Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Giango60

"Cronaca di una fine annunciata"

Risposte migliori

Giango60

Strana vita la nostra, e per nostra intendo quella di “noi perdenti”.

Strana la vita, dicevo, che per un attimo di serenità o di gioia che ci concede, pretende sempre interessi da strozzino ……

O siamo strani noi, che quando ci toglie ciò cui maggiormente anelavamo, come la serenità, gli affetti, una felicità che è pur sempre un’ utopia ……. Ci rifugiamo nelle piccole cose …… ed il collezionismo era appunto per me un “succedaneo” di cose un po’ più importanti.

(E scusate una domanda, ora che il dubbio amletico su chi è nato prima, l’ uovo o la gallina è stato risolto: le uova esistono dal tempo dei dinosauri o forse da prima, dunque è la gallina a discendere dall’ uovo,....... qualcuno sa dirmi se “perdenti” si nasce o si diventa ? )

E’ stato così che, dopo mesi di “ripensamenti” sull’ opportunità di dedicare ancora tempo e denaro a questa in fondo futile passione, ho deciso di mollare tutto il resto per un giorno e di presenziare ad una recente asta numismatica.

Le premesse per una serena giornata sembravano esserci : qualche moneta interessante, prezzi interessanti, asta poco frequentata …….

Contatto un amico che colleziona “anche” la mia stessa monetazione, ed ecco che già mi dice di aver fatto offerte per parecchie di quelle monete, poco male, penso, tanto non avrei certo potuto pensare di acquistarle tutte, neppure al prezzo di partenza !

Siamo al giorno “fatidico”, nel frattempo ho già dovuto “suddividere” la giornata : la mattina il “piacere” ed il pomeriggio il dovere, ed è già scontato che il pomeriggio il responso sarà amaro ……..

Non demordo, perché la speranza per noi è sempre l’ ultima a morire, arrivo alla sede dell’ asta, e tra i pochi presenti la piacevole sorpresa di un volto (ed un “nick”) conosciuti.

Mi guardo le mie possibili future monete, faccio le mie ultime “valutazioni” dal vivo, due chiacchiere ed esco a fumarmi l’ ennesima sigaretta.

L’ asta inizia, noiosa, come sempre quando le monete non mi interessano neppure per semplice curiosità, la sola cosa a tenermi sveglio, è la velocità con cui il battitore macina lotti …… e se questo può fugare i miei dubbi sulla possibilità di non dovermene andare prima che le monete di mio interesse vengano battute, mi chiedo come si possa riuscire a riflettere e prendere decisioni in quelle poche frazioni di secondo che il battitore ci lascia a disposizione.

Ad un tratto una presenza “inquietante” si materializza come dal nulla …… è il “comproprietario” di un’ altra casa d’ aste …… che “colleziona” anche lui la mia monetazione (e vende, naturalmente ….. ).

A questo punto so già che non sarà più una “passeggiata” ……. o meglio sì, potrebbe finire tutto in una semplice passeggiata fino alla “repubblica più antica del mondo” …… ed è molto probabile tornare a mani vuote …….. l’ alternativa è quella di “farsi molto male” ……. Ma ci sta anche questo, noi “perdenti” siamo maestri in questo, nell’ accettare “sfide impossibili” e relative sconfitte …. o vittorie di Pirro ………

Arrivano i “miei” lotti, come previsto sono costretto a mollare una dopo l’ altra sia le monete che più mi interessano che quelle di minor interesse, alla fine mi ritrovo con due monete a cui quasi non tenevo affatto e che ho finito per strapagare ……… : va bene lo stesso, non sono affatto soddisfatto, ma accetto la “disfatta”.

Solo cinque minuti, il battitore finisce la monetazione in questione, e “sbotta” : “caspita, ho qui commissioni di un cliente (il mio amico !) per sedici monete (su diciannove in asta per quella monetazione) e se ne è aggiudicata solo una ! “

A questo punto, da dietro le mie spalle giunge la “battuta più infelice” che potessi ascoltare da un comproprietario di famosa asta :

“ GLIELE RIVENDO IO ! “

Ora , io sono forse troppo suscettibile, o forse è solo che l’ ultima goccia fa traboccare il vaso …… non so, so solo che in quel preciso istante ……….

Sapevo di essere un “perdente” anche in questo mondo di lupi che è la numismatica, non è certo questo ad avermi aperto gli occhi in proposito ……

Come dire ? …..: lo so, ma preferisco non me lo si faccia notare ……. E mi è sembrata più una scortesia che altro, il suo venirmi a salutare mentre stavo pagando e ritirando i lotti appena acquistati …......

