Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
giulira

Pio VII Scudo zecca di Bologna 1817

Recommended Posts

giulira

Che emozione: finalmente ne e' uscito uno in vendita. Io colleziono con un minimo di metodo da circa dieci anni, non l'avevo mai vista. Il catalogo recita: " Una delle monete piú rare dell'800 papale, manca nella quasi totalità delle collezioni specializzate del dopoguerra; nella collezione Reale è bucata e nella collezione del Vaticano mediocre. Sul forum lamoneta.it l'utente picchio ha segnalato che sono conosciuti pochi esemplari e tutti di modesta qualità; l'unico esemplare rintracciato in asta pubblica, proveniente dalla Collezione Signorelli, è stato poi venduto da Kuenker. "

Fortunato chi l'ha presa a 600 + diritti. Nel dubbio ho aggiunto foto del venditore e passaggio d'asta a catalogo.

Io mi sono emozionato con l'asta in cui era presente e ho fatto una follia per una cosa ben piu' rara. Poi non avevo piu' margine d'acquisto e ho dovuto mooolto a malincuore rinunciare. Comunque mi chiedo: ma e' possibile che una rarita' del genere vada via a pochissimo solo perche' BB in mezzo a tanto SPL-FDC ?

Mi sembra proprio che qualcosa non vada nel mercato. Per me c'e' una vera bolla speculativa.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

TIBERIVS
1 ora fa, giulira dice:

Che emozione: finalmente ne e' uscito uno in vendita. Io colleziono con un minimo di metodo da circa dieci anni, non l'avevo mai vista. Il catalogo recita: " Una delle monete piú rare dell'800 papale, manca nella quasi totalità delle collezioni specializzate del dopoguerra; nella collezione Reale è bucata e nella collezione del Vaticano mediocre. Sul forum lamoneta.it l'utente picchio ha segnalato che sono conosciuti pochi esemplari e tutti di modesta qualità; l'unico esemplare rintracciato in asta pubblica, proveniente dalla Collezione Signorelli, è stato poi venduto da Kuenker. "

Fortunato chi l'ha presa a 600 + diritti. Nel dubbio ho aggiunto foto del venditore e passaggio d'asta a catalogo.

Io mi sono emozionato con l'asta in cui era presente e ho fatto una follia per una cosa ben piu' rara. Poi non avevo piu' margine d'acquisto e ho dovuto mooolto a malincuore rinunciare. Comunque mi chiedo: ma e' possibile che una rarita' del genere vada via a pochissimo solo perche' BB in mezzo a tanto SPL-FDC ?

Mi sembra proprio che qualcosa non vada nel mercato. Per me c'e' una vera bolla speculativa.

Tutta questa "emozione" da dove scaturisce, asta? listino? commerciante?

Share this post


Link to post
Share on other sites

giulira

non volevo fare pubblicita'...un asta di un certo peso, quasi inaspettata. Cose egregie per le papali, anche sedi vacanti, monete belle e monete rare/rarissima ma non in alta conservazione. Cosa ne pensate dello scudo 1817? Avete altri passaggi recenti. Foto di esemplari in alta conservazione ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gallienus
2 ore fa, giulira dice:

Che emozione: finalmente ne e' uscito uno in vendita. Io colleziono con un minimo di metodo da circa dieci anni, non l'avevo mai vista. Il catalogo recita: " Una delle monete piú rare dell'800 papale, manca nella quasi totalità delle collezioni specializzate del dopoguerra; nella collezione Reale è bucata e nella collezione del Vaticano mediocre. Sul forum lamoneta.it l'utente picchio ha segnalato che sono conosciuti pochi esemplari e tutti di modesta qualità; l'unico esemplare rintracciato in asta pubblica, proveniente dalla Collezione Signorelli, è stato poi venduto da Kuenker. "

Fortunato chi l'ha presa a 600 + diritti. Nel dubbio ho aggiunto foto del venditore e passaggio d'asta a catalogo.

