Jump to content
IGNORED

I Siegestaler: Diario di bordo - Un'avventura in cinque puntate


littleEvil
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti!

Contagiato da @cabanes, sono stato vittima del fascino dei Siegestaler e  - non potendomi sottrarre dal canto delle sirene teutoniche - ho cominciato questa piccola collezione che per fortuna si può completare in cinque passi. Ho iniziato "dal basso", cioè con la moneta a maggior tiratura: Prussia, Guglielmo I, 880.000 esemplari.

Sul D c'è l'immagine del re: 17231565_PreuenWilhelmISiegesaler1871_D.jpg.78c3366958dab9f184933e5d8b3dc0a5.jpg 217px-Kaiser_Wilhelm_I._.JPG.6bbf726ee8148f233860c5dd2a3cf8d3.JPG

qui in foto con una sfilza di medaglie che credo farebbero venire l'acquolina in bocca a @sandokan e @borghobaffo 

Kaiser_Wilhelm_I._.JPG.b078555650a5d509d9d38aec85877cc1.JPG io ne ho contate venti!

Sul rovescio troviamo la Germania: 631632271_PreuenWilhelmISiegesaler1871_R.jpg.1caaeec9f5fa19b8c9eb20521b335aba.jpg

Forse non tutti sanno che la "Germania" è stata un invenzione italica!

Duemila anni fa, la troviamo già su di un aureo di Domiziano, sconfitta e seduta a terra, con la lancia spezzata:

220px-Rome_Aureus_Domitianus_89.jpg.f7dd20bbcce5e94be085d81397304d4f.jpg altro che la Merkel! 😉

Adesso rubo un po' di qua e di là:

Guerre napoleoniche

Nel susseguirsi delle guerre napoleoniche si usò la figura di Germania come personificazione della Nazione tedesca, così come la francese Marianna [...].

DSC_7301-1_.jpg.ef9fb8020ce91d579b81fedf673aad4e.jpg800px-Image_Germania_(painting).thumb.jpg.a42895af0cd4406ca8a12562a1bd7d77.jpg

 

Ma il più bello viene adesso: queste chi sono?!?

Friedrich_Overbeck_1828.thumb.jpg.285363459f5162f701f69f4af254877a.jpg

L' Italia e la  Germania von Friedrich Overbeck,  del 1828 !!!

All'epoca della creazione del dipinto, tanto l'Italia quanto la Germania erano a malapena concetti geografico-culturali generici delle rispettive regioni dell'Europa centrale e meridionale, frantumate politicamente in diversi principati (v. Confederazione germanica e Risorgimento), che solo un cinquantennio più tardi si sarebbero unificati negli Stati nazionali del Regno d'Italia (1861) e dell'Impero tedesco (1871).

La donna a sinistra ha i capelli scuri e reca in capo una corona d'alloro, quella a destra è bionda e inghirlandata di fiori. Esse hanno un'aria mesta e si tengono la mano in atteggiamento amichevole. A sinistra lo sguardo coglie un tipico paesaggio italiano di coste rocciose, mentre a destra è riconoscibile una città tedesca torreggiante in stile gotico.

Già allora questi due paesi erano più legati tra loro di quanto anche al giorno d'oggi certa gente vuole credere... e devo aggiungere, legati sia nel bene che nel male.

Per il catalogo: Maße: 33 mm / Gewicht: 18,52 g

 

*** FINE DELLA PRIMA PUNTATA ***

 

Servus,

Njk

 

Nuovamente un "ping" in particolare a  @giulira @ascamanaut @vathek1984

  • Like 8
Link to comment
Share on other sites


contagiato da cabanes... va bene, prendiamoci anche questa responsabilità!
No, scherzo, sono convinto che sarai felice nell'ammirare quelle cinque monete (ma attento! stavolta metto le mani avanti e non mi riterrò responsabile: dietro la porta ci sono altri 70 vereinstaler altrettanto belli).


Mi complimento per la bella disamina del periodo, per la scelta delle immagini, per le allegorie e per l'abilità nel contare le medaglie.


A dir la verità, dopo aver visto le splendide foto del tuo 3 marchi prussiano ( " Il re ha chiamato… " ), mi aspettavo immagini della moneta più splendenti, ma è anche vero che nel sieges mancano i profondi rilievi che, presenti nel 3 marchi, lo rendono simile a un bassorilievo. Permettimi allora di rinvigorire la tua discussione con le foto dei miei siegestaler: io in generale preferisco le monete di argento senza patina, belle luminose, perchè mi piace il colore dell'argento pulito. Ma, un po' per curiosità, un po' perchè le monete, all'atto dell'acquisizione non erano propriamente limpide, con i miei siegestaler ho voluto provare a lasciarli patinare (anzi, essendo io di natura impaziente, li ho messi sotto una lampada UV).
Ebbene, devo dire che il risultato è stato sorprendente, positivamente sorprendente, al punto da farmi ricredere sul valore delle patine: ecco come si presentano ora:

     

                                                     1216308478_composizioneal75.thumb.jpg.d08fff6fee344e9325c92e6941078e61.jpg

 

spero apprezzerai l'attenzione che ho posto nel curare il crudinamento delle monete.

Poscritto:
A me i teteschi mi stanno sullo stomaco, ma non posso ignorare che la civiltà occidentale, la nostra attuale civiltà, è nata proprio lì, nella cosiddetta mitteleuropa; alla fin fine sono loro i nostri padri culturali. E allora, se raccolgo principalmente monete tedesche, non mi sento, al confronto dei collezionisti di Savoia, del tutto un rinnegato.

 

Edited by cabanes
Link to comment
Share on other sites


Bel tallero e discussione, complimenti anche per la scelta delle immagini iconografiche...sono sicuro che, piano piano, aggiungerai anche le altre quattro "sorelle" per completare il giro..;)

Link to comment
Share on other sites


Ciao di nuovo a tutti e grazie per gli apprezzamenti!

Posto già oggi la SECONDA PUNTATA che è contemporaneamente anche il finale della prima stagione...

