Jump to content
IGNORED

5 lire 1914, PROVA


Recommended Posts

prokyrator_83

Chiedo aiuto per l'autenticazione e la valutazione. L'anno scorso ha messo questa moneta per la valutazione, ma la connessione con il comportamento non tatto dei partecipanti, l'argomento è stato chiuso. 

1914 -2.jpg

1914.jpg

Link to post
Share on other sites

ilnumismatico

Ciao,

mi dispiace moltissimo che il tuo primo impatto sia stato spiacevole. Sono stati presi provvedimenti disciplinari per un utente che era intervenuto dicendoti che la moneta fosse falsa. 
Come già fatto, ti confermo che la moneta è autentica. Se sei interessato a venderle (visto che avevi mostrato un nucleo di prove e progetti autentici non indifferente) ti consiglio caldamente una casa d’aste che operano a livello internazionale, come Kuencher, Rauch, Maison Palombo, Sincona. Inoltre, ai fini di una vendita sul panorama internazionale, ti consiglio di contattare PCGS (che ha sede a Parigi) per la sigillatura qualitativa. Ne caso contattami in privato se ti serve aiuto nel reperire i contatti, che puoi trovare sul web.

Link to post
Share on other sites

Andrea imperatore

Buongiorno come detto da chi mi ha preceduto la moneta e' originale ed estremamente rara (R3). A mio parere la sua moneta e' in FDC (fior di conio), anche perche' essendo una prova sara' stata subito tesaurizzata.Per quanto riguarda il valore a mio parere visti anche i realizzi in aste recenti supera i 10000 euro. Complimenti per il possesso.

Link to post
Share on other sites

r.tino
50 minuti fa, ilnumismatico dice:

Ciao,

mi dispiace moltissimo che il tuo primo impatto sia stato spiacevole. Sono stati presi provvedimenti disciplinari per un utente che era intervenuto dicendoti che la moneta fosse falsa. 
Come già fatto, ti confermo che la moneta è autentica. Se sei interessato a venderle (visto che avevi mostrato un nucleo di prove e progetti autentici non indifferente) ti consiglio caldamente una casa d’aste che operano a livello internazionale, come Kuencher, Rauch, Maison Palombo, Sincona. Inoltre, ai fini di una vendita sul panorama internazionale, ti consiglio di contattare PCGS (che ha sede a Parigi) per la sigillatura qualitativa. Ne caso contattami in privato se ti serve aiuto nel reperire i contatti, che puoi trovare sul web.

Ciao Fabrizio,

E' assolutamente consapevole che la moneta e' autentica, come lo sapeva benissimo di tutte le altre. Aveva un'idea anche precisa del prezzo che voleva realizzare (abbastanza ottimistico)....probabilmente non ha trovato nessuno che in Ucraina le ha comprate o nessun commerciante Italiano che si e' recato la a comprarle e ritirarle, come da sua richiesta

P.S.....non cercava case d'asta per venderle.......

Edited by r.tino
Link to post
Share on other sites

ilnumismatico
1 minuto fa, r.tino dice:

Ciao Fabrizio,

Penso sia assolutamente consapevole che la moneta e' autentica, come lo sapeva benissimo di tutte le altre. Aveva un'idea anche precisa del prezzo che voleva realizzare (abbastanza ottimistico)....probabilmente non ha trovato nessuno che in Ucraina le ha comprate o nessun commerciante Italiano che si e' recato la a comprarle e ritirarle, come da sua richiesta

P.S.....non cercava case d'asta per venderle.......

Ciao Roberto, 

Facciamo 0-0 palla al centro e ricominciamo daccapo? diamo il beneficio del dubbio... ora è tutto chiaro, e sta a lui scegliere cosa fare 

Link to post
Share on other sites

Andrea imperatore

Il discorso di Fabrizio non fa una piega ,di certo provo  a mettermi anche nei panni dell' utente che si trova fra le mani un tesoretto e non riesce a realizzare la vendita.

Link to post
Share on other sites

simonesrt

Mi ricordo bene la discussione originaria, con il solito "bollatore di falsi" che rovinò tutto. Adesso il proprietario richiede nuovamente se è autentica e noi nuovamente a dirgli che lo è. Adesso deve decidere come e se vuole venderle. Metterle in vendita su un sito online del suo paese crea non poche perplessità a chi le deve acquistare visti gli importi di cui stiamo parlando, e senza mettere in dubbio la sua buonafede. 

