Jump to content
Create New...
IGNORED

Richiesta info su investimento


dexdex
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti!

Ho 32 anni ed ho appena avuto una figlia per cui ho deciso di programmare un investimento a lungo termine in modo che possa contare

su un gruzzolo da adulta!

In pratica devo decidere su cosa far confluire quello che deciderò di mettere da parte per lei volta per volta! Adesso inizio con 3000

euro ... e vorrei continuare con incrementi minimi di tali cifre con periodicità non superiore ai 12 mesi!

Ho pensato di investire per mia figlia in oro ... solo che mi sono chiesto: in che forma comprare l'oro? In lingotti 999,99 o nelle classiche sterline d'oro?

Qualcuno di voi sa dirmi a cosa é legato l'andamento del valore delle sterline d'oro nuovo conio ed in perfetta conservazione?

Qualcuno sa indicarmi un grafico in cui si veda, in un orizzonte temporale di 20 - 30 anni l'andamento della quotazione di tali monete?

Qualcuno ha qualche suggerimento?

Grazie 1000 a chi vorrà rispondermi!

Link to comment
Share on other sites


9k32b9.gif

Le sterline in oro, soprattutto del nuovo conio, anche se conservate in FDC, hanno unicamente il valore dell'oro e nessun valore numismatico.

Anche i marenghi italiani, seppur dell'800 e se non rari, seguono, in conservazione normale (MB-BB), il solo valore del metallo.

Tieni presente che il mercato prevede un valore per oro nuovo (prezzo di acquisto) e un altro valore per l'oro vecchio (valore di vendita). Nel momento in cui acquisti una moneta d'oro comune ed esci dal negozio hai già perso un 30% circa.

Se il tuo obiettivo è un piano di accumulo tranquillo con rendite non speculative ed allineate all'inflazione ti conviene investire in titoli di stato a rotazione oppure fare un piano di accumulo con qualche assicurazione.

Ciao!

Link to comment
Share on other sites


>

>Le sterline in oro, soprattutto del nuovo conio, anche se conservate in FDC, hanno unicamente il valore dell'oro e nessun valore >numismatico.

>

>Anche i marenghi italiani, seppur dell'800 e se non rari, seguono, in conservazione normale (MB-BB), il solo valore del metallo.

>

>Tieni presente che il mercato prevede un valore per oro nuovo (prezzo di acquisto) e un altro valore per l'oro vecchio (valore di vendita). >Nel momento in cui acquisti una moneta d'oro comune ed esci dal negozio hai già perso un 30% circa.

>

>Se il tuo obiettivo è un piano di accumulo tranquillo con rendite non speculative ed allineate all'inflazione ti conviene investire in titoli di >stato a rotazione oppure fare un piano di accumulo con qualche assicurazione.

>

E' vero ... é proprio così!

Grazie dell'indicazione!

Link to comment
Share on other sites


io lascerei perdere l'oro o le monete per un periodo cosi' lungo..

l'oro per definizione, è un investimento rifugio.. si utilizza nei momenti in cui non si sa dove mettere i soldi..come ora..ma poi ' destinato a scendere perchè si cambiano investimenti con quelli a rendimento piu' alto..

se vuoi la tranquillita' vai sui titoli di stato, rendimento basso ma sono garantiti..

in alternativa obbligazioni ma scegli bene la societa'...

per i piani assicurativi, non credo che ormai convengano molto..le spese di gestione ti mangiano i rendimenti..ormai servono solo per accantonare soldi e ritrovarsi almeno il capitale alla fine dell'investimento..se tutto va bene..

spesso il ritorno è inferiore al capitale messo...

se invece hai un po' di sangue freddo, questo è il momento migliore per andare in borsa ..un po' di speculazione non fa male.. :rolleyes:

anche 1500e su una societa' in poco tempo si raddoppiano..

Edited by micio_68
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Ciao Dexdex.

Se conoscessi investimenti sicuri, ora sarei sulla spiaggia di Acapulco, impegnatissimo a guardare il mare....Volendo mettere da parte per il futuro di una figlia, magari si può cercare di suddividere il rischio investendo in due o tre modi diversi: non sarà una scelta coraggiosa, ma prudente sì.

Neppure a me piacciono le assicurazioni, hanno un alto costo di amministrazione, tanto vale farselo da soli un piano di accumulo (titoli di Stato e qualche azione, es. ENEL).

Quanto all'oro : è un bene rifugio, convenzionale, però.....magari, comprare una sterlina ogni tanto e metterla da parte..... In tal caso, sicuramente sceglierei le sterline : sono conosciute dovunque, facilmente convertibili in moneta corrente, e l'oro monetato è sicuramente più facile ad essere scambiato che non un lingotto.