Di sicuro la prossima volta, alle prossime aste, avrà un misero “concorrente” in meno, e le sue aste, un altrettanto misero acquirente in meno !

Chiedo scusa per l’ amarezza e per essere stato eccessivamente prolisso, d’ altra parte era un po’ che non mi leggevate……., un caro saluto a tutti.

P.S.: da ora in avanti solo “collezione” di euro, rigorosamente “da circolazione” !!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danielealberti

Caro Giango, se devo scegliere tra un perdente come te ed un leone arrogante!

Caro Giango, io ti conosco e sappi che ti reputo una delle persone più pulite, oneste, educate, gentili ed in gamba in assoluto

La tranquillità, la compostezza e serenità che ti contadistinguono ti possono sembrare segno di debolezza ma sappi che di fronte a te ogni leone svanisce, l'arroganza diventa la forza dell'ignorante e se tutti i deboli fossero come te il mondo della numismatica, ed il mondo intero, sarebbe bellissimo!

Giango, credimi, penso che tu sia una delle persone migliori che conosco.

Ed il commerciante che ti ha soffiato i lotti con la forza del denaro? Che pena, una persona piccola piccola!

lele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

uzifox

La verità è più amara quando si manifesta in tutta la sua crudezza e arroganza.

E c'è poco da fare purtroppo visto che in qualsiasi campo hobbystico è così: il più ricco economicamente spesso soverchia il meno abbiente seppur ricco di passione...

A quel punto tocca o ridimensionare le proprie aspirazioni in base alle proprie disponibilità però apprezzando ancora più quello che si è raggiunto con tanto sforzo oppure mollare tutto per non soffrire dell'immane confronto e esserne frustrati.

Peccato...

Modificato da uzifox

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

expo77

Solo cinque minuti, il battitore finisce la monetazione in questione, e “sbotta” : “caspita, ho qui commissioni di un cliente (il mio amico !) per sedici monete (su diciannove in asta per quella monetazione) e se ne è aggiudicata solo una ! “

A questo punto, da dietro le mie spalle giunge la “battuta più infelice” che potessi ascoltare da un comproprietario di famosa asta :

“ GLIELE RIVENDO IO ! “

Purtroppo non è affatto un caso raro. E' pieno di commercianti che acquistano in asta soffiando le monete ai collezionisti e tentano poi di rivendergliele, riuscendoci purtroppo il più delle volte. In questo caso sta a noi rinunciare e saper dire di no.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Capisco la delusione, ma abbandonare il campo significa darla vinta a certa gente, che di sicuro non se lo merita :angry:

Ho letto in altro post che probabilmente sarai sabato a Bologna, se ti va ne parliamo.

ciao.

Maurizio :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

E' anche il classico caso di monete aggiudicate in un'asta e poi riapparse subito dopo ad un'altra a prezzo maggiorato (a volte anche con "parere di conservazione" maggiorato).

Purtroppo è la legge della giungla.

Sta a noi saper dire basta!

fedafa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legionario

Ciao Giango60

Comprendo la delusione che hai provato: due anni fa è capitata la stessa cosa a me.

Andai all’asta pieno d’entusiasmo e tornai a casa deluso e a mani vuote. Non riuscii a prendere nulla non perché le monete che volevo erano contese da più collezionisti ma perché mi scontrai con un notissimo professionista del nord italia.

Impari era la contesa perchè per Lui l’importante era aggiudicarsi la moneta, a qualsiasi prezzo: e quando alzava la mano significava che l’avrebbe abbassata per ultimo. Fece incetta di monete rare e in ottima ed eccezionale conservazione. Il prezzo da pagare gli era di secondaria importanza. E' stato sconfortante: come potevo pensare di tenergli testa? Arrivavo sempre secondo.....

