Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
spartacus

Semisse

Salve a tutti,

posto l'immagine di questa moneta che, secondo le informazioni che ho potuto reperire dovrebbe essere un semisse attribuibile a Quinto Cecilio Metello.

Al dritto la testa di Saturno a destra; dietro una S;

Al rovescio una prua di nave, davanti S, sopra QME ET in monogramma, in esergo ROMA.

Diametro 22 mm, peso 6,9 grammi.

Premesso che non sono un esperto di monetazione repubblicana, ho un dubbio: la moneta dovrebbe essere stata coniata nel 130 a.C., ma, se così fosse, il peso dovrebbe essere doppio rispetto a quello che ho rilevato. O forse ho preso un abbaglio?

Grazie a chi saprà fornirmi maggiori indicazioni anche in merito allo stato di conservazione della moneta.

post-6209-1190302070_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa è l'immagine del rovescio.

post-6209-1190302130_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giusto quanto dici.

Il Crawford la cataloga al n. 256/2a e il suo peso dovrebbe essere di circa 5,08 g.

agrì

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Agrippa per la sollecita risposta. Da quanto dici il mio semisse sembra un pò sovrappeso! Rientra nella variabilità di queste emissioni?

Non ho riferimenti bibliografici per le monete repubblicane nè sono riuscito a trovare immagini on-line per un valido confronto, ma a prima vista la moneta mi sembra autentica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come già anticipato da Agrippa, questo semisse è classificato al 256/2a nel RRC.

E’ stato coniato dal monetario Q.Caecilius Q.f.Q.n. Metellus Balearicus nel 130 a.C.

Nel 136 a.C. l’asse aveva un peso di circa 13,5 grammi: quindi un semisse era circa di peso 6,75 (che corrisponde al peso della tua moneta).

Non devi essere pignolo riguardo ai pesi dei nominali di bronzo: si tratta spesso di una media di vari esemplari conosciuti, quindi ci può essere un minimo e un massimo.

Il Crawford nel suo RRC in una emissione del 136 a.C. , la n. 239 che aveva appunto un peso dell’asse a 13,5 grammi, fa notare che i tre nominali in bronzo, il triente, il quadrante e il sestante, hanno in media lo stesso peso!

Ti allego per un confronto la moneta tratta dal RRC.

post-4217-1190464866_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Probabilmente avevo le idee un pò confuse riguardo le riduzioni di peso dell'asse. Credevo che nel 130 a.C. il peso dell'asse fosse di circa 27 gr, mentre invece era già in vigore una riduzione semionciale che ne aveva portato il peso a 13,5 grammi.

Grazie ancora a Legionario e Agrippa per le informazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?