Io mi sono emozionato con l'asta in cui era presente e ho fatto una follia per una cosa ben piu' rara. Poi non avevo piu' margine d'acquisto e ho dovuto mooolto a malincuore rinunciare. Comunque mi chiedo: ma e' possibile che una rarita' del genere vada via a pochissimo solo perche' BB in mezzo a tanto SPL-FDC ?

Mi sembra proprio che qualcosa non vada nel mercato. Per me c'e' una vera bolla speculativa.

Non avevo visto quest'asta, altrimenti mi sarei svenato... non tanto per lo scudo quanto per alcune piastre. Mannaggia a me, e soprattutto all'assenza di un canale unico per le aste!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giov60

La collezione è stata forse poco pubblicizzata, ma è certamente una delle più significative recentemente apparse per le monete papali, specie con riferimento alle zecche Marchigiane ed Emiliane. Per quanto riguarda lo scudo anno 1817 per Pio VII, si tratta certamente di una moneta almeno R3, tuttavia a mio avviso non così fascinosa in quanto non tipologica ed in bassa conservazione. Comprendo comunque chi ne sia attratto. Lo stesso esemplare era stato esitato in un'asta tedesca minore nel corso del 2011 (Felzmann, 22 febbraio 2011, lotto 435, base € 150, realizzo € 460) mentre nel 2008 da Kuenker un altro esemplare (BB+) era stato aggiudicato a 1000 euro (Asta 138. lotto 4823, stima 150 Euro).

Per quanto riguarda le piastre: le più belle sono state adeguatamente valorizzate dai collezionisti, così come i nominali minori.

Edited by Giov60

Share this post


Link to post
Share on other sites

simonesrt
25 minuti fa, Giov60 dice:

La collezione è stata forse poco pubblicizzata, ma è certamente una delle più significative recentemente apparse per le monete papali, specie con riferimento alle zecche Marchigiane ed Emiliane. Per quanto riguarda lo scudo anno 1817 per Pio VII, si tratta certamente di una moneta almeno R3, tuttavia a mio avviso non così fascinosa in quanto non tipologica ed in bassa conservazione. Comprendo comunque chi ne sia attratto. Lo stesso esemplare era stato esitato in un'asta tedesca minore nel corso del 2011 (Felzmann, 22 febbraio 2011, lotto 435, base € 150, realizzo € 460) mentre nel 2008 da Kuenker un altro esemplare (BB+) era stato aggiudicato a 1000 euro (Asta 138. lotto 4823, stima 150 Euro).

Per quanto riguarda le piastre: le più belle sono state adeguatamente valorizzate dai collezionisti, così come i nominali minori.

Ottima analisi come sempre a ulteriore conferma che più o meno ormai le monete italiane esitate in Italia realizzano un prezzo di mercato. Parzialmente diverso per monete straniere vendute in Italia che potrebbero non essere comprese appieno dal mercato 

Share this post


Link to post
Share on other sites

In Ricreazione
rcamil
3 ore fa, giulira dice:

Comunque mi chiedo: ma e' possibile che una rarita' del genere vada via a pochissimo solo perche' BB in mezzo a tanto SPL-FDC ?

Mi sembra proprio che qualcosa non vada nel mercato. Per me c'e' una vera bolla speculativa.

Sì, il mercato richiede FDC o quasi anche su monete con secoli sulle spalle; della rarità si ragiona, forse, in un secondo momento...

Non è una novità ma l'asta di ieri ne è stata un perfetto esempio. Numericamente erano più le rarità interessanti rispetto alle monete in alta/altissima conservazione, ma sono queste ultime ad avere fatto i migliori realizzi, contro le prime che spesso sono andate via alla base (qualche volta "adeguatamente" alta), se non rimaste invendute.