Di quelle monete possiedo le foto, ma la ferita è rimasta, perché ogni volta che le guardo ripenso sempre a quella giornata all’asta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DONATELLO

Caro Giango60, purtroppo non ho mai avuto l'occasione di conoscerti personalmente, ma il tuo post mi ha colpito profondamente anzi mi ha fatto venire un grande senso di sgomento, quello che ci racconti purtroppo è un altro caso che si aggiunge ad una infinita lista di sporcizia numismatica, fatta da coloro che hanno solo uno scopo nella vita : fare soldi, coloro che con il loro cuore a forma di salvadanaio uccidono la passione numismatica dei veri appassionati, anche io nel mio piccolo ho avuto momenti di profonda delusione, per via di commercianti disonesti che non si vergognano di vendere merce discutibile a prezzi folli, che quando gli porti qualcosa per un cambio ti dicono che la prendono per farti un favore (quando và bene), mentre sè si trovano sul loro banco sono sempre fior di conio ed estremamente rare. Concludo dicendoti di NON MOLLARE ( mi permetto di darti del tù, se posso naturalmente) perche la passione in noi non deve morire così, ma deve accompagnarci per tutta la vita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

utenteBannato

Scusate se mi intrometto ma vorrei anche spezzare una lancia nei confronti dei miei colleghi. Non pensate sempre che un Professionista vada all'Asta per acquistare a scatola chiusa, a volte, anzi la maggior parte delle volte un Professionista va in Sala perchè ha commissioni d'acquisto di uno o più Clienti. Capisco il senso di frustazione dell'amico lamonetiano, capitava anche a me all'inizio, ma molti Collezionisti preferiscono affidarsi ad un Professionista per i propri acquisti alle Aste. Non demordete, non perdete la vostra nobile passione e la vostra voglia, in un celebre film (Il Corvo) c'era una bellissima frase che può sintetizzare il tutto "Non può piovere per sempre"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

ciao a tutti,

ringrazio Giango60 per la sua testimonianza, che illumina un aspetto per me sconosciuto, dato che non ho mai partecipato alle aste, neanche on-line. Questione di principio.

Per i ripensamenti, credo che capitino un po' a tutti. Ti auguro di superarlo presto. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

:) :) Ciao Giangi60, sono felicissima e dispiaciuta al tempo stesso di rileggerti.

Non credo sia il caso che tu ti debba abbattere al punto di rinunciare al piacere di collezionare.

Esistono moltissime altre strade per " comprare" monete, non solo le aste.

Prima di rinunciare prova altri metodi, magari ti diverti anche di più. Sono d'accordo con Targestum per quanto riguarda i commercianti, loro fanno solo il loro lavoro, e se hanno clienti disposti a comprare a prezzi alti, offrono a loro volta per prendere monete rare, è la legge del mercato.

Sarò felicissima di rivederti a Bologna domani, magari farai ottimi affari, meglio che non alle aste.

Ciao Giovanna :D :D :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

arrigome

Penso che gran parte di (noi), di chi ha partecipato a qualche asta, ha subito queste amarezze, a volte proprio da parte di "amici".

Purtroppo ci si deve confrontare con chi "commercia" in questo settore.

A Gianco (che personalmente non conosco), auguro solamente di tener duro e che davanti a queste cose deve avere le "spalle a coppo"....

Concordo anche con quanto dice Tergestum, spesso all'asta partecipa il professionista con + commissioni (anche se a volte!!!!!) e invita Gianco a non demordere!...

...."certo che sta piovendo da un bel pò!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

heineken79
Scusate se mi intrometto ma vorrei anche spezzare una lancia nei confronti dei miei colleghi. Non pensate sempre che un Professionista vada all'Asta per acquistare a scatola chiusa, a volte, anzi la maggior parte delle volte un Professionista va in Sala perchè ha commissioni d'acquisto di uno o più Clienti. Capisco il senso di frustazione dell'amico lamonetiano, capitava anche a me all'inizio, ma molti Collezionisti preferiscono affidarsi ad un Professionista per i propri acquisti alle Aste. Non demordete, non perdete la vostra nobile passione e la vostra voglia, in un celebre film (Il Corvo) c'era una bellissima frase che può sintetizzare il tutto "Non può piovere per sempre"

336160[/snapback]

Sono d'accordo, ma se hai commissioni d'acquisto non le rivendi alla fine dell'asta al secondo arrivato ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lupo Alberto

Nel racconto di Giango trovo davvero infelice la battuta del commerciante a fine asta....per il resto : CORAGGIO che di aste - e di monete - ce ne sono davvero tante. Il tuo "nemico" non può arrivare dappertutto, no ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luigi78

Caro Giango60 se questo commerciante si è comportato da idiota non fartene un problema, comincia ad eliminarlo dai tuoi dealers, sono venditori anche una sola offerta in meno è importante per loro, sopratutto diffondi il suo nome.

