Jump to content

Recommended Posts

Mauriennais

Buona sera a tutti
Un amico ha trovato questa moneta ma non riesco a identificarla
Sembra un quarto di soldo di Carlo Emanuele 1°,  il peso e di 0,6 grammi e una dimensione di 14 mm ma ...

Una contraffazione?

Se potete aiutarme 

Grazie in antecipo

C.jpg

Edited by Mauriennais
Link to post
Share on other sites

  • Mauriennais changed the title to Quarto di soldo ?
savoiardo
Supporter

Ciao @Mauriennais

Interessantissima monetina!!

Penso sia una inedita, non penso ad una contraffazione, ma la tipologia è quella del Viennese, non un quarto di soldo,  richiama il Viennese di Emanuele Filiberto mir 558 Cudazzo 643, con le iniziali in monogramma al diritto e lo scudo tra tre rosette al rovescio.

Penso a Carlo Emanuele I, non a Carlo Il che utilizzava maggiormente la K, bisognerebbe sapere se esiste una ordinanza per questa tipologia monetale...

Interessante!!

Link to post
Share on other sites

Mauriennais

Ciao Savoiardo
Grazie per questo intervento
Anche se ho citato Carlo Emanuele 1 ° e i suoi Quarti di soldo, pensavo di piu a Carlo II perché presenta la stessa tipologia del `` Forte o Patacco 1 ° tipo '' con la C maiuscola nel campo al dritto e lo scudo di  Savoia sul retro

Quindi stavo pensando a un divisionale di questo Forte che, a priori non ha leggende (non credo che questo sia un frammentario) o a un gettone

Per quanto riguarda gli ordini di battitura: sono disponibili da qualche parte sul web?

Link to post
Share on other sites

savoiardo
Supporter
Il 5/4/2021 alle 19:55, Mauriennais dice:

Per quanto riguarda gli ordini di battitura: sono disponibili da qualche parte sul web?

No, si possono trovare all'archivio di stato di Torino, io ti allego le ordinanze per quanto riguarda i viennesi di Carlo Il e Emanuele Filiberto, visto che ha la stessa impronta del viennese per la Savoia di questo duca, guarda le similitudini

Screenshot_20210406-072721_Samsung Internet.jpg

Screenshot_20210406-072702_Samsung Internet.jpg

Un problema è che sul tuo esemplare sul lato scudo, dove dovrebbe esserci il segno di zecca non si riesce a leggere..

 

20210407_121552.jpg

20210407_121459.jpg

Edited by savoiardo
Link to post
Share on other sites

savoiardo
Supporter

Le ordinanze del viennese di Emanuele Filiberto sono coincidenti al periodo in cui ritorna nei suoi stati, quindi potrebbero seguire ordinanze già emanate dal padre, e qui devo darti ragione per quanto riguarda lo spostarsi su Carlo Il e non su Carlo Emanuele I, ma la coniazione della tua moneta non deve essere stata cospicua, visto che sino ad oggi non era stato visto nessun esemplare, ma è comunque difficile! Sto studiando e cercando qualcosa, ma ad oggi niente di certo, il Cudazzo ha nella sua ultima pubblicazione modificato il nome a diverse monete di Carlo Il, attribuendo il nome di viennese di savoia leggero a monete chiamate prima obolo, c'è ancora molto da chiarire su queste piccole monete...

Link to post
Share on other sites

Mauriennais

Grazie Savoiardo per il tuo intervento e la tua ricerca
Ho aspettato un po 'per vedere se altri membri davano il loro avviso 
Questo piccolino rimarrà in attesa di una certa attribuzione
Grazie ancora per la ricerca

Link to post
Share on other sites

savoiardo
Supporter
4 ore fa, Mauriennais dice:

Grazie Savoiardo per il tuo intervento e la tua ricerca
Ho aspettato un po 'per vedere se altri membri davano il loro avviso 
Questo piccolino rimarrà in attesa di una certa attribuzione
Grazie ancora per la ricerca

Penso, come ti ho già scritto, che sia un inedito... avrebbe bisogno di uno studio approfondito!

Io mi sono salvato l'immagine, magari riesco a recuperare, negli anni, altre informazioni...

Link to post
Share on other sites

piergi00

Ho sentito in via informale Rovera e Grella , secondo i loro studi si tratterebbe di una possibile falsificazione dell' epoca . Mi raccontava Rovera che in primo luogo desta sospetto l' uso della sola C e la mancanza di legende e del segno di  zecca, non attribuibile a Carlo e mai usata da Carlo Emanuele . Secondo la sua ipotesi siamo piu' vicino ai numerosi CC , CD Inoltre mi raccontava che risultano ordinanze di Carlo Emanuele dove si vietava la circolazione di numerose tipologie di falsi probabilmente anche di questo.

Edited by piergi00
Link to post
Share on other sites

savoiardo
Supporter

Potrebbe essere, questo è possibile, ma non sono daccordo...

Primo, il segno di zecca non è visibile,ma se ci fosse potrebbe essere sotto lo scudo, come il viennese di Emanuele Filiberto.

Secondo, non presenta legende, ma come il viennese già indicato.

Terzo, la grande produzione di falsi, come i CC ed i CD messi ad esempio, furono prodotti nel periodo di Carlo Emanuele I, periodo in cui questa tipologia non veniva prodotta, quindi non può essere un paragone le citate ordinanze.

Come sempre bisognerà attendere il ritrovamento di un altro esemplare, magari più leggibile, per approfondire la cosa....

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.