Jump to content
IGNORED

Il NUOVO GAZZETTINO A PARMA, 28 APRILE 2018


Recommended Posts

dabbene

Giornata importante per noi quella del 28 aprile 2018, a Parma nell'ambito del Convegno commerciale e culturale denominato " APPUNTI NUMISMATICI " tra le varie conferenze ci sarà anche un apposito spazio per la Redazione del Gazzettino per presentare ufficialmente il terzo, quello nuovo, in quel momento.

Verranno poi distribuite già quel giorno le prime copie ai soci presenti.

All'inizio verrà fatto anche un resoconto su come sta andando l'area circoli e associazioni formatasi qui su Lamoneta.

E vedremo di parlare anche di prospettive e scopi della stessa in ottica futura.

Allego il link della discussione sull'evento dal forum generalista dove potrete trovare ulteriori informazioni.

 

  • Like 3
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Contento
ciosky68
Supporter

Bene, sono molto contento per la nuova pubblicazione e non vedo l ora di averne una copia.

Roberto

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

dabbene

L'Associazione Culturale Quelli del Cordusio punta molto sull'aspetto editoriale del Gazzettino un mezzo per raggiungere tanti e per permettere ad altrettanto tanti di provare a scrivere, altrettanto ha puntato  sullo Speciale a colori appena fatto, ciò non toglie che il Gazzettino dopo circa sei mesi verra' messo in digitale per tutti perché ci sembra giusto.

L'importanza ancora del cartaceo, da sfogliare, da mettere in biblioteca, conservare nel tempo, ancora per noi primaria.

Questo comporta per noi ovvi sacrifici perché con quote da 20 euro e 10 per i giovani fino ai 29 anni compresi non c'è molto da scialacquare, anzi, ma lo facciamo per spirito di servizio, divulgazione, passione anche.

E poi eventi importanti in ambiti comodi, confortevoli , attrezzati con cicli di conferenze vari, di qualità ma anche di sola divulgazione per attrarre da ogni regione e per appassionati di ogni periodo.

Sforzo anche questo non indifferente, ma il Cordusio si vuole anche muovere da Milano, Bergamo, Parma, Verona per oltre, spero centro, sud Italia e poi arriveranno novità oltre allo streaming già utilizzato.

Vediamo cosa ne pensano chi ama i libri, ma poi in fondo gli aspetti anche divulgativi come @4mori@tornese71@talpa@demonetis@quattrino@Tm_NPZ@providentiaoptimiprincipis@blaise@giambao chi vorrà' ...

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Ringrazio @dabbene per l'invito alla discussione...riguardo l'attuale dilemma tra cartaceo e digitale ritengo che servano entrambe le forme, diversificando contenuti e proposte, ciò che risulta complicato o impossibile sviluppare in forma cartacea può essere più agevolmente prodotto in digitale, penso ad esempio a contenuti video, ipertesti o database ad aggiornamento costante...da bibliofilo, biblionummofilo e bibliografo ovviamente ho un amore profondo per libri e pubblicazioni in formato tradizionale, credo che sedersi in una comoda poltrona con un libro fatto bene sia nei contenuti che nella qualità materiale sia uno dei piaceri intellettuali e "sensuali" più appaganti, è come nutrirsi bene, gustare del buon cibo...la cultura richiede tempo, elaborazione, passione e anche oggetti materiali, da toccare, sentire tra le mani, annusare...questo non toglie nulla all'importanza e alla grande utilità e comodità delle attuali risorse digitali, io stesso mi sto prodigando da tempo nella creazione di bibliografie numismatiche digitali full text, credo siano strumenti molto potenti e imprescindibili sia per fare ricerca che per essere introdotti nello studio di una qualsivoglia disciplina, disporre di mappe ordinate e facilmente accessibili con alcuni click dell'immenso mondo del sapere numismatico...è bello :)                                              

Sono due dimensioni, digitale e cartaceo, che vanno sapientemente e consapevolmente armonizzate ed equilibrate a seconda delle funzioni e finalità richieste.    

