Jump to content
IGNORED

Gazzetta per Dalmazia e Albania


Recommended Posts

Vorrei parlare di una moneta che mi piace molto, pur essendo comune e raramente reperibile in buono stato: la gazzetta coniata da Venezia per i suoi dominii in Dalmazia ed Albania.

Si tratta di una moneta in rame di discreto modulo, la cui prima emissione fu fatta in virtú del decreto del 14 giugno 1684; seguirono i decreti del 10 febbraio 1691, del 20 febbraio 1710 e del 6 febbraio 1796.

La gazzetta (cioè due soldi) per i dominii coloniali fu coniata in rame, al contrario di quella per Venezia e la Terraferma che era in mistura d'argento: ne consegue che lo Stato veneziano ricavava un guadagno maggiore alla sua emissione, e per evitare problemi di circolazione della moneta argentea, la circolazione di quella coloniale era circoscritta ai territori cui era destinata.

Le gazzette in rame furono coniate per Candia (Cipro), Armata e Morea (quel che rimaneva dei possedimenti nel Peloponneso ed isole circostanti), Isole e Armata (le isole greche ad ovest del Peloponneso) ed infine per Dalmazia ed Albania (anche se ben pochi erano i territori dell'attuale Albania realmente in mano veneziana).

Il tipo era molto simile per le quattro emissioni, la più rara delle quali è quella per Candia (ed il cui tipo si differenzia dalle altre tre per alcuni dettagli del dritto): al dritto il leone marciano in soldo (cioè accovacciato e visto di fronte), sul verso il nome dei territori di circolazione.

Ho recentemente consacrato del tempo a compilare la pagina del catalogo online dedicata alla gazzetta per Dalmazia ed Albania: http://numismatica-italiana.lamoneta.it/mo....php/W-ANONLD/5

La prima cosa che salta all'occhio è il vasto numero di varianti di conio, che permettono di distinguere le emissioni di ciascuno dei quattro decreti, ma che sono senz'altro molte e molto simili l'una all'altra. Le differenze sono sostanzialmente di legenda, con alcune varianti di stile.

Le fonti del lavoro di compilazione sono state il Papadopoli ed il Gardiakos, ma studiando le immagini delle monete passate in asta e raccolte da coinarchives, nonché quelle di eBay, sono riuscito ad identificare almeno 4 varianti precedentemente inedite.

Link to comment
Share on other sites


Una di queste quattro monete inedite proviene dalla mia collezione: è classificata nel catalogo online come Cod. W-ANONLD/5-3:6767, decreto 20 febbraio 1701

D/: * S • MARC • VEN * ; esergo * II *

R/: ¤ / DALM • / E • T / ALB • / ¤

Rif.: precedentemente inedita

Posto volentieri un'immagine di questa moneta che, a parte il suo non essere mai stata descritta dal Papadopoli o dal Gardiakos, non ha nulla di particolare per conservazione (nè per prezzo d'acquisto).

post-1118-1234220163_thumb.jpg

post-1118-1234220174_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Una collezione di queste monete è relativamente facile da fare, stimolante per il numero di varianti esistenti e la possibilità di scoprire varianti inedite, e non richiede un impegno economico di particolare rilievo.

Sono sicuro che molti membri del forum ce n'abbiano un esemplare o due in collezione, e di qui la mia richiesta / proposta: postate immagini e legende, vediamo se salta fuori qualche altro inedito da pubblicare nel catalogo. Il premio è la possibilità di legare il proprio nome all'immagine da corredare al catalogo! :P

Più seriamente una ricerca collaborativa potrebbe dare risultati interessanti: perché non provarci?

Link to comment
Share on other sites


volentieri posto la mia

buon divertimento

Grazie! Se mi confermi la legenda direi che si tratti di:

DECRETO DEL 20 FEBBRAIO 1710

Cod. W-ANONLD/5-3:6709 :

D/: SAN * MARC * VEN * ; esergo ¤ II ¤

R/: ¤ / DALMA • / E • T / ALBAN • / ¤

Rif.: Pap. 20, Gard. 51

Secondo le mie personali stime si tratta della variante di conio più comune. Detto questo, manca l'immagine nel catalogo, mi autorizzeresti ad inserire la tua moneta?

