Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
Farthing

5 franchi Svizzera

Recommended Posts

Farthing

Buonasera, desidererei avere un parere sull'autenticità di questa moneta. Appartiene alla mia famiglia da decenni.

Diametro: 37 mm

Spessore: 2 mm

Contorno: iscrizione "DOMINUS *** PROVIDEBIT **********"

Peso: 25 g

Assi di conio: 180 gradi

Grazie per l'attenzione.

IMG_20190525_191824.jpg

IMG_20190525_192012.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

algente

Buonasera,

moneta più difficile del Peace dollar che hai messo nell’altro post.

Peso e diametro corrispondono all’orginale coniato a Berna nel 1890 in 305.000 pezzi. Non è una moneta comune, quindi ha un plus valore rispetto all’argento contenuto, tuttavia le tue foto non permettono di garantirne totalmente l’autenticità. Prova a farne di migliori!

Edited by algente

Share this post


Link to post
Share on other sites

Farthing

Spero che queste foto possano essere più utili.

IMG_20190526_085433.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

eracle62

A me sembrerebbe buona e rara complimenti, mi ha sempre affascinato la vecchia monetazione Helvetica...

Le medaglie dei tiri federali poi ho scoperto essere dei capolavori incisori, un paese con grandi tradizioni..

Share this post


Link to post
Share on other sites

algente

Già dalle prime foto sembrava buona con le foto più nitide confermo la mia impressione iniziale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

nikita_
Supporter

Le ultime due foto non sono proprio così nitide, si nota l'assenza quasi totale delle righe attorno la croce, sarà colpa della foto? non saprei.... il dubbio si accentua.

La porzione di destra l'ho preso sul web da un esemplare autentico in mb/bb.

1202143553_righe3.jpg.a4f1c90c48302add5541e88abc11ce9b.jpg           righe5f.jpg.0196424ce0e750ab688a28ea7a5f81c9.jpg

 

Ci vorrebbero anche delle foto nitide del contorno, un'ottima iscrizione a rilievo non è facilmente riproducibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Farthing

Buonasera, ringrazio tutti per i preziosi pareri. Per quanto riguarda il particolare dello scudo penso che sia un problema legato alla qualità delle foto postate. In ogni caso allego un'ulteriore immagine al fine di consentire un giudizio più preciso.

 

IMG_20190527_202354.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Farthing

Allego inoltre tre ulteriori particolari dell'iscrizione in rilievo sul contorno.

IMG_20190527_202725.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

giuseppe ballauri
Supporter

Al 99% ( le monete bisogna sempre tenerle in mano ) è genuina. Per queste monete ( ma direi per molte monete ) la differenza tra falso e non è il bordo e ( quando esiste la cosiddetta perlinatura. Qui di solito casca il falsario). Poi altri parametri importanti sono il peso ed il diametro ( in questo caso 25 g e 37 mm ). Se la moneta è molto circolata ( come la tua,  il peso, considerando l'usura del metallo è sicuramente al di sotto di 25 g). Se fosse al di sopra di questo parametro - nelle monete moderne - è un chiaro indizio che potrebbe essere falsa ( ci sono però delle eccezioni ). 

Ti posto le foto della mia moneta, così potrai confrontarle. Io non ho visto discrepanze, ma chiedo ad altri più esperti cosa ne pensano.

Saluti

227194115_5FRANCHI1890_d__resize.thumb.jpg.1245403660b533508c07bcbebd58c817.jpg1668718006_5FRANCHI1890_r__resize.thumb.jpg.d829e4d762a76dda62984a0b5a740561.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Farthing

Grazie per le ulteriori risposte. Ringrazio Giuseppe Ballauri per aver voluto condividere un'immagine della sua moneta e Burkhard per avermi indicato un link molto utile.

