Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
gpittini

MONETE DI RESTITUZIONE

Inviato (modificato)

 DE GREGE EPICURI

Ho pensato di aprire una discussione sulle Monete di Restituzione, argomento che finora non ho trovato nel Forum. Che cosa sono queste monete?

Citando Francesco Gnecchi, uno dei pochi a parlarne diffusamente nel suo conosciutissimo manuale (Monete Romane, U.Hoepli, ed. 1935):"Moneta restituita o di restituzione è quella che, ad un intervallo più o meno lungo dopo la prima emissione, viene riconiata da un altro imperatore il quale, riproducendo più o meno fedelmente il prototipo, vi aggiunge il proprio nome seguito dall'abbreviazione REST, più raramente dall'intera parola RESTITUIT".

Esse quindi si differenziano dalle più comuni monete post-mortem (Diva Augusta, Consecratio, ecc.) perchè riportano a chiare lettere l'identità di colui che tributa ricordo e "restituzione" all'imperatore o al magistrato monetario scomparso. Fra i due possono intercorrere anche secoli, come per le restituzioni di monete repubblicane da parte di Traiano o anche di Augusto da parte di Adriano.

Ma per quale motivo erano emesse queste monete? Sempre da Gnecchi:

"Si può argomenbtare che si volesse tener viva fra i regnanti la memoria dei predecessori; ma allora riesce difficile spiegare la scelta dei nomi restituiti. Sta bene ad es. che sotto Tiberio e Claudio si sia voluto ricordare il nome di Augusto; ma perchè ricordare Tiberio e Claudio, ai tempi del buon Tito?"

La restituzione dei denari repubblicani da parte di Traiano potrebbe aver avuto uno scopo opportunistico. Sembra che, dopo 150-200 anni, circolassero ancora molte di queste monete di buon argento, che furono ritirate per coniare denari di lega più bassa, con guadagno per l'erario; per dare un "contentino" ai cittadini, che erano affezionati a queste belle, buone e storiche monete, se ne conio' un certo numero di esemplari " di restituzione".

Mentre le restituzioni in bronzo non sono molto comuni ma a volte si trovano, quelle in argento e in oro sono rare o rarissime.

Inizio dalla moneta più malridotta (e con cancro del bronzo). E' una restituzione di Tito per Augusto, peso 9,5 g. e diam 25 mm (Asse), RIC 199 (Scarce)

D: DIVUS AUGUSTUS PATER. Volto radiato di Augusto.

R: Aquila su globo, con testa a dx. Attorno: IMP.T.VESP.AUG.REST., SC.

Diritto.

PIC_0100.jpg

Modificato da gpittini
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rovescio.

post-4948-1205487469_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel sistemare I miei denari della Scribonia ho trovato questo denario di restituzione di Traiano conservato nel British Museum, che trova qui la giusta collocazione.

AN00636969_001_l Brtitish Museum.jpg

Denomination: denarius (2.91 g, die-axis 7 h), minted in Rome, 112-114

Description: Silver coin. (obverse) Head of Bonus Eventus right; behind LIBO; before BON EVENT
(reverse) Puteal Scribonianum, decorated with garland and two lyres; SCRIBON, IMP CAES TRAIAN AVG GER DAC P P REST PVTEAL.

Re-issue under Trajan of a Roman Republican type dating to 62 BC (RRC 416/1a-c). Bibliography RE3 686, p.135;  RIC2 787, p.307 (type).

 

Giovenale firma con inglese ok.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiungo qui e a seguire le emissioni analoghe del denario di Tito Carisio con gli attrezzi per la coniazione.

1.Restituzione Traiano  Carisia British AN00636971_001_l.jpg

Denario di restituzione (peso 3,41 g, asse h 6) del British Museum. Data: AD 98 - AD 117. Zecca: Roma. Dritto: MONETA: Bust of Juno Moneta, draped, wearing earring and necklace, right; hair rolled and knotted at back, one lock falling down neck. Rovescio: IMP CAES TRAIAN AVG GER DAC P P REST CARISIVS: Anvil, between tongs and hammer; above, cap of Vulcan; the whole in laurel wreath.

 

Giovenale firma con inglese ok.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

2a.Restituzione Traiano Carisia ANS 1.JPG

Denario collezione ANS. Obverse: MONETA  Bust of Juno Moneta, draped, wearing earring and necklace, right; hair rolled and knotted at back, one lock falling down neck. Reverse: IMP CAES TRAIAN AVG GER DAC P P REST CARISIVS Anvil between tongs and hammer; above, cap of Vulcan; the whole in laurel wreath. Axis 6, Diameter 18.5 mm, Weight 3.33 g.

