Jump to content

Recommended Posts

Luckyg

Ho ritrovato questa moneta fra la collezione lasciatami tanti anni fa  da mio padre e vorrei sapere se è autentica. Il diametro è 37 mm e lo spessore circa 3 mm. Purtroppo non ho la possibilità al momento di verificarne il peso.

20210604_175701.jpg

20210604_180844.jpg

20210604_181358.jpg

Edited by Luckyg
Link to post
Share on other sites

Fxx
41 minuti fa, Luckyg dice:

Ho ritrovato questa moneta fra la collezione lasciatami tanti anni fa  da mio padre e vorrei sapere se è autentica. Il diametro è 37 mm e lo spessore circa 3 mm. Purtroppo non ho la possibilità al momento di verificarne il peso.

20210604_175701.jpg

20210604_180844.jpg

20210604_181358.jpg

Purtroppo questa è una moneta che se trovi "per caso" è falsa al 100%. Se ne avessi una autentica ti sarebbe sicuramente stata tramandata con raccomandazioni di ogni tipo per conservarla al meglio, in quanto vendendo una di queste potresti tranquillamente comprare una Porsche.

Link to post
Share on other sites

Luckyg
2 minuti fa, Fxx dice:

Purtroppo questa è una moneta che se trovi "per caso" è falsa al 100%. Se ne avessi una autentica ti sarebbe sicuramente stata tramandata con raccomandazioni di ogni tipo per conservarla al meglio, in quanto vendendo una di queste potresti tranquillamente comprare una Porsche.

L'ho trovata in una collezione di mio padre che non era competente per cui nella remota ipotesi che fosse stata autentica è piuttosto probabile che non ne sapesse niente...

Link to post
Share on other sites

Fxx
Adesso, Luckyg dice:

L'ho trovata in una collezione di mio padre che non era competente per cui nella remota ipotesi che fosse stata autentica è piuttosto probabile che non ne sapesse niente...

Fidati che è impossibile che sia autentica. Nel caso in cui avessi ancora dubbi prova a portarla in un negozio di numismatica così possono vederla dal vivo per giudicare. Comunque anche io ne possiedo una che era in una collezione di un lontano parente, e pure la mia è falsissima.

Link to post
Share on other sites

petronius arbiter
33 minuti fa, Luckyg dice:

L'ho trovata in una collezione di mio padre che non era competente per cui nella remota ipotesi che fosse stata autentica è piuttosto probabile che non ne sapesse niente..

L'ipotesi che possa esserne venuto in possesso senza saperne niente è ancora più remota. Questa moneta, mai entrata in circolazione, fu coniata, ufficialmente, in 114 esemplari, che il Re omaggiò ai suoi amici e agli alti dignitari del Regno. Nel momento in cui questi incominciarono a disfarsene, erano ben consapevoli che si trattava di un pezzo di estrema rarità, e dunque di grande valore. Un valore che oggi può oscillare tra i 60 e gli 80.000 euro, a seconda della conservazione, ma che è sempre stato molto elevato, impossibile, in qualsiasi momento, venirne in possesso per caso ;)

petronius :)

Link to post
Share on other sites

FFF

Non vi è dubbio alcuno che sia un falso.

Poi i più esperti di me ti sapranno indicare anche le altre difformità, ma per me è sufficiente osservare la perlinatura e le scritte FERT sul contorno per comrpendere che non è autentica.

 

 

Link to post
Share on other sites

TIBERIVS
3 ore fa, Pierluigi 1965 dice:

Potresti inviare delle foto del contorno (FERT-ROSETTE -NODI) più chiare?

Grazie.