Link to post
Share on other sites

r.tino
3 minuti fa, simonesrt dice:

se vuole venderle

Si, lo voleva anche la scorsa volta.......ben convinto della cifra "ottimistica" che richiedeva (stranamente...visto che chiedeva qui sul forum se autentiche)

 

4 minuti fa, simonesrt dice:

Adesso deve decidere come 

Semplicemente l'acquirente dovrebbe andare in Ucraina a visionarle, comprarle e portarle in Italia

Link to post
Share on other sites

simonesrt
4 minuti fa, r.tino dice:

Si, lo voleva anche la scorsa volta.......ben convinto della cifra "ottimistica" che richiedeva (stranamente...visto che chiedeva qui sul forum se autentiche)

 

Semplicemente l'acquirente dovrebbe andare in Ucraina a visionarle, comprarle e portarle in Italia

Erano domande "ironiche", cioè torna alla carica per chiedere se autentiche dopo che tutti gli avevamo detto di si (a parte il solito.....). Quanto al fatto di andare la a ritirarle e come dire non le voglio vendere, soprattutto visti i prezzi che chiede.

Link to post
Share on other sites

renato
2 ore fa, prokyrator_83 dice:

Chiedo aiuto per l'autenticazione e la valutazione. L'anno scorso ha messo questa moneta per la valutazione, ma la connessione con il comportamento non tatto dei partecipanti, l'argomento è stato chiuso. 

1914 -2.jpg

1914.jpg

Osservando questa moneta mi sorge il dubbio che possa essere l'esemplare classificato da Montenegro Prove e Progetti al numero 208, Esperimento di Patinatura.....che ne pensate?

Renato

Link to post
Share on other sites

ilnumismatico
13 minuti fa, renato dice:

Osservando questa moneta mi sorge il dubbio che possa essere l'esemplare classificato da Montenegro Prove e Progetti al numero 208, Esperimento di Patinatura.....che ne pensate?

Renato

Anche a me a fatto la stessa impressione 

Link to post
Share on other sites

prokyrator_83

Buon pomeriggio a tutti i partecipanti.
Voglio chiarire cosa mi preoccupa e mi ferma per andare in Italia e firmare un accordo con una casa d'aste :
1) Non conosco la lingua e le leggi del tuo paese. Ho letto su Internet che tutti gli oggetti rari, comprese le monete antiche, sono di proprietà italiana. Quindi, come lo capisco da solo, possono essere confiscati da me.
 Dato che non so come siano arrivate le monete a mio nonno e non lo riconosco più (è andato via da 20 anni). C'era un sistema legale debole e un duro regime comunista in URSS - se lo stato fosse a conoscenza delle monete, sarebbero semplicemente confiscati. Pertanto, non ci sono documenti primari. Posso presumere che furono portati dall'Europa dai militari nel 1944-1945.;

2) affinché io possa legalmente andare all'estero con loro (legalmente, non nasconderli in tasca agli agenti doganali), devo ottenere un certificato speciale (rapporto degli esperti) da uno specialista che scriverà che è genuina e valutala. E difficilmente troverò un tale specialista in Ucraina. Successivamente, attraverso il Ministero della Cultura, è necessario ottenere l'autorizzazione per esportare il tema dell'antichità e venderlo.
 
3) piccola sfumatura, ma comunque - quando venderò, pagherò le tasse nel paese in cui verrà effettuata la vendita = tassa d'asta, e dopo essere tornato in Ucraina dovrò nuovamente pagare l'imposta sul reddito (questo può arrivare fino al 20% dell'importo della vendita).

PS: ovviamente sono preoccupato e non capisco cosa dovrei fare.

Link to post
Share on other sites

ilnumismatico
9 minuti fa, prokyrator_83 dice:

Buon pomeriggio a tutti i partecipanti.
Voglio chiarire cosa mi preoccupa e mi ferma per andare in Italia e firmare un accordo con una casa d'aste :
1) Non conosco la lingua e le leggi del tuo paese. Ho letto su Internet che tutti gli oggetti rari, comprese le monete antiche, sono di proprietà italiana. Quindi, come lo capisco da solo, possono essere confiscati da me.
 Dato che non so come siano arrivate le monete a mio nonno e non lo riconosco più (è andato via da 20 anni). C'era un sistema legale debole e un duro regime comunista in URSS - se lo stato fosse a conoscenza delle monete, sarebbero semplicemente confiscati. Pertanto, non ci sono documenti primari. Posso presumere che furono portati dall'Europa dai militari nel 1944-1945.;

2) affinché io possa legalmente andare all'estero con loro (legalmente, non nasconderli in tasca agli agenti doganali), devo ottenere un certificato speciale (rapporto degli esperti) da uno specialista che scriverà che è genuina e valutala. E difficilmente troverò un tale specialista in Ucraina. Successivamente, attraverso il Ministero della Cultura, è necessario ottenere l'autorizzazione per esportare il tema dell'antichità e venderlo.
 
