Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
gpittini

Le più piccole frazioni del follis.

Risposte migliori

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Stimolato dall'ultimo post di gigi1961, mi avventuro in un tema poco frequentato (forse per motivi estetici, o anche...oculistici), quello dei bronzi molto piccoli del IV secolo. Tradizionalmente (Sear, Carson) si definiscono AE 3 i bronzi che misurano fra 17 e 20 mm, ed AE 4 quelli di meno di 17 mm.

E gli AE 5? Non mi pare ci siano definizioni ufficiali, ma di solito si indicano così i bronzetti minori di 15 mm. Ed eccone uno, tanto per non essere troppo aridi e teorici. Moneta di Costante (DN CONSTANS PF AUG), è una GLORIA EXERCITUS, fra i due soldati uno stendardo con cerchietto (?), in esergo sembra di leggere CON..Dovrebbe trattarsi della moneta RIC VIII, Costantinopoli, n.28. Pesa in effetti 1,5 g e misura 13-15 mm. Ecco il D.

post-4948-1226172362_thumb.jpg

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

E il R.

post-4948-1226172423_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

E i minimi? Da quasi 40-50 anni se ne parla abbastanza frequentemente (Hill, Callu, Bastien...), ma raramente ne viene data una precisa definizione. Mi sembra che prevalentemente si definiscano MINIMI i bronzetti con peso appena superiore a 1,2 g. e diametro fra 10 e 12 mm. Ma da un po' di anni si parla anche di MINIMISSIMI, che sarebbero quelli ancora più piccoli, e dunque: meno di 1,2g e meno di 10 mm di diametro. Ecco un esempio che in realtà è un po' a mezzo: infatti pesa 1,5 g. ma misura 12,5-13 mm. E non è neppure chiaro l'imperatore: si legge solo ...CONSTAN-, quindi potrebbe stare per Costante ma anche per Costanzo 2°. Al R: le due Vittorie che reggono 2 corone, rispecchiandosi. Zecca a me poco chiara. Collocabile nel RIC VIII, p. 353, anno 347-348 d.C., numero specifico non identificato. Ecco il D.

post-4948-1226173151_thumb.jpg

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Ed il R.

post-4948-1226173188_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Non ho un vero MINIMISSIMO da postare, ma eccovi questa moneta che pesa 1,0 g. (quindi va quasi bene) però misura ben 12-12,5 mm. Anche qui la legenda del diritto è del tutto insufficiente, anzi illeggibile. Il R. è una SECURITAS REIP, raffigurante la Securitas panneggiata, col gomito sin appoggiato a una colonna, e nella dx uno scettro o lancia. Non si legge segno di zecca, ma è coniata a Roma (RIC VIII, pp. 249-250, dal n. 6 al n. 13, a seconda che si tratti di Costante o Costanzo 2°, prima del 340 d,C.) Ma di che numerario si tratta? Alcuni dicono 1/4 di follis. Vittorio Crespi, in un interessante articolo su Monete Antiche (n.19, gennaio 2005) parla di "mezzo nummo", corrispondente al peso di 1 scrupolo (1,1 g.), ovvero 1/288 di libbra. Ecco il D.

post-4948-1226173739_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Ecco il R.

post-4948-1226173789_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alexander81

Ciao gpittini, ti posto questa moneta forse (anche se molto usurata) fa parte di questa categoria, il peso è di 0,8 grammi ed il diametro è di poco inferiore a 13 mm, indicazioni di esperti del sito la attribuiscono a Teodosio 379-395 d.C. RIC IX 57 c.

Cosa ne pensi?

post-8945-1226341716_thumb.jpg

post-8945-1226341727_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Secondo me, è a livello dell'ultima che ho postato, cioè fra il MINIMO e il MINIMISSIMO. Tieni conto che ha perso qualche pezzetto del bordo, quindi in origine pesava almeno 1,1-1,2 g.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×