Come già accennato, sono partito dal basso, così adesso arriva il Sigestaler bavarese, secondo della lista con una tiratura di 150.000 pezzi - praticamente un quinto di quello prussiano e i pro$$imi saranno ancora peggio! - materiale sempre argento e peso e dimensioni standard.

Sul D troviamo l'immagine di Ludovico II di Baviera, nato nel 1845 e Re dal 1864 fino all'anno della sua morte, il 1886.

_D.thumb.jpg.fb97b2ac2830f18b4632984a4b0e9d9e.jpgLudwig_II_of_Bavaria.jpg.cf4284779aa502c64ba3c3003b3709c7.jpg

qui una foto che lo ritrae al giorno del suo trentesimo compleanno, cioè solo pochi anni dopo l'emissione del tallero.

Sul retro la vittoria con in una mano una corona d'alloro e nell'altra una cornucopia, ai suoi piedi una pianta di alloro.

_R.thumb.jpg.3902db713997f437547bf25dc754216f.jpg

questo tipo di iconografia non è proprio originale, nel cassetto ho già qualcosa di simile, ma più vecchio di ca. 1800 anni..._R_con.jpg.ddb146122c2ef42795eeab21c82a196d.jpg(denario di Otacilia Severa).

La legenda recita DURCH KAMPF UND SIEG ZUM FRIEDEN cioè "Attraverso il combattimento e la vittoria verso la pace".

Qui un dettaglio del bordo, chè ho apprezzato le stelline, con il "pirolino" al centro:

_B.jpg.75ee6c3ac66b11307c12865fc3116423.jpg

Sulla moneta si è già detto tutto, ma mi sembra il caso di spendere due parole sul regnante, il "Re Cigno" o il "Re delle Favole" o più direttamente il "Re Pazzo"!

Costui ha speso una fortuna costruendo castelli vari, il più famoso è Neuschwanstein, approssivativamente a sud di Monaco e locato sulle pre-Alpi bavaresi.

1024px-Hohenschwangau_-_Schloss_Neuschwanstein1.thumb.jpg.077f01e21d94d8bb900e14b620aaa759.jpg Si dice che la Disney lo abbia preso come modello per i castelli delle varie principesse e tutto sommato mi sembra un ipotesi plausibile.

Tralasciando i gusti sessuali del monarca (si raccontano diverse storielle che hanno come protagonista stallieri e simili...) bisogna fermarsi al giorno della sua morte. Questo è forse il più famoso "cold case" tedesco, cioè ancora oggi un caso irrisolto. Nonostante fosse amato dai sudditi, fu arrestato per "malattia mentale" l'11 giugno 1886 e il suo corpo venne ritrovato in un lago la sera del 13 Giugno, insieme a quello dello psichiatra che lo accompagnava. Uno dei dettagli che destano sospetto è per es. il fatto che l'orologio del Re si era fermato alle 18:54, quello del medico alle 20:10!!! Non dimentichiamoci che all'epoca non c'erano smartwatch impermeabili.

Malelingue dicono che la corte era stufa delle avventure di Ludwig e delle spese assurde che stavano svenando il regno e così hanno usato un'antico metodo per risolvere il problema...

 

*** FINE DELLA SECONDA PUNTATA ***

- Arrivederci (spero) a presto -

Servus,

Njk

 

PS: Sperando che a @cabanes questa volta siano piaciute le foto, e visto che gli piacciono le patine vivaci,  qui gli dedico un montaggio alla Warhol di Ludwig

Ludwig_warhol.jpg.f168ff10feacdf408758389ce57bcff5.jpg

 

 

Edited by littleEvil
  • Like 4
Link to comment
Share on other sites


stavolta le foto sono splendide. Vedi che se ti applichi riesci? (dove mai ho già sentito questa frase?). Visto che non le so fare, mi permetto di commentare le foto degli altri, come si dice dei critici d'arte, tutti pittori mancati.
E anche la moneta è molto bella, e scrivere questo mi costa fatica, visto che odio l'andazzo di classificare SPL, BB, VFC le monete senza badare ad altro.


Ludwig. Mi ha subito colpito, appena vidi il suo profilo su una moneta da 5 marchi, per la nobiltà del volto e, in seguto, essendomi un po' documentato sulla sua esistenza, il raffinato gusto estetico (Neuschwanstein si inserisce talmente bene nell'ambiente che sembra spuntato dalle rocce, come una gemma esce dalla corteccia del ramo).

 

                                    ludwig.jpg.dbaaf0bf3f24696e36847cae24a2ccdc.jpg

 

E allora iersera, dopo aver letto il tuo intervento, ho voluto guardarmi il film di L.Visconti, Ludwig perlappunto. E' un film che nel passato ho sempre ignorato, forse timoroso dell'eccessiva verbosità dei film di Visconti, e anche perchè ancora non conoscevo Ludwig II: bene, ne è valsa la pena. Non ne so abbastanza di storia per poter dire quanto romanzato il film sia, certo è che si capiscono tante cose, sulla presunta insanità di Ludwig e sulla certa pazzia di suo fratello Otto. C'è una frase del film che spiega bene come fossero allora le famiglie reali: parlando della guerra austro-prussiana Ludwig dice "sono alleato con dei cugini per combattere contro altri cugini".
Bene, non voglio che si dica che esco dal seminato (numismatico), e quindi presento la stirpe dei Wittelsbach presente in monetiere (il regno di Baviera nasce nel 1806 ma la mia collezione, per ora, parte solo dal 1857 - forse in futuro ci saranno altri regnanti...)

 

                                                                                stemma.jpg.7155649c918526865ae54e75e48d615c.jpg

 

                      stirpe.jpg.b9dde31f851bd94f02d3ba1bd8ce7f33.jpg

 

Nell'ordine: Lui, suo fratello, suo zio, suo cugino.  Da notare come, curiosamente, in Germania la patina a bersaglio diventi patina a bande.

 

 

 

Edited by cabanes
  • Like 4
Link to comment
Share on other sites


Il tallero della vittoria di Ludwig è senz'altro il mio preferito come iconografia, poi il fascino che promana da questo monarca è particolare e raccolgo le sue monete, quindi spero di aggiungere presto in collezione questa tipologia...nel frattempo recentemente ho trovato un discreto esemplare del tipo Patrona Bavariae..

