Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
avgvstvs

Venezia, soldo spillato???

Risposte migliori

avgvstvs

Questa e' una mia curiosita', niente altro.

Tra le varie monete brutte che mi ritovo c'e' anche questa, dotata di un doppio foro a sezione triangolare... come se fosse stata spillata!

Avete idea di cosa sia successo veramente? Avete visto altri esempi del genere?

post-3051-1203988073_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob

Mai visto un soldo messo così. Non vedo alcuna valenza estetica della moneta, è usurata e non vedo nemmeno che i fori siano centrati con qualche riferimento alle figure nei campi. Mi viene da pensare che fosse stata usata come supporto per un bottone o un emblema.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adamaney

Direi che sono chiodi

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sandokan
Supporter
Direi che sono chiodi

Ciao

319287[/snapback]

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°à

Una ipotesi assai probabile : può anche darsi sia stata inchiodata su qualche oggetto (un trave, una porta), vista la figura del Santo effigiato nella moneta.

Quel tipo di fori non fanno invece pensare all'uso della moneta come ciondolo, o monile. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob
Direi che sono chiodi

Ciao

319287[/snapback]

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°à

Una ipotesi assai probabile : può anche darsi sia stata inchiodata su qualche oggetto (un trave, una porta), vista la figura del Santo effigiato nella moneta.

Quel tipo di fori non fanno invece pensare all'uso della moneta come ciondolo, o monile. :)

319368[/snapback]

E' possibile, anche se allora sarebbe un lavoro fatto piuttosto malamente, visto che sul rovescio c'è il Cristo, ma è stato perforato, e sul dritto è stato centrato ed affondato il leone di San Marco! Tralaltro la parte non patinata evidentemente protetta dalla testa dei chiodi è quella del dritto, quindi sembrerebbe che fosse questo il lato esposto verso l'esterno.

Sarebbe interessante conoscere se c'è qualche usanza di attaccare una moneta a qualche trave in casa, posso già dire che non ne conosco alcuna nel Veneto.

Magari ci stiamo scervellando per una goliardata o una scommessa fatta un paio di secoli fa! :P

Modificato da rob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs

Anzitutto un grazie a tutti per la risposta :)

Allora, credo si che sia stata inchiodata da qualche parte, ma la faccia in vista era il rovescio (la parte con il Cristo), la forma del foro e' inequivocabile, le parte non patinata e' quella che e' stata a contatto con il muro/legno/quello che e'.

Un chiodo e'stato piantato in centro, l'altro discostato -forse- per non intaccare il volto del Redentore.

Sarebbe interessante conoscere se c'è qualche usanza di attaccare una moneta a qualche trave in casa, posso già dire che non ne conosco alcuna nel Veneto.

319476[/snapback]

E' quello che pensavo, magari un uso tipo santino.

Ipotesi numero 2 :D :

Magari ci stiamo scervellando per una goliardata o una scommessa fatta un paio di secoli fa! :P

319476[/snapback]

Grazie anche per questo :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

arrigome

La tua moneta mi fa ricordare ...l'uso di "inchiodare" le monete spiccie a dei bastoni utilizzati dai "Ganzer"... gli addetti ad aiutare e a far far scendere i nobili.. e ora..turisti dalle gondole.

Se ne conoscono di varie tipologie.. con inchiodate monete e medagliette di tutti i tipi.. Praticamente questi bastoni venivano ricoperti di monete.

Il tuo soldo da 12 bagattini... mi ricorda un pò questo... oppure semplicemente forata per gioco!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs
La tua moneta mi fa ricordare ...l'uso di "inchiodare" le monete spiccie a dei bastoni utilizzati dai "Ganzer"... gli addetti ad aiutare e a far far scendere i  nobili.. e ora..turisti dalle gondole.

Se ne conoscono di varie tipologie.. con inchiodate monete  e medagliette di tutti i tipi.. Praticamente questi bastoni venivano ricoperti di monete.

Il tuo soldo da 12 bagattini... mi ricorda  un pò questo... oppure semplicemente forata per gioco!!!

319652[/snapback]

Ipotesi interessante e plausibile, non conoscevo questa usanza.

Grazie arrigome :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob
La tua moneta mi fa ricordare ...l'uso di "inchiodare" le monete spiccie a dei bastoni utilizzati dai "Ganzer"... gli addetti ad aiutare e a far far scendere i  nobili.. e ora..turisti dalle gondole.

Se ne conoscono di varie tipologie.. con inchiodate monete  e medagliette di tutti i tipi.. Praticamente questi bastoni venivano ricoperti di monete.

Il tuo soldo da 12 bagattini... mi ricorda  un pò questo... oppure semplicemente forata per gioco!!!

319652[/snapback]

"è colui che per guadagno avvicina e trattiene alle rive dei traghetti con un bastone armato di uncino, detto ganso, le gondole che trasportano persone tragittanti da l'una a l'altra riva d'un canale."

Non conoscevo nemmeno io questa usanza, interessante!