Moneta  FALSA senza se e senza ma,   il fatto di chiedere le foto del taglio, presuppone un dubbio,  quando basterebbero  già le foto pubblicate del D/ e del R/ per inorridire, senza tralasciare che  tale richiesta potrebbe  insinuare  vane speranze  nel richiedente.

saluti

TIBERIVS

Link to post
Share on other sites

Luckyg
11 ore fa, petronius arbiter dice:

L'ipotesi che possa esserne venuto in possesso senza saperne niente è ancora più remota. Questa moneta, mai entrata in circolazione, fu coniata, ufficialmente, in 114 esemplari, che il Re omaggiò ai suoi amici e agli alti dignitari del Regno. Nel momento in cui questi incominciarono a disfarsene, erano ben consapevoli che si trattava di un pezzo di estrema rarità, e dunque di grande valore. Un valore che oggi può oscillare tra i 60 e gli 80.000 euro, a seconda della conservazione, ma che è sempre stato molto elevato, impossibile, in qualsiasi momento, venirne in possesso per caso ;)

petronius :)

Ok grazie

Link to post
Share on other sites

FFF
9 ore fa, TIBERIVS dice:

Moneta  FALSA senza se e senza ma,   il fatto di chiedere le foto del taglio, presuppone un dubbio,  quando basterebbero  già le foto pubblicate del D/ e del R/ per inorridire, senza tralasciare che  tale richiesta potrebbe  insinuare  vane speranze  nel richiedente.

saluti

TIBERIVS

La richiesta di foto inerenti al contorno, a mio avviso è utile per far comprendere che anche da esso si può staibilire l'autenticità o meno di una moneta.

E tra coloro che tra le prime cose osserva il contorno in taluni generi di monete, ci sono anch'io.

 

Edited by FFF
Link to post
Share on other sites

Magus
15 hours ago, petronius arbiter said:

L'ipotesi che possa esserne venuto in possesso senza saperne niente è ancora più remota. Questa moneta, mai entrata in circolazione, fu coniata, ufficialmente, in 114 esemplari, che il Re omaggiò ai suoi amici e agli alti dignitari del Regno. Nel momento in cui questi incominciarono a disfarsene, erano ben consapevoli che si trattava di un pezzo di estrema rarità, e dunque di grande valore. Un valore che oggi può oscillare tra i 60 e gli 80.000 euro, a seconda della conservazione, ma che è sempre stato molto elevato, impossibile, in qualsiasi momento, venirne in possesso per caso ;)

Considerando l'alto valore economico di questa moneta, la sua fama e quindi la sua "visibilità" nel mondo numismatico, mi sorge un dubbio: a che pro falsificarla?

Mi spiego meglio. Chiaramente le differenze tra le molte patacche che appaiono sul forum e le originali sono macroscopiche, quindi non si può certo pensare a dei "falsi d'atelier" creati per ingannare i collezionisti esperti o gli operatori del settore.

Fatta eccezione per chi li compra conscio della loro falsità (ad esempio come tappabuchi in collezione), ne consegue che questi falsi siano invece mirati a persone digiune di numismatica o quasi. Quindi vedo due possibilità:

1) Il bersaglio non ha idea del valore dell'originale e compra d'impulso, presumibilmente perchè la patacca risulta "bella" o un venditore senza scupoli la propone come "rara". Ma in questo caso l'inganno funzionerebbe ugualmente con pressocché qualunque moneta abbia un'aura di "antichità", di fatto qualunque moneta fuori corso da almeno 50-100 anni, specie se apparentemente d'argento o d'oro.

2) Il bersaglio ha una vaga idea del valore e della rarità della moneta, ma non è abbastanza scafato da capire l'inganno. Tuttavia mi risulta difficile credere che questi bersagli siano disposti a pagare decine di migliaia di euro per una moneta, e infatti capita che chi ne è in possesso sostenga di averle pagate decine o poche centinaia di euro. Me se il bersaglio ha anche solo una vaga idea della moneta in questione, questi prezzi già di per sé ne denuncerebbero la falsità.

Non sarebbe quindi più facile ingannare questi bersagli falsificando monete che, se autentiche, valgono all'incirca la cifra che questi sarebbero disposti a spendere (mettiamo 50-500 €)? Ad esempio il 20 lire elmetto, che infatti ha numerosi falsi: https://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-VE3/41.

Eppure i falsi dello scudo 1901 abbondano sul forum, e molti se ne trovano uno (o più di uno) in casa.

Perchè secondo voi?

