Jump to content
IGNORED

Comprare monete Regno d'Italia


Recommended Posts

Octopus

Buonasera, mi sapreste dire alcuni siti dove comprare (non vincere all'asta) monete del Regno d'Italia?    Grazie mille

P.s. Mi scuso nel caso avessi sbagliato sezione, sono nuovo nel server

Edited by Octopus
Link to post
Share on other sites

Paolone24

Ciao!, beh innanzitutto prima di scegliere dove comprare, bisogna scegliere cosa comprare... Dopo aver scelto questo, cerca la moneta che vuoi comprare. Io ti consiglio di comprare monete solo ed esclusivamente da venditori professionali, che rilasciano regolare fattura e che hanno un negozio fisico. (se mi consentono i moderatori, dico i nomi di alcuni negozi) 

Ps:se puoi evita di comprare online, io per esempio un negozio di numismatica l'ho a centinaia di km, quindi mi conviene comprare online. Ma se nella tua città ci sono negozi numismatici, meglio che acquisti lì. Buona serata 

Edited by Paolone24
Link to post
Share on other sites

Octopus

Grazie mille!!Purtroppo vivo in Sardegna,dove comprare fisicamente è quasi impossibile,perciò compro online, ma spesso nei siti numismatici molte monete non sono disponibili.                          Per iniziare ho comprato da ebay,e devo dire di aver avuto un'ottima esperienza, ma la certezza di comprare monete autentiche non si ha mai se non su siti numismatici,perciò d'ora un poi cercherò di comprare da lì.                                                     Se non vi causa disturbo mi potreste dire alcuni nomi di tali siti?

Edited by Octopus
Link to post
Share on other sites

Paolone24
5 minuti fa, Octopus dice:

Grazie mille!!Purtroppo vivo in Sardegna,dove comprare fisicamente è quasi impossibile,perciò compro online, ma spesso nei siti numismatici molte monete non sono disponibili.             Per iniziare ho comprato da ebay,e devo dire di aver avuto un'ottima esperienza, ma la certezza di comprare monete autentiche non si ha mai se non su siti numismatici,perciò d'ora un poi cercherò di comprare da lì

Beh, tutto dipende da chi hai comprato, se ti hanno rilasciato una fattura e magari chi te l'ha fatta è un professionista, che ha un negozio, la moneta sarà al 99,9999999% autentica. Non per far pubblicità ad eb. ma anch'io ho comprato lì, ma sempre e solo da professionisti. Da un pó ho deciso di comprare direttamente dai siti dei professionisti, anche perché eb. purtroppo impone(da quando ho capito, posso anche aver capito male) una "tassa sull'acquisto", per esempio su una moneta di 60€ si prende una percentuale (così ho capito, mi potrei anche sbagliare). 

Edited by Paolone24
Link to post
Share on other sites

ACERBONI GABRIELLA

Ci sono all'interno del forum qualificatissimi venditori professionali, richieda di essere contattato .

Non penso che ciò sia contro il regolamento. Può anche guardare nella sezione "annunci numismatici" e chiedere pareri e consigli in merito

ad eventuali acquisti  qui sul forum .

Buona serata

Gabriella

Link to post
Share on other sites

Octopus
1 minuto fa, Paolone24 dice:

Beh, tutto dipende da chi hai comprato, se ti hanno rilasciato una fattura e magari chi te l'ha fatta è un professionista, che ha un negozio, la moneta sarà al 99,9999999% autentica. Non per far pubblicità ad eb. ma anch'io ho comprato lì, ma sempre e solo da professionisti. Da un pó ho deciso di comprare direttamente dai siti dei professionisti, anche perché ebay purtroppo impone(da quando ho capito, posso anche aver capito male) una "tassa sull'acquisto", per esempio su una moneta di 60€ si prende una percentuale (così ho capito, mi potrei anche sbagliare). 

Grazie ancora! Non sapevo di questa tassa

1 minuto fa, ACERBONI GABRIELLA dice:

Ci sono all'interno del forum qualificatissimi venditori professionali, richieda di essere contattato .

