Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
toto73

Grado di una moneta

Ciao,

sarei curioso di conoscere la vostra opinione sul grado di conservazione della seguente moneta:

- a dire della casa d'asta è EXTREMELY FINE ma io non riesco a leggere neanche una parola completa....sarà che sono miope...

Grazie mille

Sal

post-2326-1229090443_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

.... il catalogo ha evidenziato che la moneta è bucata? :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si...ora riposrto la descrizione del catalogo:

Chech of Sevsk’ 1686. Billon. 0.89 gm. Sev 9 (RRRR), Diakov p.24, Sp fig. 97, Ryabtsevich. Triple-crowned double-headed eagle, Latin initials around / Orb within beaded border, date and Latin legend around. Holed, and slight staining, otherwise very nice and choice. Unusually high-grade silver for the issue

Extremely fine

A me sembra tutto tranne che EXTREMELY FINE visto che a davvero non leggo neppure una porla completa.

Grazie x la vostra opinione

Sal

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Qualche volta nei cataloghi d'asta, quando si tratta di un'emissione che raramente si riesce a trovare in condizioni "discrete", la moneta viene un poco sopravvalutata premettendo che è difficile da trovare in corservazione migliore.

Certo che in questo caso, pur tenendo conto che sia una moneta difficile da trovare in "high-grade silver", un Very Fine forse era meglio anche perchè è pure bucata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rara finché ti pare, ma più di un "Fine" non penso si possa dare... un grado in più, come dice

Legionario, rientra nel "dolus bonus" del venditore...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Con tutto il rispetto che nutro io nei confronti delle monete antiche, soprattutto quelle con tante "R", se facesse parte della mia collezione finirebbe nello scompartimento delle "crosticine" :D Per curiosità, quanto richiedono di base d'asta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Io ho moltissime monete così... (di quelle moderne, pagate pochi centesimi o che ai mercatini ti regalano, quando acquisti qualcos'altro). Dovrei definirle XF?. La rarità e la difficoltà di trovarne in condizioni migliori non migliorano il grado di conservazione, a mio parere. "Fine" e nulla più, direi. In quanto al "dolus bonus" è sicuramente comunissimo e verificabile in qulsiasi mercatino, ma ciò non toglie che resti, sempre e comunque, un "dolus"...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Estimate: 750 $$

Minimum Bid: 600$$

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Estimate: 750 $$

Minimum Bid: 600$$

:blink: Per quello che è lo stato di conservazione, io non pagherei più di 75 euro, altro che 750. E forse me li terrei proprio, per acquistare qualcosa di meno raro e meno disastrato.

Discorso diverso solo se fosse la moneta che proprio mi manca, e che sto cercando da una vita per completare la collezione di tutti i billon di Sevsk :P :P :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa è una sua gemellina, passata da sixbid qualche tempo addietro:

post-10679-1229122684_thumb.jpg

Questa la descrizione fornita:

‘Chekh of Sevsk’ 1686. Billon. 0.81 gm. Sev 8 (RRRR), Diakov p.24, Sp fig

97, Ryabtsevich. Triple crowned double-headed eagle, surrounded by Latin

initials / Orb within beaded border, Latin legend around, date. Very rare.

Creased, minor corrosion Good very fine $ 1,000

Insomma, non spiccioli. Ma le condizioni di questa, pur dalla foto molto piccola, e tenendo conto pure della nota "creased", sembrano comunque molto migliori di quelle dell'esemplare da te notato. Non so, ma nel dubbio io rimango della mia idea.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E questa era data GVF, non XF...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Extremely Fine = SPL

Talvolta alcune monete che a prima vista sembrano di un grado di conservazione non particolarmente elevato possono essere stimate SPL per quella tipologia. Sarebbe utile, a questo punto, poter esaminare degli altri esemplari, per farsi un'idea dell'esemplare medio di questo tipo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Extremely Fine = SPL

Talvolta alcune monete che a prima vista sembrano di un grado di conservazione non particolarmente elevato possono essere stimate SPL per quella tipologia. Sarebbe utile, a questo punto, poter esaminare degli altri esemplari, per farsi un'idea dell'esemplare medio di questo tipo.

Vedi messaggi 10 e 11 ;) E trattandosi di un R4, non so quante altre se ne possa trovare in giro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao,

per curiosità a quanto è stata venduta quella deliziosa gemellina?

Cmq sono d'accordo con te x tutte le altre considerazioni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'ho trovata sul catalogo sixbid che, come riportato sopra, la dava a una stima di 1000 dollari americani. Purtroppo non ti so dire se l'aggiudicazione sia avvenuta, né a che prezzo. Provo a cercare, magari lo trovo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Extremely Fine = SPL

Talvolta alcune monete che a prima vista sembrano di un grado di conservazione non particolarmente elevato possono essere stimate SPL per quella tipologia. Sarebbe utile, a questo punto, poter esaminare degli altri esemplari, per farsi un'idea dell'esemplare medio di questo tipo.

Quoto, d'accordissimo che alcune tipologie di monete per un occhio non esperto possono sembrare molto basse, ma se di questa tipologia le monete sono tutte un disastro allora interviene la conservazione "inusuale per il tipo" perciò si tende ha sottolineare un esemplare "fuori misura" per i canoni della conservazione media.