Edited by Magus
Link to post
Share on other sites

Porchetto Spinola
Supporter

@Magus

È una bella domanda e me la sono posta più volte anch'io. Nel corso degli ultimi vent'anni non riesco neppure più a ricordare le volte che la 'patacca 1901' è saltata fuori dal cassetto/ripostiglio/baule del nonno degli amici e conoscenti. L'ultima volta, peraltro, è successo con una di queste patacche appartenente al defunto zio di un amico, un signore molto ricco con un'importante collezione di opere d'arte e antiquariato, non certo uno sprovveduto che si sarebbe fatto spillare grandi somme per un oggetto del genere. Visto che costui, come altri, non era però un collezionista di monete, mi sono fatto l'idea che probabilmente c'è stato un periodo in cui questi oggetti circolavano come curiosità, oltre che chiaramente come tappabuchi di qualche collezione, finendo poi dimenticati nei cassetti come i gettoni o i portachiavi 'a medaglia' degli anni ottanta.

Link to post
Share on other sites

Pierluigi 1965
2 ore fa, FFF dice:

La richiesta di foto inerenti al contorno, a mio avviso è utile per far comprendere che anche da esso si può staibilire l'autenticità o meno di una moneta.

E tra coloro che tra le prime cose osserva il contorno in taluni generi di monete, ci sono anch'io.

Infatti, personalmente per verificare l'autenticità, vado dritto al contorno in quanto (per fortuna) rosette nodi e FERT, non sono mai riusciti a perfezionarli; sul fronte retro invece spesso ho difficoltà a valutare, ecco perchè ho chiesto ulteriori foto a Luckyg che ringrazio per aver risposto.

Buona giornata a tutti.

 

Link to post
Share on other sites

odjob
2 ore fa, Magus dice:

Considerando l'alto valore economico di questa moneta, la sua fama e quindi la sua "visibilità" nel mondo numismatico, mi sorge un dubbio: a che pro falsificarla?

Mi spiego meglio. Chiaramente le differenze tra le molte patacche che appaiono sul forum e le originali sono macroscopiche, quindi non si può certo pensare a dei "falsi d'atelier" creati per ingannare i collezionisti esperti o gli operatori del settore.

Fatta eccezione per chi li compra conscio della loro falsità (ad esempio come tappabuchi in collezione), ne consegue che questi falsi siano invece mirati a persone digiune di numismatica o quasi. Quindi vedo due possibilità:

1) Il bersaglio non ha idea del valore dell'originale e compra d'impulso, presumibilmente perchè la patacca risulta "bella" o un venditore senza scupoli la propone come "rara". Ma in questo caso l'inganno funzionerebbe ugualmente con pressocché qualunque moneta abbia un'aura di "antichità", di fatto qualunque moneta fuori corso da almeno 50-100 anni, specie se apparentemente d'argento o d'oro.

2) Il bersaglio ha una vaga idea del valore e della rarità della moneta, ma non è abbastanza scafato da capire l'inganno. Tuttavia mi risulta difficile credere che questi bersagli siano disposti a pagare decine di migliaia di euro per una moneta, e infatti capita che chi ne è in possesso sostenga di averle pagate decine o poche centinaia di euro. Me se il bersaglio ha anche solo una vaga idea della moneta in questione, questi prezzi già di per sé ne denuncerebbero la falsità.

Non sarebbe quindi più facile ingannare questi bersagli falsificando monete che, se autentiche, valgono all'incirca la cifra che questi sarebbero disposti a spendere (mettiamo 50-500 €)? Ad esempio il 20 lire elmetto, che infatti ha numerosi falsi: https://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-VE3/41.

Eppure i falsi dello scudo 1901 abbondano sul forum, e molti se ne trovano uno (o più di uno) in casa.

Perchè secondo voi?

Falsificare una moneta ha un costo,chi falsifica la moneta deve ricevere un profitto e, se no è competente di Numismatica, cerca di falsificare le monete più costose. 

Salutoni

odjob

Link to post
Share on other sites

Fxx

In realtà non è una falsificazione, bensì una riproduzione. È una moneta talmente famosa che ne riproducono le fattezze per venderla come tappabuchi nelle collezioni di VEIII, considerando che esistono 100 esemplari circa e molti più collezionisti, ben pochi potranno vantare il possesso dell'originale in collezione.