Non penso che ciò sia contro il regolamento. Può anche guardare nella sezione "annunci numismatici" e chiedere pareri e consigli in merito

ad eventuali acquisti  qui sul forum .

Buona serata

Gabriella

Grazie molte, buona serats

Link to post
Share on other sites

Paolone24
7 minuti fa, Octopus dice:

Grazie ancora! Non sapevo di questa tassa

Grazie molte, buona serats

E non solo...per un account professionale,per vendere,si prendono dai 19 ai 149€ mensili,dal pacchetto che si sceglie infatti c’è un massimo di annunci che si possono fare,se si superano quelli, c’è un’altra piccola parte da pagare. Ecco uno dei tanti motivi perché sto comprando solo da siti di professionisti.

P.s:questo è il mio 100esimo messaggio inviato sul forum! sono molto emozionato per questa cosa,spero di proseguire per moltissimi altri anni e messaggi. 

Link to post
Share on other sites

25 minuti fa, Octopus dice:

Buonasera, mi sapreste dire alcuni siti dove comprare (non vincere all'asta) monete del Regno d'Italia?    Grazie mille

P.s. Mi scuso nel caso avessi sbagliato sezione, sono nuovo nel server

Buonasera Octopus.

Nel forum troverà molti utenti che, oltre a fornire consigli utili e puntuali sulla numismatica, sono collezionisti ed esperti della monetazione del Regno.

Nel mio piccolo, posso ritenermi un neofita della monetazione di Vittorio Emanuele III, ma mi permetto qualche consiglio.

Come già indicato, se possibile l'osservazione e l'acquisto di una moneta dovrebbe essere fatta dal vivo in modo da cominciare a prendere dimestichezza con la materia. Se ciò non fosse possibile, consiglio di affidarsi a professionisti che può tranquillamente trovare anche sulla baia o, in alternativa, presso negozi di numismatica. 

Dovrebbe farsi prima un'idea precisa della moneta che desidera comprare, magari informarsi sul prezzo della stessa (realizzato in aste passate) e mettersi alla ricerca. L'acquisto presso un negozio garantisce sulla veridicità del pezzo, pertanto, dietro regolare fattura, non dovrebbe aver problemi di sorta.

 

Consiglio, però, di dare un'occhiata anche ai siti di aste. Qui, dovrebbe aggiungere, oltre al prezzo di acquisto, anche i diritti di asta (variano in percentuale tra i 14 al 20% - correggetemi se sbaglio) e la spedizione.

 

In ogni caso, la regola è sempre la stessa: informarsi, capire che moneta si ha davanti, capirne la conservazione e, da qui, attribuire un valore alla stessa.

Ah, piccolo appunto da non tralasciare: avere un catalogo se possibile aggiornato.

Simone

Link to post
Share on other sites

Stanco
Scudo1901

Il suggerimento del catalogo è senz’altro da privilegiare. Ce ne sono molti e quelli di un paio di anni fa costano meno rispetto all’ultima edizione senza stravolgimenti particolari dei valori di mercato di riferimento.

Non solo consentono di orientarsi sui prezzi, ma anche sulla tipologia da privilegiare. La raccolta delle monete del Regno d’Italia, benché limitata nel numero di pezzi rispetto ad altri e più ampi periodi storici, è molto impegnativa economicamente soprattutto se estesa anche agli aurei. 

Il catalogo permette perciò di stanziare anche un budget personale ed evitare acquisti imprudenti o di raccogliere indiscriminatamente ogni pezzo, salvo poi accorgersi che era poi opportuno concentrarsi magari su un sovrano o su una tipologia di metallo. 

Link to post
Share on other sites

lorluke
Supporter
12 minuti fa, Paolone24 dice:

Da un pó ho deciso di comprare direttamente dai siti dei professionisti, anche perché eb. purtroppo impone(da quando ho capito, posso anche aver capito male) una "tassa sull'acquisto", per esempio su una moneta di 60€ si prende una percentuale (così ho capito, mi potrei anche sbagliare).