Modificato da DONATELLO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Extremely Fine = SPL

Talvolta alcune monete che a prima vista sembrano di un grado di conservazione non particolarmente elevato possono essere stimate SPL per quella tipologia. Sarebbe utile, a questo punto, poter esaminare degli altri esemplari, per farsi un'idea dell'esemplare medio di questo tipo.

Quoto, d'accordissimo che alcune tipologie di monete per un occhio non esperto possono sembrare molto basse, ma se di questa tipologia le monete sono tutte un disastro allora interviene la conservazione "inusuale per il tipo" perciò si tende ha sottolineare un esemplare "fuori misura" per i canoni della conservazione media.

Io sono d'accordo come concetto generale, mentre nella fattispecie resto convinto che si tratti di un'evidente tentativo di speculazione.

Posso capire che l'atteggiamento di "sopravalutazione" da te descritto sia applicato a monete di cui si contano gli esemplari rimasti sulla punta delle dita, ma non per un R4 come questo che pur essendo molto raro è ben lungi dall'essere così raro, né così impossibile da trovare in condizioni migliori.

Nel caso specifico, basta un'occhiata alla foto (pur non così chiara, ma comunque sufficiente) dell'esemplare passato da sixbid al nr. 506 per vedere quanto questo sia meglio conservato di quello oggetto della discussione. Non fosse altro che non presenta l'enorme buco e ha almeno una faccia meglio conservata rispetto all'esemplare segnalato dall'amico Toto. Eppure, questo esemplare veniva dato dalla casa d'aste in condizioni XF Extremely Fine, e quello di sixbid solo in GVF Good Very Fine. :blink: Ah, è proprio vero che la bellezza sta negli occhi di chi guarda! :D

Modificato da justapeek

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter
Extremely Fine = SPL

Talvolta alcune monete che a prima vista sembrano di un grado di conservazione non particolarmente elevato possono essere stimate SPL per quella tipologia. Sarebbe utile, a questo punto, poter esaminare degli altri esemplari, per farsi un'idea dell'esemplare medio di questo tipo.

Quoto, d'accordissimo che alcune tipologie di monete per un occhio non esperto possono sembrare molto basse, ma se di questa tipologia le monete sono tutte un disastro allora interviene la conservazione "inusuale per il tipo" perciò si tende ha sottolineare un esemplare "fuori misura" per i canoni della conservazione media.

Io sono d'accordo come concetto generale, mentre nella fattispecie resto convinto che si tratti di un'evidente tentativo di speculazione.

Posso capire che l'atteggiamento di "sopravalutazione" da te descritto sia applicato a monete di cui si contano gli esemplari rimasti sulla punta delle dita, ma non per un R4 come questo che pur essendo molto raro è ben lungi dall'essere così raro, né così impossibile da trovare in condizioni migliori.

Nel caso specifico, basta un'occhiata alla foto (pur non così chiara, ma comunque sufficiente) dell'esemplare passato da sixbid al nr. 506 per vedere quanto questo sia meglio conservato di quello oggetto della discussione. Non fosse altro che non presenta l'enorme buco e ha almeno una faccia meglio conservata rispetto all'esemplare segnalato dall'amico Toto. Eppure, questo esemplare veniva dato dalla casa d'aste in condizioni XF Extremely Fine, e quello di sixbid solo in GVF Good Very Fine. :blink: Ah, è proprio vero che la bellezza sta negli occhi di chi guarda! :D

Nelle valutazioni proposte dai venditori, trovo sempre un po' di generosità :rolleyes: . Ma se l'asta è seria, le cose ritornano ad una dimensione, più accettabile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è qualcosa che mi sfugge nel meccanismo di associazione Rarità - Valore che determina il prezzo di una moneta. Volendo rimanere in area russa mi chiedo perchè una medioevale R4 costi notevolmente meno di un rublo d'argento di Pietro I.... parliamo di 1 a 12 nei casi migliori....

Voi avete una spiegazione?

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

C'è qualcosa che mi sfugge nel meccanismo di associazione Rarità - Valore che determina il prezzo di una moneta. Volendo rimanere in area russa mi chiedo perchè una medioevale R4 costi notevolmente meno di un rublo d'argento di Pietro I.... parliamo di 1 a 12 nei casi migliori....

Voi avete una spiegazione?

Grazie!

Io probabilmente non sarò abbastanza esperto da cogliere le sfumature di perché sta accadendo quanto tu - correttamente - riporti. Ma sicuramente vi sono ragioni di fondo assai simili a quelle che spingono alle stelle un'opera di Klimt e non una di Meneghetti. E i prezzi, soprattutto a certi livelli, ormai non sono più decisi in base alla rarità di una moneta (anche esemplari R5, o addirittura unici, restano di frequente invenduti) quanto sul rapporto fra qualità (intesa anche come elevatissimo stato di conservazione) e domanda di mercato per quel particolare oggetto. E la domanda di mercato è influenzata da mille fattori: moda (neanche tanto), speculazione (soprattutto), indirizzi ben precisi che arrivano da "consiglieri" influenti che suggeriscono di investire i capitali in una direzione piuttosto che in un'altra, e via dicendo.

Cosa tutto questo abbia a che fare con l'arte nobile della numismatica, resta un mistero...

Modificato da justapeek

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche tu hai ragione...a questo punto devo dedurre che la stima (intesa come prezzo orientativo) di una moneta è data dal suo effettivo valore numismatico aggiunto a quello del mercato. Detto ciò allora non ha senso prendere in considerazione il prezzo presente nei cataloghi numismatici...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?