Jump to content
IGNORED

Filatelia Secondo voi qualcuno può comprare una roba simile??


Recommended Posts

Guysimpsons

Mi sono quasi definitivamente allontanato dalla filatelia, ma un po' di amore è rimasto.

I cromosomi paterni fanno si che io mi indigni nel vedere certe speculazioni.

Al di là della fede calcistica mi sembra un'offesa proporre a 500 euro (CINQUECENTO EURO) un album con 60 euro di valore facciale di francobolli, il più "vecchio" dei quali è del 1995!! Ok ci sono ben 48 pagine e la lamina dorata...

Libro Juventus

Link to post
Share on other sites

PostOffice

Questa non è neanche filatelia, ma puro merchandising destinato a quozienti intellettivi che andrebbero studiati . L'hai chiamata con il nome giusto 'speculazione',      ..aggiungo  ....  sulla demenza.  

Non conoscendoti mi permetto di dire con sincera amicizia che il piacere in filatelia viene dall'approfondimento della materia.   Il semplice accumulo se non c'è studio è poco interessante e subito annoia.   Mi auguro che i cromosomi paterni risveglino l'interesse così come hanno destato lo sdegno. 

Purtroppo in Poste Italiane lavorano laureati in marketing che di filatelia non sanno nulla.

Se in un probabile riavvicinamento alla filatelia hai domande da porre, non esitare, ..sarei felice di leggerle.

Buone cose.  

 

 

 

 

 

 

Edited by PostOffice
Link to post
Share on other sites

Guysimpsons
7 ore fa, PostOffice dice:

Non conoscendoti mi permetto di dire con sincera amicizia che il piacere in filatelia viene dall'approfondimento della materia.   Il semplice accumulo se non c'è studio è poco interessante e subito annoia.   Mi auguro che i cromosomi paterni risveglino l'interesse così come hanno destato lo sdegno.

Se in un probabile riavvicinamento alla filatelia hai domande da porre, non esitare, ..sarei felice di leggerle.

Buone cose. 

La filatelia è stato il mio "primo amore", ho collezionato tutti i francobolli di Repubblica usati fino al 1990 compreso e dal 1991 al 2002 nuovi.

La speculazione e l'uscita sempre più cospicua di francobolli e le porcherie proposte da negozi di filatelia molto blasonati hanno spento la mia passione (ho aspettato l'arrivo del primo anno di francobolli con il nuovo conio per smettere). Mio papà aveva una ricca collezione, alcune cose le ho conservate altre le ho vendute ad un'asta.

Da Lui ho imparato a riconoscere da lontano le speculazioni e starne il più possibile alla larga, a meno che siano a basso costo (il foglietto della Juve che vince lo scudetto lo pago, il folder che quella .... antipatica (perchè non posso scrivere altro) di commessa delle poste cercava insistentemente di propinarmi... anche no!

Adesso con la vita che conduco non ho tanto tempo e ho deciso di investirlo per la cartamoneta che mi sta dando soddisfazioni.

Ti ringrazio per la tua risposta, passami il termine, fraterna.

Guido

 

 

Link to post
Share on other sites

ART
Il 20/3/2021 alle 11:47, Guysimpsons dice:

Mi sono quasi definitivamente allontanato dalla filatelia, ma un po' di amore è rimasto.

Brutta cosa, brutta cosa. Cerca di non recidere quel legame, e se possibile di ravvivarlo.

Pensa che i francobolli non sono mai morti (se ne usano molti meno ma ancora si usano), che la posta non è morta e che la lettera spedita sarà lenta quanto vogliamo ma è di fatto il mezzo di comunicazione più sicuro esistente al mondo (nel senso della privacy). Pensa a tutto quello che hai sempre sognato di avere e che adesso puoi trovare a prezzi anche stracciati.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Guysimpsons
7 ore fa, ART dice:

Brutta cosa, brutta cosa. Cerca di non recidere quel legame, e se possibile di ravvivarlo.

