Jump to content
IGNORED

“Nessun bene senza un compagno ci dà gioia.” Seneca


roman de la rose
 Share

Recommended Posts

49 minuti fa, Erdrückt dice:

Sarebbe bello si... pensa che io devo fare anche attenzione a quali persone rivelare questa mia passione talmente risulta incomprensibile a certi...

Ti capisco perfettamente.

Link to comment
Share on other sites


E si, Bisognerebbe ripartire proprio da li, donare l'opportunità, presentare il nuovo mondo antico, meravigliandoli e attraendoli.

Insomma prendiamo per mano le nuove generazione, cerchiamo il dialogo in ogni modo, esponiamoci alle avversità dei preconcetti, laceriamo questo muro di indifferenza e luoghi comuni.

La numismatica è un bene comune, questa scienza merita di più, questo momento deve creare la possibilità di interscambio linguistico propedeutico per dar voce e ascolto contemporaneamente, un ponte dove far passare in ambo le direzioni la comunicazione ed il racconto della passione, in tutte le lingue meno note e proprie dei giovani...

 

Eros 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


6 ore fa, eracle62 dice:

E si, Bisognerebbe ripartire proprio da li, donare l'opportunità, presentare il nuovo mondo antico, meravigliandoli e attraendoli.

Insomma prendiamo per mano le nuove generazione, cerchiamo il dialogo in ogni modo, esponiamoci alle avversità dei preconcetti, laceriamo questo muro di indifferenza e luoghi comuni.

La numismatica è un bene comune, questa scienza merita di più, questo momento deve creare la possibilità di interscambio linguistico propedeutico per dar voce e ascolto contemporaneamente, un ponte dove far passare in ambo le direzioni la comunicazione ed il racconto della passione, in tutte le lingue meno note e proprie dei giovani...

Eros 

Ciao Eros.

Va già di lusso se alla fine delle scuole elementari sanno leggere e scrivere decentemente....

M.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Ma basterebbe già una situazione analoga a quella del British Museum dove in alcune sale vi è un addetto davanti ad un tavolino sul quale sono appoggiati diversi reperti che possono essere liberamente toccati mentre si ascolta una breve spiegazione.. mi ricordo benissimo che nella Coin Room c'era la fila di bambini con le proprie famiglie

 

Link to comment
Share on other sites

Awards

17 ore fa, roman de la rose dice:

5fe.JPG.4d5b34890dd4fa88a1936b122db777fe.JPG

 

Buongiorno e ben trovati.

La foto mi ricorda quando con mio figlio selezioniamo le monetine provenienti da lotti che acquisto qua e la per cercare di coinvolgerlo nella mia passione... manca soltanto la mamma (mia moglie n.d.r.) che si aggira irrequieta attorno al tavolo domandandosi quando mai metteremo in ordine tutto il disordine creato...

Cordialmente, Massimo.

  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites


7 ore fa, eracle62 dice:

E si, Bisognerebbe ripartire proprio da li, donare l'opportunità, presentare il nuovo mondo antico, meravigliandoli e attraendoli.

Insomma prendiamo per mano le nuove generazione, cerchiamo il dialogo in ogni modo, esponiamoci alle avversità dei preconcetti, laceriamo questo muro di indifferenza e luoghi comuni.

La numismatica è un bene comune, questa scienza merita di più, questo momento deve creare la possibilità di interscambio linguistico propedeutico per dar voce e ascolto contemporaneamente, un ponte dove far passare in ambo le direzioni la comunicazione ed il racconto della passione, in tutte le lingue meno note e proprie dei giovani...

 

Eros 

Parole Sante Eros, magari ......... se la "burocratizzazione" permetterebbe. Questa scienza merita di più certo, fa più lo studio di essa che leggere innumerevoli libri di storia,.... il problema è solo ed unicamente burocratico diciamo così, senza di questo o con "morse particolari" di parecchio allentate (non siamo spacciatori di droga) si aprirebbero spazi infiniti e, questa disciplina spiccherebbe il volo come merita.

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, bizerba62 dice:

Ciao Eros.

Va già di lusso se alla fine delle scuole elementari sanno leggere e scrivere decentemente....

M.

Questo è vero ma la colpa non è dei ragazzi, è di un certo sistema.

