Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
Horben Tumblebelly

Napoli Ferdinando II Carlino 1855

47 risposte in questa discussione

Su un noto sito commerciale è in vendita un Carlino di Ferdinando II millesimo 1855, zecca di Napoli.

Carlino 1855 Ferdinando II

La moneta è descritta come rarità 5... Immagino poichè il venditore intenda far riferimento al Carlino di Ferdinando II con stesso millesimo e già descritto altrove come avente "testa piccola", "capigliatura diversa dal solito" ed aggiungerei come nota personale Viso paffuto più del solito... Non saprei se poi ha altre motivazioni per considerare cotanta rarità... Magari, se così fosse, sarebbe molto interessante conoscere quali sono, dato che io non ne noto alcuna.

Ad ogni modo la moneta mi pare essere il tipo comune, cioè quella con lo stile del ritratto più reperibile (nello specifico Pagani 308).

A tal proposito posto il link ad un articolo comparso tempo fa in Panorama Numismatico n. 155 (Settembre 2001) a firma di Francesco di Rauso e liberamente fruibile on-line:

Un Carlino inedito del 1855

Se anche riuscissi a spiegarmi la rarità non credo che sia giustificato un prezzo così alto (10000 Euro), mi sembra che esso sia ampiamente fuori mercato!

Purtroppo spesso si genera confusione nell'interpretare il ritratto del re su questo tipo. Non voglio dubitare della buona fede del venditore, quindi lo avviserò affinchè legga questa discussione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salute

la moneta in questione è un R5 è molto rara ed in questi casi i prezzi di mercato non sono accostabili alla rarità estrema della moneta,pertanto il prezzo lo fa il possessore che la mette in vendita.

---E' da ricordare questo,che è fondamentale:una moneta vale quello che rende.

--Salutoni

-odjob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Non so se è propio l'R5 però una cosa è sicura,senza una perizia non credo che riesce a venderla. 10.000 euro sono tanti per darli ad una semplice foto e sul sito d'aste baia.

Io l'avrei fatta periziare!!!!! Se davvero è quella ci sono molte case d'aste, migliori del noto sito,per dare via certe monete.

Modificato da favaldar

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

:lol: :lol: A me pare che il venditore abbia molta fantasia. Eh si che dire....... anche a me piacerebbe credere che un Due Euro che ho in tasca sia un tesoro numsmatico mancante in tutte le opere consultate sulle bancarelle del mercatino delle pulci, oppure che la mia Fiat Duna valga più di una Lamborgjini data la rarità con la quale si vede per strada (nemmeno più lo scasso le accetta!! :blink: ). Tra poco vedremo che metterà gianduiotti spacciati per marenghi, con prezzi folli giustificati da scritte tipo MARENGHI RARISSIMI, DELLA PIù GRANDE RARITà........ PERCHè AL SAPOR DI NOCCIOLA.......UNICI!!!!!!!!!!!!!!! Vedendo l'articolo di Panorama Numismatico mi pare di aver compreso subito la differenza tra testa piccola e testa grande, è diversa anche la capigliatura. Comunque i miei complimenti al venditore, peccato che il film di Tomas Milian SQUADRA ANTITRUFFA sia già stato girato 30 anni fa. :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono un convinto sostenitore del libero mercato...

ma 10000 euro sono tanti, ed ho espresso un parere personale, non sto mica obbligando!

Cito quanto da me scritto:

Se anche riuscissi a spiegarmi la rarità non credo che sia giustificato un prezzo così alto (10000 Euro), mi sembra che esso sia ampiamente fuori mercato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la moneta in questione è un R5 è molto rara ed in questi casi i prezzi di mercato non sono accostabili alla rarità estrema della moneta,pertanto il prezzo lo fa il possessore che la mette in vendita.

Cos'è che la rende R5 ?

Quale sarebbe il particolare che la rende valutabile con un indice così estremo (immaginando che si intenda un fondo scala, cioè R5/R5)?

Se si crede che la moneta sia quella con testa piccola come nell'articolo del di Rauso, si è nel torto e non si rende conto della giusta rarità, ossia "comune", poichè è il tipo con testa grande, ossia appunto il tipo più comune.

La moneta rara, a testa piccola capigliatura diversa etc., è quella presente nell'asta Civitas Neapolis di Varesi lotto n. 933 p. 132.

Quella iin vendita nel web corrisponde al tipo di Fig. 2 dell'articolo del di Rauso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Comunque voglio segnalare che il venditore afferma di non accettare nessuna offerta da parte di compratori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Premesso che non seguo la monetazione napoletana salvo che quella di epoca napoleonica mi sembra necessario rilevare che nell'ultimo Gigante il Carlino "scapigliato" e "paffuto" del 1855 è riclassificato R3.

