Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Alexandro

La patina

Risposte migliori

Alexandro

Stavo leggendo un articol che riguardava la patina spiegando che questa in base al tipo e a come si è formata sulla moneta gli dà maggiore pregio.

Ora sulle monte di rame - bronzo ecc. posso capire la storia della patina ma leggevvo che questa rigurda anche le monete d'argento???? Ma la moneta d'argento che razza di patina può presentare ? Al massimo si può opacissare un pò per lo sporco ma pattina dell'argento?? Qualcuno mi può spiegare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

credo che dipenda dal fatto che in realtà le monete sono in lega, quindi la presenza del rame anche in minima parte (100 - 250 /1000), presenta seppure in misura inferiore, i problemi delle monete ad alto contenuto di rame.

Comunque l'argento non è immune in senso assoluto dalle agressioni chimiche.

secondo me resiste di più, ma a lungo andare reagisce formando la patina.

Attendiamo conferme :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Caro Alexandro, esprimi le tue convinzioni in modo così deciso che mi sorge il dubbio se hai visto mai una moneta d'argento più vecchia di sei mesi... :P

Cito una definizione da manuale data da Toto qualche tempo fa:

La patina dell'argento non è dovuta a ossido ma prevalentemente a solfuro d'argento o talvolta anche altri sali d'argento (p.es. cloruri) che si formano per la presenza di tracce di acidi (acido solfidrico, ad esempio) nell'aria o in generale nell'ambiente circostante la moneta.

Certamente la patina dell'argento è in genere meno vistosa di quella che si forma sulle leghe di rame e questo è normale essendo l'argento un metallo nobile, ma non per questo la patina dell'argento è meno attraente o meno pregiata. La patina in genere tende a scurire e opacizzare la moneta d'argento che assume un colore grigio piombo in varie gradazioni (non nero, quella è zozzeria ;) ). Le antiche monete d'argento che sono state molti anni in raccoglitori senza essere manipolate presentano quella che viene chiamata patina di monetiere o patina di vecchia raccolta. Questa è particolarmente ricercata perchè presenta spesso riflessi iridescenti nei toni del giallo e anche dell'azzurro (molto raro). Puoi vedere un esempio di una bella patina con principi di iridescenza qui. Ultimamente soprattutto in America è scoppiata una vera mania delle patine iridescenti, tanto che sospettiamo un ampio grado di "taroccatura" negli esemplari che si vedono sul mercato.

Oltre a questo, come dice giustamente bavastro, può esserci una componente di patina dovuta alla reazione del rame contenuto nella lega. Questo vale in particolare per le monete in mistura d'argento (biglione) con una percentuale di rame pari o superiore al 50%.

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

uzifox

Ciao Alexandro,

eccoti un esempio lampante di come può presentarsi la patina sull'argento... (le monete sono sigillate in divisionale)

;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

elmetto2007

vi mostro come esempio due monete con patina molto particolare

la prima, del 1975 ha una patina che parte dal taglio fino alla leggenda, molto fine e da ambo le parti. la seconda, dedicata alle olimpiadi, ha una colorazione lilla uniforme, una patina molto delicata, al rovescio si presenta bene, con il colore dell'argento vivo. Le due monete non sono state manipolate e si trovano ancora nel loro astuccio ufficiale. A differenza della concordia e caravelle postate da simone (uzifox), queste presentano una patina molto sottile che suppongo facilmente asportabile con un semplice panno morbido. Nel caso di uzifox, volendo asportare la patina credo che ci vorrebbe un bagnetto in acqua demineralizzata. Questo solo per farti capire che ci sono patine fini e patine spesse, più o meno gradevoli, omogenee e disomogenee, etc.

ecco le mie

PHTO0278.jpg

PHTO0277.jpg

PHTO0271.jpg

PHTO0275.jpg

PHTO0276.jpg

Anche l'oro non è immune dalla patina (credo per il contenuto di rame elevato in alcuni tipi) ma siccome non colleziono monete d'oro non ti saprei confermare la cosa ne postare immagini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

iacchetti

Io ho diverse 500lire Caravelle in un album da parecchi anni e devo dire che secondo mè la patina dell'argento conferisce alle monete un fascino particolare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tonymontana87

Una volta ho provato a togliere la patina scura su un 10 centesimi di rame... :D

Non l'avessi mai fatto...! :(

Da quella volta non ho mai più pulito monete in nessuna circostanza

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

centesimino

Cito una definizione da manuale data da Toto qualche tempo fa:

La patina dell'argento non è dovuta a ossido ma prevalentemente a solfuro d'argento o talvolta anche altri sali d'argento (p.es. cloruri) che si formano per la presenza di tracce di acidi (acido solfidrico, ad esempio) nell'aria o in generale nell'ambiente circostante la moneta.

