Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
ciccio82

Nuova tecnologia

Risposte migliori

ciccio82

Buongiorno a tutti,

mi chiamo Guido Bernardi e sono un giovane consulente aziendale. L’ultimo progetto sul quale lavoro è una ricerca di mercato relativa ad una applicazione di una plastica speciale che può essere, a parere di chi ne detiene la licenza, ottima per fare raccoglitori, scatoline, oblò e così via

Non so se in questa sezione sia bandita la possibilità di fare questo genere di interventi… spero davvero di no. Anche perché davvero non voglio vendere nulla, ma solo raccogliere qualche vostra opinione.

Le proprietà principali di questa tecnologia, che consiste nell’arricchimento con rame di diversi tipi di polimero a seconda delle esigenze, sono quelle di attrarre e catturare le molecole corrosive presenti nell’aria attorno alla plastica stessa. Il risultato è che, se si usa un polimero neutro e lo si tratta con questa tecnologia, e vi si racchiude un oggetto metallico, questo risulta protetto nel tempo (circa 15 anni) da corrosione e ossidazione.

Le sostanze che vengono attratte nell’aria e neutralizzate, garantendo la totale non invasività della nuova plastica protettiva brevettata, sono:

Ossigeno (O2), biossido di zolfo, anidride solforosa, ozono (O3), ossidi di azoto (NOx), funghi e scariche elettrostatiche

Il mio scopo in questa sede, è quello di raccogliere informazioni che mi consentano di portare avanti la mia ricerca di mercato in maniera costruttiva, e sinceramente il vostro forum mi sembra davvero un posto dove sentire opinioni interessanti.

Quello che mi piacerebbe sapere, per poter stimare il mercato del materiale per la archiviazione di articoli numismatici, è:

1) Quanto spendete voi appassionati per materiale da archiviazione in un anno? Ovviamente va benissimo anche un numero assolutamente indicativo… mi interessa solo avere qualche idea della spesa che un numismatico affronta in media. Quanto spendete via web per questi materiali e quanto nei negozi specializzati?

2) Quanti sono gli appassionati come voi in Italia? Ovviamente non mi interessa un numero esatto… ma una semplice stima, per esempio: 1000, 5000 o 50.000?

3) Una volta che grazie alle risposte alle prima due domande io stimo il mercato potenziale di questa nuova tecnologia applicata ai prodotti per la archiviazione di monete, che criterio mi consigliate di usare per capire la fetta di questo mercato realmente aggredibile? Per esempio: l’età delle monete conservate oppure il materiale? Insomma…. Aiutatemi!!!!!!!!!!!!!

P.S. Credo che questo brevetto non sia una baggianata ma che davvero abbia delle proprietà utili alla conservazione delle monete, sennò non avrei nemmeno accettato l’incarico. Spero davvero che nessuno si arrabbi per questo mio post. Anche io ho delle passioni e partecipo a forum (anche se di altro argomento) e so che qualche volta ci si arrabbia di fronte a ricerche di mercato. Vi prego di non farlo e di dare sfogo alla vostra fantasia nell’aiutarmi. Grazieeeeeeeeeee

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

centurioneamico

Sicuramente lamoneta cercherà di darti una mano per la tua ricerca, anche perchè è nell'interesse di tutti i collezionisti che siano inventate ed applicate tecnologie sempre più innovative per la conservazione delle proprie monete. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciccio82
Sicuramente lamoneta cercherà di darti una mano per la tua ricerca, anche perchè è nell'interesse di tutti i collezionisti che siano inventate ed applicate tecnologie sempre più innovative per la conservazione delle proprie monete.  :)

250015[/snapback]

Grazie, ci conto!

Se ci riesci puoi essere il primo a ad azzardare la risposta alle tre domande? Credetemi, io non ho una vaga idea di come possiate rispondere, quindi anche una risposta che per voi è sommaria o imprecisa, è per me motivo di apprendimento.

Conto su di voi, poi al massimo, una volta che mi dite quali criteri secondo voi mi conviene usare per fare a fette il mercato potenziale e selezionare quello aggredibile, posto anche un sondaggio più approfondito.

