Jump to content
IGNORED

La Scelta di una Moneta


toto73
 Share

Recommended Posts

Ciao :)

dando una occhiata ai cataloghi delle ultime aste e a quello a prezzi fissi e al clamore che essi riscuotono mi sono chiesto:

"Come scegliete una moneta?

a) Vi fate affascinare dalla moneta in quanto tale cioè dalla sua bellezza..dalla definizione dei dettagli e quindi comprate anche fuori dalla vostra area geografica o temporale prescelta?

b ) Oppure badate al suo controvalore nell'ottica della numismatica come bene rifugio?

c) Oppure riuscite a rimanere fedeli all'area geografica e periodo storico scelto?"

Io confesso che anche avendo scelto 2 macro aree geografice e macro periodi storici (molto molto macro) in ogni caso quando mi vengono mostrate tante tante monete non riesco a resitere e sempre mi ritrovo all'uscita del negozio con un sacco di materiale che non corrisponde alle 2 macro aree geografiche scelte...come ad esempio come nel mio ultimo viaggio di lavoro in Portogallo dove ho comprato tante monete delle Azzorre e di Madeira e qualche brasiliana...

A presto,

Sal :D

Link to comment
Share on other sites


Io rispondo C, anche se non cerco l'elevata conservazione. Prima anch'io mi facevo prendere la mano e compravo un po di tutto, poi ho ridotto di molto, anche se forse dovrei ridurre ancora, ma non ce la faccio :P

Link to comment
Share on other sites


Anche io rispondo C: acquisto esclusivamente monete del Regno d'Italia, che l'ambito che mi sono scelto di perseguire.

Negli anni il mio obiettivo e' quello costruire una collezione, non una raccolta ;)

Certo, ci sono moltissime monete affascinanti e rare che vanno al di la' del cerchio segnato, ma quando le vedo nei listini d'asta o nei negozi mi limito a dire" questa e' davvero bella :rolleyes: "

Ciao

Michele

Link to comment
Share on other sites


Guest carledo49

Categoria C. Non ricerco ad oltranza l'elevatissima conservazione (per alcune monete è praticamente impossibile o perchè ci vuole un portafoglio grosso come una zampogna). Colleziono esclusivamente i Savoia e raccolgo la Repubblica. Una volta sono uscito dal seminato acquistando per bellezza e per il periodo storico particolare alcune monete di Napoleone re d'Italia.

Carlo

Link to comment
Share on other sites

Se si è un collezionista medio (= disponibilità economica limitata) e si vuole costruire una collezione (e non un mero accumulo di monete) credo sia necessario essere molto disciplinati negli acquisti e concentrarsi non solamente su un periodo e un'area geografica ma persino su un'unica serie. Poi è preferibile scegliere i pezzi nel migliore grado di conservazione possibile, ed avere una pazienza infinita aspettando che i pezzi piu rari si presentino sul mercato.

All fine, dopo, diciamo, quarant'anni di collezionismo, si avrà l'enorme soddisfazione di essere riusciti a mettere insieme una collezione di (a puro titolo di esempio) tutti i quindici quattrini di Sisto V nello splendido. :lol:

Link to comment
Share on other sites


All fine, dopo, diciamo, quarant'anni di collezionismo, si avrà l'enorme soddisfazione di essere riusciti a mettere insieme una collezione di (a puro titolo di esempio) tutti i quindici quattrini di Sisto V nello splendido.

Se non consideriamo il lato econonico, sicuramente piu' difficile di avere VEIII completo :P

ciao

Link to comment
Share on other sites


Se si è un collezionista medio (= disponibilità economica limitata) e si vuole costruire una collezione (e non un mero accumulo di monete) credo sia necessario essere molto disciplinati negli acquisti e concentrarsi non solamente su un periodo e un'area geografica ma persino su un'unica serie. Poi è preferibile scegliere i pezzi nel migliore grado di conservazione possibile, ed avere una pazienza infinita aspettando che i pezzi piu rari si presentino sul mercato.

