Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
atkon

Testoni Pio IV ANCONA - FALSI

Risposte migliori

atkon

Buongiorno, ho appena ricevuto questo messaggio da un venditore ebay che mi chiede di restituirgli le monete per il motivo seguente:

"Salve!Sono XXX.Le scrivo in merito a 2 mie aste che tempo fa si è aggiudicato,precisamente "Papa Pio IV Testone Ancona" del 13/05/2007 e "Pio VI Testone Ancona" del 12/10/2008.Il problema è il seguente:queste 2 monete insieme a molte altre(romane e medievali)fanno parte di un grosso lotto acquistato nel tempo che dopo perizie si è dimostrato falso.Le perizie sono state effettuate pochi giorni fa e ora(oltre ad essere andato alla polizia per tutelarmi)stò anche provvedendo a riavere tutti i pezzi venduti di quel lotto,per tutelare gli acquirenti e me stesso da problemi e ovviamente per presentarlo alle autorità come prove.Ora avrei necessità di riavere tutte e due le monete da lei acquistate,ovviamente rimborsandola totalmente di entrambi gli acquisti.La cifra è di 90euro per la prima moneta e 60,71 per la seconda.L'indirizzo per la restituzione è:XYZ.Mi invii i dati per restituirle la somma!"

A parte il fatto che sto cercando queste due monete nella mia collezione, ammesso che effettivamente siano false sono sconcertato dall´onesta´ di questo venditore...

vi risulta anche a voi questa distribuzione di monete false romane, medievali ecc...? Magari il venditore é anche un membro del forum...

grazie e saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Una storia strana, nei modi e nei tempi, per tutelarsi solitamente si certifica la merce prima di venderla, non dopo due anni... :huh:

Poi, ovviamente, il venditore avrà fatto periziare nei giorni scorsi dei residui del lotto che acquistò, e sembra evincersi che tutto quanto si sia dimostrato falso, quindi implicitamente lo erano anche le tue monete (non avresti avuto dubbi in merito in questi due anni ?? :huh: )

Se hai modo di postarle, mi piacerebbe vedere le foto con dati relativi a peso e diametro di questi due testoni che hai comprato.

E mi piacerebbe anche capire se in quel "Pio VI Testone Ancona" ci sia una svista relativa al pontefice (IV o V e non VI) o alla zecca (Roma e non Ancona). Se fosse veramente un testone di Pio VI coniato ad Ancona la cosa si farebbe più interessante... ;)

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bizerba62

Ciao.

La richiesta mi sembra abbastanza strana.

Intanto perchè il seller ti scrive che le perizie delle monete "...sono state effettuate pochi giorni fa" mentre le stesse sono state vendute già da tempo.

Quindi si tratterebbe di "perizie postume", compiute su fotogafie delle monete? Boh.

Comunque, tra vedere e non vedere, farei esaminare le due monete da un esperto per verificare se esse sono o non sono autentiche; poi, solo nel secondo caso, aderirei alla richiesta del venditore.

Saluti.

Michele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487
Ciao.

La richiesta mi sembra abbastanza strana.

Intanto perchè il seller ti scrive che le perizie delle monete "...sono state effettuate pochi giorni fa" mentre le stesse sono state vendute già da tempo.

Quindi si tratterebbe di "perizie postume", compiute su fotogafie delle monete? Boh.

Comunque, tra vedere e non vedere, farei esaminare le due monete da un esperto per verificare se esse sono o non sono autentiche; poi, solo nel secondo caso, aderirei alla richiesta del venditore.

Saluti.

Michele

Sono d'accordo con te....la cosa puzza di fregatura....meglio fare esaminare le monete come suggerisci.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
numizmo
Buongiorno, ho appena ricevuto questo messaggio da un venditore ebay che mi chiede di restituirgli le monete per il motivo seguente:

"Salve!Sono XXX.Le scrivo in merito a 2 mie aste che tempo fa si è aggiudicato,precisamente "Papa Pio IV Testone Ancona" del 13/05/2007 e "Pio VI Testone Ancona" del 12/10/2008.Il problema è il seguente:queste 2 monete insieme a molte altre(romane e medievali)fanno parte di un grosso lotto acquistato nel tempo che dopo perizie si è dimostrato falso.Le perizie sono state effettuate pochi giorni fa e ora(oltre ad essere andato alla polizia per tutelarmi)stò anche provvedendo a riavere tutti i pezzi venduti di quel lotto,per tutelare gli acquirenti e me stesso da problemi e ovviamente per presentarlo alle autorità come prove.Ora avrei necessità di riavere tutte e due le monete da lei acquistate,ovviamente rimborsandola totalmente di entrambi gli acquisti.La cifra è di 90euro per la prima moneta e 60,71 per la seconda.L'indirizzo per la restituzione è:XYZ.Mi invii i dati per restituirle la somma!"