Intanto però devo arrivare a recuperare quelle prime tre informazioni!

Grazie grazie grazie <_<

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

simone

Benvenuto nel forum :)

1) Quanto spendete voi appassionati per materiale da archiviazione in un anno? Ovviamente va benissimo anche un numero assolutamente indicativo… mi interessa solo avere qualche idea della spesa che un numismatico affronta in media. Quanto spendete via web per questi materiali e quanto nei negozi specializzati?

249995[/snapback]

Poco: sui 10-20 euro (ho diminuito drasticamente gli acquisti negli ultimi tempi).

Tieni conto che la spesa si riferisce a vassoi in floccato (della plastica non mi fido) comprati in negozi di numismatica.

2) Quanti sono gli appassionati come voi in Italia? Ovviamente non mi interessa un numero esatto… ma una semplice stima, per esempio: 1000, 5000 o 50.000?

249995[/snapback]

La butto lì: 10.000 :huh:

3) Una volta che grazie alle risposte alle prima due domande io stimo il mercato potenziale di questa nuova tecnologia applicata ai prodotti per la archiviazione di monete, che criterio mi consigliate di usare per capire la fetta di questo mercato realmente aggredibile? Per esempio: l’età delle monete conservate oppure il materiale?

249995[/snapback]

Punterei più che altro sul materiale.

Modificato da simone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Ciao ciccio82 e benvenuto.

Secondo me chi potrebbe essere maggiormente interessato a una tecnologia come quella da te proposta sono i collezionisti di monete moderne e contemporanee che ricercano pezzi in fior di conio, fondo specchio o comunque in altissima conservazione. Questo perchè per questa tipologia di collezionisti è essenziale che la moneta non subisca la minima ossidazione, mentre ad esempio per chi colleziona monete antiche la patina sulla moneta è un valore aggiunto. A questo punto si potrebbe fare una stima molto grossolana ma comunque indicativa del numero potenziale di clienti sulla base del volume di ciascuna emissione "per collezionisti" prodotta dalla zecca: stiamo parlando al massimo di qualche decina di migliaia di monete per ogni emissione. Questo numero dovrebbe essere ridotto dal fatto che le emissioni della zecca sono in genere preconfezionate, mentre dovrebbe essere incrementato da quei collezionisti che ricercano l'altissima conservazione ad esempio di monete del regno d'Italia, quindi il numero di 10.000 dato da Simone come ordine di grandezza dovrebbe avere senso. Se ipotizziamo che ciascun collezionista compri in media ogni anno una decina di monete "da oblò" (una moneta importante al mese, più o meno) potremmo a questo punto stimare un mercato potenziale di circa 100.000 pezzi l'anno solo per l'Italia.

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quattrino

Ciao,

1. 30-40 Euro: Album per le monete moderne, vassoi per quelle antiche. I materiali li compro normalmente ai convegni.

2. Bella domanda. Tieni presente che Cronaca Numismatica, la più diffusa rivista di numismatica in Italia, ha una tiratura dichiarata di 15.000 copie:

http://www.anes.it/default.asp?cap=dettagliotest&id=96

Considerando che solo una parte dei collezionisiti la legge.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciccio82

Grazie mille per le risposte, mi state fornendo un sacco di informazioni utili. Fra l'altro mi sto anche accorgendo quanta passione si possa avere nella numismatica... domani vado in giro per le numismatiche di Milano a cercare di estorcere interviste ;-) ci sarà da divertirsi. Fra l'altro mi porto dei prototipi dei raccoglitori in questione.

Ci sarà da divertirsi!!!!!! Mi scambieranno per un rappresentante di sicuro! Speriamo di riuscire a parlare tranquillamente!

Nel frattempo aspetto altri vostri interventi. Ripeto: non fatevi problemi e provate a buttare lì, usando anche un po' di fantasia e logica, le risposte alle domande che vi ho fatto. Se poi vi va di aggiungere, fare e disfare...bhè.... fatelo e mi farete piacere! Più informazioni mi date e più io imparo e meglio il mio lavoro viene!