E' il comportamento "umano" del bestio che va criticato non la sua capacità di comprare quel che vuole, e se dopo che ha comprato decide di rivendere con maggiorazioni del 1000000% lo farà perchè sicuro di trovare compratori, in ogni caso nessuno è obbligato a comprare a 100 quello che pochi mesi prima è stato venduto a 50, anche se pare che alcuni collezionisti davanti a cataloghi riccamente illustrati tornano ad essere bambini davanti ad un libro di favole.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

utenteBannato
Scusate se mi intrometto ma vorrei anche spezzare una lancia nei confronti dei miei colleghi. Non pensate sempre che un Professionista vada all'Asta per acquistare a scatola chiusa, a volte, anzi la maggior parte delle volte un Professionista va in Sala perchè ha commissioni d'acquisto di uno o più Clienti. Capisco il senso di frustazione dell'amico lamonetiano, capitava anche a me all'inizio, ma molti Collezionisti preferiscono affidarsi ad un Professionista per i propri acquisti alle Aste. Non demordete, non perdete la vostra nobile passione e la vostra voglia, in un celebre film (Il Corvo) c'era una bellissima frase che può sintetizzare il tutto "Non può piovere per sempre"

336160[/snapback]

Sono d'accordo, ma se hai commissioni d'acquisto non le rivendi alla fine dell'asta al secondo arrivato ;)

336201[/snapback]

Giustissimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS

Certo i commercianti fanno il loro lavoro.....

ma poi se c'è qualcheduno che ad asta finita, è già disposto a vendere al secondo arrivato le sue aggiudicazioni.... :ph34r:

mah.... così va il mondo.

TIBERIVS

Modificato da TIBERIVS

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiuspliniussecundus

Quello che è accaduto a Giango accade ormai regolarmente nei settori della numismatica che "tirano". I prezzi delle monete classiche sono raddoppiati in pochi anni, VE III è sempre caro, le zecche italiane sono ricercate, e così via. Tuttavia abbiamo un alleato, il tempo. Sicuramente prima o poi queste monete te le ritrovi davanti al prezzo giusto, basta avere pazienza. Ho ormai capito che andare alle aste con il foglietto con i numeri da prendere è il comportamento (economicamente ) più sbagliato, nel migliore dei casi l'asta si risolve in un bagno di sangue, altrimenti si rimane direttamente al palo. Quasi sempre però rimane l'invenduto, la moneta trascurata (non si puà stare dietro a tutto...) e li bisogna avere l'intuito e il senso del mercato per portare via la moneta al giusto prezzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245
Scusate se mi intrometto ma vorrei anche spezzare una lancia nei confronti dei miei colleghi. Non pensate sempre che un Professionista vada all'Asta per acquistare a scatola chiusa, a volte, anzi la maggior parte delle volte un Professionista va in Sala perchè ha commissioni d'acquisto di uno o più Clienti. Capisco il senso di frustazione dell'amico lamonetiano, capitava anche a me all'inizio, ma molti Collezionisti preferiscono affidarsi ad un Professionista per i propri acquisti alle Aste. Non demordete, non perdete la vostra nobile passione e la vostra voglia, in un celebre film (Il Corvo) c'era una bellissima frase che può sintetizzare il tutto "Non può piovere per sempre"

336160[/snapback]

Sono d'accordo, ma se hai commissioni d'acquisto non le rivendi alla fine dell'asta al secondo arrivato ;)

336201[/snapback]

:) :) Questa si chiama speculazione infatti. Ciao

Giovanna :) :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

utenteBannato

Carissima Giovanna, se leggi la risposta che ho dato troverai la parola GIUSTISSIMO. E' che purtroppo esistono Professionisti e Bottegai...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245
Carissima Giovanna, se leggi la risposta che ho dato troverai la parola GIUSTISSIMO. E' che purtroppo esistono Professionisti e Bottegai...

336237[/snapback]

:) :) Si, questa volta ti avevo letto Tergestum, ho solo voluto dire il mio pensiero in merito.

Poi la speculazione, fa parte del sistema, anche se non è un correttissimo modo di fare a mio avviso, non so se in effetti è permesso o no dalla legge, ma esiste in tutti i campi.

Basta riferirsi alle compravendite di azioni di Borsa e ne abbiamo un esempio lampante davanti agli occhi.