Edited by talpa
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

dabbene
38 minuti fa, talpa dice:

Ringrazio @dabbene per l'invito alla discussione...riguardo l'attuale dilemma tra cartaceo e digitale ritengo che servano entrambe le forme, diversificando contenuti e proposte, ciò che risulta complicato o impossibile sviluppare in forma cartacea può essere più agevolmente prodotto in digitale, penso ad esempio a contenuti video, ipertesti o database ad aggiornamento costante...da bibliofilo, biblionummofilo e bibliografo ovviamente ho un amore profondo per libri e pubblicazioni in formato tradizionale, credo che sedersi in una comoda poltrona con un libro fatto bene sia nei contenuti che nella qualità materiale sia uno dei piaceri intellettuali e "sensuali" più appaganti, è come nutrirsi bene, gustare del buon cibo...la cultura richiede tempo, elaborazione, passione e anche oggetti materiali, da toccare, sentire tra le mani, annusare...questo non toglie nulla all'importanza e alla grande utilità e comodità delle attuali risorse digitali, io stesso mi sto prodigando da tempo nella creazione di bibliografie numismatiche digitali full text, credo siano strumenti molto potenti e imprescindibili sia per fare ricerca che per essere introdotti nello studio di una qualsivoglia disciplina, disporre di mappe ordinate e facilmente accessibili con alcuni click dell'immenso mondo del sapere numismatico...è bello :)                                              

Sono due dimensioni, digitale e cartaceo, che vanno sapientemente e consapevolmente armonizzate ed equilibrate a seconda delle funzioni e finalità richieste.    

Come non essere d'accordo con te? Ti ringrazio intanto per gli interventi che possono essere sicura fonte ulteriore di riflessioni ....

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Vedo che anche la conferenza che si terrà a Parma è di sicuro interesse, oltre a cio a Parma vi è anche la parte commerciale sempre molto gradita a tutti, sicuramente l'Associazione del Cordusio svolge tramite i suoi più illustri soci un servizio di divulgazione enorme nel panorama Nazionale, prova ne è stato il convegno tenutosi la scorsa settimana a Milano, dal sapore non esclusivamente Milanese ma Peninsulare.

Lo sforzo che compie l'AQdC è sicuramente grande, dato che organizza appuntamenti in luoghi sempre di notevole prestigio, poi sicuramente viene la pubblicazione cartacea del Gazzettino ed anche dello speciale, imprescindibili se si vuole parlare di divulgazione, infatti avere una copia da poter leggere e consultare non ha paragoni con il digitale, naturalmente nei tempi moderni però non ci si puo chiudere nell'ortodossia di una copia solo cartacea e se veramente si vuole fare divulgazione, come l'AQdC vuole e fare e fà, bisogna anche mettere a disposizione in formato virtuale questa pubblicazione, questo non può fare altro che aiutare la numismatica, propio come viene fatto anche per lo streaming nelle conferenza, infondo l'obbiettivo è raggiungere il più possibile tutti gli appassionati della materia.

Orgoglioso di essere entrato anche io a far parete dell'AQdC spero di aver dato con l'iscizione il mio piccolo contributo a che questo grande progetto per la numismatica possa avere un grande successo.

  • Like 6
Link to post
Share on other sites

dabbene

Bella testimonianza @4mori, non ci mancano le idee e le proposte di certo cerchiamo di dare una linea, editoria cartacea, ma poi digitale per tutti, eventi importanti, visite culturali esclusive, ma poi idee top secret che arriveranno, streaming per tutti, fare eventi che diventino kermesse divulgative e di condivisione, Parma ha tutto per essere un altro successo, se d'accordo @fleprepotremmo pensare anche questa volta allo streaming, in poche parole o venite voi o veniamo noi ...😜

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Grazie @4mori per il post. Obiettivo di una associazione deve essere quello di perseguire lo scopo sociale, la diffusione della cultura numismatica; l’entusiasmo dei soci e non, le loro proposte, gli  stimoli, le critiche (perché no se ci dovessero mai essere), sono il nostro carburante. 

