Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
wuby2007

VARIANTI, queste varianti..che passione (o che incubo)!

Risposte migliori

wuby2007

Nella mia costante ricerca delle varianti della monetazione pontifica del XIX secolo, oggi mi sono imbattuto in un interessante articolo pubblicato su CN di Febbraio circa un esemplare di 2 Lire 1866 XXI con Busto Grande.

Innanzitutto sottolineo che, stranamente, alla dimensione del busto delle 2 Lire non viene dato il rilievo riservato alla moneta da 1 Lire del medesimo perido (prova ne è che nessuno dei cataloghi in mio possesso, annuali e non, evidenzia minimamente le differenze di dimensione busto tra i vari anni di conio e/o di pontificato).

Tramite un amico mi sono fatto dare le indicazioni contenute nell' Alfa (che non possiedo) ove risulterebbe che per le 2 Lire esistono solo le seguenti varianti:

  • Busto piccolo per 1866 XX e XXI
  • Busto grande da 1867 XXI e seguenti

Nel caso della moneta pubblicata su CN non si tratterebbe soltanto di un'insolita variante Busto Grande per 1866/XXI, ma ci sono molte altre differenze talmente palesi che fatico a capire l'assoluta mancanza di menzione nei cataloghi: Forma e dimensione della rosetta e del fregio sotto il busto, dimensione e posizione della legenda etc. etc.

Qualcuno di voi ha maggiori informazioni in merito?

Appena posso posto una scansione della foto moneta in questione!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

In effetti la mancanza di informazioni in merito è frutto probabilmente (i prossimi anni mi smentiranno alla grande :P) di una certa rarità della variante in questione, con tutta probabilità il conio A.XXI con busto grande era stato approntato già nel 1866 ma utilizzato solo per un brevissimo periodo prima della fine di quell'anno.

Non ho ancora avuto modo di leggere CN di febbraio per l'articolo su questa moneta, ma a vedere la foto mi sembra il busto (ed il fregio) in uso per gli anni successivi, per cui presumo anche per l'anno 1867 XXI citato dall'Alfa.

In questo caso la variante sarebbe unicamente nell'accoppiamento al rovescio con data 1866.

Difficile risalire ad un'eventuale tiratura, dato che solitamente i documenti di zecca non trattano delle specifiche incisioni ma al massimo di millesimo e anno di pontificato, invarianti dalla tipologia a busto "piccolo" <_<

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

wuby2007

Non ho ancora avuto modo di leggere CN di febbraio per l'articolo su questa moneta, ma a vedere la foto mi sembra il busto (ed il fregio) in uso per gli anni successivi, per cui presumo anche per l'anno 1867 XXI citato dall'Alfa.

In questo caso la variante sarebbe unicamente nell'accoppiamento al rovescio con data 1866.

Esattamente! il D/ rispecchia quello 1867/XXI, ma al R/ è 1866 (e il R/ è identico ad un normale R/ 1866/XXI).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×