A parte il fatto che sto cercando queste due monete nella mia collezione, ammesso che effettivamente siano false sono sconcertato dall´onesta´ di questo venditore...

vi risulta anche a voi questa distribuzione di monete false romane, medievali ecc...? Magari il venditore é anche un membro del forum...

grazie e saluti

Ma i prezzi attuali di quelle monete,quanto discostano dai prezzi che hai pagatu tu?

No,perché se c'è tanta differenza,allora.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cippal
Supporter

Non ci vedo chiaro per niente. Fai periziare le monete e se risultano vere non preoccuparti di resituirle...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

max65

Ciao Atkon,

in effetti, sembra tutto molto strano.Comunque,attendiamo le foto delle monete.Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

atkon

ovviamente si tratta di pio iv e non pio vi (penso che lui si sia sbagliato nel mail). Aspetto a mettere le foto nel forum perché io ho 2 testoni di pio iv e siccome non mi ricordo quale di questi due ho comprato su ebay, ho chiesto al venditore di mandarmi la foto della moneta che mi aveva venduto. Non mi ha ancora risposto, se non si fa vivo nel giro di una settimana vi posto entrambe le monete con peso e dimensioni. A me sembrano autentiche, comunque le porteró da Rauch per farle esaminare. ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RobertoRomano

La transazione si e' conclusa,lui non puo'obbligarti a fare nulla,sei tu che decidi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil
ovviamente si tratta di pio iv e non pio vi (penso che lui si sia sbagliato nel mail).

Relativamente ovvio :rolleyes: , ma in tal caso decade l'eventuale interesse derivante da un testone di Pio VI coniato ad Ancona.

Si sarebbe trattato di uno di quei pochi esemplari giunti fino a noi delle coniazioni della I Repubblica Romana, con i coni originali usati per il testone 1796 di Roma (tuttora custoditi al Museo Nazionale di Ancona).

Con Pio IV è tutto più semplice ;)

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

atkon

Tanto per tenervi aggiornati. Oggi ho portato i due testoni di Ancona alla casa d´aste numismatiche Rauch di Vienna. Ebbene sono veramente false! Adesso attendo il bonifico da parte del venditore.

Non sapevo avessero falsificato dei testoni di Ancona. Risulta a qualcuno di voi o sono stato l´unico truffato?

Inoltre mi chiedo che senso abbia falsificare monete del valore di 200 euro per venderle su ebay a 60-90 euro e rischiare una denuncia ...

strano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

assianir

E' vero è strano. Io penso che visto che siamo di fronte ad un reato (truffa) prima di fare qualsiasi cosa dovresti farti inviare dal venditore anche un po di informazioni più dettagliate. Come primo messaggio va bene ma adesso ti potrebbe/dovrebbe mandare anche la documentazione della perizia postuma che ha fatto, da chi le ha comprate etc. Al limite potrebbe essere stato lui stesso a falsificarle e poi, scoperto per qualche altra moneta e visto che lo stanno indagando cerca di ricoprire le tracce.

Siuramente te potresti denunciarlo sia alla polizia austriaca che italiana poi starebbe a lui discolparsi.

Non so, è veramente una situazione un po strana.

Valuta te se ti sembra giusto semplicemente riavere il bonifico e rimandargli le monete.... (sarebbero monete false ancora in giro)...

Tienici aggiornati

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Mi è sembrato un venditore molto corretto. Se era per te le monete stavano ancora per molti anni nella tua collezione considerate come autentiche e magari tra 20 anni avresti cercato di rivenderle come tali. Che bisogno c'è di denunciare una persona corretta e di metterla nei casini? A quale pro se già ti sta restituendo il denaro? Perchè bisogna sempre vivere in clima di sospetto e non credere mai alla buona fede delle persone?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

Non penso si debba arrivare ad una denuncia. Il venditore è stato più che corretto, facendosi avanti lui dichiarando di rimborsare l'acquisto delle monete false. Io posterei le immagini delle monete qui sul forum, in modo da essere di riferimento per tutti noi, poi non so quali sono gli accordi con il venditore, le distruggerei per evitare problemi futuri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eurocollection

:blink: Forse quella moneta è ben quotata oggi e sta cercando di fregarti :huh:

Allora sarebbe un vero ladro :ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eurocollection

Ho dimenticato di dirtelo: fatti dare maggiori informazioni e alcune prove della perizia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

atkon

Via llego le foto delle monete. Non ho bisogno della perizia, né penso che valgano di piú di quello che ho pagato io visto che la casa d´aste Rauch mi ha confermato che le monete sono state "fuse" e non "coniate" su argento. Quindi false

http://img201.imageshack.us/my.php?image=pioiv1.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa
Tanto per tenervi aggiornati. Oggi ho portato i due testoni di Ancona alla casa d´aste numismatiche Rauch di Vienna. Ebbene sono veramente false! Adesso attendo il bonifico da parte del venditore.
:blink: Forse quella moneta è ben quotata oggi e sta cercando di fregarti :huh:

Allora sarebbe un vero ladro :ph34r:

Non penso voglia fregarlo, anzi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil
la casa d´aste Rauch mi ha confermato che le monete sono state "fuse" e non "coniate" su argento. Quindi false

Grazie per le immagini, in esse si può osservare che le monete siano del tutto identiche nei particolari, e sarebbe poco male se si considerassero figlie di una stessa coppia di coni, ma osservando i dettagli del bordo appaiono identici anche i tondelli nelle loro imperfezioni e questo in due monete dell'epoca è assai improbabile e fa propendere per dei falsi.

E' plausibile che siano stati realizzati per fusione, data la porosità e le "bolle" che appaiono in foto.

Per curiosità, trattandosi di monete coniate a martello (le originali), normalmente hanno gli assi casualmente disposti tra diritto e rovescio, in caso di una coppia di falsi, presumibilmente proveniente da uno stesso stampo, entrambe le monete dovrebbero avere gli assi egualmente orientati, puoi confermare ??

Quali sono peso e diametro di questi due falsi ??

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

atkon

Gli assi sono in entrambe le monete ugualmente orientati e non casualmente. Il loro perso ´e 6,2 gr e 6,6gr

Secondo voi era possibile riconoscerle per false da queste foto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil
Gli assi sono in entrambe le monete ugualmente orientati e non casualmente. Il loro perso ´e 6,2 gr e 6,6gr

Secondo voi era possibile riconoscerle per false da queste foto?

Se avessi visto le sole foto in asta, magari anche di una sola delle due, capire che si tratti di un falso credo sia possibile ma non così immediato, non sono dopotutto monete di cui sono note falsificazioni.

Con "il senno di poi" e con le immagini di entrambe le monete si notano invece tanti particolari identici, che non sono "normali" per le monete originali.

Il dato sul peso è invece inequivocabile (non so se il venditore lo avesse fornito nell'asta), non è possibile che un tondello all'apparenza integro (non tosato) sia di oltre 3 grammi calante rispetto allo standard.

Che la riproduzione, probabilmente ottenuta dal calco di una moneta originale, possa essere di peso inferiore a parità di lega è plausibile, ma 3 grammi sono tanti, siamo certi che si tratti di argento ??

Allego la foto dell'esemplare che ho in collezione, pesa 9,35 grammi.

testonepioivancona.jpg

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

assianir
Mi è sembrato un venditore molto corretto. Se era per te le monete stavano ancora per molti anni nella tua collezione considerate come autentiche e magari tra 20 anni avresti cercato di rivenderle come tali. Che bisogno c'è di denunciare una persona corretta e di metterla nei casini? A quale pro se già ti sta restituendo il denaro? Perchè bisogna sempre vivere in clima di sospetto e non credere mai alla buona fede delle persone?

Scusa ma quel che ho proposto era soltanto per fare chiarezza; bisogna considerare che a lui sono state vendute per vere ed invece sono false quindi:

C'è stato un reato

e se vogliamo che queste cose non accadano più a mio parere bisogna combatterle.

E' pur vero che è stato il venditore a segnalarlo e questo depone a suo favore ma l'intervento di una autorità chiarirebbe meglio la situazione e se lui a sua volta è stato truffato, così come afferma, te non sei in grado di appurare la verità ma la polizia si.

Restituirgli le monete e farsi rendere semplicemente i soldi non mi sembra una soluzione ottimale.

E' vero che non bisogna sempre vivere in un clima di sospetto ma qui si parla di monete vendute per vere e che invece sono FALSE se non bisogna parlare di sospetto qui quando???

Che la persona sia corretta è da dimostrare.

Nei casini c'è già se sta cercando di recuperare le monete, un intervento dell'autorità servirà per confermare il suo operato in correttezza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×