Si cerca di proporre, di diffondere cultura, di raggiungere le “masse”, di partecipare a convegni, di organizzare eventi. 

Parma è un ulteriore tessera di quel mosaico che la Associazione QdC sta cercando di creare; sarò felice, come detto da @dabbene di occuparmi dello streaming, che vedo con immenso piacere riscuotere un grande successo. 

Edited by flepre
  • Like 2
Link to post
Share on other sites

eracle62

Caro 4mori è stato un piacere conoscerti alla conferenza di Sabato, ho notato subito nei tuoi occhi l'entusiasmo e la passione, sempre più rara ultimamente.

D'altronde il tuo post evince chiaramente la lettura che hai fatto dell'associazione, cogliendo l'essenza e il messaggio che vogliamo da sempre portare.

Digitale o cartaceo...

E' il serpente che si morde la coda, l'uno non può prescindere dall'altro oggi..

Anche se, rimarrà sempre nel mio cuore la carta grandissima invenzione...

Ma oggi devo fare i conti con questa tastiera, colei che mi dona ogni notte l'opportunità di entrare negli animi di coloro che come me, condividono da sempre questa incredibile passione..

Eros 

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

dabbene

Post come quelli di @4mori sono quelli che permettono a una Associazione reale come la nostra di proseguire, in fondo a me basterebbe questo per capire che la scelta e' giusta, parole come orgoglio, identità, sforzi ci gratificano e noi solo quello ci interessa oltre agli apprezzamenti di soci e amici.

La molla che ci muove e' la passione pura, la divulgazione, il vedere giovani, appassionati, anche novantenni appassionarsi alla loro storia, alle loro monete, i simboli, questo e' uno dei veri motivi che ci muove oltre a  quello di coinvolgere, sensibilizzare, emozionare, se ci riusciremo questo sarà il nostro premio, non ci potrà essere altro per una Associazione che per libera scelta applica quote volutamente politiche di 20 Euro per gli adulti e 10 per i giovani fino ai 29 anni compresi con due Gazzettini all'anno cartacei, uno Speciale a colori, eventi importanti in splendide location e altro che arriverà oltre alle spese vive di gestione, qualcuno disse giorni fa, e' una missione, direi proprio di sì, certamente le motivazioni devono essere enormi, come infatti lo sono, tenendo conto poi che l'ambiente numismatico reale non e' per definizione un ambito facile per nulla , quindi grazie per questi messaggi perché sono la vera benzina per noi, non può essere che così ....

Link to post
Share on other sites

Sono io che ringrazio voi, perchè la mia passione si stà amplificando grazie anche alle vostre iniziative, ho letto il Gazzettino ritirato sabato scorso, ricco di interventi che nella loro semplicità riescono a raggiumgere chiunque lo legga, ora sto terminando di leggere lo speciale sempre ritirato a Milano, quello è tutto incentrato sulla monetazione Milanese, abbracciando tutti periodi di coniazione, bellissima pubblicazione che accresce la mia conoscienza su una Zecca e una monetazione per me molto lacunosa, il mio interesse principale è sicuramente la monetazione della mia Regione di origine, la Sardegna, ma ampliare i propi confini non può sicuramente nuocere, oltre a questo comunque Milano col suo Ducato e la Sardegna con il suo Regno hanno in comune il periodo di dominazione Spagnola che lega questi due distanti luoghi dell'Italia.

Devo ammettere che sulla storia di Milano e della Lombardia sono molto carente, ma tentero leggendo non solo libri e pubblicazioni numismatiche, ma anche di storia, di ampliare un pò la conoscienza di questo territorio.