Parole d'oro che condivido al 100%. :)

Indipendentemente dalla tematica scelta per la collezione, la tentazione di comprare monete non rilevanti è davvero tanta.Ma secondo me la disciplina a lungo termine premia sempre.Io non so ancora come resisto davanti a certe papali.

Inoltre il mio moto è sempre: Meno monete ma più qualità! ;)

All'inizio la soddisfazione è poca perchè il numero ne risente, ma alla lunga la qualità premia sempre di più i palati più fini.

Link to comment
Share on other sites


Io non so ancora come resisto davanti a certe papali.

Io semplicemente non resisto. :P

Link to comment
Share on other sites


Se si è un collezionista medio (= disponibilità economica limitata) e si vuole costruire una collezione (e non un mero accumulo di monete) credo sia necessario essere molto disciplinati negli acquisti e concentrarsi non solamente su un periodo e un'area geografica ma persino su un'unica serie. Poi è preferibile scegliere i pezzi nel migliore grado di conservazione possibile, ed avere una pazienza infinita aspettando che i pezzi piu rari si presentino sul mercato.

Sono d'accordo con Maffeo ed in generale con tutti voi...certo che ammiro la vostra forza d'animo quando vedete monete dal conio finissimo e molto fascinose...

Io non resisto anche se dovrei imparare una certa disciplina...il che è difficile considerando che mia moglie mi da corda negli acquisti e che poi è lei quella addetta all'archiviazione ;)

Sal :D

Link to comment
Share on other sites


Guest carledo49

Ti invidio che hai una moglie che ti da corda. La mia, a volte, non sa quello che spendo; se lo sapesse....è probabile una bella pedata sul didietro. Trova stupida, antieconomica e banale questa mia passione per la Numismatica :m249: :m249: :m249:

Qualcuno mi ha detto che ognuno ha la moglie che si merita, probabilmente ho diversi peccati da scontare.

Carlo

Link to comment
Share on other sites

Ti invidio che hai una moglie che ti da corda.  La mia, a volte, non sa quello che spendo; se lo sapesse....è probabile una bella pedata sul didietro. Trova stupida, antieconomica e banale questa mia passione per la Numismatica  :m249:  :m249:  :m249:

Qualcuno mi ha detto che ognuno ha la moglie che si merita, probabilmente ho diversi peccati da scontare.

Carlo

342929[/snapback]

Anche la mia UGUALE, sembrano fatte con lo stampino. ciao

Link to comment
Share on other sites

Awards

Io non resisto anche se dovrei imparare una certa disciplina...il che è difficile considerando che mia moglie mi da corda negli acquisti e che poi è lei quella addetta all'archiviazione  ;)

342850[/snapback]

Dove l'hai trovata una moglie così?? La mia purtroppo mi martirizza i santissimi...

Link to comment
Share on other sites


Ciao :)

l'ho trovata nel 2005 quando per lavoro sono stato diversi mesi in nord europa...infatti la mia mogliettina è lettone-russa :o

In casa abbiamo fissato un budget annuale per le monete che non è rigido ma flessibile in accordo a quello che si riesce a "reperire" nei diversi viaggi di lavoro.

Lei ha incorporato la mia collezione di banconote e io la sua di monete tra cui anche un Nicolai d'oro :D :D ergo la scelta delle 2 macro aree russa - tedesca.

Mia moglie, poi, è addetta all'archiviazione su file xls e in shells, gestisce in parziale autonomia le banconote e ogni tanto compra anche qualche libro di numismatica

Diciamola all'inglese...con lei ho "hit the jackpot" :D :D :D :D :D

Sal :o

Link to comment
Share on other sites


All fine, dopo, diciamo, quarant'anni di collezionismo, si avrà l'enorme soddisfazione di essere riusciti a mettere insieme una collezione di (a puro titolo di esempio) tutti i quindici quattrini di Sisto V nello splendido.

