Jump to content
IGNORED

Informazioni su quest’asse di Vespasiano.


Signifer-X
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti, vorrei sapere delle informazioni su quest’asse, che secondo certe fonti dovrebbe essere una moneta coniata a Roma per la Siria ma non ne sono sicuro.

Ha un diametro di 28mm e un peso di 12,,72 g.

Al retro è raffigurata una caducea tra due cornucopie.

Zecca di Roma.

D/Imp.Caesar Vespasianus Aug 

R/ Pont Max Tr Pot PP Cos V Cens

Cordiali saluti.

 

189AB309-181B-4601-8425-D0919C705A13.jpeg

AC94EA64-81D2-41C2-8321-683DC4FE06B3.jpeg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


L'origine di queste monete è stata molto dibattuta.

Alcuni anni orsono veniva attribuita alla zecca di Commagene in Siria, per la somiglianza del rovescio con una moneta di Tiberio coniata là.

L'ultima edizione del RIC 2 la dichiara coniata in Roma (per lo stile sicuramente romano)  per la circolazione in Siria.

Ted Buttrey, uno degli autori del RIC (scomparso un paio di anni fa), aveva infine maturato la convinzione che si trattasse di una serie celebrativa dell'assunzione di Vespasiano al trono imperiale, e che le monete non avessero affatto circolato in Siria, ma piuttosto in occidente dove si è registrata la gran parte dei ritrovamenti documentati.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


18 ore fa, Signifer-X dice:

Quindi è in se una moneta provinciale?

No, assolutamente.

Fa parte della monetazione imperiale anche se riamangono incertezze sulla sua origine.

Link to comment
Share on other sites


Quindi a questo punto la tesi di coniazione provinciale decade al 90% , effettivamente lo stile non tradisce le origini ufficiali di Roma..

Link to comment
Share on other sites


Posted (edited)

Il venditore mi ha detto che non è comune il rovescio di questo asse, confermate? 

Edited by Signifer-X
Link to comment
Share on other sites


2 ore fa, Signifer-X dice:

Il venditore mi ha detto che non è comune il retro di questo asse, confermate? 

In realtà, a dispetto della corona laureata, si tratta di un dupondio, coniato in oricalco.

Con il ritratto a sinistra è molto comune (C2 nella scala del RIC 2.1), un po' meno (C) con il ritratto a destra.

Link to comment
Share on other sites


2 ore fa, Signifer-X dice:

una precisazione ma questa moneta essendo Imperiale poteva essere utilizzata anche a Roma o solamente in Siria?

Come ho scritto sopra la questione è dibattuta, la destinazione orientale è apparentemente contraddetta dalla prevalenza di ritrovamenti in occidente.

Probabilmente non avremo mai certezze in merito.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Ora ho un po’ di confusione su questa moneta, il venditore me l’ha venduta come un’asse scrivendolo sul cartellino, vorrei sapere da cosa deduci che è un dupondio,perché la corona radiata non si vede nella moneta.

Link to comment
Share on other sites


Gli autori del RIC 2.1 la classificano come dupondio, così come fanno per tutte le monete dello stesso modulo coniate in oricalco.

Io mi trovo d'accordo con loro, altri pensano che se non c'è la corona radiata non può essere un dupondio.

Negli archivi del Forum puoi trovare numerose discussioni in merito.

Sei libero di farti una tua opinione.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.