Spero di poter partecipare anche a Parma, ma il lavoro è tiranno ed avere i sabati liberi rimane sempre un impresa, alla Viscosti o alla Sforza, comunque ci proverò o in alternativa spero nello straming. Spero anche di poter essere sempre più utile all'Associazione con il mio piccolo contributo.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

dabbene

Perché non pensare @4mori a qualcosa da parte tua nei prossimi Gazzettini, anche divulgativo magari, sulla monetazione della Sardegna, ricordo begli spunti anche qui sul forum, magari ampliandoli ...

Ovviamente l'invito e' rivolto a tutti di scrivere, partecipare, proporre, soci in primis...

 

Link to post
Share on other sites

dabbene
7 ore fa, 4mori dice:

Io non sono uno scrittore ne un operatore, solo un appassionato, ma magari se riesco potrei anche provare a scrivere qualcosa, ovvio che poi servirebbe la Vostra supervisione, data la mia totale impreparazione nel compito, ma sono sicuro che Voi mi aiutereste in questo.

Su questo non ci sono dubbi, ma questo vale per tutti ovviamente, ricordo che la Redazione  e' composta oltre che dal sottoscritto anche da altri tre nick del forum @anto R@eracle62@Parpajola, in fondo una delle più grandi nostre soddisfazioni e' vedere in ogni numero nuovi nickname del forum cimentarsi e provarci, ci saranno anche nel terzo e direi con contributi estremamente interessanti.

Link to post
Share on other sites

tornese71

Grazie  @dabbene per avermi ancora una volta ricordato.

Non è la sede, credo, per addentrarsi più di tanto nel dibattito cartaceo-digitale. Dico solo che è sbagliato pensare a questi due mondi in termini di contrapposizione, di alternativa secca. In altre parole, a mio parere (ma sono in buona compagnia), finché si imposterà la questione come carta versus digitale si andrà nella direzione sbagliata. Se invece – come traspare già da alcune risposte – i due strumenti verranno concepiti come complementari e non per forza come contrapposti o come tecnologie che dovrebbero necessariamente escludersi a vicenda, allora si andrà verso una “lettura” più corretta della realtà.

E anche della numismatica. Ma se ne potrà parlare altrove…

Quanto al Gazzettino, da lettore “lontano” e che quindi deve aspettare di poter scaricare la sua copia dal link (per poi stamparla :)), dico che con questo nuovo prodotto ho ritrovato il piacere di avere una fonte di letture numismatiche sul comodino, e di poter ri-leggere di monete o medaglie anche la sera, a letto. Un piacere che – prima con la scomparsa di «Cronaca Numismatica», e poi con la cessazione dell’edizione cartacea del «Giornale della Numismatica» – non avevo più provato. E non per mancanza di libri o riviste da leggere nel campo che ci è caro…

Sono abbonato a «Monete Antiche». Che però non è certo una rivista da tenere sul comodino. È, oltretutto, per una buona parte del suo contenuto, non troppo vicina ai miei personali interessi. Ma è comunque un prodotto di qualità, da sostenere e valorizzare, anche per la passione e la dedizione con le quali Antonio Morello si spende (non solo con la rivista) per la diffusione della cultura numismatica nel nostro Paese.

Sono abbonato anche a «Panorama Numismatico», che per certi aspetti appare più simile ai periodici cessati che ho citato prima. E che però, comunque, non riesco a leggere la sera ma in altri momenti del mio tempo libero. Forse perché ai miei occhi appare un giornale un po’… asettico.

Non me ne voglia chi ottimamente lo dirige e lo sostiene. Tra l’altro è una rivista che ha raggiunto il traguardo dei 35 anni. E la longevità non si raggiunge per caso, si merita. È solo che  (lo ribadisco… è il mio parere personale)  mi sembra un po’ distante. Interessante, senza dubbio, ma poco coinvolgente. L’assenza di un editoriale che esprima la posizione della Redazione sulle questioni che animano la numismatica, per esempio, oppure la mancanza di dialogo bidirezionale con i lettori (una rubrica tipo la posta, domande e risposte…) me la fanno apparire un po’ distaccata, nonostante presenti sempre, in ogni numero, articoli interessanti.

