Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
AlfaOmega

crispus

questo follis D/crispus nob caes R/caes......vot/dot/X secondo le tavole di helvetica esargo aqs porterebbe alla n. 108 ma per me il busto è diverso, mi sembra solo laureato e drappeggiato, visto di tre quarti? Chiederei cortesemente pareri grazie Roberto

post-4498-1251306208_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

retro

post-4498-1251306254_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Onestamente io lo vedo LC cioè Laureato e corazzato. A questo punto il problema è il dot centrale , credo che i due minuscoli punti ai lati di AQS siamo le terminazioni dei nastrini della corona d'alloro.

(di solito quando è drappeggiato dovrebbe vedersi a sinistra il fermaglio di chiusura del mantello)

A questo punto se non ci fosse il dot centrale potrebbe essere solo RIC VII Aquileia 109.

Io credo che si debba tener conto del dot centrale ma c'è chi sostiene che spesso è un punto di centratura della moneta.

Tenendo conto del dot centrale potrebbe essere un not in RIC (da verificare sul RIC cartaceo)

Se invece si può non tenerne conto, la moneta dovrebbe essere:RIC VII Aquileia 109

Al proposito mi piacerebbe avere un parere dall'utente Nikko.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Teodato sul not in ric non saprei, la curatrice di Helvetica, studiosa di queto periodo mette come discrimine il dot centrale, questo porterebbe la moneta ad essere solo la 108, in quanto la 109 non ha il dot; tutto questo salvo i tipi di busto. nel ric invece non si fa riferimento al dot centrale. Nelle provinciali al contrario stanno ancora discutendo se i buchini ( dampers?) servono per la centratura o no. A mio avviso se non tutte le monete di quel tipo lo usano deve essere sicurmente un segno di discrimine, ma lascio agli esperti continuare la diatriba.

sicuramente nessun dot in esargo.

Rimaniamo nel dubbio 108 o 109 ????

Grazie Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il 108 non può essere perchè il busto è drappeggiato.Quindi è la 109 sicuramente. Nel libro ''La monetazione di Aquileia romana'' sono illustrati tutti gli esemplari e i due tipi in discussione sono il n° 308 e 309. Entrambi presentano il punto sul rovescio. Il punto è presente in tutte le emissiono con i voti dell'epoca di Costantino tranne che per l'esemplare 261 corrispondente al RIC VII, 85.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Arka della conferma e precisazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?