Jump to content
IGNORED

10/50 cent. Vaticano


heldrungen
 Share

Recommended Posts

Scusate la mia ignoranza in materia, ma un cardinale, quando viene eletto papa, mantiene il suo stemma di famiglia come stemma papale? Se non proviene da una famiglia nobile, crea ex-novo il suo stemma? Così mi sembra cha abbia fatto anche l'attuale pontefice Benedetto XVI. Nel suo stemma ci sono tre elementi: un orso, un moro e una conchiglia che credo fossero presenti anche nel suo stemma cardinalizio. Per quanto riguarda Pio XII, Eugenio Pacelli, nel suo stemma compaiono, se non sbaglio, una distesa di acqua, tre monti ed una colomba (simbolo della pace) con un ramoscello nel becco. In questo caso era lo stemma di famiglia? Presento due monete del pontificato: 10 centesimi anno I e 50 centesimi anno IV, in cui compaiono due diverse versioni del suo stemma. Personalmente preferisco la prima versione, quella più tradizionale. Scusate le scansioni non venute troppo bene.

Saluti.

post-8852-1212592032_thumb.jpg

post-8852-1212592046_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Scusate la mia ignoranza in materia, ma un cardinale, quando viene eletto papa, mantiene il suo stemma di famiglia come stemma papale?

352144[/snapback]

Certo ;)

Se non proviene da una famiglia nobile, crea ex-novo il suo stemma?

352144[/snapback]

Che io sappia sì, e non vale solo per i pontefici ma anche per i "ranghi" inferiori :)

Nel caso specifico di papa Pio XII, proveniente da famiglia nobile, utilizzò lo stemma di famiglia fino al momento dell'elezione a pontefice (1939), quando lo semplificò eliminando l'arcobaleno che vi compariva.

Lo stemma "tradizionale" lo si può vedere su monete e medaglie emesse durante la Sede Vacante 1939, in cui Pacelli ricopriva il ruolo di Camerlengo:

74154434vf6.jpg

(Immagine dal sito Deamoneta)

Ciao, RCAMIL.

Link to comment
Share on other sites


Se non proviene da una famiglia nobile, crea ex-novo il suo stemma?

352144[/snapback]

Che io sappia sì, e non vale solo per i pontefici ma anche per i "ranghi" inferiori :)

352164[/snapback]

Caso esemplare quello di Papa Niccolò V (o Nicolò o Nicola, nato Tommaso Parentucelli, di Sarzana, 1447-55) che non essendo dotato di uno stemma di famiglia scelse per sè una variazione dello stemma di Santa Romana Chiesa:

C_o_a_Niccolo_V.jpg

(da Wikipedia)

Questa è lo stemma che ho visto più spesso (una chiave d'oro, una d'argento, come nello stemma della Chiesa), in alcuni casi entrambe le chiavi sono d'argento. Bisogna dire che dagli inizi dell'araldica fino a praticamente tutto l'ottocento i papi non di famiglia nobile erano delle eccezioni, per cui la maggior parte degli stemmi papali corrispondono a quelli delle famiglie di provenienza.

Link to comment
Share on other sites


...

Personalmente preferisco la prima versione, quella più tradizionale.

352144[/snapback]

Questione di gusti, ma a me il dritto della seconda ('42) e' sempre piaciuto molto, lo trovo molto meno "scontato" delle rappresentazioni sulle serie precedenti, piu' rispondente al gusto dell'epoca, si vedano le iscrizioni appesantite che richiamano il razionalismo, ad esempio... e poi c'e' il perlinato interno che trovo sempre gradevole in una moneta. ;)

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Ciao Heldrungen. La storia degli Stemmi dei Pontefici è affascinante, troppo lunga e complessa per essere affrontata in questa sede.

In passato i Papi , provenendo spesso da famiglie nobili, adottavano il proprio stemma di famiglia, altri invece si limitarono ad apportare alcune variazioni al proprio stemma vescovile (Su ogni Vescovado campeggia lo stemma personale del Vescovo, Principe della Chiesa, che vi risiede).

Papa Wojtyla introdusse una lettera M nella sezione inferiore destra del proprio blasone, un preciso riferimento alla Madonna (era particolarmente devoto al culto mariano.

I simboli che figurano negli stemmi non sono mai di fantasia, ma hanno precisi riferimenti simbolici scelti dai Pontefici : quello di Papa Ratzinger è piuttosto complesso, e magistralmente descritto in un breve saggio dal Nunzio Apostolico Mons. Andrea Cordero Lanza di Montezemolo.

Saluti :)

Link to comment
Share on other sites


anche paolo VI non era nobile ma ha scelto un simbolo che richiama al suo cognome, nel suo caso i sei monti sovrapposti che formano il calvario (non vorrei sbagliare) sormontati da tre gigli (molto angioini).