Link to comment
Share on other sites


Se fossi onesto nei miei confronti dovrei scrivere che ormai la mia memoria (e non solo quella, direbbero le mie amiche) sta infiacchendosi giorno per giorno.


Se onesto non lo fossi direi che ho talmente tante monete da ignorare, talvolta, la presenza di alcune di loro.


Sta di fatto che ieri, presentando la stirpe dei Wittelsbach tramite monete, ho dimenticato il padre di Ludwig, Maximilian II (è un vereinstaler del 1859).


Provvedo ora, scusandomi con littleEvil se gli intaso un po' troppo la discussione.

 

                                                         max2.jpg.e5836f02222c59511bf7cfacf2c579ab.jpg

Edited by cabanes
Link to comment
Share on other sites


5 ore fa, cabanes dice:

scusandomi con littleEvil se gli intaso un po' troppo la discussione

Figurati! Questo è un diario di un percorso non esattamente prestabilito e certe volte non bisogna fare la strada più breve ma si deve fare un giro più lungo per vedere le cose belle che ci sono intorno...

- 'azzo! adesso divento pure patetico.., cioè nooo, volevo dire POETICO!

 

Scherzi a parte, i vostri Sieges-talleri del Württemberg sono forse un po' stanchi di conio? Soprattutto sul volto e sul braccio alzato dell'angelo?

Servus,

Njk

PS: ci sarebbero delle novità sui miei talleri... ma vi aggiorno appena le novità sono nella buca delle lettere! 😉

 

Link to comment
Share on other sites


Il 18/3/2019 alle 17:33, littleEvil dice:

i vostri Sieges-talleri ...

O patetico poeta (sempre meglio che poetico pateta), l'angelo dei nostri Sieges-talleri  württembergeriani sembrerebbe ancora pimpante, per quel poco che ci è dato da vedere tramite uno scanner. Non ci cimentiamo neppure col pensiero per fare una fotografia, stante la limitata definizione della nostra fotocamera, la nostra conclamata imperizia e l'impossibilità (ancorchè il manuale dica che sia operazione fattibile) di utilizzarla in modalità macro. Una siffatta fotografia sarebbe più utile per contare gli spazi tra i pixel che non i pixel stessi.


Accontentiamoci quindi di valutare la supposta stanchezza (ci sarebbe grato il capire perchè l'espressione "stanchezza di conio" ci riporti sempre alla mente la genuina espressione veneziana "mòeo de susta" - leggasi "incontinente") dalle poco loquaci immagini che qui proponiamo, in entrambe le versioni, quale lo scanner ce la fornisce e dopo aver provveduto con  sagace astuzia ad invertire il bianco col nero e viceversa.


Attendiamo con sentimenti di gratitudine le taller-novità che ci avete testè annunciato.

 

                                       wurtt.jpg.3aa0f5b2caea20333c379dfa4c5e3f96.jpg

Lo sfregio sulla guancia sinistra dell'angelo non è da considerarsi un graffio, ma bensì un pelucco depositatosi sul piano trasparente dello scanner, frapposto tra questo e la moneta.

Edited by cabanes
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


Un caro saluto a tutti!

Il piano prevedeva che la seguente moneta arrivasse per ultima, ma  - visto che forse qualcuno dall'alto desiderava continuare secondo l'ordine di tiratura - essa è arrivata prima delle ultime due, che invece stanno ritardando.

*** TERZA PUNTATA ***

Il Siges-tallero del Württemberg: dati ponderali come gli altri di cui sopra, tiratura di 114 mila esemplari.

Sul diritto troviamo il volto del Re Karl Friedrich Alexander von Württemberg - La legenda: "KARL KOENIG VON WUERTTENBERG"

_D-1.thumb.jpg.0d6ae81c544544adb8f12fa7595d526d.jpgKarl_I_Wuerttemberg_1871.jpg.c59d362fd0268b0b1ec95a2dd6b5e228.jpg qui in una foto coeva alla moneta, successivamente la fronte non presenta più così tanti capelli....

Visto che già si è parlato dell'orientamento sessuale dei monarchi, spendo una riga per dire che qui non si parla di stallieri, ma prima di lettori (quello della moglie, pure!)  e macchinisti...

==================

Il rovescio rappresenta una figura femminile alata  con un ramo di palma nella mano sinistra, sospesa sopra trofei di guerra e due corone d'alloro con le date 1870 e 1871

La legenda: MIT GOTT DURCH KAMPF ZU SIEG UND EINIGUNG / Con Dio attraverso il combattimento per raggiungere la vittoria e l'unificazione.

_R-1.thumb.jpg.2d6c8b74d8d67d9bee0451d1c26cc7e2.jpg260px-Eirene_von_Knaus.jpg.d2127ec7513bf3cfc879490406212d18.jpg

Qualcuno dice che è un angelo...

Qualcuno dice che è la solita Germania o una Vittoria...

Io preferisco credere - come alcuni altri - che sia Eirene (fa fine e non impegna metterlo anche in greco: Ειρήνη), la mitologica dea della pace, praticamente il corrispondente ellenico della PAX romana.

«Poi Zeus sposò la lucente Themis, che diede alla luce Horai (Ora) ed Eunomia (Ordine), Dike (Giustizia) e la fiorente Eirene (Pace), colei che dà significato ai travagli degli uomini mortali.»
(Esiodo, Teogonia, 901)

*** FINE DELL'INTERMEZZO ***

Sperando di potervi aggiornare presto sugli ultimi due talleri, un arrivederci a tutti!

Servus

Njk

 

PS: Controllando bene la mia moneta, che per fortuna non mi sembra "stanca di conio", mi sono accorto di un dettaglio preoccupante: sembra un pelucco anche a voi, come quello di @cabanes?