Link to post
Share on other sites

Stanco
Scudo1901
50 minuti fa, Fxx dice:

In realtà non è una falsificazione, bensì una riproduzione. È una moneta talmente famosa che ne riproducono le fattezze per venderla come tappabuchi nelle collezioni di VEIII, considerando che esistono 100 esemplari circa e molti più collezionisti, ben pochi potranno vantare il possesso dell'originale in collezione.

Concordo. Come tappabuchi vanno benissimo. L’importante è che vengano presi per tali e non illudersi mai. Tutte le poche decine di pezzi in circolazione autentici hanno una provenienza sicura e un lungo pedigree e non possono apparire casualmente in nessun cassetto, pacchetto, sacchetto, tiretto, di zii zie nonni nonne e affini 🤣

Link to post
Share on other sites

Magus
3 hours ago, Fxx said:

In realtà non è una falsificazione, bensì una riproduzione. È una moneta talmente famosa che ne riproducono le fattezze per venderla come tappabuchi nelle collezioni di VEIII, considerando che esistono 100 esemplari circa e molti più collezionisti, ben pochi potranno vantare il possesso dell'originale in collezione.

Grazie a tutti per i vostri interventi.

Immaginavo infatti che una parte di queste riproduzioni fossero state vendute in buona fede, come tappabuchi o simili.

Ne conseguirebbe che parte degli utenti che chiedono informazioni su queste patacche le abbia trovate nel classico "cassetto del nonno", dove erano state conservate da una generazione precedente che le aveva acquistate come riproduzioni, e che poi questa importante precisazione non sia stata fatta presente agli eredi (o sia stata da loro dimenticata).

Ritenete che questa mancanza di informazioni alla "telefono senza fili" si possa applicare a tutti o quasi gli utenti che fanno queste richieste?

Personalmente, se dovessi acquistare una riproduzione simile come tappabuchi (non lo farei, non mi piace il concetto, ma questo è chiaramente un parere soggettivo) mi premurerei di scrivere "Riproduzione" o "Falsa" in modo ben visibile sul cartellino dell'album.

A leggere alcune di queste richieste di identificazione mi sembra invece che gli utenti siano a volte molto stupiti nello scoprire la falsità dell'oggetto. Si sono sentite frasi del tipo "Ma è in famiglia da mezzo secolo", "Mio zio mi ha detto che è autentica" ecc. Questi commenti mi farebbero pensare anche a casi di vendite in mala fede, magari tra collezionisti.

Se poi la patacca viene trovata da sola invece che nel contesto di una collezione strutturata, l'ipotesi del tappabuchi mi sembrerebbe meno plausibile.

Scusate se vi tedio ancora con queste domande, ma le tante richieste per questa moneta mi avevano incuriosito.

Edited by Magus
Link to post
Share on other sites

Porchetto Spinola
Supporter

I numerosi casi di ritrovamento della patacca in questione in cui mi sono imbattuto negli ultimi anni non riguardavano quasi mai 'eredità' di nonni o genitori collezionisti di monete. La patacca era nella classica scatolina di cartone o borsellino in compagnia di altri oggetti, spesso monete circolate del Regno o della Repubblica. L'elevato numero di queste riproduzioni in giro e le considerazioni di altri in questa conversazione mi spingono a ritenere che non siano corpi di vecchi reati di truffa, ma neppure solo tappabuchi di collezioni - che, ripeto, nella mia piccola esperienza quasi mai esistevano. Probabilmente sono riproduzioni nate per fare da tappabuchi, ma poi circolate chissà come come gadget o curiosità 

Link to post
Share on other sites

Fxx

Secondo me c'è stato un periodo in cui, passatemi il termine, queste riproduzioni andavano di moda. Magari nella prima repubblica in cui il re era ancora parte del panorama pubblico italiano. Magari, come tra i neofascisti girano ancora le medaglie con l'effige del Duce, circolavano queste riproduzioni del massimo modulo creato sotto la monarchia, solamente per avere un ritratto del re o qualcosa che ricollegava la persona alla fede monarchica. Ricordo che il referendum per il passaggio alla repubblica fu vinto per pochi punti percentuali, molti italiani quindi sarebbero rimasti volentieri sotto il governo di Vittorio Emanuele III, perciò per distinguersi hanno creato questa riproduzione in modo da identificarsi in coloro che hanno votato contro la repubblica. 

È solo una mia ipotesi questa.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.