Tralescerei il valore numismatico : ove si verificassero circostanze realmente difficili, penso preferirei avere 10 sovrane che non una moneta rara che in tempi normali magari varrebbe altrettanto sul mercato numismatico, ma che in momenti difficili potrei anche non riuscire a piazzare. :unsure:

Link to comment
Share on other sites


l'oro per definizione, è un investimento rifugio.. si utilizza nei momenti in cui non si sa dove mettere i soldi..

:unsure: direi che, visto il momento, potrebbe essere l'investimento giusto...dopo il materasso! :huh:

Il problema sono sempre i "soliti ignoti"

per i piani assicurativi, non credo che ormai convengano molto..le spese di gestione ti mangiano i rendimenti..ormai servono solo per accantonare soldi e ritrovarsi almeno il capitale alla fine dell'investimento..se tutto va bene..

spesso il ritorno è inferiore al capitale messo...

Ci sono piani di accumulo che prevedono spese di ingresso e di gestione ZERO e rendimenti parametrati al rendimento dei loro fondi, MA con un minimo garantito a scadenza. Bisogna studiare attentamente le varie postille nei plichi che gli assicuratori usano darti!

Il problema semmai è che le assicurazioni sono bravissime a raccogliere, ma quando è il momento di pagare cercano di intrappolarti in qualche nuovo investimento/polizza.

Sto giusto valutando se mi conviene continuare a pagare il mutuo della casa e, dall'altra parte, lasciare i soldi investiti in questo piano di accumulo o se chiudere tutto, estinguere il mutuo e risparmiare questi 1.000 e fischia eurini al mese!

Ciao.

Edited by wuby2007
Link to comment
Share on other sites


se avessi la possibilta' di estinguere il mutuo, non ci penserei neppure un attimo a farlo..

Il conto non è proprio così automatico!

Devi tener conto che una parte degli interessi del mutuo li recuperi in tasse, del rendimento dell'investimento, delle penali per estinzione anticipata, del fatto che ti "bruci" liquidità etc. etc.

Nel mio caso il contro in oggetto, per il 2009, con tassi aggiornati, è più o meno in pari; negli anni a seguire gli interessi mutui scenderanno e la quota capitale rimborsata aumenterà andando a sfavore dell'operazione.

Quello che mi scXXXzza è vedere uscire materialmente 1.000 e rotti euro a mese e non vedere entrare gli altri che si accumulano al capitale investito.

Ciao!

Link to comment
Share on other sites


se avessi la possibilta' di estinguere il mutuo, non ci penserei neppure un attimo a farlo..

Il conto non è proprio così automatico!

Devi tener conto che una parte degli interessi del mutuo li recuperi in tasse, del rendimento dell'investimento, delle penali per estinzione anticipata, del fatto che ti "bruci" liquidità etc. etc.

Nel mio caso il contro in oggetto, per il 2009, con tassi aggiornati, è più o meno in pari; negli anni a seguire gli interessi mutui scenderanno e la quota capitale rimborsata aumenterà andando a sfavore dell'operazione.

Quello che mi scXXXzza è vedere uscire materialmente 1.000 e rotti euro a mese e non vedere entrare gli altri che si accumulano al capitale investito.

Ciao!

hai voglia a recuperali in tasse..

è naturale che devi avere la disponibilita'..meglio avere la pochi soldi in tasca ma mutuo estinto, che continuare a pagare gli interessi..

questo in generale..poi ogni persona fa i suoi conti..

prova a rinegoziarlo con la legge bersani, magari spunti qualcosa e riduci o togli la penale..meglio di nulla..

a me potrebbero arrivare finito al 5.35% andando sul fisso..

Link to comment
Share on other sites


...scusate qualcuno mi potrebbe consigliare (magari per MP) dei venditori ONLINE fidati di sterline in oro?

Vanno benissimo anche venditori che vendono tramite il noto sito...

Grazie!!!

Link to comment
Share on other sites


hai voglia a recuperali in tasse..

è naturale che devi avere la disponibilita'..meglio avere la pochi soldi in tasca ma mutuo estinto, che continuare a pagare gli interessi..

questo in generale..poi ogni persona fa i suoi conti..

prova a rinegoziarlo con la legge bersani, magari spunti qualcosa e riduci o togli la penale..meglio di nulla..

a me potrebbero arrivare finito al 5.35% andando sul fisso..