Link to comment
Share on other sites


Grazie Forza Italia, potrebbe essere questa:

DECRETO DEL 20 FEBBRAIO 1710

Cod. W-ANONLD/5-3:6724 :

D/: * S • MARC • VEN * ; esergo * II *

R/: ¤ / DALMAT • / E T / ALBANIA / ¤

Rif.: Pap. 35, Gard. 66

per confermarlo però dovresti confermarmi se la punteggiatura al rovescio è la stessa, specie se c'è il punto dopo "DALMAT": se non ci fosse sarebbe una variante inedita.

In ogni caso mancherebbe la foto nel catalogo: mi concedi di inserire la tua?

Link to comment
Share on other sites


Ciao Rob, allego anche la foto di una moneta che ho recentemente fotografata appartenente ad un mio amico collezionista,se vuoi inserirla nel catalogo nn ci sono problemi.

Ciao

Andrea

post-689-1234354078_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Ciao Rob, allego anche la foto di una moneta che ho recentemente fotografata appartenente ad un mio amico collezionista,se vuoi inserirla nel catalogo nn ci sono problemi.

Ciao

Andrea

Grazie, direi nuovamente:

DECRETO DEL 20 FEBBRAIO 1710

Cod. W-ANONLD/5-3:6709 :

D/: SAN * MARC * VEN * ; esergo ¤ II ¤

R/: ¤ / DALMA • / E • T / ALBAN • / ¤

Rif.: Pap. 20, Gard. 51

Andrà in catalogo stasera.

Link to comment
Share on other sites


Grazie Forza Italia, potrebbe essere questa:

DECRETO DEL 20 FEBBRAIO 1710

Cod. W-ANONLD/5-3:6724 :

D/: * S • MARC • VEN * ; esergo * II *

R/: ¤ / DALMAT • / E T / ALBANIA / ¤

Rif.: Pap. 35, Gard. 66

per confermarlo però dovresti confermarmi se la punteggiatura al rovescio è la stessa, specie se c'è il punto dopo "DALMAT": se non ci fosse sarebbe una variante inedita.

In ogni caso mancherebbe la foto nel catalogo: mi concedi di inserire la tua?

Ovviamente puoi inserire le foto :) ;)

Io il puntino non lo vedo, ma potrebbe anche essere colpa della conservazione!? :unsure:

Link to comment
Share on other sites


Grazie Forza Italia, potrebbe essere questa:

DECRETO DEL 20 FEBBRAIO 1710

Cod. W-ANONLD/5-3:6724 :

D/: * S • MARC • VEN * ; esergo * II *

R/: ¤ / DALMAT • / E T / ALBANIA / ¤

Rif.: Pap. 35, Gard. 66

per confermarlo però dovresti confermarmi se la punteggiatura al rovescio è la stessa, specie se c'è il punto dopo "DALMAT": se non ci fosse sarebbe una variante inedita.

In ogni caso mancherebbe la foto nel catalogo: mi concedi di inserire la tua?

Ovviamente puoi inserire le foto :) ;)

Io il puntino non lo vedo, ma potrebbe anche essere colpa della conservazione!? :unsure:

E' possibilissima la variante inedita, ma tieni conto che spesso il punto c'è ma è poco visibile a causa della debolezza del conio e dello stato di usura. Solitamente se c'è comunque un'ombra o un leggero rilievo si vedono a luce radente: se mi confermi che invece proprio non c'è nulla io inserisco la variante nel catalogo. :)

Link to comment
Share on other sites


Ciao Rob, allego anche la foto di una moneta che ho recentemente fotografata appartenente ad un mio amico collezionista,se vuoi inserirla nel catalogo nn ci sono problemi.