Ti dirò è vivo per motivi di lavoro. 

Sto facendo una collezione che ha valore filatelico basso (nessun pezzo raro...) ma mi stimola la ricerca: buste e serie di francobolli sulla campagna di sensibilizzazione alla donazione sangue,  in pratica il mio lavoro. 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

PostOffice

Non è importante avere pezzi rari,   ..l'importante è lo studio e la catalogazione,   ...la filatelia è un momento che si dedica a noi stessi è un regalo che si fa a noi stessi, serve a viaggiare mentalmente..culturalmente,  e può essere un'ottimo antistress come ogni collezione di qualsiasi cosa.

Dopo tanti anni ho pezzi rari in collezione, ma devo dire che molte volte mi diverte di più un francobollo senza valore con più cose da controllare (fluorescenza, fosforescenza, dentellatura, varietà, annullo, filigrana,  etc..) ,    che un pezzo da centinaia di euro,  ...ogni pezzo va osservato, controllato a catalogo nelle sue particolarità, non vanno messi in un raccoglitore e dopo un'occhiata superficiale lasciati li.  

Per vedere la bellezza dell'oggetto bisogna guardarlo aldilà del fatto che sia di valore o meno.

Mi permetto di suggerire a tutti gli interessati,  collezioni di francobolli viaggiati che a differenza dei nuovi costano molto meno, cercate pacchi 'kiloware' nel web e vedrete quanto sono economici, e secondo me più affascinanti dei nuovi.

 

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Paolino67

Personalmente colleziono francobolli da decenni prima di quanto non faccia con le monete, e non ho mai smesso.

Certo, con le monete ho raggiunto un livello di specializzazione (e sopratutto di spesa!) lontano anni luce da quello che ho nel campo filatelico, dove colleziono solo materiale usato, principalmente di area italiana, e dove non ho praticamente nulla che superi il valore di pochi Euro.

Quando ho voglia di divertirmi un pò compro lotti su ebay e con pochi euro di spesa mi diverto per giorni a catalogare.

Con i francobolli ho imparato cose che difficilmente imparerei con le sole monete: come qualcuno ha già scritto, vi sono emissioni filateliche di entità (oggi scomparse) che in numismatica sono inesistenti, entità che mi erano del tutto sconosciute prima di imbattermi nei relativi francobolli. Persino le emissioni italiane contemporanee mi insegnano qualcosa, visto che spesso mi imbatto in commemorazioni di personaggi che mi erano sconosciuti e questo mi porta ad approfondire sul determinato personaggio.

E non sarei così pessimista sul futuro della filatelia: frequento qualche gruppo Facebook di scambi filatelici e vedo che movimento ce n'è sempre, magari su robetta di poco/pochissimo valore, ma l'interesse è sempre vivo; e non sono certo ottantenni quelli che frequentano questi gruppi.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Contento
Numismatico 007
1 ora fa, Paolino67 dice:

Quando ho voglia di divertirmi un pò compro lotti su ebay e con pochi euro di spesa mi diverto per giorni a catalogare.

Anche io lo faccio sempre ;). Mi ritrovo a sistemare non so quanti francobolli ma mi diverto e sto imparando TANTISSIMO.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Contento
Numismatico 007
1 ora fa, Paolino67 dice:

Con i francobolli ho imparato cose che difficilmente imparerei con le sole monete: come qualcuno ha già scritto, vi sono emissioni filateliche di entità (oggi scomparse) che in numismatica sono inesistenti, entità che mi erano del tutto sconosciute prima di imbattermi nei relativi francobolli. Persino le emissioni italiane contemporanee mi insegnano qualcosa, visto che spesso mi imbatto in commemorazioni di personaggi che mi erano sconosciuti e questo mi porta ad approfondire sul determinato personaggio.

Concordo!

1 ora fa, Paolino67 dice:

E non sarei così pessimista sul futuro della filatelia: frequento qualche gruppo Facebook di scambi filatelici e vedo che movimento ce n'è sempre, magari su robetta di poco/pochissimo valore, ma l'interesse è sempre vivo; e non sono certo ottantenni quelli che frequentano questi gruppi.