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, matteo95 dice:

Ma basterebbe già una situazione analoga a quella del British Museum dove in alcune sale vi è un addetto davanti ad un tavolino sul quale sono appoggiati diversi reperti che possono essere liberamente toccati mentre si ascolta una breve spiegazione.. mi ricordo benissimo che nella Coin Room c'era la fila di bambini con le proprie famiglie

 

Questo si, ma permettimi Matteo se dipendesse da me non basterebbe sono diciamo molto integralista su certe cose, la numismatica è cultura come meglio di me sai, esistono nelle scuole lezioni di storia? certo ecco integriamole alla meglio .... è un'utopia lo so ma questo è il mio pensiero. 

Link to comment
Share on other sites


25 minuti fa, Max68Busca dice:

Buongiorno e ben trovati.

La foto mi ricorda quando con mio figlio selezioniamo le monetine provenienti da lotti che acquisto qua e la per cercare di coinvolgerlo nella mia passione... manca soltanto la mamma (mia moglie n.d.r.) che si aggira irrequieta attorno al tavolo domandandosi quando mai metteremo in ordine tutto il disordine creato...

Cordialmente, Massimo.

Quanto tu dici testimonia appieno le emozioni che tutto ciò può dare ..... e proseguo scherzando in particolare le emozioni di tua moglie e corrispondenze ad esempio della situazione dello scrivente. Saluti :bash:

Link to comment
Share on other sites


Di base si dovrebbe partire da una corretta rivalutazione dei beni numismatici da parte delle stesse istituzioni che conservano le collezioni pubbliche. Esporre, fotografare e pubblicare sarebbe già un grosso passo avanti in tema di divulgazione. 

I musei sono enti che hanno una gestione ormai manageriale. Devono far cassa per sopravvivere e staccare biglietti per avere maggiori sovvenzioni anche pubbliche. 

Da lì si inizia a sedimentare il dato di apprezzamento culturale della materia. Gli anglosassoni in questo ci doppiano alla grande. Vuoi per sensibilità da parte delle istituzioni, vuoi per una diversa tradizione culturale legata alla musealizzazione ed al suo percorso storico evolutivo, vuoi per una legislazione che tende inevitabilmente ad incentivare la riemersione ma che vede in ogni caso le stesse istituzioni come snodo centrale.

La mia non vuole essere ovviamente una critica al dato normativo. Sono un operatore del diritto e mi attengo alla legge. Voglio solo sottolineare come tutto nasca da un principio diverso e non del tutto facilmente applicabile in Italia.

Link to comment
Share on other sites


4 minuti fa, providentiaoptimiprincipis dice:

Di base si dovrebbe partire da una corretta rivalutazione dei beni numismatici da parte delle stesse istituzioni che conservano le collezioni pubbliche. Esporre, fotografare e pubblicare sarebbe già un grosso passo avanti in tema di divulgazione. 

I musei sono enti che hanno una gestione ormai manageriale. Devono far cassa per sopravvivere e staccare biglietti per avere maggiori sovvenzioni anche pubbliche. 

Da lì si inizia a sedimentare il dato di apprezzamento culturale della materia. Gli anglosassoni in questo ci doppiano alla grande. Vuoi per sensibilità da parte delle istituzioni, vuoi per una diversa tradizione culturale legata alla musealizzazione ed al suo percorso storico evolutivo, vuoi per una legislazione che tende inevitabilmente ad incentivare la riemersione ma che vede in ogni caso le stesse istituzioni come snodo centrale.

La mia non vuole essere ovviamente una critica al dato normativo. Sono un operatore del diritto e mi attengo alla legge. Voglio solo sottolineare come tutto nasca da un principio diverso e non del tutto facilmente applicabile in Italia.

Tutto chiaro non si discute, ma in Italia talora si tende ad accentrare un pò troppo anche quello che per amor di cultura diciamo così ,  è difficile fare moltissime cose. Lei ha giustamente esposto sacrosante tesi inerenti le Istituzioni e sue collezioni pubbliche (che senza i collezionisti privati non esisterebbero), ma ci sono anche appassionati collezionisti (che sono in regola con fatture varie e altro .. in tutto e per tutto insomma) perchè non sarebbe concesso anche a loro il poter divulgare magari presso le scuole e tramite associazioni .. ovvio a solo livello amatoriale. Lei mi risponderà giustamente dati normativi che non si discutono e bisogna attenersi alla legge ... chiaro ma in questa maniera in Italia l'inventivo alla riemersione non lo si avrà mai se non in maniera "particolare" diciamo così per non dire altro..... non critico nulla sto solo facendo constatazioni. saluti e auguro una buona giornata

Link to comment
Share on other sites


14 minuti fa, roman de la rose dice:

Tutto chiaro non si discute, ma in Italia talora si tende ad accentrare un pò troppo anche quello che per amor di cultura diciamo così ,  è difficile fare moltissime cose. Lei ha giustamente esposto sacrosante tesi inerenti le Istituzioni e sue collezioni pubbliche (che senza i collezionisti privati non esisterebbero), ma ci sono anche appassionati collezionisti (che sono in regola con fatture varie e altro .. in tutto e per tutto insomma) perchè non sarebbe concesso anche a loro il poter divulgare magari presso le scuole e tramite associazioni .. ovvio a solo livello amatoriale. Lei mi risponderà giustamente dati normativi che non si discutono e bisogna attenersi alla legge ... chiaro ma in questa maniera in Italia l'inventivo alla riemersione non lo si avrà mai se non in maniera "particolare" diciamo così per non dire altro..... non critico nulla sto solo facendo constatazioni. saluti e auguro una buona giornata

Ma infatti sono pienamente propositivo in questo senso. Mi sono forse espresso male o sono stato troppo distaccato nel mio messaggio. 

Credo fermamente che occorra una rivoluzione culturale e che questa passi necessariamente ed inevitabilmente dai collezionisti, dai circoli e dalle associazioni. 

Le iniziative private nelle scuole sono difficili perché spesso non comprese dai dirigenti, ma si possono fare con impegno e costanza. Il mio circolo anni fa è riuscito a far entrare la filatelia nelle scuole con grande interesse dei bambini.

Credo che oggi si sia innescato un movimento corretto, la strada è lunga e in salita ma sono convinto che si riuscirà a fare molto. Soprattutto in quelle città dove il terreno è già fertile in tal senso.

Link to comment
Share on other sites


20 minuti fa, providentiaoptimiprincipis dice:

Ma infatti sono pienamente propositivo in questo senso. Mi sono forse espresso male o sono stato troppo distaccato nel mio messaggio. 

Credo fermamente che occorra una rivoluzione culturale e che questa passi necessariamente ed inevitabilmente dai collezionisti, dai circoli e dalle associazioni. 

Le iniziative private nelle scuole sono difficili perché spesso non comprese dai dirigenti, ma si possono fare con impegno e costanza. Il mio circolo anni fa è riuscito a far entrare la filatelia nelle scuole con grande interesse dei bambini.

Credo che oggi si sia innescato un movimento corretto, la strada è lunga e in salita ma sono convinto che si riuscirà a fare molto. Soprattutto in quelle città dove il terreno è già fertile in tal senso.

Non era assolutamente mia intenzione contestare alcunchè ,il tuo ragionamento fila come l'olio .... ci mancherebbe altro poi sei diciamo del settore e non si discute. la strada è lunga e non poco comprendo ma sono ottimista per natura. Oltre che che una questione "burocratica" lo è anche e purtroppo di mentalità, troppo rigida e schematica a mio modesto parere e questa credo sia la cosa più difficile da cambiare .... anche più delle cosiddette norme.

saluti , ringrazio e auguro una buona giornata

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, roman de la rose dice:

Questo è vero ma la colpa non è dei ragazzi, è di un certo sistema.

Non attribuisco certamente la colpa ai ragazzi, ci mancherebbe....ma prima di insegnare loro la Numismatica, la scuola dovrebbe insegnar loro a leggere e a scrivere in un italiano corretto.

Anche perché appassionarsi alla Numismatica senza avere almeno un minimo di consapevolezza della Storia e dell'Economia, non è molto diverso dall'appassionarsi a raccogliere le figurine Panini dei calciatori.

Con la differenza che  i calciatori sono personaggi che i ragazzi conoscono bene.

M.

 

 

Link to comment
Share on other sites


2 minuti fa, bizerba62 dice:

Non attribuisco certamente la colpa ai ragazzi, ci mancherebbe....ma prima di insegnare loro la Numismatica, la scuola dovrebbe insegnar loro a leggere e a scrivere in un italiano corretto.

Anche perché appassionarsi alla Numismatica senza avere almeno un minimo di consapevolezza della Storia e dell'Economia, non è molto diverso dall'appassionarsi a raccogliere le figurine Panini dei calciatori.

Con la differenza che  i calciatori sono personaggi che i ragazzi conoscono bene.

M.

