al meglio! 

Michele

 Ti ringrazio. Si ho pensato anche di descrivere brevemente, di dare qualche notizia estrapolata dalla rete inerente la vita e le origini di questo Papa.  Il suo pontificato e il secondo più lungo della Chiesa. E considerato l'ultimo Papa Re. buona serata a te Michele

Share this post


Link to post
Share on other sites

 Faletro78

Per tradizione storica il pontificato di San Pietro viene dato come il più lungo e subito dopo quello appunto dell'ultimo papa re. Il suo regno terrestre è stato contraddittorio e pieno di complicazioni dato il periodo politico vissuto dal nostro paese nella nella seconda metà del XIX secolo. Tornando al tuo scudo foto migliori con altra luce ci permetrebbero magari di apprezzarlo meglio. Comunque pare una piacevole moneta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

roman de la rose

@sixtus78 Ti ringrazio per l'intervento, per il resto che dire, dovrei organizzarmi meglio, con la sola luce di un lampada da scrivania (rigorosamente datata) e uno smartphone al momento non posso purtroppo fare meglio. auguro una buona giornata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Silver70
Il 5/2/2018 alle 09:19, roman de la rose dice:

@sixtus78 Ti ringrazio per l'intervento, per il resto che dire, dovrei organizzarmi meglio, con la sola luce di un lampada da scrivania (rigorosamente datata) e uno smartphone al momento non posso purtroppo fare meglio. auguro una buona giornata.

Buongiorno Roman,

scudo in condizioni molto gradevoli, la foto non è così male se fatta con il cellulare, prova a rifarla sfruttando la luce di una finestra nelle ore centrali della giornata cercando di illuminarla in modo omogeneo, la luce del sole ha una "temperatura" meno "calda" della tua lampada da tavolo e noterai un miglioramento.

Cordiali Saluti 

Silver

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

roman de la rose
2 ore fa, Silver70 dice:

Buongiorno Roman,

scudo in condizioni molto gradevoli, la foto non è così male se fatta con il cellulare, prova a rifarla sfruttando la luce di una finestra nelle ore centrali della giornata cercando di illuminarla in modo omogeneo, la luce del sole ha una "temperatura" meno "calda" della tua lampada da tavolo e noterai un miglioramento.

Cordiali Saluti 

Silver

Per le dritte costruttive (sempre ben accette) non posso come sempre ringraziare, auguro a te Silver una buona giornata , a rileggerci. 

Una foto fatta come si deve racconta una storia, rivela un oggetto, la sua storia e le sua anima. Una moneta ha sempre il suo stato d'animo, non è un'oggetto inerte se ci pensiamo bene , è più potente di pagine e pagine scritte.

grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Astericz
13 ore fa, roman de la rose dice:

Una moneta ha sempre il suo stato d'animo, non è un'oggetto inerte se ci pensiamo bene , è più potente di pagine e pagine scritte.

Condivido ed aggiungo che è questa scintilla ad accendere la vera passione numismatica .. il resto è raccolta e commercio ..

Share this post


Link to post
Share on other sites

roman de la rose
9 ore fa, Astericz dice:

Condivido ed aggiungo che è questa scintilla ad accendere la vera passione numismatica .. il resto è raccolta e commercio ..

Il vero collezionista è un bambino che ha appreso la difficile arte di abitare nelle cose che ha raccolto, senza fine.

Marco Belpoliti, Colleziona, colleziona, qualosa resterà, su La Stampa, 2015

Ma ci sono anche coloro che fanno della numismatica una professione, anche loro sono "amanti" .... se han scelto di lavorare in questo campo.

Non è il mio caso ma anche chi raccoglie e commercia è per noi collezionisti molto importante, spessissimo ne sanno più di me e molto spesso mi affido a loro, vero però che bisogna scremare.

Edited by roman de la rose

Share this post


Link to post
Share on other sites

Astericz

https://www.lamoneta.it/topic/166637-valutazione-e-valore-in-numismatica-riflessioni-©/

Il 30/1/2018 alle 14:15, Astericz dice:

Le monete, tutte ed indipendentemente da rarità e conservazione, non devono essere mai private della loro rilevanza storica;  [...]  come 'medium numismatico' (ossia testimone storico e mezzo di contatto tra il collezionista e l'epoca in cui la moneta ha circolato); ...

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.