Ciao

Andrea

Grazie, direi nuovamente:

DECRETO DEL 20 FEBBRAIO 1710

Cod. W-ANONLD/5-3:6709 :

D/: SAN * MARC * VEN * ; esergo ¤ II ¤

R/: ¤ / DALMA • / E • T / ALBAN • / ¤

Rif.: Pap. 20, Gard. 51

Andrà in catalogo stasera.

Grazie ancora, la moneta è ora in catalogo.

Non c'è proprio nessun altro che abbia una gazzetta per Dalmazia e Albania in collezione? Ma allora dev'essere molto più rara di quello che credevo! :P

Link to comment
Share on other sites


  • 3 weeks later...
E' possibilissima la variante inedita, ma tieni conto che spesso il punto c'è ma è poco visibile a causa della debolezza del conio e dello stato di usura. Solitamente se c'è comunque un'ombra o un leggero rilievo si vedono a luce radente: se mi confermi che invece proprio non c'è nulla io inserisco la variante nel catalogo. :)

Ciao rob,

scusami tanto se ti rispondo solo ora, ma non ho più trovato questa discussione :(

Comunque ti confermo che non c'è nemmeno una traccia di un punto. :unsure:

Link to comment
Share on other sites


E' possibilissima la variante inedita, ma tieni conto che spesso il punto c'è ma è poco visibile a causa della debolezza del conio e dello stato di usura. Solitamente se c'è comunque un'ombra o un leggero rilievo si vedono a luce radente: se mi confermi che invece proprio non c'è nulla io inserisco la variante nel catalogo. :)

Ciao rob,

scusami tanto se ti rispondo solo ora, ma non ho più trovato questa discussione :(

Comunque ti confermo che non c'è nemmeno una traccia di un punto. :unsure:

La tua moneta è ora in catalogo, nuovo riferimento: W-ANONLD/5-3:6775

Complimenti, hai in mano una variante inedita! Questo sta a dimostrare come anche tipi comuni possano essere oggetto di una collezione interessante e ricca di soddisfazioni. :)

Link to comment
Share on other sites


La tua moneta è ora in catalogo, nuovo riferimento: W-ANONLD/5-3:6775

Complimenti, hai in mano una variante inedita! Questo sta a dimostrare come anche tipi comuni possano essere oggetto di una collezione interessante e ricca di soddisfazioni. :)

Grazie per il tuo lavoro per i cataloghi del forum!

Chiedo ancora una volta scusa per il ritardo.

Hai perfettamente ragione, e poi i tipi comuni costano anche di meno, cioè diventerà una bella collezione a prezzo basso :)

Link to comment
Share on other sites


  • 4 years later...

Buonasera a tutti,

riprendo questa vecchia discussione per inserire l'ultima arrivata e

per chiedere aiuto nel definire il decreto di emissione.

D/: SAN * MARC * VEN * ; esergo * II *

R/: * / DALM · / E · T / ALBAN · / *

Guardando il catalogo http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-ANONLD/5

non mi sembra di averla trovata.

post-8548-0-69111700-1378480352_thumb.jp

post-8548-0-01346300-1378480365_thumb.jp

Grazie, Massimo

Edited by cipa
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Buon pomeriggio

se è per quello, con una legenda simile alla tua, non c'è nemmeno nel Montenegro. Una delle tante varianti?

Sarebbe bene però che tu comunicassi peso e diametro, perchè le varie emissioni dipendenti dai relativi decreti, hanno delle differenze e questo può aiutare.

saluti

luciano

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Il diametro è di 26 mm, ma posso pesarla solo al rientro dal lavoro

Grazie, Massimo

E' già una discriminante

Il Montenegro censisce le varie tipologie nel seguente modo:

Decreto 20/02/1710 diam. 25-27 peso gr. 3,96-4,50

Decreto 16/02/1796 diam. 30,5-31,5 peso gr. 6,62-7,03

la tua ha poi una legenda che lo Stesso non censisce :pardon: Ad ogni buon conto, a parere strettamente personale, ascriverei la tua al primo decreto.

saluti

luciano

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.