Con l'arrivo di cardinali di estrazione borghese si sono avute molte di queste spiritose invenzioni :P

Link to comment
Share on other sites


e poi c'e' il perlinato interno che trovo sempre gradevole in una moneta. ;)

352200[/snapback]

Molto rinascimentale ... continuo a considerare la monetazione anteguerra del Vaticano una delle monetazioni contemporanee più valide artisticamente e più trascurate dai collezionisti ... anche se un 10 cent 1938 FDC R4 ha fatto 2800 EUR all'ultima Inasta :P

quello di Papa Ratzinger è piuttosto complesso, e magistralmente descritto in un breve saggio dal Nunzio Apostolico Mons. Andrea Cordero Lanza di Montezemolo.

352312[/snapback]

Si apprezza link se disponibile

Con l'arrivo di cardinali di estrazione borghese si sono avute molte di queste spiritose invenzioni :P

352323[/snapback]

... oltre che diverse soluzioni araldicamente non proprio impeccabili (ed esteticamente non proprio eccezionali) ;)

Link to comment
Share on other sites


Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato al dibattito, perché hanno aggiunto utili ed interessanti informazioni sull'araldica pontificia. Per quanto riguarda la monetazione vaticana anteguerra concordo con chi afferma che essa possiede un certo fascino e che forse è sottovalutata.

Saluti.

Link to comment
Share on other sites


352144[/snapback]

Questa è lo stemma che ho visto più spesso (una chiave d'oro, una d'argento, come nello stemma della Chiesa), in alcuni casi entrambe le chiavi sono d'argento. Bisogna dire che dagli inizi dell'araldica fino a praticamente tutto l'ottocento i papi non di famiglia nobile erano delle eccezioni, per cui la maggior parte degli stemmi papali corrispondono a quelli delle famiglie di provenienza.

352179[/snapback]

Non è proprio così le chiavi sono sempre un d'oro e una d'argento simboli, rispettivamente, del potere spirituale e quello temporale, cui i papi poi hanno abusato in nome del versetto di Matteo dove Gesù dice:

"A te darò le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli" (Mt. 16, v.19)

Frenk

Link to comment
Share on other sites


Non è proprio così le chiavi sono sempre un d'oro e una d'argento simboli, rispettivamente,  del potere spirituale e quello temporale

352517[/snapback]

Così è infatti per lo stemma della Chiesa, mentre lo stemma di Papa Nicolò V a volte è mostrato con entrame le chiavi d'argento, ad esempio sul sito ARALDICA VATICANA:

blasnature039.jpg

Mi pare però di ricordare da un libretto che ho a casa a firma di M.C.A. Gorra dello IAGI che lo stemma papale corretto è quello con le chiavi una d'oro e una d'argento come nello stemma di S.R.C.

Ciao, P. :)

Link to comment
Share on other sites


Non è proprio così le chiavi sono sempre un d'oro e una d'argento simboli, rispettivamente,  del potere spirituale e quello temporale

352517[/snapback]

Così è infatti per lo stemma della Chiesa, mentre lo stemma di Papa Nicolò V a volte è mostrato con entrame le chiavi d'argento, ad esempio sul sito ARALDICA VATICANA:

blasnature039.jpg

Mi pare però di ricordare da un libretto che ho a casa a firma di M.C.A. Gorra dello IAGI che lo stemma papale corretto è quello con le chiavi una d'oro e una d'argento come nello stemma di S.R.C.

Ciao, P. :)

352725[/snapback]

Già poi non so se hai notato ma nello stemmario dei papi quello di Niccolò V è l'unico caso di due chiavi d'argento e nemmeno in questo c'è accordo dato che in quello di Wikipedia che hai postato le chiavi sono oro e argento... d'altra parte questa iconografia non riguarda soltanto i papi, se hai presente i tarocchi anche nella carta della "papessa" appaiono le due chiavi incrociate nella mano sinistra (oro e argento) .

E questa carta rappresenterebbe la sapienza o la divina conoscenza.

come si vede qua:

http://www.quintoquadrante.it/Immagini/Tarocchi/papessa.jpg

Link to comment
Share on other sites


Mi pare però di ricordare da un libretto che ho a casa a firma di M.C.A. Gorra dello IAGI che lo stemma papale corretto è quello con le chiavi una d'oro e una d'argento come nello stemma di S.R.C.

352725[/snapback]

Allego la scansione delllo stemma di Niccolò V tratta dal fascicolo di Gorra edito da Cronaca Numismatica nel 2000, dal titolo "Habemus Papam":

stemmanicolvze2.th.jpg

Le due chiavi sono d'oro e si precisa inoltre che solo gli stemmi che presentino le sue iniziali siano certamente attribuibili a Niccolo V, e si citano ad esempio quello della Sala dei Notari a Perugia:

sala%20dei%20notari.jpg

o della Fontana Vecchia di Soriano nel Cimino (VT):

soriano_fontana1.jpg

Al contrario gli stemmi che sono privi delle iniziali PP ed NV possono essere attribuiti anche a S.R.C. (ovviamente si parla di stemmi NON colorati :rolleyes:)

Ciao, RCAMIL.

Link to comment
Share on other sites


Vero e confermo quanto scritto da Rcamil, dopo aver controllato sul volumetto in questione:

STEMMI PAPALI di Antonello Ferrero e Maurizio C.A. Gorra, Permano Editrice, Pomezia 2000

Ah, l'età ... :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.