Evidentemente l'esemplare segnalato dal di Rauso non è comunque il solo. Come spesso avviene quando si scoprono nuove varianti con il tempo vengono fuori nuovi pezzi. L'errore di metodo è partire con un grado di rarità R5. Bisognerebbe essere più cauti, partire da un grado di rarità più basso e poi aumentarlo qualora alla prima "scoperta" non facciano seguito altri rinvenimenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao a tutti,il carlino in questione,secondo il mio modesto parere,non è del tipo testa piccola,probabilmente il venditore a preso un abbaglio,come spesso accade,comunque entro oggi il venditore posterà la perizia di un noto perito,per quanto riguarda il prezzo,cosa dire,si fà sempre in tempo a calare,comunque di tutto ciò se ne sta gia parlando sul forum del noto sito...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salute

ho dato per scontato,nella precedente risposta,che il Carlino messo in vendita su ebay ed oggetto di questa discussione,fosse realmente raro,come definito dal venditore,senza andare a consultare i cataloghi/prezziari e senza fare il raffronto con quello inedito di Francesco Di Rauso,ma,in realtà ,il Carlino napoletano del venditore in questione non è quello inedito ed è quello comune.

Ho consultato ,oltre al catalogo/prezziario Gigante ,anche il Montenegro 2008 e l'Alfa 2007 ed ho notato che solo il primo catalogo/prezziario che ho citato annovera il Carlino inedito segnalato dal Di Rauso.

--Nella risposta precedente ci tenevo ad esprimere il concetto sui prezzi delle monete in relazione alla estrema rarità.

---Salutoni

--odjob

-PS:mi sembra curioso il fatto che ,il venditore,prima pubblica su ebay la moneta dandole un prezzo a base d'asta(indice di vendita)(vorrei vedere se avesse avuto offerte ,come si sarebbe comportato :))e poi risponde ad un utente dicendogli che rifiuterà qualsiasi offerta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Premesso che non seguo la monetazione napoletana salvo che quella di epoca napoleonica mi sembra necessario rilevare che nell'ultimo Gigante il Carlino "scapigliato" e "paffuto" del 1855 è riclassificato R3.

Evidentemente l'esemplare segnalato dal di Rauso non è comunque il solo. Come spesso avviene quando si scoprono nuove varianti con il tempo vengono fuori nuovi pezzi. L'errore di metodo è partire con un grado di rarità R5. Bisognerebbe essere più cauti, partire da un grado di rarità più basso e poi aumentarlo qualora alla prima "scoperta" non facciano seguito altri rinvenimenti.

Sono d'accordo, non sarebbe la prima volta che monete R5 vedono apparire poi altri esemplari. In seconda analisi voglio vedere che ha il coraggio di spendere quella somma per una moneta vista solo online; terzo, esprimo una mia opinione, a quella somma comprerei un decadramma di Siracusa o un augustale piuttosto che una discutibile varietà di una moneta comune.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Evidentemente l'esemplare segnalato dal di Rauso non è comunque il solo

Sicuramente, io ne ho visti anche altri, ma sempre dopo l'articolo di Francesco di Rauso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il venditore mi ha comunicato con un messaggio che è stata inserita la foto con il sigillo NIP.

Ribadisco non è testa piccola.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho visto la perizia................Non so che dire............... ma non mi sembra il testa più piccola e capigliatura diversa! Mi sembra la normale testa e capigliatura che il Gig. riporta come 7° tipo con la solo differenza nella data ribbattuta.

Il tipo 8° che è stato rimdimensionato a R3 in conservazione MB-150 BB-400 e basta, dalle foto mi sembra diverso.

Se cosi fosse...... è da approfondire. Spero vivamente di sbagliarmi,altrimenti siamo arrivati propio alla FRUTTA,come si usa dire da queste parti!

Spero di cuore di sbagliarmi o che ci sia altro sotto. Su Ebay ho visto di tutto e di più!

Ripeto SPERO di essere IO a sbagliarmi per il bene della Numismatica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

conosco personalmente flavio de maria e mi sembra strano che abbia periziato questo normale carlino come variante testa piccola,sinceramente non sò cosa pensare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Prova a vedere se la perizia è veramente la sua. Non dico che NEL CASO non la riconoscesse sia stato il venditore,sempre nel caso. Potremmo ritrovarci difronte a delle perizie false. Non mi stupirei che iniziassero a vedersi in giro non solo monete false ma anche perizie contraffatte, all'insuputa dei Periti e degli acquirenti.

Non ci vuole molto a copiare cartellini e sigilli!

Il mercato Numismatico inizia a far gola a tante persone,troppe,per questo credo ci sia bisogno urgente di una regolarizzazione severa e urgente almeno da parte dei PERITI.

Non so.....magari tutelandosi con dei sigilli riconosciuti da loro e fatti in modo particolare con dei numeri di serie certificati.......Magari salirà il prezzo delle Perizie ma credo ormai ce ne sia urgente bisogno.