Nemmeno io... 

 

Link to post
Share on other sites

FFF
Il 23/3/2021 alle 12:25, PostOffice dice:

Questa non è neanche filatelia, ma puro merchandising destinato a quozienti intellettivi che andrebbero studiati . L'hai chiamata con il nome giusto 'speculazione',      ..aggiungo  ....  sulla demenza.  

Non conoscendoti mi permetto di dire con sincera amicizia che il piacere in filatelia viene dall'approfondimento della materia.   Il semplice accumulo se non c'è studio è poco interessante e subito annoia.   Mi auguro che i cromosomi paterni risveglino l'interesse così come hanno destato lo sdegno. 

Purtroppo in Poste Italiane lavorano laureati in marketing che di filatelia non sanno nulla.

Se in un probabile riavvicinamento alla filatelia hai domande da porre, non esitare, ..sarei felice di leggerle.

Buone cose.  

 

 

Ti stai riferendo al "Gronchi rosa", vero? 😉

Perchè anche lì ci sarebbe tanto da dire...

PS: di sto periodo passa una pubblicità su Radio24 (se non ricordo male) inerente al suddetto francobollo proposto a 790 euro.

Link to post
Share on other sites

PostOffice

Anche quella del Gronchi rosa (francobollo che orgogliosamente non possiedo), è una speculazione tipicamente all'italiana, sembra che siano sfuggiti al ritiro da parte delle poste quasi 80.000 esemplari, cifra mai confermata. 

Il valore di mercato oggi si aggira intorno ai 300 euro,  Bolaffi chiede più di 700 euro ma ovviamente è un commerciante che vende 'qualità' certificata.

Personalmente preferirei spendere qualche centinaia di euro in un'asta di francobolli classici italiani o del mondo, acquistando un lotto di materiale per studio e catalogazione piuttosto che un singolo francobollo, infatti sono un filatelista non un investitore, il mio scopo è la conoscenza e il divertimento.

Edited by PostOffice
  • Like 2
Link to post
Share on other sites

417sonia
Supporter

Buon pomeriggio

Se penso a mio papà (ancora vivente) che ha da parte una collezione completa di francobolli di Svizzera e Francia, iniziata dopo la II° guerra mondiale e portata avanti fino al 2000, più qualche migliaio di buste 1° giorno di Italia, Svizzera e Francia.

Qualche anno fa chiese a qualche commerciante se poteva interessare l'acquisto ....... non si arrivò nemmeno alla fatidica richiesta: "quanto vuole" ..... mancava l'interesse!

saluti

Luciano

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

PostOffice

Per collezione completa cosa si intende, dai numeri uno di quelle nazioni..?        ..O un'accumulo di francobolli di quelle nazioni..?

Link to post
Share on other sites

417sonia
Supporter
1 ora fa, PostOffice dice:

Per collezione completa cosa si intende, dai numeri uno di quelle nazioni..?        ..O un'accumulo di francobolli di quelle nazioni..?

Intendo tutti i francobolli nuovi emessi ed ordinati in raccoglitori specifici di quelle nazioni.

Link to post
Share on other sites

PostOffice

In una collezione '''completa''' come dici tu ci debbono essere le emissioni classiche di quella nazione, quindi parliamo di francobolli emessi intorno il 1850.  

Se si propone ad un  '' serio ''  commerciante una collezione completa con queste emissioni, dubito che non chieda almeno di vedere il materiale. 

Consiglio di chiedere a commercianti con un nome conosciuto nel settore, con tanto di negozio fisico. .se si possiede del materiale serio  veramente  come sembrerebbe dalle tue parole nessuno rifiuterà di visionarlo

Prova a controllare se veramente sono in collezione i primi francobolli di queste nazioni.

 

Edited by PostOffice
Link to post
Share on other sites

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.