Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
gpittini

Postumo imitativo (forse...)

Recommended Posts

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Un Postumo interessante, con una bella patina verde; 8,2 g. e 23-25 mm.  Al D, abbastanza decentrato, testa radiata di Postumo a dx; si legge solo: ..AES L.., mentre una dicitura plausibile, ma di fatto inesistente, sarebbe MES (per Messius).  La testa è disegnata in modo non classico, specie la barba, che è rappresentata da pochi tratti, ma anche l'occhio ed il naso. Al R prora di nave militare a destra, direi con due figurine umane sul ponte. Si legge circolarmente: LA....A (per LAETITIA), mentre in esergo c'è una V, che non saprei interpretare.

In conclusione, direi che ci sono abbastanza elementi anomali per considerarla imitativa, anche se di discreta fattura.

PIC_5125.png

PIC_5128.png

Share this post


Link to post
Share on other sites

grigioviola

Bella moneta! Indubbiamente imitativa.

Non ho trovato corrispondenza di conio con esemplari provenienti dal ripostiglio di Mericourt l'Abbé.

Sarebbe interessante capire se proviene - cosa assai probabile - dall'atelier II ovvero dalla zecca di Chateaubleau.

Peso e dimensioni sono quelli tipici della produzione imitativa.

Gran bel pezzo!

Edited by grigioviola
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

grigioviola

Non vi è identità di conio secondo me (di sicuro non per il rovescio), tuttavia sono quasi sicuro che l'incisore del conio di dritto sia il medesimo:

ate--II.thumb.jpg.53575877fd5255fcf52e41db6e9a25f3.jpg

ci siamo anche come dati fisici: 9,37 gr per 23 mm.

La classificazione del noto negozio francese è: "Type: Double sesterce; Date: 266; Nom de l'atelier/ville: Atelier II; Métal: cuivre".

Se guardare la resa della barba, della corona, dei capelli, dell'orecchio, dell'occhio e dello spazio "cavo" tra occhio e naso, direi che è abbastanza chiaro che la mano che ha realizzato i due conii di dritto è la stessa.

Ritengo quindi anche plausibilmente corretta l'attribuzione all'Atelier II (Chateaubleau) in quanto centro di produzione maggiore di imitativi bronzei di Postumo, in più come stile d'insieme ci siamo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.