Pare che il nome "Ganzer" (declinato anche in "ganser" o "ganzar") venga dal veneziano "ganso" o "ganzo", in italiano "gancio", appunto per il gancio o la fiocina usata dal ganzer per aiutare le barche nell'approdo.

Fonti:

http://www.chass.toronto.edu/~stermole/piccio/dicty.php?l=a

http://gondolablog.blogspot.com/2008/01/ha...his-man_18.html

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sandokan
Supporter

Come dice Rob, l'idea di forare una moneta non è certo originale, può averla fatta chiunque, anche senza particolare motivo. Ho una scatoletta di monete bucate,curvate, incise, sfregiate....!

Questa però più che forata con un trapano sembra essere stata inchiodata con chiodi triangolari, preservando l'effige del Cristo a scapito del Leone di San Marco.

L'ipotesi avanzata da Arrigome è interessante e quanto mai plausibile.

Avevo buttatò lì l'idea che potesse essere stata inchiodata a mò di santino perché spesso, in Romagna ma anche nelle Marche, all'atto della costruzione di una casa colonica spesso venivano infilate una o più monete tra le pietre che costituivano le pareti, come portafortuna.

Opto per il "ganso" : poi, magari, sarà stato un bambino che si è divertito! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs

Tra l'altro l'ipotesi formulata da arrigome potrebbe anche spiegare la presenza dei 2 fori: quello centrale e' quello voluto, sul quale si vede anche il segno della testa del chiodo, quello laterale potrebbe essere invece dovuto ad un'altra moneta sovrapposta a questa, su questo foro non mi pare infatti che ci siano dei segni aggiuntivi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

toto

Ciao Arrigome, grazie per avermi fatto conoscere la storia dei Ganzer.

...

Tralaltro la parte non patinata evidentemente protetta dalla testa dei chiodi è quella del dritto, quindi sembrerebbe che fosse questo il lato esposto verso l'esterno.

...

Ciao Rob, di questo non sono sicuro...

Secondo me la faccia esposta è quella con l'effige di Cristo. A me sembrerebbe di vedere infatti che la superficie della moneta è stata deformata dai colpi sui chiodi, creando incusi attorno ai fori, sulla faccia del Cristo, e creando dei rilievi sulla faccia opposta. Augustus, che ha la moneta tra le mani, potrebbe cortesemente verificare il verso della deformazione permanente.

Le mancanze di patina sulla faccia del Leone di San Marco le vedo bene anch'io, in corrispondenza però dei rilievi formatisi a seguito dei colpi ricevuti sulla faccia opposta. Le mancanze di patina si spiegherebbero anche meglio con l'intimo contatto della faccia NON esposta con una "superficie protettiva" più morbida: di legno. Solo ad esempio, la superficie della fiocina usata dal ganzer per aiutare le barche nell'approdo, di cui ci ha parlato Arrigome.

Un salutone,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs
Ciao Arrigome, grazie per avermi fatto conoscere la storia dei Ganzer.
...

Tralaltro la parte non patinata evidentemente protetta dalla testa dei chiodi è quella del dritto, quindi sembrerebbe che fosse questo il lato esposto verso l'esterno.

...

Ciao Rob, di questo non sono sicuro...

Secondo me la faccia esposta è quella con l'effige di Cristo. A me sembrerebbe di vedere infatti che la superficie della moneta è stata deformata dai colpi sui chiodi, creando incusi attorno ai fori, sulla faccia del Cristo, e creando dei rilievi sulla faccia opposta. Augustus, che ha la moneta tra le mani, potrebbe cortesemente verificare il verso della deformazione permanente.

Le mancanze di patina sulla faccia del Leone di San Marco le vedo bene anch'io, in corrispondenza però dei rilievi formatisi a seguito dei colpi ricevuti sulla faccia opposta. Le mancanze di patina si spiegherebbero anche meglio con l'intimo contatto della faccia NON esposta con una "superficie protettiva" più morbida: di legno. Solo ad esempio, la superficie della fiocina usata dal ganzer per aiutare le barche nell'approdo, di cui ci ha parlato Arrigome.

Un salutone,

320025[/snapback]

Concordo.

Come dicevo prima, il segno della testa del chiodo e' evidente al rovescio (il lato del Cristo), quindi doveva trovarsi da questa parte. Non mi sembra che invece sia presente sul foro di bordo, per questo ipotizzavo la presenza di un altra moneta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob

Si, infatti avete ragione su questo. Oltretutto la patina altrimenti mi sembra simile sulle due faccie della moneta, il che mi sembra compatibile con l'ipotesi del ganzer.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs

Curiosamente, trovo su Google Libri sul volume Torcello: scavi, 1961-62 di Lech Leciejewicz, Eleonora Tabaczyńska e Stanisław Tabaczyński, a pag.278 (visualizzabile solo in frammenti) la descrizione del seguente reperto:

Venezia. Moneta anonima degli inizi del XVIII sec. Bezzo da 6 bagattini (n. inv. 812/61; fig. 201:10; AE peso: gr 2,350) mal conservato con due piccoli fori triangolari.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×