Ciao Pat-Giò ;) ;) :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob
Quello che è accaduto a Giango accade ormai regolarmente nei settori della numismatica che "tirano". I prezzi delle monete classiche sono raddoppiati in pochi anni, VE III è sempre caro, le zecche italiane sono ricercate, e così via. Tuttavia abbiamo un alleato, il tempo. Sicuramente prima o poi queste monete te le ritrovi davanti al prezzo giusto, basta avere pazienza. Ho ormai capito che andare alle aste con il foglietto con i numeri da prendere è il comportamento (economicamente ) più sbagliato, nel migliore dei casi l'asta si risolve in un bagno di sangue, altrimenti si rimane direttamente al palo. Quasi sempre però rimane l'invenduto, la moneta trascurata (non si puà stare dietro a tutto...) e li bisogna avere l'intuito e il senso del mercato per portare via la moneta al giusto prezzo.

336221[/snapback]

Quoto.

A volte ci si fissa su di una moneta anche a costo di un sacrificio, e si agisce d'impulso invece di ragionare: il commerciante esperto con sangue freddo ne approfitta e fa lui il prezzo. Il prezzo però lo può fare anche il compratore, rinunciando all'aquisto. E' doloroso ma alla lunga la rinuncia si ripaga tutta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Maffeo

Da Roma non ho quasi mai la possibilità di partecipare dal vivo alle aste, normalmente faccio offerte per corrispondenza abbastanza generose per monete di particolare interesse, che di solito mi vengono "soffiate" per un solo scatto. Che si può fare? Pazienza è la virtù del numismatica e basta saper aspettare, e spesso la moneta tanto desiderata si trova prima o dopo ed anche ad un prezzo più basso. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Carissima Giovanna, se leggi la risposta che ho dato troverai la parola GIUSTISSIMO. E' che purtroppo esistono Professionisti e Bottegai...

336237[/snapback]

Proprio cosi, esistono professionisti, bravi competenti e spesso anche onesti (ma bisogna conoscerli perpotercisi affidare) e bottegai di bassa lega che se ne escono con la battuta ad effetto ma infelice, quasi dovessero"segnare" il loro territorio per far capire agli altri dove possono spingersi e dove no.

Capisco la delusione ma non ne farei una tragedia.

Il mercato e' "anche" questo. Chi si avvicina con animo smplice pensando di sbarcare in un club di lord inglesi restera' deluso, e c'e' molto peggio in giro, l'esempio riportato e' forse solo un peccato "veniale".

Ma in tutti i mercati succedono queste cose e non bisogna stupirsene, occorre invece impararea d evitarle e con un po' di esperienza ci si puo' riuscire egregiamente (alla faccia dei "bottegai" :lol: ).

Persone oneste e preparate ve ne sono molte e si puo' anche scegliere di affidarsi a loro per avere una guida che eviti comportamenti spiacevoli come quello riportato da Giango. Oppure si puo' fare da soli ma preparandosi a dovere.

Partecipare ad un'asta puo' essere molto piacevole, ma non e' uno sport e' sempre un'operazione commerciale ove mi confrontero' con altri che mi possono diventare temibili concorrenti se abbiamo ambedue lo stesso obiettivo.

numa numa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245
Carissima Giovanna, se leggi la risposta che ho dato troverai la parola GIUSTISSIMO. E' che purtroppo esistono Professionisti e Bottegai...

336237[/snapback]

Proprio cosi, esistono professionisti, bravi competenti e spesso anche onesti (ma bisogna conoscerli perpotercisi affidare) e bottegai di bassa lega che se ne escono con la battuta ad effetto ma infelice, quasi dovessero"segnare" il loro territorio per far capire agli altri dove possono spingersi e dove no.

Capisco la delusione ma non ne farei una tragedia.

Il mercato e' "anche" questo. Chi si avvicina con animo smplice pensando di sbarcare in un club di lord inglesi restera' deluso, e c'e' molto peggio in giro, l'esempio riportato e' forse solo un peccato "veniale".

Ma in tutti i mercati succedono queste cose e non bisogna stupirsene, occorre invece impararea d evitarle e con un po' di esperienza ci si puo' riuscire egregiamente (alla faccia dei "bottegai" :lol: ).

Persone oneste e preparate ve ne sono molte e si puo' anche scegliere di affidarsi a loro per avere una guida che eviti comportamenti spiacevoli come quello riportato da Giango. Oppure si puo' fare da soli ma preparandosi a dovere.

Partecipare ad un'asta puo' essere molto piacevole, ma non e' uno sport e' sempre un'operazione commerciale ove mi confrontero' con altri che mi possono diventare temibili concorrenti se abbiamo ambedue lo stesso obiettivo.

numa numa

336255[/snapback]

:) :) Completamente d' accordo, hai esposto meglio di me sicuramente quello che penso, ciao Giò :D :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×