 

 

Si questo era sottinteso mi sono spiegato male hai perfettamente ragione. Comunque cè speranza ^___^ (ironizzo permettimi) da ragazzo ho cominciato con le figurine panini ora mi ritrovo al metallo che parla. buona giornata a te^___^

Link to comment
Share on other sites


3 minuti fa, roman de la rose dice:

Si questo era sottinteso mi sono spiegato male hai perfettamente ragione. Comunque cè speranza ^___^ (ironizzo permettimi) da ragazzo ho cominciato con le figurine panini ora mi ritrovo al metallo che parla. buona giornata a te^___^

Beh, diciamo che il Tuo percorso è comune  a molti collezionisti (forse alla maggioranza?) che cominciano a collezionare figurine, francobolli staccati dalle buste ed altre piccole cose per poi dedicarsi in età più avanzata a raccolte più impegnative.

Le mie perplessità sull'insegnamento della Numismatica alle Elementari era riferito al fatto che dare "in pasto" ad un branco di semianalfabeti un prodotto come la moneta, che per essere compreso nella sua essenza necessita di un minimo di basi culturali, rischia di finire per essere considerato un gioco come un altro.

Tanto vale mandarli a giocare a pallone, almeno si staccano per un momento dai telefonini...e fanno un po' di sana attività fisica.

M.

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, bizerba62 dice:

Beh, diciamo che il Tuo percorso è comune  a molti collezionisti (forse alla maggioranza?) che cominciano a collezionare figurine, francobolli staccati dalle buste ed altre piccole cose per poi dedicarsi in età più avanzata a raccolte più impegnative.

Le mie perplessità sull'insegnamento della Numismatica alle Elementari era riferito al fatto che dare "in pasto" ad un branco di semianalfabeti un prodotto come la moneta, che per essere compreso nella sua essenza necessita di un minimo di basi culturali, rischia di finire per essere considerato un gioco come un altro.

Tanto vale mandarli a giocare a pallone, almeno si staccano per un momento dai telefonini...e fanno un po' di sana attività fisica.

M.

Certamente, ma immagini come quella iniziale di questo post mi piacciono molto e, dovrebbero dare speranza ad un mondo (il nostro) talora senza molto ossigeno. La mia sulle figurine era una battuta così per ironizzare un pò e inserire il mondo del calcio. dare nozioni , qualche nozione, non intendevo dire fare lezioni di numismatica, far capire , dare cenni che esiste anche questa scienza questo campo, tutto qui. (vedere foto) stanno solo mettendo in ordine degli album, nulla di estremamente complicato e chissa a qualcuno di questi ragazzi potrà piacere e un tempo averne ricordo cominciando a pensare di intraprendere un certo discorso. Forse non mi sono spiegato bene ed è possibile , spesso in quello che dico ci metto una certa passione e non riesco a spiegarmi alla meglio, ci mancherebbe lezioni di numismatica alle elementari , certo prematuro ... ecco ora mi esce un termine ............. laboratori, credo termine + consono che potrebbe una volta che i ragazzi hanno fatto tutto un certo corso ..... portare a delle  scelte che noi tutti appassionati in tematica ci auguriamo

Link to comment
Share on other sites


Hai pronunciato una parola che accomuna molti su questo forum, laboratorio..

Caro roman de la rose, Il forum è il laboratorio della numismatica Italiana, da quando esiste.

Abbiamo formato col tempo molti, ci siamo formati tutti insieme, crescendo e allargando gli orizzonti.

Poi esiste un'altro grande laboratorio, questo però e quasi secolare, ed è quello del Cordusio a Milano, un laboratorio a cielo aperto, un laboratorio di strada, dove la numismatica riuscì a formare generazioni di appassionati e studiosi.

Dove ancor oggi, il rito si ripete, fra l'altro siamo in un momento frizzante per l'ambiente, dove circoli e associazione stanno riprendendo il loro ruolo divulgativo.

L'Associazione di Quelli del Cordusio, ne è un chiaro esempio, con i suoi 101 iscritti in circa tre mesi dalla sua nascita, sta rilanciando l'entusiasmo dei grandi fasti di un tempo, dove gli incontri e le manifestazioni, rappresentavano la regola.

 

Eros 

 

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


La gioia sta proprio nel donare, gli ambiti possono essere molteplici, la scuola sarebbe troppo semplice, e oggi forse troppo difficile..

Iniziai ad insegnare precocemente, sin da subito donai emozioni, la numismatica mi fu compagna in tutto, potendo  in ogni momento argomentare a piacere, trovando allacciamenti in ogni materia.

Le mie lezioni divennero ben presto gioia e interesse...