Ma scusi, di cosa sta parlando? Quale “tassa sull’acquisto” su ebay? Semmai su Catawiki c’è un 9% di commissioni per l’acquirente ma certamente non su eBay, dove le commissioni sono esclusivamente a carico del venditore. Il prezzo di acquisto per chi compra è il prezzo finale.
Non ci sono tasse o costi aggiuntivi, fatta eccezione per le spese di spedizione (che comunque sono chiaramente riportate in tutte le inserzioni).
Cerchiamo, per favore, di parlare di cose di cui siamo certi, non di cose che “ho capito così ma potrei anche sbagliare”, che finiscono solo per generare confusione... 

Link to post
Share on other sites

Paolone24
27 minuti fa, lorluke dice:

Ma scusi, di cosa sta parlando? Quale “tassa sull’acquisto” su ebay? Semmai su Catawiki c’è un 9% di commissioni per l’acquirente ma certamente non su eBay, dove le commissioni sono esclusivamente a carico del venditore. Il prezzo di acquisto per chi compra è il prezzo finale.
Non ci sono tasse o costi aggiuntivi, fatta eccezione per le spese di spedizione (che comunque sono chiaramente riportate in tutte le inserzioni).
Cerchiamo, per favore, di parlare di cose di cui siamo certi, non di cose che “ho capito così ma potrei anche sbagliare”, che finiscono solo per generare confusione... 

Mi scusi di cosa sta parlando lei?chi ha detto che era addebitata all’acquirente? Dove l’ho detto?,effettivamente mi riferivo che le tasse erano nei confronti del venditore!,infatti compro sui siti dei professionisti anche per non tassare ulteriormente il venditore. La confusione non l’ho creata certamente io! Spero si corregga,non riesco a capire da dove le sia uscita che avessi detto che la tassa era applicata nei confronti dell’acquirente. Buona serata 

Edited by Paolone24
Link to post
Share on other sites

lorluke
Supporter
11 minuti fa, Paolone24 dice:

E chi ha detto che era addebitata all’acquirente? Dove l’ho detto? La confusione non l’ho creata certamente io! Spero si corregga,buona serata 

Una “tassa sull’acquisto”, come l’ha definita, presuppone che sia indirizzata all’acquirente. Una specie di commissione d’asta, che su eBay, come detto, non esiste. Forse sarebbe stato meglio definirla “tassa sulla vendita” o, ancor meglio, “commissione sul prezzo finale” a carico del venditore, ovvero il termine usato proprio da eBay. Diciamo che si è espresso male. Comunque, complimenti per i 100 messaggi, nella speranza che i prossimi possano essere più chiari e precisi. 

Edited by lorluke
Link to post
Share on other sites

Paolone24
Adesso, lorluke dice:

Una “tassa sull’acquisto”, come l’ha definita, presuppone che sia indirizzata all’acquirente. Una specie di commissione d’asta, che sia eBay non esiste. Forse sarebbe stato meglio definirla “tassa sulla vendita” o, ancor meglio, “commissione sul prezzo finale” a carico del venditore, ovvero il termine usato proprio da eBay. Diciamo che si è espresso male. Comunque, complimenti per i 100 messaggi, nella speranza che i prossimi possano essere più chiari e precisi. 

Benissimo,diciamo allora commissione sul prezzo finale. “Tassa sull’acquisto”voleva significare che dopo aver acquistato,il venditore riceve un ulteriore tassa! No problem comunque.Grazie per gli auguri. Auguri di buon proseguimento!

Link to post
Share on other sites

r.tino
12 ore fa, Paolone24 dice:

purtroppo impone(da quando ho capito, posso anche aver capito male) una "tassa sull'acquisto",

Fermo restando, come gia' chiarito, che si tratta di una commissione trattenuta al venditore sulla cifra di vendita, ha capito bene.....un venditore professionale, su ogni vendita , lascia   piu' del 10%, ossia le commissini richieste da Ebay piu' quelle richieste da Paypal (obbligatorio come metodo di pagamento per venditori professionali) ......piu' una serie di spese fisse in base alle opzioni di vendita che si attuano

 

Link to post
Share on other sites

Paolone24
35 minuti fa, r.tino dice:

Fermo restando, come gia' chiarito, che si tratta di una commissione trattenuta al venditore sulla cifra di vendita, ha capito bene.....un venditore professionale, su ogni vendita , lascia   piu' del 10%, ossia le commissini richieste da Ebay piu' quelle richieste da Paypal (obbligatorio come metodo di pagamento per venditori professionali) ......piu' una serie di spese fisse in base alle opzioni di vendita che si attuano

 

Già,pienamente d'accordo. Meglio comprare da negozi o dai loro siti internet. 

