Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
oento

Genova 8 Lire 1796

Risposte migliori

oento

Salve a tutti!

Vorrei chiedervi gentilmente un vostro parere sulla conservazione della moneta:

Genova 8 Lire 1796

D/ stemma rettangolare

R/San Giovanni Predicante

post-8145-1261670892,19_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

BB? ma sei sicuro ?

io segni di usura non ne vedo , secondo me e un SPL+ o qFDC

le foto pero non sono il massimo , le farei con sfondo bianco e piu luce

attendiamo altri pareri

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Anche per me è un BB+ forse un qSPL ma si vedono bene i segni d'usura. Se trovo quella periziata Tevere in BB/SPL la posto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1000Coins

Non è un tipo di monetazione che conosco abbastanza per esprimere un giudizio sul grado di conservazione

La moneta mi pare comunque bella e gradevole ;)

Un salutone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

ragazzi ma dove li vedete i segni di usura ?

guardate la faccia del santo da un lato e il volto dei grifoni e del mostro dall altra , se era BB i dettagli non si vedevano piu !

secondo me sono le foto che la rendono piu brutta

io cmq l ho riguardata e segni di usura non ne vedo , per me e uno SPL qFDC , questa moneta non ha circolato , monete in BB sono ben piu logorate di questa e mi aspetterei di vedere i rilievi piu alti consumati , guardate la discussione sullo scudo di genova del 1705 , quello e un BB perche ha la faccia della madonna che non si vede piu , qui si vede tutto

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oento

ragazzi ma dove li vedete i segni di usura ?

guardate la faccia del santo da un lato e il volto dei grifoni e del mostro dall altra , se era BB i dettagli non si vedevano piu !

secondo me sono le foto che la rendono piu brutta

io cmq l ho riguardata e segni di usura non ne vedo , per me e uno SPL qFDC , questa moneta non ha circolato , monete in BB sono ben piu logorate di questa e mi aspetterei di vedere i rilievi piu alti consumati , guardate la discussione sullo scudo di genova del 1705 , quello e un BB perche ha la faccia della madonna che non si vede piu , qui si vede tutto

ciao

Concordo con Rick2 (non perchè voglio elogiare la moneta in mio possesso) anche secondo me a ben pochi segni di usura (un po di più sulle spalle dei griffoni),

una notevole patina ne aumenta il fascino, probabilmente la foto e lo sfondo nero non le rendono giustizia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

guarda visto che e natale

quando scrivete la letterina a babbo natale

fatevi portare degli occhiali !

e tu Oento fatti portare uno sfondo bianco e un supporto per la macchina fotografica

:lol:

ciao !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oento

guarda visto che e natale

quando scrivete la letterina a babbo natale

fatevi portare degli occhiali !

e tu Oento fatti portare uno sfondo bianco e un supporto per la macchina fotografica

:lol:

ciao !

Chiederò anche una macchina fotografica con più risoluzione!

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

non ti serve piu risoluzione , ti serve un supporto

io ho una 12 megapixel e faccio foto sfuocate perche non riesco a tenere ferma la macchina abbastanza a lungo .

ho mezzo risolto il problema mettendo la moneta in verticale davanti alla macchina sopra il tavolo

prova anche te

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oento

Già! Bella pensata!

Proverò senz'altro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giov60

Concordo che si tratta di una bella moneta e che, probabilmente, la foto non rende giustizia. Sarei per uno SPL+ o qFDC anche perchè il metro con cui va considerata non è quello delle monete contemporanee. Ovviamente per una classificazione in più o in meno va presa in mano ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oento

Secondo me questa fotografia da un idea migliore dello stato di conservazione

post-8145-1261923648,96_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

vedo che hai imparato il trucco :)

cmq si vede meglio , SPL+ qFDC , usura minore solo sulle spalle dei grifoni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

ora si può azzardare una valutazione più fedele! Per il modulo, direi una splendida patina, ed una conservazione molto alta, lo si evince dal dritto i dettagli non smentiscono affatto l'alto stato di conservazione, ribadisco per il tipo di monetazione siamo molto vicini al FDC! Questo dal mio punto di vista,,,, Monetazione straordinaria ricca di fascino un conio molto espressivo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giov60

Continuando il gioco ...

I fondi non sono toccati, e non vi sono segni di usura. Solo l'impressione mostra debolezze, soprattutto a carico della figura di S. Giovanni (capo e basso addome-coscie, in particolare) ma anche al verso (punti sporgenti dei grifoni). Per tale motivo stimerei la moneta come SPL/FDC (giudizio d'insieme). Unc (non circolata) o MS61 secondo i canoni statunitensi.

Auguri a tutti.

Modificato da Giov60

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Piacentine

Per me siamo sullo SPL+

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oento

Salve a tutti!

Nessuno ha fatto caso a un piccolo particolare (probabilmente di nessuna o di poca inportanza) nelle 8 Lire del 1796,

la dicitura lire otto è separata da un punto circolare cioè "L.8" (anche nei cinque o sei esemplari che ho visionato io)

mentre in questa moneta invece del punto c'è una rosetta o fiore che separa la dicitura "L 8".

Chiedevo se qualcuno di voi ha qualche notizia da darmi in merito a questa variante (se di variante si tratta).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dizzeta

Il Lunardi segnala che tra le varianti di questa moneta fra "L" e "8" ci possono essere: un punto (piccolo o grosso), un punto in cerchio o rosetta. Nell'ultima asta Ghiglione una moneta con il punto in cerchio (del 1794), che era in un lotto con un'altra da 4 lire, è stata venduta al minimo (210 euro - qBB) e all'asta Ghiglione 38 del 16/11/2006, lotto 139, ce n'era un'altra uguale alla tua (8 lire 1796 con rosetta e punto fra L e 8) andata invenduta (si poteva prendere a 175 euro ed era un BB+).

Circa i segni di zecca non ne risultano fra gli anni 1758 e 1797, mentre nel 1997 ritorna lo zecchiere HV (Hieronimus Vassallo) o HVF (Hieronimus Vassallo Fece). ....... ora mi interrompo prechè sono pressato ...... riprenderò nel primo pomeriggio perchè vorrei aggiungere altre considerazioni circa l'anno 1796 ...... a fra poco........ saluti

Modificato da dizzeta
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dizzeta

........ riprendo... L'anno 1796 è stato l'anno con la maggiore emissione di scudi d'argento e, oltre a questi esemplari, si devono aggiungere altri coniati dal 1814 al 1824 sempre con la data 1796 (questi ultimi riconoscibili dalla stella dopo la data). Questa seconda emissione deriva, probabilmente, da un segreto progetto delle autorità genovesi per rilanciare sul mercato monetario i vecchi multipli (appunto quelli del 1796) a dimostrazione di un ritorno alle gloriose forme di indipendenza (che tale rimase per soli 8 mesi: dalla caduta di Napoleone, 19 aprile 1814, al 31 dicembre 1814). Successivamente Vittorio Emanuele I (con l'annessione della Repubblica Ligure al Regno di Sardegna) accettò la situazione monetaria di fatto ufficialmente per migliorare le operazioni di mercato ma soprattutto per consentire al Banco di San Giorgio (risorto soltanto dal 2 dicembre 1814) di poter procedere alla liquidazione dei debiti e dei crediti ed alla conversione dei famosi "luoghi delle compere" in cartelle del debito pubblico Sardo.

Questo, in estrema sintesi, ciò che riguarda lo scudo d'argento datato 1796.

Saluti

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oento

Salve

Vi ringrazio per i vostri giudizi e competenti risposte

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×