Grazie del MP, ma il mio dilemma non è rinegoziare il mutuo...le mie condizioni sono abbastanza buone....ma se continuare a pagare mutuo pur avendo liquidità da altra parte (che cmq mi brucerei estinguendo il debito).

Snocciolando cifre, supposta costanza di tassi e tenuto conto che, con il passare del tempo aumenta la q.ta capitale e diminuisce la q.ta interessi:

  • nel 2009 pagherò ca 4.000 euro di interessi di cui il 19% lo recupero in tasse. In pratica gli interessi "persi" sono pari a Euro 3.240
  • nel 2010 pagherò ca 3.430 euro di interessi di cui il 19% lo recupero in tasse. Interessi "persi" ca Euro 2.780
  • nel 2011 pagherò ca 2.800 euro di interessi di cui il 19% lo recupero in tasse. Interessi "persi" ca Euro 2.270 etc. etc.

e dall'altra parte, l'investimento frutta un interesse lordo (composito, ma per brevità facciamolo semplice) di Euro 2.850 / anno che, al netto delle ritenute, equivale a Euro 2.500 / anno (base calcolo % interesse 2007....nel 2008 dovrebbe essere più alto).

Nel 2009 e nel 2010 sarò in "perdita" e dal 2011 al 2015 (scadenza mutuo) in utile. A opera finita, sommati gli interessi netti percepiti e sottratti gli interessi "persi" dovrei aver guadagnato ca 3.300 Euro.

Certo...tutto sulla carta....sempre che gli interessi dei mutui non salgano ancora, che quelli del mio investimento non scendano, che l'assicurazione con cui ho fatto l'investimento non salti etc. etc, ma, se sto a guardare tutto, domani mattina potrei anche finire sotto ad un tram! :lol: :lol:

Mi sa che, nel mio caso, è meglio tenere da parte liquidità.

Ciao!

Link to comment
Share on other sites


...scusate qualcuno mi potrebbe consigliare (magari per MP) dei venditori ONLINE fidati di sterline in oro?

Vanno benissimo anche venditori che vendono tramite il noto sito...

Grazie!!!

Uno vale l'altro!

Se acquisti da negozi di numismatica online (ce ne sono tantissimi) il prezzo si aggira intorno ai 22-22,50 Euro / Grammo oltre spese di spedizione....tanto vale rivolgersi al gioielliere o ad un negozio di numismatica sotto casa senza regalare soldi alle poste e, soprattutto, evitando possibili rischi di smarrimento! :ph34r:

Su Ebay puoi magari chiudere intorno a 18-19 Euro / gr. ma meglio scegliere un venditore con tanti feedback e, magari, tutti positivi. Idem c.s. per costi postali / smarrimento.

Attenzione al peso!!! ad esempio, per la Sterlina: 7,98gr. a titolo 917/1000 corrispondono a 7,3177gr. di oro fino su cui calcolare il prezzo finale (7,3177 x 22-22,50 = Euro 160-170 circa).

Infine, come già scritto sopra, tieni presente che rivendendo su Ebay realizzerai sempre 18-19 Euro/gr (salvo variazioni prezzo metallo), ma rientrando dal gioielliere ti darà circa 15 Euro / gr. in acquisto.

Link to comment
Share on other sites


Wuby:

un fattore importante per la tua decisione e' la tipologia del piano di accumulo che hai.

Se ha volatilita molto bassa o nulla, allora il conto e' presto fatto: se al netto di imposta prendi piu interessi di quelli che paghi, tieniti l'investimento.

Nel caso il tuo piano di accumulo stia accumulando prodotti finanziari ad alta volatilita, la considerazione da fare e' un'altra: se quei soldi li perdi, ce la fai ancora a pagare il mutuo ?

In pratica stai prendendo soldi in prestito dalla casa (basso interesse) e li stai investendo in azioni ("interesse" medio piu alto). In principio e' una furbata, ma in pratica devi stare molto attento alla tua capacita di assorbire perdite (la parola "medio" puo essere molto pericolosa).

Nel caso tu perda la casa, o simili, qualora l'investimento non vada bene la furbata e' in realta una pazzia.

La cosa si complica ancora un po' perche dici "se l'interesse sul mutuo non aumenta". Allora vuol dire che hai un tasso variabile ? C'e' da stare accorti pure li. E' vero che le proiezioni attuali sono per tassi stazionari se non in discesa, ma anche qui la capacita di assorbire perdite va considerata attentamente perche ti stai scommettendo la casa. Se i tassi dovessero aumentare ti trovi nei guai ? In quel caso estingui, o al limite vedi che tasso fisso ti offrono.