Edited by Paolone24
Link to post
Share on other sites

dux-sab

io per una vita ho comprato in negozi ma erano altri tempi dove la gente vendeva le proprie collezioni ai negozianti ,ora anche i negozi comprano molto dalle aste altrimenti resterebbero senza materiale. quindi penso che oggi convenga comprare direttamente alle aste. sbaglio?

Link to post
Share on other sites

Paolone24
17 minuti fa, dux-sab dice:

io per una vita ho comprato in negozi ma erano altri tempi dove la gente vendeva le proprie collezioni ai negozianti ,ora anche i negozi comprano molto dalle aste altrimenti resterebbero senza materiale. quindi penso che oggi convenga comprare direttamente alle aste. sbaglio?

Il ragionamento è asatto, ma se tutti comprassero solo alle aste, come "mangierebbero" i negozianti? 

Link to post
Share on other sites

dux-sab
1 minuto fa, Paolone24 dice:

Il ragionamento è asatto, ma se tutti comprassero solo alle aste, come "mangierebbero" i negozianti? 

lo stesso problema dei negozi in genere, e poi , il negozio ha la moneta che cerchi o ti devi accontentare di quello che ti offre?

Link to post
Share on other sites

Paolone24
1 minuto fa, dux-sab dice:

lo stesso problema dei negozi in genere, e poi , il negozio ha la moneta che cerchi o ti devi accontentare di quello che ti offre?

Si, purtroppo questo problema riguarda tutti i negozi. Come già detto, io compro solo da negozi online, quindi cerco di trovare il miglior "pezzo" al miglior prezzo. Poi una persona ovviamente con i propri soldi compra dove vuole. 

Link to post
Share on other sites

Octopus

Grazie a tutti per i suggerimenti, comprerò il prima possibile un buon catalogo.

Me ne consigliereste uno buono ma non troppo costoso?

Grazie mille

 

Edited by Octopus
Link to post
Share on other sites

caravelle82
44 minuti fa, Octopus dice:

Grazie a tutti per i suggerimenti, comprerò il prima possibile un buon catalogo.

Me ne consigliereste uno buono ma non troppo costoso?

Grazie mille

 

Buonasera,un catalogo Gigante fa per te che ti piacciono le monete del Regno....va bene anche un pò piú datato,normalmente lo si trova da 20/22 € anno corrente, andando a ritroso man mano cala il prezzo.

Saluti

Link to post
Share on other sites

Devant81
Il 9/2/2021 alle 10:54, dux-sab dice:

io per una vita ho comprato in negozi ma erano altri tempi dove la gente vendeva le proprie collezioni ai negozianti ,ora anche i negozi comprano molto dalle aste altrimenti resterebbero senza materiale. quindi penso che oggi convenga comprare direttamente alle aste. sbaglio?

Purtroppo i collezionisti si trovano spesso tra l'incudine e il martello o se preferite tra il conio e il martello....se compri dalle aste ti ritrovi a pagare molto le belle monete perché ovviamente le vedono tutti,  e come oggi   spesso accade le basi sono alte in partenza e a queste dobbiamo sommare diritti al 18% minimo. Se compriamo da commercianti spesso vediamo monete che si sono aggiudicati loro qualche asta prima rincarate di quella che deve essere la sommatoria tra il loro compenso, e spese sostenute . Quando lo facevo notare ad un commerciante mi faceva notare che il naturale bacino di utenza e approvigionamento del commerciante sono sempre state le aste. Oggi però c'è la rete tutti vedono tutto, una moneta  ha una  crono-storia dei passaggi precedenti e spesso  si vede lievitarne il valore tra un passaggio e l' altro. Una risposta credo nn ci sia....o forse quella che non c'è è una soluzione indolore. Io per questi motivi ho ridotto molto i miei acquisti. 