_R_.jpg.10910abab0302c9865075be959bba3d1.jpg

Per favore! Verificate bene anche le vostre monete! Spero che non sia quello che temo!!!

uc.jpg.f04ba21564d0ea6b19121cd488bb9e92.jpg

 

Edited by littleEvil
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


Spengler, teorico della fine della nostra civiltà, non fosse morto troppo presto (1936), sicuramente avrebbe dedicato uno studio al micidiale effetto dei pelucchi sui cicli vitali delle civiltà.
La nostra ansia di andare verso e oltre l'ignoto ci obbliga a vedere ciò che, ci limitassimo alla nostra minuscola realtà, in effetti non esiste. E quindi non è un pelucco: semplicemente non è.


Che dire: rientrato a casa dopo tre giorni lontano dal PC, per farmi spazio tra la congerie di commenti alla presentazione del TERZO siegestaler, non trovo niente di meglio che scrivere putt.....


Oggi Ferlinghetti compie 100 anni, e questa è una bella notizia, e non rientra nella sequenza delle cose scritte prima.

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Bravi bravi portateci un po' nella Germania dell '800 ,giusto per ampliare il tema del Regno d'Italia che e' gia molto battuto qui :)

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


non capisco come mi sia successo, ma mi è riuscita una foto!


Consapevole che sia stato solo un caso fortuito, non ho osato riprendere anche l'altra faccia: dopo l'eccitazione per una foto miracolosa non avrei potuto accettare la delusione della realtà.
Non è crudinata correttamente, ma come avrei potuto sperare che, una volta ruotata la moneta, l'ulteriore foto sarebbe riuscita? I miracoli, per definizione, sono merce rara.

PS: nessun confronto, per favore, con la moneta di littleEvil: sono tutte e due bellissime, perchè tutte e due servono per ricordare quella vicenda storica che non piacque poi molto ai francesi (sarebbe interessante se qualcuno si divertisse a raccogliere ed illustrare qui i 10 centimes satirici di Napoleone III: ce n'è una miriade).

 

                     monea2-75.jpg.0fe3f83a0d4d0d9cd0ac54704bcafc8e.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Ciao a tutti!

1 ora fa, cabanes dice:

una foto miracolosa

Spero sia frutto della tua bravura! Ma se domani sull'uscio di casa ti aspettano dei pastorelli con dei ceri accesi in mano e tre forestieri abbronzati che ti offrono Orzo, Frumento e Birra... allora a quel punto direi che forse c'è lo zampino di vino... cioè che non bisogna mai fare i creativi quando si è sobri! 😉

==========================

Oggi poi ho inaspettatamente già ricevuto una raccomandata, con questa settimana mi sa che chiudiamo.

Adesso - e solo su questo forum posso dire certe cose, che se racconto in giro che sulla scrivania ho degli stuzzicadenti spezzati e che uso le scheggie di legno per pulire le monete, mi danno del matto - vado a togliere lo sporco scuro dagli anfratti delle lettere, che un pelino di fastidio me lo da...

Servus,

Njk

 

Link to comment
Share on other sites


Ciao a tutti!

Piano piano ci avviciniamo alla fine della serie...

*** QUARTA PUNTATA ***

Tallero di Brema, come sempre stessi dati, ma una tiratura qui di soli 61.000 esemplari.

Sulla moneta niente allegorie/Germanie/Vittorie/regnanti o re... mi autocito da

"Da un punto di vista oggettivo, direi che il tallero di Brema fa parte della serie ma soggettivamente direi che anche iconograficamente "stona" nel  contesto. É il cugino lontano che si invita a Natale, non appartiene veramente alla famiglia, ma non lo si può neanche dimenticare!"

ed è così che bisogna pure spendere due righe su ciò che vi è raffigurato  - e tutto sommato è molto di più di cosa ci si potrebbe aspettare!

Il diritto:

_D-2.thumb.jpg.801d3088fda1b5dc08267825624870da.jpg

Lo stemma di Brema, la legenda:

"FREIE HANSESTADT BREMEN"

Libera città anseatica di Brema: Il termine Freie Stadt si riferisce alle città che si sono amministrate da sole, indipendentemente dalla struttura federale e politica della regione circostante in cui sono inserite.

"EIN THALER GOLD"

GOLD?!? Ma è argento! Si... però...: per differenziare i taler nello "Silver standard" è stata scelta la denominazione Thaler Gold per 1/5 Louisdor. (Che non ci ho capito una mazza, ma è così! Se qualcuno riesce a chiarirmi le idee sul Sistema Aureo e Co., è il benvenuto!)

=============================

Il diritto:

_R-2.thumb.jpg.1fe7c95d07f99d96b31f26972690022b.jpg

ZUR ERINNERUNG - alla memoria

AN DEN GLORREICHEN ERKÄMPFTEN FRIEDEN VOM 10 MAI 1871- alla pace gloriosamente conquistata il 10 maggio 1871

Qui c'è qualcosina in più da raccontare...

- Corona di foglie di quercia: già vista prima? Direi di sì: in Grecia e più di duemila anni fa... e pure su entrambi i lati.

Dewing_1444.jpg.97025e55590dfb8c0a99d5ee967e0623.jpg

La quercia è stata a lungo considerata un albero "tedesco". Il suo legno duro e il caratteristico fogliame a caduta tardiva ne hanno fatto un simbolo di immortalità e fermezza fin dai tempi delle tribù germaniche. In tempi più recenti, soprattutto a partire dal periodo romantico, la quercia è stata considerata anche un simbolo di fedeltà.

Tausendjaehrige_Eiche_(Lessing_1837).jpg.4a6b94c19f779dadb50e9826ad66b6f4.jpg (Foto: la quercia millenaria)

Con il romanticismo nazionale del XIX secolo, la rivoluzione tedesca del 1848/1849 e la fondazione del Reich nel 1871, che rafforzò il sentimento di unità nazionale, le foglie di quercia entrarono nel linguaggio simbolico tedesco. Nelle immagini di memoriali, corone, stemmi reali e simili, le foglie di quercia servono in una forma simile ai rami del cespuglio o della corona di alloro.

Ancora oggi, le foglie di quercia si trovano spesso su ordini, simboli e monete:

- Nella Bundeswehr- l'esercito tedesco - le foglie di quercia si trovano su vari distintivi.1252710841_220px-BW_Barettabzeichen_Jger.png.b305080dc3ff7eaf6799743414aa7efe.png

Le spalline degli ufficiali di stato maggiore e dei generali mostrano anche una corona di foglie di quercia.