Grazie :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiuspliniussecundus

Secondo me fai prima a contattare l'IPZS (che emette le serie preconfezionate) di Roma o un'azienda come la Abafil, che produce i prodotti per collezionisti. Loro potrebbero acquistarti il brevetto, se è veramente utile.

Il numero di collezionisti è elevato, forse 40000, ma non tutti sono presenti contemporaneamente, ci sono collezioni quiescienti (perchè il proiprietartio non è più interessato a continuare o perché è troppo anziano o non ha più soldi). Collezionisti attivi, saranno 8000-10000

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miglio81
Ciao ciccio82 e benvenuto.

Secondo me chi potrebbe essere maggiormente interessato a una tecnologia come quella da te proposta sono i collezionisti di monete moderne e contemporanee che ricercano pezzi in fior di conio, fondo specchio o comunque in altissima conservazione. Questo perchè per questa tipologia di collezionisti è essenziale che la moneta non subisca la minima ossidazione, mentre ad esempio per chi colleziona monete antiche la patina sulla moneta è un valore aggiunto. A questo punto si potrebbe fare una stima molto grossolana ma comunque indicativa del numero potenziale di clienti sulla base del volume di ciascuna emissione "per collezionisti" prodotta dalla zecca: stiamo parlando al massimo di qualche decina di migliaia di monete per ogni emissione. Questo numero dovrebbe essere ridotto dal fatto che le emissioni della zecca sono in genere preconfezionate, mentre dovrebbe essere incrementato da quei collezionisti che ricercano l'altissima conservazione ad esempio di monete del regno d'Italia, quindi il numero di 10.000 dato da Simone come ordine di grandezza dovrebbe avere senso. Se ipotizziamo che ciascun collezionista compri in media ogni anno una decina di monete "da oblò" (una moneta importante al mese, più o meno) potremmo a questo punto stimare un mercato potenziale di circa 100.000 pezzi l'anno solo per l'Italia.

Ciao, P.  :)

250048[/snapback]

Condivido in pieno il pensiero di paleologo, anzi leggendo le proprietà di questa nuova plastica, ho subito pensato male, data la mia passione per le monetazioni antiche...

L'isolamento da ossigeno ed altri elementi ossidanti, non è proprio il top, al massimo cercherei l'eliminazione di elementi di corrosivi... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Totò92

Io in realtà non spendo molto in materiali di conservazione, credo meno di dieci euro l'anno. Credo inoltre che siano circa 150-200mila i collezionisti in Italia, la maggior parte però tengono le monete da parte senza interessarsi della loro conservazione (ho un amico che, pur avendo monete di un certo valore, permetteva che il bambino le colorasse coi pennarelli!!) e io utilizzo materiali differenti a seconda della loro età (plastica per le monete più moderne e vassoi in velluto per le più antiche). Volevo anche suggerirti di andare da Bolaffi, la maggiore casa d'aste nel Piemonte e, forse, nel nord-ovest.

Buona fortuna, sono interessato al materiale e, se lo mettete in vendita, avvertimi.

Saluti, Tommaso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob

Spendo 50-60 euro all'anno per album, che tralaltro sono per oblò e le cui pagine quindi non hanno alcun contatto diretto con le monete. Compro alle fiere.

Per tutto il resto concordo con quanto hanno già detto gli altri.

Modificato da rob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciccio82

Ringrazio tutti coloro che hanno risposto alle mie domande. Di cuore.

L'analisi di mercato è già stata conclusa. Ora il detentore della licenza, in possesso delle informazioni raccolte attraverso questo forum e diversi altri canali (rielaborate in un nostro documento), sta valutando se vale la pena di entrare nel mercato italiano e con che modalità.

Nel caso in cui questa iniziativa si concludesse con l'entrata in commercio non mancherò di postare in questo forum per farvi sapere gli sviluppi, ed eventualmente chiedervi altre utilissime opinioni!

Grazie mille davvero.

Guido

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×