 

Link to post
Share on other sites

Stanco
Scudo1901

Caro nuovo amico @Octopus

come imparerai presto se continuerai a frequentare questo Forum, qui albergano opinioni a volte diverse, qualche volta opposte.

Questo e’ uno di questi esempi. Io la penso in maniera diametralmente antitetica all’amico @Devant81.

Appurato che la dinamica che porta i commercianti ad approvvigionarsi di monete oggi segue effettivamente le modalità sopra descritte, se tutti ragionassero limitando i propri acquisti il mercato vedrebbe le quotazioni inesorabilmente deprimersi. Invece sta succedendo il contrario.

E’ la prima legge della microeconomia, quando un bene per definizione e’ scarso e la domanda supera l’offerta il prezzo sale.
Ed è esattamente quel che sta avvenendo nel mercato numismatico in questo periodo e, se vogliamo vedere il trend nel lungo periodo, possiamo dire praticamente da sempre,  con solo rare e temporalmente circoscritte eccezioni.


La spiegazione è tanto semplice quanto intuitiva, le monete sono un bene rifugio e sono in quantità finita, nel senso che non possono essere riprodotte. Internet ha favorito l’ampliarsi della conoscenza di un settore rimasto di nicchia per decenni e questo ha implicato un aumento della domanda, che accelera in questi anni.

Quindi personalmente questa situazione è uno sprone per incrementare gli acquisti, non per ridurli.

Il trend proseguirà? Nessuno ha doti divinatorie e può dirlo naturalmente ma, come ho già scritto in altro post, nel lungo periodo per chi sa scegliere la qualità, ha la pazienza di aspettare le belle monete ed ha accumulato sufficiente conoscenza da acquistare oculatamente, secondo me c’è molta più probabilità di accrescere il proprio patrimonio che di vederlo assottigliarsi.

Questo, e chiudo, è comunque un discorso commerciale, risvolto che dovrebbe sempre essere secondario rispetto al profilo storico, iconografico, estetico e di pura passione che dovrebbe ispirare qualsiasi acquisto numismatico e che quasi paternamente ti consiglio di seguire. Insomma, va dove ti porta il cuore, con un occhio al portafogli ovviamente! 🤣

In bocca al lupo!👍🏾

Edited by Scudo1901
Link to post
Share on other sites

lorluke
Supporter
1 ora fa, Devant81 dice:

Purtroppo i collezionisti si trovano spesso tra l'incudine e il martello o se preferite tra il conio e il martello....se compri dalle aste ti ritrovi a pagare molto le belle monete perché ovviamente le vedono tutti,  e come oggi   spesso accade le basi sono alte in partenza e a queste dobbiamo sommare diritti al 18% minimo. Se compriamo da commercianti spesso vediamo monete che si sono aggiudicati loro qualche asta prima rincarate di quella che deve essere la sommatoria tra il loro compenso, e spese sostenute . Quando lo facevo notare ad un commerciante mi faceva notare che il naturale bacino di utenza e approvigionamento del commerciante sono sempre state le aste. Oggi però c'è la rete tutti vedono tutto, una moneta  ha una  crono-storia dei passaggi precedenti e spesso  si vede lievitarne il valore tra un passaggio e l' altro. Una risposta credo nn ci sia....o forse quella che non c'è è una soluzione indolore. Io per questi motivi ho ridotto molto i miei acquisti. 

Personalmente mi regolo che se trovo una moneta che mi piacerebbe mettere in collezione ad un prezzo che reputo congruo, la prendo. Se il prezzo di vendita lo trovo eccessivamente alto o se le offerte in asta vanno oltre la soglia che mi ero prefissato, semplicemente lascio perdere. Sia chiaro: è giusto guardare lo storico delle aste e dei realizzi (anch'io lo faccio) però, data anche la rapida evoluzione del mercato, non si può pretendere che una moneta aggiudicata a 1.000 euro due anni fa, oggi non possa fare più di 1.000... Allo stesso modo, non è detto che se riesco a prenderla ad 800 abbia per forza fatto un ottimo affare (perché magari era stata "strapagata" la prima volta oppure perché è mutato il mercato di quella monetazione). 