- sulla vecchia banconota da cinque marchi  1024px-5_DM_Serie3_Rueckseite.jpg.4cff83322c6107433c2071a734ea355a.jpg

- sui pfennigs 1024px-Muenzen_Bank_dt_Laender_1949.thumb.jpg.5726ab09b0e07879ea5a5ef099b9088f.jpg

- dal 2001, anche sulle monete tedesche in euro (uno, due e cinque centesimi).Deutschland_2c.gif.6f287adaab990083d55c8868e2283282.gif

- e prima, anche nella DDR (RDT) veniva usata la quercia: 1024px-LeipzigOperDDR.jpg.5a4c627116a9b0b1c88fdbfdb6a69ae6.jpg

 

In alto troviamo una Croce Patente / croce di Mantova

973839470_Tatzenkreuz_in_verschiedenen_Ausfhrungen.jpg.2ef2fde6e7922d7560c58d247cfbd9f9.jpg simbolo che - ricordiamolo - con l'estremismo o con i nazisti non c'entra nulla.

Viene ancora usata oggi dalla Bundeswehr - l'esercito di cui sopra:120px-Bundeswehr_Kreuz_svg.png.486b22f11b810d9d7785150eb9791a09.png

 

Direi che per oggi o finito, ma... l'ultimo capitolo si avvicina!

Alla prossima,

servus

Njk

 

PS: magari, la prossima volta che bevete una birretta, fate attenzione alla marca:

se è una

400px-Becks_Logo_svg.png.1048b9f7d731217d25cbc74e79ef3b2f.png

potete trovare sull'etichetta la chiave del simbolo di Brema.

 

PPS: sul sistema aureo prima stavo scherzando! Prefersco morire senza capirlo!

 

Edited by littleEvil
  • Like 4
Link to comment
Share on other sites


complimenti, e per la moneta, assai bella, e per le correlazioni: croce di Mantova, birra, quercia che i tedeschi spargono un po' dappertutto... a proposito, ma siamo noi o sono loro (i tedeschi) a considerarla un albero tedesco? Perchè nel primo caso sbagliamo, e ci sono precise testimonianze storiche che dimostrano che la quercia NON è tedesca:


A) dai documenti ritrovati da Goscinny e Uderzo risulta che Asterix cacciava i cinghiali in boschi di querce e Panoramix raccoglieva il vischio dalle fronde delle querce, e sia Asterix che il druido non erano tedeschi
B) ancor prima dei documenti succitati l'intera pianura padana era un bosco di carpini e querce (ciò viene dimostrato da un piccolo residuo di tale bosco, sito alla periferia orientale di Mestre, dove io da ragazzino andavo a giocare a nascondino). E questa è una testimonianza diretta.

Se invece trattasi del secondo caso (lo dicono i tedeschi), lasciamoli dire, almeno così non fanno danno.


Tornando invece ai siegestaler noto che i talleri di Brema sono spesso (anzi sempre) in condizioni migliori dei loro simili di altri stati, e ciò confligge con la loro composizione, che essendo una lega d'argento più pura, dovrebbe essere anche più usurabile. Verrebbe da pensare che i bremani, parsimoniosi o affezionati alle loro monete, le usassero poco per commerciare. boh?
Cosa manca ancora? Sassonia?

Link to comment
Share on other sites


Il tallero di Brema lo trovo eccellente per patina, fondi e conservazione generale...inoltre lo stemma della città è decorativo ed austero, bravo!

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


SIGH! SOB! La fine è vicina!

*** QUINTA E ULTIMA PUNTATA! ***

Sieges-Tallero della Sassonia, peso e dimensioni sempre gli stessi, tiratura sempre più bassa: solo 45.000 esemplari.

Diritto: Re Giovanni di Sassonia

_D-1.thumb.jpg.63f022659526f1d9132949884ae9a31e.jpg1662399849_JohannvonSachsen1870.jpg.7040cb97a4d1e1d07c9ee0e9a1c74e84.jpg

qui anche in una foto quasi dell'epoca.

Legenda: IOHANN V.G.G. KOENIG VON SACHSEN (Giovanni per grazia di Dio re di Sassonia)

La lettera B in esergo non sta per la classica zecca "B" di Hannover, ma per il maestro di zecca di Dresda Gustav Julius Buschick.

Il suo biglietto da visita era in formato A3, in quanto il suo nome completo era:

Johann Nepomuk Maria Joseph Anton Xaver Vincenz Aloys Franz de Paula Stanislaus Bernhard Paul Felix Damasus

A me piace parlar male di reucci e tiranni vari (lasciamo poi perdere i vari fieri dittatorini passati, presenti e futuri), ma qui mi devo morigerare... Niente stallieri o macchinisti:

questo sovrano regnava illuminato, e - nel suo tempo libero - si occupava anche di letteratura. Con lo pseudonimo Philalethes ("Amico della Verità", da cui il suo soprannome Der Wahrhaftige"- "Il Veritiero") ha pure tradotto in tedesco la nostra Divina Commedia e la sua è una traduzione ancora oggi riconosciuta valida.

_______________________________

Rovescio: Cavaliere Alato

_R-1.thumb.jpg.9e15186d89350958ac02c224d427a361.jpg

Il motivo della moneta è in se riccamente decorato e glorificante, al centro un genio alato a cavallo, con la bandiera dell'aquila tedesca nella mano destra, un ramo di ulivo (?) nella sinistra, mentre in esergo sono visibili undici aste di bandiera unite in basso.  Al di sotto due rami di palma collegati da una corona d'alloro e l'anno 1871.

Legenda: EIN THALER X X X EIN PF.F.