Non credo sia una bolla speculativa quanto un indirizzo ormai consolidato del mercato numismatico; poco male per chi intende procedere, per un motivo o per un altro, a collezionare tondelli meno "abbaglianti" dei FDC 😉

Ciao, RCAMIL.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

DARECTASAPERE

Ho seguito attentamente il live.....Ho anche partecipato a diversi lotti che indubbiamente sarebbero stati un affare (a mio avviso) prenderli alla base o poco più, ma così non è finita !

Ho preso solamente 1 moneta, sono tuttavia soddisfatto. 

Una collezione che presenta le 2 Piastre di S.V. Più rare (e comunque tra le più ricercate del '700 papale) con un pedigree prestigioso come KM XXI e Coll. Muntoni, il testone del 1724 che era l' UNICO Testone di S.V. Bucato nella coll.  De Falco...c'è poco da commentare  !

Daniele 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 Faletro78

Condivido pienamente quanto scritto da Rcamil. Non vedo alcun motivo di stupore, anche se si tratta di un R4 molto spesso se meno di SPL non fa certo faville. Non è solo una moda e non è solo speculazione, il mercato si è adeguato ad una tendenza reale e forte ben radicata. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

giulira

Per me e' un classico caso di bolla speculativa. Molto in piccolo chiaramente, per un ambito ristretto e marginale come il collezionismo di monete antiche.

Quando tutti si ammazzano a dire che non e' una bolla, ma anzi un giusto adeguamento del mercato, e' allora che mi si drizzano le antenne :)

IO non colleziono monete FDC, io non cambio le monete per migliorare la conservazione, io non faccio collezioni tipologiche per poter escludere le monete rare che non si trovano in FDC, io non ho bisogno della continua conferma da parte del popolo che le mie monete siano  vendibili a guadagno dopo un mese dall'acquisto, io non ho bisogno di commerciare monete per vivere, faccio un altro mestiere.

Mi sembra che qui siano diventati tutti mercanti. Mentre e' un mestiere diffcile e complesso che andrebbe lasciato a chi e' bravo e portato.

Il mercato ha sempre e comunque ragione, ma e' molto volubile e imprevedibile. Se no saremmo tutti riccastri....meditate gente.

  • Like 2
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

simonesrt

"Mi sembra che qui siano diventati tutti mercanti. Mentre e' un mestiere diffcile e complesso che andrebbe lasciato a chi e' bravo e portato.

Il mercato ha sempre e comunque ragione, ma e' molto volubile e imprevedibile. Se no saremmo tutti riccastri....meditate gente."

Mi permettono di estrapolare queste due frasi per farle meglio apprezzare. Concordo al 100% con quanto riportato: sono diventati tutti commercianti, tutti (o quasi) comprano per poi rivendere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 Faletro78

Non credo sia un giusto adeguamento del mercato ma è una tendenza radicata degli ultimi 10 anni circa che riguarda il mercato mondiale, almeno così a me pare. Qualcuno avrà pur cominciato anni fa' con : FDC assoluto o quasi e basta ! E non credo siano i collezionisti ad aver iniziato per primi.... Se poi vuoi migliorare o vendere qualche pezzo in quasi BB ma magari R2 molti tra i commercianti si mettono a ridere senza nemmeno considerare il rapporto prezzo qualità. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gallienus
7 ore fa, giulira dice:

Per me e' un classico caso di bolla speculativa. Molto in piccolo chiaramente, per un ambito ristretto e marginale come il collezionismo di monete antiche.

Quando tutti si ammazzano a dire che non e' una bolla, ma anzi un giusto adeguamento del mercato, e' allora che mi si drizzano le antenne :)

IO non colleziono monete FDC, io non cambio le monete per migliorare la conservazione, io non faccio collezioni tipologiche per poter escludere le monete rare che non si trovano in FDC, io non ho bisogno della continua conferma da parte del popolo che le mie monete siano  vendibili a guadagno dopo un mese dall'acquisto, io non ho bisogno di commerciare monete per vivere, faccio un altro mestiere.

Mi sembra che qui siano diventati tutti mercanti. Mentre e' un mestiere diffcile e complesso che andrebbe lasciato a chi e' bravo e portato.