Avevo trovato il modo di interagire senza annoiarli con la sola storia, inserendo nei miei racconti tutto ciò che potesse essere espressione.

Ho incontrato nella mia vita molti precettori, mia madre era uno di questi, ma capii ben presto che la differenza non la faceva la materia, ma colui che la raccontava.

La numismatica grandissima scienza, se saputa tradurre nel giusto modo, potrà esser fonte di interesse in ogni individuo...

Ai ragazzi basta sapergli parlare, oggi più di prima c'è bisogno di dialogo, anche senza entrare nelle scuole, abbiamo la possibilità e il dovere, di intraprendere la via divulgativa, questa piattaforma ne è un chiaro esempio, ma i confini dovranno esser allargati, ogni istante della nostra giornata, ogni istante della nostra vita, potrà essere il giusto momento per sussurrare questa meravigliosa fiaba...  

Eros 

 

 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Bella discussione, alla base c'è sempre una parola che e' divulgare, e non e' facile farlo, divulgare e' donare agli altri e staccarsi dai propri interessi specifici, che siano collezionistici, di studio, commerciali, divulgare lo si fa perché piace ma non e' da tutti.

Qui sul forum ne trovi per esempio alcuni, Lamoneta e' divulgazione, ma qualcuno c'è anche in circoli, associazioni, lo dovrebbero fare anche le istituzioni per raccontare e spiegare la storia dei popoli, ma per farlo le istituzioni ci vuole la materia prima, le monete, esposte e ben spiegate, allora si che potrebbero arrivare anche le scolaresche , ma ripeto per farlo bisogna esporle.

Comunque complimenti per quello che scrivi @roman de la rose

Mario

 

 

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


19 ore fa, dabbene dice:

Bella discussione, alla base c'è sempre una parola che e' divulgare, e non e' facile farlo, divulgare e' donare agli altri e staccarsi dai propri interessi specifici, che siano collezionistici, di studio, commerciali, divulgare lo si fa perché piace ma non e' da tutti.

Qui sul forum ne trovi per esempio alcuni, Lamoneta e' divulgazione, ma qualcuno c'è anche in circoli, associazioni, lo dovrebbero fare anche le istituzioni per raccontare e spiegare la storia dei popoli, ma per farlo le istituzioni ci vuole la materia prima, le monete, esposte e ben spiegate, allora si che potrebbero arrivare anche le scolaresche , ma ripeto per farlo bisogna esporle.

Comunque complimenti per quello che scrivi @roman de la rose

Mario

 

 

 

Caro Mario, molto come ben sai si sta facendo, molto si dovrà ancora fare, ma qualcosa si sta muovendo...

Fioriscono le iniziative, continua quel magico treno che insieme prendemmo una decina d'anni or sono se ben ricordi, dove iniziamo quell'incredibile progetto sui giovani, e che ci ha portò a traguardi impensabili.

Mai paghi, siamo ancora qui a cercare di coinvolgere, certo l'ambiente non è prettamente giovanile , ma l'entusiasmo si.

E proprio attraverso l'entusiasmo che dobbiamo tutti quanti ripartire ogni giorno, costantemente, cercando di promuovere le iniziative culturali, ovviando alle incomprensioni apparenti, avvicinandoci a tutte le realtà, stupendo coloro che vivono i luoghi comuni della numismatica, attraendo i più scettici, raccogliendo tutto quello che ci è stato tramandato, senza perdere la ben che minima conoscenza.

L'immagine seriosa dell'accumulatore o dello studioso, deve perdersi fra l'ardore entusiasmante, che dovrebbe caratterizzare la nuova numismatica...

 

Eros 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Discussione importante, titolo con citazione ancor più importante....

Nessun bene....senza un compagno ...gioia....

Riflettiamo su questo titolo che e' estremamente funzionale per tutto, ma anche per la numismatica.

Il bene, quale e' il bene ? Diciamo il Bene Comune, quello della collettività, degli uomini, dei giovani, il divulgare il sapere, il dare conoscenze, rendere più consapevoli le persone, e poi ... senza un compagno ...quindi il fare il cammino insieme, condividendo, coinvolgendo, non e' poi più bello che andare da soli, che il tenere tutto per se'...e questo poi porta alla gratifica, possiamo dire anche alla gioia...

Certo le parole sono belle ma poi sarebbe altrettanto bello che fossero messe poi in opera da noi , almeno da chi sente questo pulsare ...in ogni caso riflettiamoci sopra, anche su un network si può farlo ...

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share


×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.