Se non consideriamo il lato econonico, sicuramente piu' difficile di avere VEIII completo :P

ciao

342712[/snapback]

Eh già, ho scelto consapevolmente di iniziare una collezione di V.E.III sapendo che non potrò completarla a meno di clamorosi sviluppi nella mia vita economica... o di vincite all'enalotto :rolleyes:

Però rimango ancora convinto della mia scelta. Per me sono le più belle fra quelle del regno.

Alla domanda iniziale, rispondo C pure io, anzi grazie ai consigli del forum ho scambiato/venduto anche quelle di V.E.II, Umberto e Repubblica che avevo da parte, proprio per accumulare fondi per le V.E.III... :)

Link to comment
Share on other sites


Per quanto riguarda gli acquisti, dopo le inevitabili euforie iniziali di avere un po’ di tutto, ho ristretto necessariamente il campo alle due sole collezioni che porto avanti.

Ho quindi interrotto da qualche anno gli acquisti di monete romano imperiali per avere un’iconografia degli imperatori e lasciato da parte anche gli acquisti saltuari di monete greche.

Per quanto riguarda la moglie: sono sposato da 4 anni e lei non ha mai visto la mia collezione di monete. Meglio così. :P

Edited by legionario
Link to comment
Share on other sites


Per quanto riguarda gli acquisti, dopo le inevitabili euforie iniziali di avere un po’ di tutto, ho ristretto necessariamente il campo alle due sole collezioni che porto avanti.

343024[/snapback]

all'inizio è sempre così, l'euforia iniziale t porta ad avere un accumulo di monete, che poi ti porta a scegliere anche la tematica principale che vorrai affrontare.

sinceramente, a me piace spaziare, quindi da una medioevale o settecentesca passo ad una recente, ma rimanendo in ambito Savoia, quindi io direi un misto fra a e c.

chissà, magari con l'età mi disciplinerò, e questo mi porterà a restringere di molto il campo, per ora ho una tematica principale, se cosi si vuole chiamare, anche all'interno delle Savoia: VEIII.

saluti

Link to comment
Share on other sites


Supporter
Ti invidio che hai una moglie che ti da corda.  La mia, a volte, non sa quello che spendo; se lo sapesse....è probabile una bella pedata sul didietro. Trova stupida, antieconomica e banale questa mia passione per la Numismatica  :m249:  :m249:  :m249:

Qualcuno mi ha detto che ognuno ha la moglie che si merita, probabilmente ho diversi peccati da scontare.

Carlo

342929[/snapback]

non ti preoccupare.... loro non capiscono......

io ho la fortuna di avere una moglie che fa finta di nulla....

a volte la sua curiosità la spinge a chiedere.."ma quanto l'hai 'pagata?..."

e la risposta si aggira sempre su "... per farti capire... un paio di belle scarpe...!"

allora la sua curiosità si ferma lì, con soddisfatta risposta nel suo metro di misura.... visto che le scarpe che le piacciono valgono la spesa, per la moneta allora è uguale.......

per quanto riguarda la discussione invece la risposta è C....

anche perchè per il mio campo di interesse ho circa 800 anni di monete in cui spaziare......... ed è un numero immenso di monetine......

Link to comment
Share on other sites


Anchio vado per la c.

Sebbene abbia avuto dai miei genitori tantissime monete mondiali del '900(oltre 1200 solo per tipo) ,ormai ho smesso di andare ai mercatini a riempirmi di monetine comunissime.

Ora colleziono antoniniani e Regno d'Italia (accopiata strana credo) la quale mi da molte sodisfazioni seppure non riesca a comprare più di 3,4 monete l'anno. :D

Peccato solo essere l'unico in famiglia che si interessi di monete. <_<

Link to comment
Share on other sites


Direi che rimango abbastanza fedele al periodo e area geografica scelta, ossia pianeta Terra negli ultimi 2500 anni :rolleyes:

Scherzo, ultimamente mi sono disciplinato abbastanza, dopo che agli inizi compravo di tutto e di più. Mi piaceva avere una testimonianza, anche piccola, per la monetazione di ogni antico stato italiano, ma è una cosa un pò dispersiva, e soprattutto mi distoglieva dalle mie collezioni principali.