Spendo due parole sull'aquila della bandiera, altro simbolo tipicamente tedesco:

ad_1.jpg.b144b74be3fa73df42cd5b9418c8e478.jpg

Quando fu fondata la Confederazione della Germania del Nord con poi l'Impero tedesco (1867-1918) non si volle usare l'aquila bifronte in quanto già dominio dell'Austria-Ungheria, ma l'aquila era indiscussa come simbolo nazionale tedesco. Nel 1871 ritornò così all'Impero nella sua forma originale - monotesta - come aquila imperiale, tradizionalmente piumata nera e rinforzata in rosso; lo sfondo dorato (Poi i colori della bandiera attuale..).

L'aquila sulle monete ci accompagna fino ad oggi, prima sui marchi (monete da 1, 2 e 5 marchi) e poi sugli Euro (1+2)220px-5-DM-Coin-German.jpg.5e3248c11497cce22660de9af2e54b26.jpgDeutschland_1e.gif.a05de43dfda37498104d0f5ea390fc67.gif.

_______________________________

Purtroppo (o per fortuna) mi sa che la serie è qui conclusa.

Magari ho acceso in qualcundo di voi un po' di interesse nella monetazione d' Oltralpe e

 vi lascio con un ultimo pensiero: Ma il volto del genio, con quegli occhioni,  non vi ricorda qualcosa? ( E qui devo per forza fare un saluto a @nikita_!)

med_.jpg.2626fb2a49074a3dd3b40ec0fcfc32b3.jpg

Spero che il Mastro Buschick non se ne abbia a male!

Servus,

Njk

 

Edited by littleEvil
  • Like 1
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites


  • 1 month later...

Ciao di nuovo a tutti!

*** EPILOGO ***

Cercando le monete di cui si è parlato sopra mi sono imbattuto in un numero notevole di talleri con appiccagnoli o montature e/o con i resti degli stessi e devo dire che - in base alla tiratura - sembra un numero così ragguardevole, che mi sembra valga la pena soffermarsi su questo aspetto.

Queste monete hanno avuto la ironica (eroica!) sfortuna di essere sia stilisticamente piacevoli che politicamente rilevanti.

Alcune sono state usate come ciondoli:

_D1.JPG.75ce61c3d169293f1b6483d53b70f797.JPG_D2.JPG.7a6e9593c4f4b1369ade838a3944e36a.JPG

altre sono state segate e poi usate come ciondoli:

_E2.JPG.81797200fbe15508e2247af261755926.JPG_E1.JPG.390a5417f07c78cb7b1b8961327539e1.JPG

_F1.JPG.7980417d501150510dda69beaebd93f2.JPG

qualcuna è stata prima montata e poi smontata - da dove non si sa:

_A1.JPG.74bc540cad50b03bfcb347d0314882d7.JPG_A2.JPG.645b1f8abdeac4d0495e4dc762d5d7ff.JPG

le ultime sono state usate come spille, con e senza montatura:

_C1.JPG.df6b773147650fe9905487c0659433d1.JPG_C2.JPG.c84df101116880b80227242a41de1c11.JPG

_B2.JPG.dd8ef7334aa88ea12f514981ed466bdd.JPG_B1.JPG.5bcce28a00f628ef66220c66acb67829.JPG

_H1.JPG.9f198bfb514a9792084621e32cda1d2f.JPG

e questa - la mia preferita, la sopravvisuta! - è stata inglobata in un piatto (spero decorativo e non da portata) e poi segata fuori!

_1.JPG.79ffd85a674085daedf3c217b385b719.JPG

Quella di usare le monete come gioielli è una lunga tradizione, già presente nell'antichità ed il numero di nummi ritrovati montati e/o forati sembra confermarlo. Ancora oggi in Medio Oriente ed in altri paesi arabi si fa uso di monete per adornare oggetti o capi di vestiario ed anche in Germania non scherzano:

Catenella e spilla - e qui c'è anche il 3 marchi di una mia altra discussione.

_G1.JPG.2d25c87e5d8833665cd7b36223806c71.JPG_G2.JPG.ed4d404afc68b2f687bc8080de4070d8.JPG

catenella che si usava magari per l'orologio:

2078812183__xUhrkette-Uhrkette-Taler-Mnz-Charivari.JPG.a67148d4485ec58ac6947424344d94ef.JPG

o per decorare i Lederhose (i pantaloncini in pelle bavaresi) i cosiddetti "Charivari"

( Charivari: nel XIV secolo, l'antica parola francese chalivali aveva il significato di "rumore causato da pentole e padelle". La parola risale al tardo latino caribaria "forte cefalea", dal greco karebaria, una composizione di kare "testa" e barys "grave/pesante")

che forse tintinnavano troppo e facevano venir il mal di testa?

_X_charivari-1.JPG.17e7df571f941aba39adee46a1ef6e8c.JPG

Altre si usavano come decoriazioni su uniformi militari, si dice:

294786566__XUniform-Schmuck.JPG.aa5a6679b6281f73f68421bf9d2715fc.JPG

 

Alla prossima! Servus!

Njk

 

PS: Chiudo questa parata di argenti che per qualcuno sarà sembrata una passeggiata all'interno di un museo degli orrori con un picccolo giochetto:

chi ha voglia può abbinare le monete/medaglie di questa "Kette des Schützenkönig" (Catenella del re dei tiratori, il campione di tiro a segno - una figura tipica dei circoli di tiro tedeschi)

205196044__XKette-Schtzenknig_.JPG.8af788d6a84be8f53afae47736d3c088.JPG

con questa lista:

01. Rudolf Dr. Freiherr von Excezell - una moneta commemorativa per le nozze d'argento del principe Ludwig di Baviera.
02. Brenner Gustav von, Cavaliere, Presidente del Governo dell'Alta Franconia - un Marientaler dorato con busto di Max Joseph.
03 Wenglein Adam, sindaco di Lichtenfels - un tirolese Rodolfo II del 1605
04. Dr. Roth, Kgl. Bezirksamtmann a Lichtenfels - un taler sassone del 1607.
05 Krauss Georges, consiglio reale di commercio di Lichtenfels - moneta commemorativa per l'undicesima gara di tiro federale tedesca a Mainz 1894
06. la stessa moneta commemorativa per la 24a gara della Germania centrale a Gera 1908
07. lo stesso - un tallero della memoria dal 1868-1893 50° anniversario delle terme Merano 1886
08. Mahkorn Kathi, Privatiere - un sassone-freibergtaler del 1541
09 Mahkorn Kunigunda, Privatiere - un lavoro da Eichstädter Taler.  Anton III von Zehmen, dal 1783
10. lo stesso - un arciduca Leopoldo di Borgogna austriaco Taler Archduke Leopold 1624
11. lo stesso - un sassone Freiberger Taler 1546
12. lo stesso - un Taler, Repubblica di Norimberga 1625
13. lo stesso - un polacco Taler Sigismondo III. 1629
14° Fischer Margareta, Privatiere - un assedio prussiano 1871
15° Rupp Hans, proprietario di una segheria a vapore - una Brandenburger-Bayreuther Taler 1783
16° Hager Ludwig, insegnante senior - moneta commemorativa per il 4° tiro federale tedesco Hannover 1872
17° Brückner Hans, legatoria - un tallero sassone del 1633
18° Dinkel J. B., commerciante - una moneta commemorativa per il 10° tiro federale tedesco Berlino 1890
19. Mahr Andreas, proprietario di una conceria - un assedio prussiano 1897
20. grande Hans, segretario della città - un taler tirolese Leopoldo I. del 1703
21° Diroll Adam, Baumeister - una moneta commemorativa per il 2° tiro federale austriaco Innsbruck 1885
22. Lutz Hans Dr., medico del distretto reale - lo stesso del 15. Bundesschießen tedesco Monaco di Baviera del 1906
23° Bahr Hieronymus, locandiere - un Braunschweig Wolfenbütteltaler 1766
24° Bosch Josef, pasticcere - un Madonnale Max Joseph del 1771
25° salsiccia Johann Battista, mercante - un Marientaler Max I del 1620
26° Dehler Johann Battista, mercante - un tallero bavarese del 1817
27° Battista Hornung, restauratore - un austriaco Friedenstaler Franz I. del 1671
28° Kreher Anton, proprietario di una farmacia - una moneta commemorativa della 13a sparatoria della Turingia a Coburg dal 1904.
29. uccello Fr., mercante - lo stesso dal 9. Sparatutto federale tedesco Francoforte 1862-1887
30 Mahr Georg, proprietario della fabbrica di birra - un Papa Gregor XVI di Taler del 1831
31° Dehler Georg, padrone di casa e maestro macellaio - un Marientaler Carl Theodor del 1779
32 Moser Johann, macchinista di locomotive - un Friedenstaler bavarese di Francoforte sul Meno del 1871
33° Behringer Josef, commerciante - un Siegestaler del Württemberg dal 1871
34° Ritzer Joseph, veterinario del distretto reale - un triplice tirolertal Rudolf II. del 1604
35° Krauß George Jr., mercante - un doppio tallero Johann George II Elettore di Sassonia del 1658
36. stupro di Karl, amministratore reale delle ferrovie - una Marientaler bavarese del 1871
37° Graebner August, operaio d'oro - un tallero di Ratisbona dal 1775
38° Förner Georg, insegnante principale - un tallero di Norimberga del 1768
39° Spühler Adolf, direttore del birrificio - moneta commemorativa per le riprese di compleanno di Johann Georg von Sachsen del 1700
40° stagno Philipp, commerciante di cestino - moneta commemorativa per il 400° anniversario del Granducato d'Assia dal 1504-1904
41° Sigmund, cestaio di latta - lo stesso per il 200° anniversario del Regno di Prussia dal 1701-1901
42° Pauson P., rivenditore di cesti - Krönungstaler Wilhelms e Auguste dal 1861
43° Lehner F., insegnante di disegno della scuola tecnica - moneta commemorativa per il II. Sparatutto federale tedesco Monaco di Baviera del 1881
44° Fickentscher Guglielmo Augusto, mercante, commerciante e patria tallero del principe vescovo Franz Ludwig di Bamberg-Würzburg del 1795
45° Schardt Heinrich, proprietario della fabbrica - un tallero prussiano di Friedrich Wilhelm del 1795.
46. salsiccia Johann, corsaro - riconciliatore Guglielmo II con Bismarck 1894
47a Ellen, segretario postale reale - scogliera d'argento all'ottava sparatoria federale tedesca di Lipsia del 1884
48° Carlo di Praga, tesoriere della città - un Wienertaler, Ferdinando III dal 1655
49° angolo Andreas, maestro macellaio - una Marientaler di Max Joseph del 1770
50. la stessa Saxe-Weimar-Taler del 1611
51° Krauss Udo, mercante - una scogliera per la 13a sparatoria federale tedesca a Dresda dal 1900
52° Bolz Anton, segretario delle ferrovie reali - fermate ducali. Taler del 1862
53° Jüngling A., avvocato - un tallero della verità Braunschweig del 1597
54° Hager H., Kommis - una moneta commemorativa per il 5° tiro federale tedesco a Stoccarda 1875
55° Kohn Max, mercante - lo stesso per il 14° tiro federale tedesco Hannover 1903
56° Connemann Theo, commerciante - un incoronatore Wilhelm Augusta del 1861
57° Lean Hans, direttore di banca - un tallero contributo Norimberga dal 1765
58° Pabst Joseph, maestro vat maker - una moneta club bavarese del 1856
59. Schmidt Friedrich, Rech
60° Cancelliere Rudolf, geometra capo geometra reale - una moneta commemorativa in argento al Sindaco della Città di Vienna Dr. Lueger
61° Bamberger Fritz, commerciante di cestini - moneta commemorativa per il 5° Bundesschießen Stuttgart 1875
62° della stessa cosa - lo stesso del 12° tiro federale tedesco a Norimberga 1897
63° Zenner Josef, mercante - una scogliera argentea di Capodanno del 1613
64° Wenglein Heinrich, proprietario dello stabilimento. a Norimberga - un doppio ducato di Norimberga del 1700
65° Wenglein Stephan, proprietario della tenuta sul Tiefentalerhof a Baden - un Schützentaler di Francoforte dal 1862.
66° Feustel Adolf, proprietario terriero sull'Altneuhaus - una valle di Mansfelder Heinrich II del 1597
67° Schuberth Konrad, proprietario terriero a Karolinenhöhe - un Saxe-Altenburgtaler Joh. Philipp del 1624
68° Schuberth Michael, proprietario terriero di Karolinenhöhe - un tallero di Norimberga contributo Franz I. dal 1754.
69° Wirth Alois, notaio reale a Weiler in Allgäu - un festtaler per il terzo Bundesschießen tedesco a Vienna dal 1868.
70 ° ruggito Benny, corsaro a Norimberga - un tallero prussiano dal 1764
71° Brandis Wilhelm, commerciante, Düsseldorf - moneta commemorativa della seconda fucilazione federale tedesca Brema del 1865.
72° dello stesso - un Nürnbergertaler Giuseppe II. del 1768
73° Spindler Jakob, bavarese reale. Colonnello a. D., Monaco di Baviera - una moneta commemorativa dell'incorporazione di Helgoland nel 1890.
74° Benecke W., proprietario terriero al Berghof - un Marientaler Massimiliano I del 1628
75° Krauß Nikolaus, consigliere del governo reale di Monaco di Baviera - una medaglia d'argento di Hildebrand per l'80° compleanno di Bismarck nel 1895.
76° Bieber A., armaiolo a Kronach - moneta commemorativa per la 15° sparatoria federale della Turingia a Sonneberg del 1907.
77° agricoltore Franz, proprietario della fabbrica di Pasaic vicino a New York - una moneta commemorativa per il 400° anniversario della scoperta dell'America all'Esposizione Universale di Chicago.
78esimo sacerdote Adrian, economista reale. Castello di Gereuth - scogliera d'argento per l'ottava sparatoria federale tedesca a Lipsia nel 1884.
79° Schmidt Franz, proprietario di una fabbrica di birra a Vierzehnheiligen - un Taler Joseph II di Norimberga del 1765.
80° William in acciaio, ristoratore nel Castello di Banz - moneta commemorativa all'8° portone. Le riprese del distretto di Waltershausen del 1896
81° Reichenberger Fritzie, vedova del mercante a Schney - un Peter, Ernst-Bruno-Gebhard e Hans Georgentaler von Mansfeld del 1593
82° Full Wilhelm, Privatier a Schney - una moneta commemorativa per il 6° Bundesschießen tedesco a Düsseldorf del 1878.
83° Schmidt Karl, banchiere a Hof - un tallero di prosperità sassone dal 1764
84° Raab Adolf, Charkutier a Schney - una moneta commemorativa in argento per il 16° tiro federale tedesco ad Amburgo del 1909.
85° Eller, locandiera di Birkach - una moneta commemorativa per il 350° anniversario dell'Università di Jena 1558-1908
86° dello stesso - una moneta commemorativa in argento per il 200° anniversario del Regno di Prussia 1701-1901
87° Jansen Ed., New York - una moneta per l'anniversario del "German Liederkranz" a New York 1882-1907
88° Schützengesellschaft Arzberg - moneta commemorativa della Schützengesellschaft Arzberg per il suo 300° anniversario 1606-1906
89. club di tiro a segno Lahm i. Itzgrund - moneta d'anniversario per il 50° anniversario 1848-1898
90a Schützengesellschaft Kronach - una moneta commemorativa per la 12a edizione delle riprese federali tedesche Norimberga 1897 con segno di dedica
91° Schützengilde Groitzsch in Sassonia - un assedio prussiano dal 1871
92° Schützengilde Kulmbach - una moneta con dedica in argento
93° Schützengesellschaft Marktzeuln - una moneta commemorativa per il 350° anniversario dell'Università di Jena 1558-1908
94° Schützengesellschaft Thurnau - una catena di dedizione placcata in oro
95° Corso Karl, Baumeister a Meinungen - una moneta commemorativa in argento per il 200° anniversario del club di tiro Zella-St.Blasien 1709-1909