La considerazione sul mantenere liquidita e' corretta, pero solo se quella liquidita e' liquidita vera (cioe poco volatile). Ad esempio e' ammissibile tenersi 50mila euro in bot contemporaneamente ad un mutuo di pari importo anche se il mutuo costa un interesse un po' piu alto di quello pagato dai bot. L'idea e' che se uno si trova a dover chiedere in prestito improvvisamente 50mila euro si troverebbe a pagare un interesse ben piu alto del differenziale fra mutuo e bot. Ma se quei 50mila uno li investe in azioni, allora ritorniamo al caso precedente in cui stiamo mettendo a rischio un bene fondamentale nella speranza di realizzare un guadagno che alla fin fine e' piccolo rispetto alla catastrofe che stiamo rischiando. Immagina la roulette russa: nella pistola c'e' un colpo solo ed "in media" ci guadagni perche ci sono altri 5 colpi vuoti, pero se perdi muori. Quanto ti dovrebbero offrire per tirare una volta il grilletto ?

Per la bambina io lascerei stare qualsiasi investimento gestito (in Italia): ti garantiscono questo e quello, ma i costi sono orrendi e tu vuoi investire a lunghissimo termine. Vedi se puoi aprire un conto con un broker che ti consente di operare sul NYSE e compra un ETF globale tipo VT, somme uguali 3/4 volte all' anno per 30 anni. Vedrai che la signorina si trovera molto bene.

Link to comment
Share on other sites


....

La cosa si complica ancora un po' perche dici "se l'interesse sul mutuo non aumenta". Allora vuol dire che hai un tasso variabile ? C'e' da stare accorti pure li. E' vero che le proiezioni attuali sono per tassi stazionari se non in discesa, ma anche qui la capacita di assorbire perdite va considerata attentamente perche ti stai scommettendo la casa. Se i tassi dovessero aumentare ti trovi nei guai ? In quel caso estingui, o al limite vedi che tasso fisso ti offrono.

....

L'investimento è a basso rischio, il tasso del mutuo è variabile, ma fortunatamente, non rientro nella categoria di persone che fanno fatica a fronteggiare 150/200 euro in più al mese quindi posso permettermi questo dubbio.

Diciamo che, scrivendo le cifre degli interessi di cui al msg precedente, mi sono convinto a mantenere liquidità (tra 2 anni sarò in positivo). Inoltre, come da te sottolineato, se mi bruciassi la liquidità estinguendo il mutuo, se un domani dovessi avere bisogno di un prestito bancario finirei a pagare interessi ben più alti del tasso di mutuo e ben più alti del rendimento del mio investimento.

Tra l'altro, ci pensavo un paio di settimane fa sentendo una trasmissione alla radio....oggi tutti si lamentano delle rate dei mutui, dei livelli raggiunti dall'Euribor, della poca trasparenza delle banche nel consigliare il variabile rispetto al fisso etc. etc.

Facendo un'analisi nel lungo periodo.....siamo tornati a pagare lo stesso tasso di fine anno 2000; dal 2001 al 2005 i tassi sono stati in costante discesa riprendendo a salire nel 2006-2007. Pertanto, io che ho il prestito acceso dal 2000, ho risparmiato questi teorici 150/200 euro per 3-4 anni e, ora, sono tornato a pagarli (oggi ho la stessa rata del Novembre 2000). Dall'altra parte però ho incassato gli interessi dell'investimento andando, se non pari, molto molto vicino a quanto sborsato.

Certo che il discorso cambia per persone e famiglie che hanno acceso un mutuo nel 2005 ed hanno visto la loro rata salire costantemente! :unsure:

Tornando al discorso iniziale .... spiega meglio broker, ETF etc etc .... un buon investimento, se sicuro, non è mai da lasciar perdere.

Ciao!

Link to comment
Share on other sites


Tornando al discorso iniziale .... spiega meglio broker, ETF etc etc .... un buon investimento, se sicuro, non è mai da lasciar perdere.

Ciao!

Premetto che l'unico investimento sicuro sono i titoli di stato (e intendo solo quelli degli stati del G7) che pero hanno il rendimento che hanno.

Il problema nell' investire in Italia e' che i fondi hanno costi spropositati rispetto a quello che potresti trovare all' estero, Stati Uniti innanzitutto. Su un investimento a lungo termine si mangiano una bella fetta degli utili. Uno puo comprare titoli azionari da se, ormai che anche in Italia ci sono brokers che ti fanno operare in borsa a commissioni basse, ma la borsa di Milano e' assolutamente periferica con tutti i problemi che comporta.