256781[/snapback]

A ulteriore conferma ho letto un po di tempo fa su cn che nel ritrovamento del tesoretto di Olmeneta del 1879 le monete ritrovate più di 400 erano talmente ricoperte di solfuro d' argento ( di colore molto scuro) da essere vendute a peso di rame al pari di ferro vecchio a un rigattiere ( si trattava di oltre 400 monete romane repubblicane)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chrissoft

Scusate se mi intrometto nella discussione, volevo chiedere una cosa sulla patina che so che mi esporrà a qualche critica :P

Il fatto è che .... a me la patina proprio non piace!!! E non sto parlando solo della patina dell'argento, che non mi azzarderei mai a rimuovere da una moneta, ma anche di quella patina che formano anche gli altri metalli, in particolare sul rame-bronzo ma non solo, anche su monete di una lega simile al nordic gold degli euro (monete dell'uruguay, non so di preciso in che materiale siano coniate).

Beh, queste monete pur essendo degli anni 80 dopo alcuni anni nell'album presentavano la patina...

Ora, fino a quando non ho trovato questo (stupendo) forum, ho sempre avuto l'abitudine, quando per qualsiasi motivo sistemo una moneta, di toccarle solo con un fazzoletto di carta (morbido che non mi danneggi la moneta e non mi lasci nessun tipo di impronta), e se si forma quella leggera patina la strofino LEGGERMENTE col fazzoletto, la moneta torna come nuova....

Ora, leggendo invece le vostre opinioni in vari topic mi sembra di capire che questa cosa non sia benvista, ma io mi chiedo, perchè su una moneta che può anche essere molto recente (anni '80), mi devo tenere quella... patina deturpante? :P eh si perchè a me pare deturpante..... (vai col lancio di pomodori :D :D )

Volevo capire, la patina è di pregio sulle monete "antiche", su tutte le monete, solo su monete di determinate leghe????

In definitiva, il mio metodo è totalmente deprecabile? :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67
Ora, fino a quando non ho trovato questo (stupendo) forum, ho sempre avuto l'abitudine, quando per qualsiasi motivo sistemo una moneta, di toccarle solo con un fazzoletto di carta (morbido che non mi danneggi la moneta e non mi lasci nessun tipo di impronta), e se si forma quella leggera patina la strofino LEGGERMENTE col fazzoletto, la moneta torna come nuova....

Se la "patina" viene via con una leggera strofinatina di fazzoletto non è patina, ma solo sporcizia; o al massimo è un accenno di patina, che non ha nulla a che vedere con le patine consolidate delle monete più anziane (o semplicemente più circolate, vedi i nostri Eurocentesimi). La patina consolidata si elimina solo con operazioni invasive, oppure con l'immersione in liquidi appositi, nella stragrande maggioranza dei casi rovinando la moneta.

Una lieve pulita col fazzoletto invece penso non rappresenti un delitto di lesa maestà, e che sia del tutto lecita ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chrissoft

Se la "patina" viene via con una leggera strofinatina di fazzoletto non è patina, ma solo sporcizia; o al massimo è un accenno di patina, che non ha nulla a che vedere con le patine consolidate delle monete più anziane (o semplicemente più circolate, vedi i nostri Eurocentesimi). La patina consolidata si elimina solo con operazioni invasive, oppure con l'immersione in liquidi appositi, nella stragrande maggioranza dei casi rovinando la moneta.

Una lieve pulita col fazzoletto invece penso non rappresenti un delitto di lesa maestà, e che sia del tutto lecita  ;)

258776[/snapback]

devo dire che speravo in una risposta simile, e che mi rincuora molto :)

continuerò con la mia tattica del fazzoletto... in alcuni casi cmq non può essere sporcizia è accenno di patina sicuramente, queste monete sono state anni in una bustina...

grazie :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

emisup

Una domanda sula patina, spero sia attinente:

Io ho una buona fonte in entrata di monete cubane. Molte quasi tutte quelle in alluminio sono molto opache tendenti ad un grigio topo, alcune grigio opacissimo, quasi non sembrano in alluminio. Neppure una lavata con acqua calda le pulisce (non mi importa poi tanto di questo ultimo fatto).

Sono curioso di saper il motivo per cui sono cosi....

Io penso che sia dovuto alla polvere e alla cenere, infatti sono cosi soprattutto gli spiccioli in moneta nazionale . E proprio quelli sono usati come offerte ai santi (santeria). Restano nel piattino della offerte per anni alla mercè della polvere e dei riti santeri fatti anche con la cenere con cui sacrificano degli animali.

Sarà questo il motivo ?

La cenere le può rovinare con il tempo e il contatto con la plastica degli album ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Luca97

Io ho diverse 500lire Caravelle in un album da parecchi anni e devo dire che secondo mè la patina dell'argento conferisce alle monete un fascino particolare.

Anch'io ho delle 500 lire con caravelle ma quindi sono in argento, e anche le mie hanno una patina molto particolare.

Mi sai dire anche quanto valgono ??

@emisup

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

magellano83

il valore a peso dell'argento...6/7 euro al pezzo vengono pagate le caravelle...sono comunissime...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tartachiara

in FDC valgono qualche euro in più, forse 8/9 non di più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×