A titolo di completezza ammetto che per quanto concerne il peso della mia moneta sono stato costretto a riportare un dato approssimativo, non disponendo purtroppo di una bilancia professionale con una sensibilità tale da evidenziare il calo ponderale imputabile all'usura.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

giuseppe ballauri
Supporter

Grazie a Te e a Burkhard. Molto utile il link, anche se i prezzi di vendita mi sembrano eccessivi. Penso non siano in molti a collezionare monete svizzere, soprattutto in Italia. Io colleziono anche monete svizzere perchè mio padre mi ha lasciato una discreta raccolta. Ogni tanto cerco di riempire un vuoto, partecipo a delle aste e devo dire che si fanno buoni affari perchè la concorrenza non è molta ( escludendo quelle molto rare ). Il problema nasce quando vuoi vendere o cambiare monete doppie. I collezionisti sono pochi e i professionisti ti pagano pochissimo anche delle belle monete. Per esempio ho una collezione di doppie  di 5 franchi dal 1931 al 1968 ed il commerciante più "onesto" me le ha valutate 5 Euro l'una ( conservazione: minimo SPL ma molte FDC ) ! 

Saluti a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Farthing

Buonasera, anch'io ho una piccola collezione di monete svizzere, del resto abitando ad una ventina di chilometri dal confine sono relativamente facili da procurare. A mio avviso tra le cause che portano molti collezionisti a trascurare queste monete si deve contare anche lo scarso rinnovamento della loro iconografia nel corso degli ultimi decenni. Inoltre possiedo anche due monete cantonali: 3 soldi del Canton Ticino del 1813 e 1 rapen (sic!) del Canton Schwyz del 1815 (allego le immagini di entrambe).

IMG_20190730_194157.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

giuseppe ballauri
Supporter

Belle monete ed interessanti. Curioso anche che nella moneta del Cantone di Schwytz il valore sia scritto con una "P" sola. Devo cercare su qualche libro...

Il 30/7/2019 alle 20:19, Farthing dice:

A mio avviso tra le cause che portano molti collezionisti a trascurare queste monete si deve contare anche lo scarso rinnovamento della loro iconografia nel corso degli ultimi decenni.

Sì in effetti è un po' ripetitiva, però sono comunque belle monete. Poi i Tiri Federali sono stupendi, ne ho qualcuno in raccolta e ogni tanto li guardo con estremo piacere. E' comunque una raccolta interessante e se sei vicino al confine sicuramente troverai qualche collezionista. 

Ciao a risentirci

Share this post


Link to post
Share on other sites

Farthing

Anch'io mi sono chiesto perché "rappen" fosse scritto con solo una "P". Tra l'altro controllando su numista.com ho scoperto che esiste anche la variante con l'iscrizione corretta. Personalmente ho formulato tre ipotesi.

1) Potrebbe essere un'ortografia arcaica caduta in disuso.

2) Considerando che tuttora nei cantoni germanofoni sono di uso comune dialetti alto alemanni molto diversi dal tedesco standard (sono praticamente incomprensibili per i non autoctoni) potrebbe essere una variante locale.

3) Chi ha prodotto i coni potrebbe avere semplicemente commesso un errore ortografico che non è stato subito rilevato (sinceramente non saprei quale potesse essere duecento anni fa il tasso di alfabetizzazione in un cantone piccolo, montuoso e rurale come quello di Schwyz).

Ovviamente teniamoci aggiornati sugli sviluppi futuri.

Ciao, buona serata!

Share this post


Link to post
Share on other sites

giuseppe ballauri
Supporter

Ciao 

non esistendo un testo di riferimento recente ( per quanto ne so...  e ti sarei grato potessi indicarmene uno ! ) per la monetazione della Confederazione Svizzera, ho cercato sul libro: 

Krause - Standard catalog of world coins 1801-1900 (7th Edition) - George S. Cuhaj, Thomas Michael (Krause 1440230854, 2012)

ed ho trovato questo: 

RAPEN_01.JPG.220cea0abccb9c7a9fea4a25429d4f83.JPGRAPEN_02.JPG.458211691512def52982500f915b4770.JPG