Il mercato ha sempre e comunque ragione, ma e' molto volubile e imprevedibile. Se no saremmo tutti riccastri....meditate gente.

Quanti spunti di riflessione in un solo messaggio!

Io sono pienamente d'accordo con quanto dici, e mi sento chiamato in causa dal momento che colleziono solo pezzi in conservazione tra MB e SPL e di conseguenza avverto il mercato numismatico come una sorta di mare in tempesta dove il FDC è la superficie. Io vivo negli abissi dove tutto è tranquillo 🤣

Io continuo a sperare che quella del FDC sia una bolla e che venga recuperata in futuro una dimensione maggiormente storica della numismatica, che torni a preferire una moneta rara in bassa conservazione a una comune in FDC, non tanto per rivalutare la mia collezione (che comunque non rivenderò mai) ma perché chiaramente nella mia ottica è quella la vera numismatica, ed è così che dovrebbero andare le cose... solo che penso abbiano ragione sixtus78 e rcamil: non avverrà mai, perché la tendenza verso l'alto è radicata e oramai strutturale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

giulira

Dal mio punto di vista fa solo un po' dispiacere per il ritorno economico che non c'e'. Ma non mi sembra comunque di buttar via i soldi. Se poi gli speculatori mandano alle stelle i prezzi delle monete super-conservate e lasciano stare tutto il resto per me e' un bene.  Sara' un problema per quelli che collezionano solo FDC :)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

aldo marchesi
Supporter

Le grandi rarità  , rimangono sempre grandi rarità  anche se mb o meno,è inutile cercare il fior di conio dove non c'è, questa è  una discussione, che su alcuni tipi di collezione,non si può  neanche fare,saluti.Aldo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

 Faletro78

Vero Aldo Marchesi. Monete R3 o più in SPL non esistono probabilmente nemmeno. Il problema è che il mercato degli ultimi10 anni snobba e sminuisce fortemente le monete rare ma di bassa conservazione premiando viceversa quelle SPL/FDC. Io vedo che sempre più le monete molto rare ma brutte restano invendute o fanno realizzi di scarso conto. Negli anni 90' e precedenti le alte rarità brutte erano combattute e richieste poi tutto è cambiato. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Veridio

Le monete, per alcune persone, sono anche un investimento. Magari c'è anche la passione ma si pensa molto all'investimento... quindi la conservazione è più importante della rarità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

giulira

Mi dispiace fare il bastian contrario, ma anche questo discorso non regge. Le monete conservate bene valgono di piu' perche' sono piu' rare di quelle conservate male. Oppure, visto da un altro lato e' molto facile rovinare una moneta bella, ma impossibile abbellire una brutta.

Percui e' SEMPRE una questione di rarita'.

La stortura sta nelle conservazioni definite 'estreme'. Per me non c'e' differenza tra uno SPL/FDC e un FDC pieno. Sono entrambi manufatti industriali, usciti da una macchina (anche il martello e incudine lo sono) che le fa tutte uguali, almeno nelle intenzioni. Entrambe appagano l'occhio. Per vedere la differenza a volte ci vuole il microscopio. Allora perche' le prime hanno prezzi proporzionati alla loro rarita' (percepita) mentre le seconde vanno anche a X10 o X50 o X1000 a volte ?

Bolla speculativa! Niente di male. Solo che in questi casi pochi fanno i soldi e tanti  ce li perdono. Alla faccia dell'investimento.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

aldo marchesi
Supporter

Io capisco tutto,ma il paragone non regge , il bb r4 che va via a 2000 euro di base d'asta, che poi sono 2360,è  sempre un bel pagare,se prendi lo scudo di sede vacante del 1846,lo porti via quasi fior di conio con 500 euro,poi dipende dal momento,se ricordate a settembre,la piastra mb + del 1740 all'asta della vl nummus è arrivata diritti compresi a 6710 €,saluti.Aldo. 

Edited by aldo marchesi
Errore
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.