Dipendendo dalla somma che si vuole investire puo essere conveniente comprare ETF che sono dei fondi che pero vengono contrattati come titoli azionari. Il loro vantaggio e' quello di avere costi di gestione piu bassi. Se dovessi investire per 20/30 anni io mi prenderei un fondo indice o un ETF (cioe senza manager) che investa su tutto il mercato azionario mondiale. VT e' il Total World Market di Vanguard che fa appunto questo. Il costo di gestione e' dello 0.25% annuo, confronta con i fondi nostrani che come niente ti caricano l' 1.50% (e poi moltiplica per 20 anni).

Fineco credo consenta di operare sul mercato americano e quindi VT e analoghi.

Quello che vuoi in definitiva e' basso costo di gestione e poi lascia fare al tempo.

Eviterei i fondi a capitale garantito e simili perche quelli hanno costi molto piu alti e la garanzia del capitale non serve se uno investe su un lasso di tempo di decenni.

Link to comment
Share on other sites


Per usare una frase fatta "La mia banca è diversa" ! :lol:

Per la mia esperienza..... premesso che ovunque investa riesco a fare dei disastri :( .... occorre distinguere tra ETF, fondi di investimento e risparmio gestito.

Nel mio caso, fatte fisse per tutti gli investimenti delle spese di gestione del Dossier Titoli che variano in funzione dell'ammontare del deposito, per:

  • il risparmio gestito sono previste delle commissioni aggiuntive annue e, magari, una percentuale sui rendimenti; risparmio gestito che, per sentito dire (sono sempre stato alla larga) ha cmq un rendimento sempre bassissimo e commissioni proporzionalmente alte
  • gli ETF ed i Fondi di Investimento prevedono delle commissioni di ingresso, ma niente più. I Fondi Comuni li puoi acquistare unicamente presso la tua banca; gli ETF in borsa Milano o borse estere a seconda dell'emittente.

Oltre alla commissione iniziale di ingresso (Fondi) o commissione di borsa (ETF) non mi è mai capitato che venissero addebitati costi aggiuntivi se non, come sopra indicato, una spesa di gestione del dossier titoli in cui vengono depositati. Ovviamente le commissioni le paghi, ma non le vedi....vengono direttamente trattenute dal rendimento. Ad esempio, se ho un fondo che investe unicamente in titoli di stato, supposto un rendimento costante del 4% annuo...il fondo varierà unicamente di un 3,50% (cifre sparate a caso!) dove il 0,5% di differenza serve a coprire le spese di gestione della tua pratica, gli stipendi dei manager del fondo, le spese fisse etc. etc.

Per mia esperienza cmq sia i Fondi Comuni che gli ETF sono rischiosi. Nonostante tu possa optare per un fondo o un ETF obbligazionario, gli andamenti seguono sempre gli indici di borsa.

Convengo che il miglior investimento del momento siano i titoli di stato....prova ne è l'ultima asta dei BOT dove, data l'alta richiesta, il rendimento è stato "aggiustato" da un 4erotti% ad un 3,50% circa.

Link to comment
Share on other sites


Fineco credo consenta di operare sul mercato americano e quindi VT e analoghi.

se non ricorso male sono 6e mese per usufruire del servizio, tra cui c'è anche il nyse

Link to comment
Share on other sites


Wuby: fai benissimo: il risparmio gestito da noi e' assolutamente da sconsigliare.

Tieni presente che gli ETF sono solo un contenitore. Esistono anche ETF in titoli di stato che sono evidentemente investimenti a basso rischio pure loro. Tutto dipende da quello che c'e' dentro il particolare ETF.

Sia per i fondi che per gli ETF c'e' un meccanismo intrinseco per cui non si possono discostare sostanzialmente dal valore dei titoli in portafoglio. Ovviamente di questi tempi un fondo obbligazionario che investe in obbligazioni di banche, etc. puo benissimo essere una roba ad alto rischio.

Le commissioni di ingresso sono appunto uno dei problemi di molti fondi italiani, ma non solo. Negli USA sono disponibili fondi senza commissioni di ingresso o uscita (no load).

Alcuni di essi hanno costi annuali bassissimi, tipo 0.06%. A trovarla una cosa del genere in Italia!

premesso che ovunque investa riesco a fare dei disastri

Ah, ma questo macello allora e' tutta colpa tua !!

Edited by ersanto
Link to comment
Share on other sites


Ah, ma questo macello allora e' tutta colpa tua !!

:rolleyes: no, questa volta sono fuori da tutto! effettivamente è strano che non abbia in portafoglio delle Unicredit! :D

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

Problemi con la nuova grafica?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.

Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Write what you are looking for and press enter or click the search icon to begin your search