Il Gazzettino di Quelli del Cordusio non è CN, non è il GdN, non è PN e non è neanche MA. Non somiglia a nessuna di loro. E forse, proprio per questo, ha colmato un vuoto.

Intanto è una proposta non “calata dall’alto” ma “spinta dalla base”; e infatti è pensata per tutti, come dimostra la doppia e gratuita possibilità di riceverlo. E poi – almeno a me – ha restituito il gusto di leggere di numismatica anche senza impegno, per il puro “piacere”, appunto, di farlo magari semplicemente la sera prima di addormentarmi.

Avrà successo? Crescerà? Cambierà natura?

Chi lo sa… Al momento il gradimento è chiaramente alto. La crescita sembra possa arrivare senza problemi. Il fatto che dietro non ci sia un “uomo solo al comando” ma un team di persone con lo stesso grado di entusiasmo – per quanto evidentemente ispirate da un motivatore d’eccezione – dovrebbe dare garanzia di continuità.

Io ci spero. E mi auguro, col tempo, di poter dare il mio contributo, fosse anche solo in termini di suggerimenti e opinioni, se non proprio di articoli. Intanto c’è il mio sostegno. Partecipe e convinto.

Una sola richiesta, che può sembrare, forse, “interessata”, ma vi assicuro che non lo è : dato il taglio divulgativo e non scientifico in senso stretto, perché non ridurre il gap temporale tra l’edizione cartacea e la sua diffusione anche per via telematica? È giusto creare anche un po’ d’aspettativa tra l’annuncio dell’uscita di un nuovo numero e la sua effettiva accessibilità; ma personalmente non credo proprio che poter leggere prima la versione digitale possa nuocere alla diffusione di quella cartacea o all’interesse verso di essa. Anzi.

Io, come sapete, stampo il Gazzettino scaricato online. Ma se mi capitasse di passare al Cordusio o di incontrarvi in una delle occasioni di ritirarlo direttamente, non me la farei scappare, anche se lo avessi già letto tutto prima. Non fosse altro per l’istinto, comune a noi tutti credo, di preferire sempre e comunque un originale a.. un falso coevo.

Tanto per cambiare, sono andato per le lunghe… ma spero che mi perdonerete.

Vittorio

  • Like 4
Link to post
Share on other sites

dabbene

Grazie Vittorio, da quando sono sul forum ci sono utenti che quando fanno un post vado subito a leggere, perché sono sempre qualcosa in più e quelli di @tornese71 sono tra questi...

I tuoi consigli saranno sicuramente considerati, certamente hai ragione il Gazzettino nasce come altro e continuerà ad essere altro con la sua linea, la sua ragione di essere, il suo voler essere un " dono divulgativo " per tutti quelli che vorranno, l'idea è questa, gli appassionati, gli studiosi i collezionisti che scrivono per altrettanti appassionati, studiosi, collezionisti.

Ho qui davanti la bozza del terzo Gazzettino, siamo alle limature ma ormai c'è e sarà presentato a Parma anche in streaming.

E' bellissimo che a Milano parta un Convegno denominato Colori e monete della penisola numismatica, è altrettanto bello che in questo numero ci siano ben 13 nick del nostro forum che scrivono su monetazioni le più svariate, ci saranno due bellissime riflessioni da parte di chi non ha mai scritto, una su come è nata la passione secondo me di una bellezza incredibile e un'altra su come può essere diversa una proposta commerciale e come possa essere diverso il modo di collezionare.

Una grande soddisfazione è quella di essere riusciti a portare alcuni amici a scrivere, a far vedere monete belle o particolari, credo che molti possano raccontarci e qualcuno, anche giovane, lo abbiamo nel prossimo numero.