3) piccola sfumatura, ma comunque - quando venderò, pagherò le tasse nel paese in cui verrà effettuata la vendita = tassa d'asta, e dopo essere tornato in Ucraina dovrò nuovamente pagare l'imposta sul reddito (questo può arrivare fino al 20% dell'importo della vendita).

PS: ovviamente sono preoccupato e non capisco cosa dovrei fare.

Come ti ho già scritto, ci sono case d'asta che operano nel panorama internazionale.
Puoi contattarli trovando i loro riferimenti sul web in inglese. Non sei l'unico che si trova nella condizione di vendere monete da una nazione differente della casa d'aste.
E non puoi nemmeno credere che un acquirente affronti un viaggio per venire da te e pagarti quello che chiedi; nel caso devi essere (giustamente) disposto a venire incontro col prezzo, visto che:
- sicuramente ciò avverrà esclusivamente per una rivendita
- mettici in conto le spese di viaggio che per l'acquirente verranno conteggiate come costo d'acquisto.
Andando al sodo (perchè direi che è giunta l'ora): se vuoi vendere, questa è l'unica strada percorribile. Inutile girarci intorno parlando di "aria fritta"

Link to post
Share on other sites

simonesrt
1 minuto fa, prokyrator_83 dice:

Buon pomeriggio a tutti i partecipanti.
Voglio chiarire cosa mi preoccupa e mi ferma per andare in Italia e firmare un accordo con una casa d'aste :
1) Non conosco la lingua e le leggi del tuo paese. Ho letto su Internet che tutti gli oggetti rari, comprese le monete antiche, sono di proprietà italiana. Quindi, come lo capisco da solo, possono essere confiscati da me.
 Dato che non so come siano arrivate le monete a mio nonno e non lo riconosco più (è andato via da 20 anni). C'era un sistema legale debole e un duro regime comunista in URSS - se lo stato fosse a conoscenza delle monete, sarebbero semplicemente confiscati. Pertanto, non ci sono documenti primari. Posso presumere che furono portati dall'Europa dai militari nel 1944-1945.;

2) affinché io possa legalmente andare all'estero con loro (legalmente, non nasconderli in tasca agli agenti doganali), devo ottenere un certificato speciale (rapporto degli esperti) da uno specialista che scriverà che è genuina e valutala. E difficilmente troverò un tale specialista in Ucraina. Successivamente, attraverso il Ministero della Cultura, è necessario ottenere l'autorizzazione per esportare il tema dell'antichità e venderlo.
 
3) piccola sfumatura, ma comunque - quando venderò, pagherò le tasse nel paese in cui verrà effettuata la vendita = tassa d'asta, e dopo essere tornato in Ucraina dovrò nuovamente pagare l'imposta sul reddito (questo può arrivare fino al 20% dell'importo della vendita).

PS: ovviamente sono preoccupato e non capisco cosa dovrei fare.

Ti rispondo ai tuoi dubbi:

1) non è vero che gli oggetti e le monete sono dello stato, quindi nel tuo caso non avresti alcun problema;

2) le leggi del tuo stato non le conosco ma dipende da te le procedure che dovrai seguire:

3) se le vendi in Italia non paghi alcuna tassa allo stato italiano. 

Spero di esserti stato di aiuto. 

Link to post
Share on other sites

In Ricreazione
favaldar

L'unica è darle ad una casa d'aste a San Marino.   Єдиний - віддати їх аукціонному будинку в Сан-Марино.

Edited by favaldar
Link to post
Share on other sites

simonesrt
10 minuti fa, favaldar dice:

L'unica è darle ad una casa d'aste a San Marino.   Єдиний - віддати їх аукціонному будинку в Сан-Марино.

Perchè non in Italia? Oltretutto se arriva in Italia e poi va a San Marino dovrebbe fare le pratiche di esportazione.

Link to post
Share on other sites

In Ricreazione
favaldar
49 minuti fa, simonesrt dice:

Perchè non in Italia? Oltretutto se arriva in Italia e poi va a San Marino dovrebbe fare le pratiche di esportazione.

Dicevo nel caso volesse solo spedirle........

Link to post
Share on other sites

simonesrt
3 minuti fa, favaldar dice:

Dicevo nel caso volesse solo spedirle........

Da quello che ha scritto deve ottenere il certificato di esportazione come da noi e poi le può spedire ovunque, ma non penso si fidi e visto il valore lo capisco.

Link to post
Share on other sites

In Ricreazione
favaldar

Ora non so se è meglio un Paese "normale" o un tipo San Marino ma  volendo una transazione con una Casa d'Asta via posta ci si riesce a fare,altrimenti il Paese più vicino è Vienna con una 20ina d'ore ci arriva e fa tuttu li

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.