Quindi la scritta "RAPEN" è nota e descritta come variante. La foto del "Krause" è di scarsa qualità, anche ingrandendola non si apprezzano i particolari, però noto delle diversità tra la tua e questa: nella tua l' "1" ed il "5" della data sono staccati dai riccioli del contorno ( in quella in foto sono attaccati). Inoltre nella tua i riccioli inferiori sono 2, mentre nell'altra sembra unico e confluisce a sinistra in qualcosa che non sono riuscito a decifrare ( segno di zecca ?). Bisogna anche dire che le monetine per il popolo erano coniate senza tanti riguardi, ma all'inizio del 1800 qualsiasi zecca aveva dei macchinari che garantivano una certa uniformità ai pezzi.  Quindi un piccolo mistero. 

Spero di esserti stato utile. Ci sentiamo

Ciao

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

El Chupacabra

Carissimi @Farthing , @giuseppe ballauri e tutti coloro che si occupano di questa particolare raccolta, leggo solo ora questa discussione. Anch'io ho, come collezione secondaria, quella della Confederazione Elvetica (abito a 20 km. dal confine) frutto dell'acquisizione casuale di 3 o 4 collezioni minori. Se doveste essere interessati, potremmo metterci d'accordo con MP per eventuali scambi e reperimenti delle monete mancanti (e magari trovarci di persona, non dovremmo essere molto lontani)...

Qui sotto, una pagina a caso tratta da uno dei due album sistematici in mio possesso...

IMG_20190801_205840.thumb.jpg.ff88d9707614da601dfb0652b23d1377.jpg

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Farthing

Buonasera, effettivamente la foto sul Krause non è di ottima qualità. In ogni caso ho trovato su internet delle foto a mio avviso migliori (cfr. https://www.numismaticavaresina.it/svizzera-cantoni/5458/svizzera-schwyz-1-rappen-1815.html e https://www.icollector.com/Switzerland-Schwyz-Canton-AE-1-Rappen-1815-Choice-XF_i11951575). In entrambi i casi le cifre del millesimo non entrano in contatto con gli ornamenti esterni e sono presenti due riccioli inferiormente.

In ogni caso non mi stupisce il fatto che possano esserci diverse varianti di questa moneta. Ai tempi il Canton Schwyz aveva una società decisamente preindustriale. Secondo il dizionario storico della Svizzera (https://hls-dhs-dss.ch) oltre ad essere poco popolato (nel 1850 contava 44168 abitanti su una superficie di circa 900 kmq, purtroppo tale fonte non riporta stime più antiche) era inoltre in quegli anni teatro di conflitti tra la città di Schwyz e gli abitanti dei distretti periferici che rivendicavano gli stessi diritti politici loro concessi dalla Repubblica Elvetica napoleonica. Considerando questi fattori dubito che tale cantone disponesse di risorse tali per allestire una zecca moderna nel proprio territorio o per far coniare altrove in stabilimenti qualitativamente rinomati (considerando quindi oltre ai costi di produzione anche quelli connessi ai trasporti) le proprie monete.

Per quanto riguarda la grafia "Rapen" ho svolto ricerche sul Krause (Standard Catalog of World Coins 1801-1900, 8th Edition e Standard Catalog of World Coins 1701-1800, 7th Edition). Ho notato che questa costituisce uno standard per le monete del Canton Schwyz (cfr. KM# 36, KM# 41 e KM# 59) e del Canton Lucerna (KM# 74 e KM# 75) coniate tra la seconda metà del Settecento e i primi dell'Ottocento. Alla luce di ciò e considerando la vicinanza geografica dei due cantoni suppongo che fosse una variante ortografica regionale caduta in disuso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Farthing

Ringrazio @El Chupacabra e @Burkhard per le loro interessanti osservazioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

giuseppe ballauri
Supporter

Veramente interessante quello che avete postato. E' il bello del forum, si impara sempre ! Per Farthing : il link www.icollector.com non riesco ad aprirlo mentre ho visto le monete della numismaticavaresina. 

Per El Chupacabra: sono molto interessato ad eventuali scambi. Ci sentiamo domani.

Ciao e grazie a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.