Certamente per fare tutto questo ci vuole un gruppo che ci creda e lavori per realizzarlo, ci stiamo riuscendo a creare qualcosa di diverso a livello Associativo, qui in questo sito, col Gazzettino, con Eventi partecipati e per tanti, abbiamo tante idee, per quanto mi riguarda la passione difficilmente calerà, caso mai le forze, certamente oggi per agire nel mondo numismatico ci vuole tempra, carattere, energia, non è un mondo semplice, ma tanti che hai sopra menzionato ci sono molto vicini e anche questo ci aiuta,

grazie e speriamo anche in tuo contributo allora,

Mario

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

  • 2 weeks later...
Il 24/3/2018 alle 11:16, 4mori dice:

Devo ammettere che sulla storia di Milano e della Lombardia sono molto carente, ma tentero leggendo non solo libri e pubblicazioni numismatiche, ma anche di storia, di ampliare un pò la conoscienza di questo territorio.

Partendo dal buon proposito di iniziare a leggere qualcosa, su Milano la sua storia e le sue monete sono partito con i Quaderni di Lamoneta e la pubblicazione sulle monete e medaglie di Milano, trovando molti spunti non solo numismatici ma anche sulla storia della città.

Allora oggi dopo tanto tempo ho finalmente deciso di andare a visitare il Castello Visconteo di Somma Lombardo, una vera meraviglia, un gioiello con stanze completamente affrescate ed arredi originali, che dire un vero spettacolo lasciato in dono dai Visconti a tutti noi, la visita si svolge con una guida che spiega di passo in passo la storia del castello e dei suoi propietari, delle evoluzioni dello stesso in ambito architettonico e in ambito artistico, con coloro che si sono avvicendati nella propietà e che hanno lasciato il loro segno sul maniero.

Quale miglior modo se non andare a vedere di persona i posti dove i Signori di Milano ed i loro discendenti hanno fatto la storia, unica pecca non si possono fare foto degli interni, ma assicuro che sono meravigliosi, vi è nel salone centrale oltre ai vari affreschi che rappresentano i pianeti, Giove, Venere ecc.  ed uno spòendido lampadario di Murano di forma non convenzionale, anche un meraviglioso scudo con le insegne dei Visconti, inquartato con biscione ed aquila, con colori vivaci come se fosse stato fatto ieri. Un castello che merita una visita sicura.

IMG_86881.thumb.JPG.310de7b8cbf17697dc60fd307c2d19e6.JPG

IMG_85841.thumb.JPG.cdacbfecffd0c0ab385b0324ac35d8a1.JPG

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

eracle62

Abbiamo un territorio incredibilmente ricco, solo che non viene raccontato a dovere, sono realtà circoscritte, che andrebbero messe in risalto, ma anche vero che sono talmente tante..

Questo me lo ricordo molto bene perchè quando andavo a pescare sul Ticino ci passavo spesso.

Guarda ti dico solo, che i Milanesi non conoscono Milano..

Fra le città più belle al mondo..

Ma bisogna conoscerla e girarla per capirla, io che vi sono nato e ho macinato migliaia e migliaia di Kilometri in questa metropoli per svago e per lavoro in mezzo secolo, ancora scopro alcuni angoli  meno noti, pensa ai sedentari o alle persone che per volontà non proprie sono costrette a vivere la vita in altro modo..

Eppure... abbiamo immensi spettacoli a portata di mano, ma preferiamo occuparci di altro..

Complimenti per l'entusiasmo...

Eros 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Il 22/3/2018 alle 17:35, dabbene dice:

Aggiungo anche il programma completo di Parma, 28 aprile sabato di APPUNTI NUMISMATICI

Parma 28 aprile 2018 - Copia - Copia - Copia - Copia - Copia.docx

Parma 28 aprile 2018.jpg

Bel programma, io seguirò in streaming alla 11,10 La monetazione milanese del 1630. Volevo ricordare a Mario di tenermi una copia del gazzettino, grazie  e buon convegno.

 

Link to post
Share on other sites

  • dabbene pinned this topic
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.