Adesso l'ultima disciplina che devo imparare a darmi è smetterla di acquistare ogni rottame mancante che vedo sul mercato e scegliere invece solo monete di buona conservazione <_<

Link to comment
Share on other sites


C senza dubbio, fedelissimo come "l'Arma"

papali, da Martino V a Paolo III, oro/argento ( per l'argento solo grossi, giuli, e paoli), ho avuto solo uno sbandamento per le piastre papali, ma sostanzialmente sono rimasto in tema.

E da qui non sgarro.... :D

TIBERIVS

Link to comment
Share on other sites


Ciao :)

dando una occhiata ai cataloghi delle ultime aste e a quello a prezzi fissi e al clamore che essi riscuotono mi sono chiesto:

"Come scegliete una moneta?

a) Vi fate affascinare dalla moneta in quanto tale cioè dalla sua bellezza..dalla definizione dei dettagli e quindi comprate anche fuori dalla vostra area geografica o temporale prescelta?

b ) Oppure badate al suo controvalore nell'ottica della numismatica come bene rifugio?

c) Oppure riuscite a rimanere fedeli all'area geografica e periodo storico scelto?"

342655[/snapback]

Ciao Toto, i tuoi sono interrogativi interessanti e certamente curiosi, io adotto i seguenti criteri:

1) compro prevalentemente monete in un ambito collezionistico ristretto (le monete coniate nella (o per la) mia terra in periodi delimitati)

2) scelgo, fra queste, monete che abbiano un buon aspetto (conservazione, integrità della patina, buona centratura, assenza di colpi e difetti, buoni rilievi)

3) ed ogni tanto compro a casaccio monete che appagano il mio gusto estetico ma che non appartengono al mio ambito collezionistico usuale

Edited by Ieronimoy
Link to comment
Share on other sites


papali, da Martino V a Paolo III, oro/argento ( per l'argento solo grossi, giuli, e paoli), ho avuto solo uno sbandamento per le piastre papali, ma sostanzialmente sono rimasto in tema.

E da qui non sgarro.... :D

TIBERIVS

Molto interessante sapere la tematica di un altro papalino.

Io mi limito ai più grandi nominali d'argento di ogni pontificato da Bonifacio VIII alla Sede Vacante del 1740: che vuol dire grossi/giuli per il Trecento, Quattrocento e (più o meno) la prima metà del Cinquecento, poi passo ai testoni fino all'inizio della serie delle piastre con Sisto V e i seguenti pontificati che non emisero piastre, e poi esclusivamente le piastre partendo da Urbano VIII. In quanto possibile evito monete in conservazione inferiore allo qSPL

Iniziai la collezione negli anni metà 70 e confesso che qualche cosettina mi manca ancora :lol:

Link to comment
Share on other sites


Anch'io scelgo la C

Ho iniziato la raccolta di Vittorio E. III da quando avevo 10 anni.

Ora ne ho quasi 40 e sono sposato da 11 anni con 2 bimbi.

Pure mia moglie dice, che valore vuoi che abbiano quattro ferraglie che collezioni.

Ora sono arrivato al punto che mi mancano solo le rarità.

Meglio che non sappia quando faccio le mie 3 - 4 puntatine nelle aste altrimenti son dolori.....

Link to comment
Share on other sites


Io risponderei A e B, perché una disciplina assoluta ancora non sono riuscito a darmela, ciò che mi frena è la disponibilità economica. Spesso compro seguendo l'istinto, anche se le monete appartengono ad aree storico-geografiche molto diverse tra loro. In certe occasioni sono andato a un convegno ed ho smesso di acquistare perché avevo finito i soldi. Posso dire che, così facendo, in alcuni casi ho fatto dei buoni affari, anche se altre volte ho sbagliato e mi sono pentito di certi acquisti.

Per quanto riguarda le mogli, mi sa che sono parecchie quelle che non sanno o fingono di non sapere ciò che spendono i loro mariti. A volte mi sono chiesto: non sarà per caso una mania compulsiva all'acquisto?

Saluti.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.