Almeno per certe monete particolari. Poi le normali perizie di conservazione senza grado di rarità o altre particolarita della singola moneta possono rimanere cosi.

Spero sempre nel mio o nostro abbaglio o sbaglio ma se cosi non fosse........sarebbe molto grave! No?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

...come mai caricando le foto sul solito sito: www.iouppo.com.... mi da errore quando le inserisco nl post e non me le visualizza?? ki mi aiuta?? è cambiato qualcosa??...volevo postare le foto della perizia fatta a questa moneta...e non ci riesco :angry: :angry:

....secondo me ki può contatti il perito...magari ci può spiegare perchè ritiene questa la variante "testa piccola" quando invece è evidente, almeno osservando e confrontando le foto ke non lo è!!

renato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Behh... per rispondere a Favaldar e Renato.... abbiamo oltrepassato la frutta ed il dessert, siamo al digestivo. :blink: :blink: :blink: ..... sperando che abbia effetto su questa perizia inaccettabile. Se io fossi al posto di questo signore che ha fatto la perizia farei di tutto per ritirarla. Si screditando alla grande. Possibile che si facciano perizie così facili? :o :o :o Ma chi ci guadagna così facendo? B) B) Il venditore non la venderà mai ed il mondo numismatico non di certo. Si crea solo confusione. :angry: :angry: :angry: Come si dice qui da noi in Campania ..... amma mis a pazziella m'man e creatur!!! (traduzione: faccende delicate nelle mani dei bambini ) ;) B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se io fossi al posto di questo signore che ha fatto la perizia farei di tutto per ritirarla. Si screditando alla grande. Possibile che si facciano perizie così facili?

Perché invece non ci si sofferma a riflettere invertendo per un momento i ruoli?

Se il venditore sa che la moneta non é quella...perché non la restiusce per ottenere un giusto rimborso?

Credete veramente che non la venderebbe a 10000 euro la moneta?

Io dico che la venderebbe tranquillamente anche "solo" a 1000 euro...sapendo quanto l'ha pagata.

Di infallibile non c'é nessuno e non mi sembra di ricordare che Roberto Baggio passò alla storia come un brocco per aver sbagliato un rigore in finale a USA 94.

Gli errori li fanno tutti.

La serietà sta nell'ammetterlo con franchezza e cercare di porre un rimedio.

Se tu caro Gioacchino sei abituato a giudicare la professionalità e la serietà di una persona da un singolo frangente della sua carriera...non sarai mai in grado di valutarla appieno.

Abbiamo avuto su questo stesso forum, sempre in riferimento alla monetazione napoletana, un altro esempio di clamoroso errore da parte di un perito...un perito che intervenne a difesa del proprio operato affermando che avrebbe fatto visionare le monete ad altri esperti.

Risultato?

Discussione nel dimenticatoio...

Ecco io credo che in questo caso, conoscendo il perito, non avrebbe problemi ad ammettere l'errore e confrontarsi serenamente.

Davide

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il problema più grave non è se il Perito ha sbagliato una perizia.

Problema solo suo e di chi gli ha commissionato il lavoro ma l'uragano sarebbe se risultasse Falsa propio la perizia!

Cioè una perizia fatta all'insupata del Perito e dell'acquirente della moneta,copiando cartellino e sigilli.

Questa serebbe la cosa più grave e preoccupante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

...nessuno ha provato a contattare il de maria?? perchè a mio avviso la cosa è abbastanza grave...sia che la perizia fosse falsificata, sia che il perito abbia grossolanamente sbagliato l'identificazione della moneta :unsure: :unsure:

renato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci ho parlato io...

Adesso servirebbe una foto per esprimere un commento...perché le cose non é che stanno proprio in questi termini :rolleyes:

Purtroppo l'inserzione é stata modificata e la moneta non é più in vendita.

Davide

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Ci ho parlato io...

Adesso servirebbe una foto per esprimere un commento...perché le cose non é che stanno proprio in questi termini :rolleyes:

Cerchiamo di essere un po' meno sibillini.

A questo punto sarebbe opportuno chiarire le cose nell'interesse di tutti... e della numismatica.

Modificato da Costi92

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cerchiamo di essere un po' meno sibillini.

A questo punto sarebbe opportuno chiarire le cose nell'interesse di tutti... e della numismatica.

concordo con ciò che dice costi,è poi noi commentiamo ciò che vediamo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'inserzione è sparita! Cliccando sul vecchio link esce una moneta diversa!!!!!!!!!!!!???????????????????????????'

Strano molto strano,normalmente rimane oppure ti da link rimosso!

Cioè il venditore ha lasciato l'inserzione e ha cambiato tutto: Titolo,moneta....... come se quella di prima non l'avesse mai postata!

Sempre più strano,no?

Ritorno nel mio piccolo e spero quanto prima!

Mi capisco da solo ma meglio cosi!

;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?