 

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Il 15/3/2019 alle 21:38, littleEvil dice:

Contagiato da @cabanes

Se avessi immaginato che il mio contagio ti avrebbe portato a questi estremi, me ne sarei ben guardato !

Se da una parte è molto interessante la tua indagine sui siegestaler monilizzati, dall'altra allibisco nel pensare che qualcuno (e spero ardentemente non tu) si sia rotto la testa per identificare le 95 monete/medaglie del Kette des Schützenkönig.

E' anche vero, però, che se esiste qualcuno capace di mettersi al collo la catenella del re dei tiratori non c'è da stupirsi se qualcunaltro gli va a fare le pulci sui 95 tondelli. Sempre tedeschi sono.

 

Resta da dire che, dopo questa illustrazione, i siegestaler sono diventati ancora più belli!

Grazie.

Link to comment
Share on other sites


7 minuti fa, cabanes dice:

si sia rotto la testa per identificare le 95 monete/medaglie

Più semplice di quanto si creda... sono state tutte delle donazioni, che venivano di volta il volta protocollate.

_________________________

PS e appendere un paio di talleri previamente dorati al "collare dell'Ordine Imperiale dell'Aquila Messicana" ?

Link to comment
Share on other sites


12 ore fa, littleEvil dice:

PS e appendere un paio di talleri previamente dorati al "collare dell'Ordine Imperiale dell'Aquila Messicana" ?

E' cinismo, cinismo allo stato puro, fare una simile proposta prima che la gente vada a letto, con la certezza che questa non potrà più dormire!

Cos'è, soffri di insonnia e vuoi che tutti stiano svegli come te? Oppure ti sei infatuato del Kette des Maloren e (in questo caso dormendo) lo sogni?

Povero Massimiliano, neanche da fucilato ti lasciano in pace.

 

PS: immagina, frapposte al testo, un mucchio di faccette sghignazzanti (giusto per evitare malintesi, eh...)

Link to comment
Share on other sites


  • 6 months later...

@littleEvil, ma lo sai che una volta facevamo (FACEVI) delle splendide discussioni? Cercavo tramite forum una cosa e mi sono reimbattuto in questa: sono contento di poterla far resuscitare, perchè val la pena rileggerla (capito, lamonetiani?)

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.