Per quanto riguarda la preferenza tra aste o negozi negli acquisti, anche qui dipende dal prezzo richiesto e, soprattutto, da ciò che si cerca. A mio avviso, i negozi sono un'ottima soluzione per acquisti "standard", come monete non particolarmente rare e/o in conservazione non eccelsa. Un esempio può essere un 20 lire littore del 1928 in condizioni SPL. In questo caso, il prezzo di vendita è spesso molto simile a quello di aggiudicazione di una qualunque asta. 
Per monete di fascia alta, spiace dirlo, ma le aste offrono ormai una varietà molto più ampia dei negozi. Ovviamente, e per fortuna direi, ci sono ancora negozi che riescono a reperire esemplari di tutto rispetto ma è difficile competere con l'enorme offerta data dall'insieme di tutte le case d'asta esistenti... Tra l'altro, in alcuni casi, sono i negozianti stessi a mettere all'asta i propri "gioielli", perché magari non sono riusciti a trovare il compratore giusto e sfruttano, dunque, le aste come palcoscenico internazionale. 

Edited by lorluke
Link to post
Share on other sites

Devant81
1 ora fa, Scudo1901 dice:

Caro nuovo amico @Octopus

come imparerai presto se continuerai a frequentare questo Forum, qui albergano opinioni a volte diverse, qualche volta opposte.

Questo e’ uno di questi esempi. Io la penso in maniera diametralmente antitetica all’amico @Devant81.

Appurato che la dinamica che porta i commercianti ad approvvigionarsi di monete oggi segue effettivamente le modalità sopra descritte, se tutti ragionassero limitando i propri acquisti il mercato vedrebbe le quotazioni inesorabilmente deprimersi. Invece sta succedendo il contrario.

E’ la prima legge della microeconomia, quando un bene per definizione e’ scarso e la domanda supera l’offerta il prezzo sale.
Ed è esattamente quel che sta avvenendo nel mercato numismatico in questo periodo e, se vogliamo vedere il trend nel lungo periodo, possiamo dire praticamente da sempre,  con solo rare e temporalmente circoscritte eccezioni.


La spiegazione è tanto semplice quanto intuitiva, le monete sono un bene rifugio e sono in quantità finita, nel senso che non possono essere riprodotte. Internet ha favorito l’ampliarsi della conoscenza di un settore rimasto di nicchia per decenni e questo ha implicato un aumento della domanda, che accelera in questi anni.

Quindi personalmente questa situazione è uno sprone per incrementare gli acquisti, non per ridurli.

Il trend proseguirà? Nessuno ha doti divinatorie e può dirlo naturalmente ma, come ho già scritto in altro post, nel lungo periodo per chi sa scegliere la qualità, ha la pazienza di aspettare le belle monete ed ha accumulato sufficiente conoscenza da acquistare oculatamente, secondo me c’è molta più probabilità di accrescere il proprio patrimonio che di vederlo assottigliarsi.

Questo, e chiudo, è comunque un discorso commerciale, risvolto che dovrebbe sempre essere secondario rispetto al profilo storico, iconografico, estetico e di pura passione che dovrebbe ispirare qualsiasi acquisto numismatico e che quasi paternamente ti consiglio di seguire. Insomma, va dove ti porta il cuore, con un occhio al portafogli ovviamente! 🤣

In bocca al lupo!👍🏾

Se intraprendi un discorso di investimento puoi avere ragione ma anche i denari privati prima o poi diventano un bene finito. Io ho studiato altro, ma credo che il gioco della domanda e dell offerta se i prezzi continuano a crescere prima o poi si rompa. Quello che permette questi incrementi oggi, come dicevi anche tu è l'ampliamento della domanda rispetto all offerta, data la visibilità che le monete hanno oggi. Staremo a vedere dove arriveremo.....io parlavo e ragionavo da piccolo collezionista. Gli investitori sono un altra cosa.....potrebbero anche rovinare il mercato oppure fare pessimi affari e incamerare perdite rilevanti. 

Edited by Devant81
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.