 

Giovenale firma con inglese ok.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

2b.Restituzione Traiano CarisiaANS 2.JPG

Denario collezione ANS. Obverse: Bust of Juno Moneta, draped, wearing earring and necklace, right; hair rolled and knotted at back, one lock falling down neck. Reverse: Anvil, between tongs and hammer; above, cap of Vulcan; the whole in laurel wreath. Axis 6, Diameter 20.0 mm, Weight 3.13 g.

Giovenale firma con inglese ok.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

3.Traianus Restitution 112 114 d. C. Carisia Museo di Berlino vs_opt.jpg

Collection Münzkabinett Berlin. Traianus: Restitution, 112-114 n. Chr. Obverse: MONETA. Drapierte Büste der Iuno Moneta in der Brustansicht mit Halsband nach r. Reverse: IMP CAES TRAIAN AVG GER DAC P [P REST] [Imperator Caesar Traianus Augustus Germanicus Dacicus Pater Patriae Restituit]. Amboß, Zange, Hammer und Kappe des Vulcanus umgeben von einem Lorbeerkranz. Im r. F. CARISIVS. Material: Silber; Weight: 2,91 g; Diameter: 20 mm; Die-axis: 7 h.

 

Giovenale firma con inglese ok.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

4. Esemplare Lanz Carisia Moneta di Traiano 266787.m.jpg

Esemplare Lanz 125. RöMISCHE MüNZEN. KAISERREICH TRAIANUS (98 - 117) RESTITUTIONSPRäGUNGEN. No.: 735 Schätzpreis-Estimate: EUR 2500.- d=20 mm Denar, 107. MONETA. Drapierte Büste der Juno Moneta rechts. Rs: IMP CAES TRAIAN AVG GER DAC P P REST. Lorbeerkranz, darin Münzwerkzeuge: Amboß zwischen Zange auf der linken und Hammer auf der rechten Seite, darüber Münzstempel; im Feld rechts CARISIVS. RIC 805. BMC 688 und Taf. 23, 5 (Vs. stempelgleich). Bab. II, S. 573, 10. 3,28g. äußerst selten. Sehr schön.

Zum republikanischen Vorbild für diese numismatisch und kulturgeschichtlich sehr interessante Restitutionsprägung vgl. den Denar des T. Carisius von 46 v.Chr. unter Los Nr. 618.

Giovenale firma con inglese ok.jpg

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao gpittini , provo a rispondere alla tua domanda , sotto intesa a quella dello Gnecchi :

Ma per quale motivo erano emesse queste monete? Sempre da Gnecchi:

"Si può argomenbtare che si volesse tener viva fra i regnanti la memoria dei predecessori; ma allora riesce difficile spiegare la scelta dei nomi restituiti. Sta bene ad es. che sotto Tiberio e Claudio si sia voluto ricordare il nome di Augusto; ma perchè ricordare Tiberio e Claudio, ai tempi del buon Tito?"

Credo che queste monete di "restituzione" vadano comparate al significato delle monete moderne quando vengono emesse per ricordare qualche evento particolare accaduto in passato , vedi ad esempio : 50nario e 100nario dell' Unita d' Italia , 100nario di Roma Capitale e cosi' via ; forse per capire il significato del REST nella moneta antica posta credo sempre nel dritto , andrebbe analizzato il significato della legenda e iconografia del rovescio al fine di verificare se questa ipotesi possa avere qualche probabilita' di significato . Sicuramente non tutto della vita e delle opere degli antichi Imperatori , vedi nel caso specifico i nominati Tiberio e Claudio ricordati dal buon Tito , ci e' giunto dal passato , per cui potrebbero essere stati "onorati" dai successori Imperatori tramite queste insolite monete di restituzione .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Ciao

argomento ampiamente trattato in un post di qualche anno fa. visto che è una nicchia di collezionismo che mi ha sempre attratto e che ho in collezione almeno per quanto riguarda assi e dupondi, dalle  mie letture sembra che venissero coniate non come si credeva per reintegrare vecchio numerario ritirato ma per commerozioni come detto da Legio un po' come gli euro commemorativi, in special modo quelle di Tito.

Silvio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo anch'io, un po' come ebbe modo di fare anche Decio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?