Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
vince960

Il club degli r5

Risposte migliori

vince960

Per quello che può valere, forse anch'io ho trovato una RIC/r5... Dalla mia passata esperienza di pulitore mi sono rimaste più di 600 monetine tardo-imperiali, ci sta che una volta ogni tanto esca fuori quella cosiddetta rara (oppure mi sono sbagliato ed è c2345 :), ci sta anche questo). Comunque eccola - in mano vista da lontano è anche piacevole:

post-3952-1267208656,52_thumb.jpg

Dovrebbe essere

RIC VII Trier 586 Constantine II CONSTANTI-NVS IVN N C / GLOR-IA EXERC-ITVS TRS Trier *r5*

Confermate?

Modificato da vince960

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cometronio

buongiorno a tutti! Ecco una mia tardoimperiale di Costantino I classificata come r5

post-14811-1267217422,86_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960

buongiorno a tutti! Ecco una mia tardoimperiale di Costantino I classificata come r5

Complimenti, sembra anche in discrete condizioni....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

turifra

ciao vince,secondo me tutte queste piccole tardo imperiali catalogate come r5 in realta nn lo sono,infatti nelle collezione principali nel tempo nn sono state molto studiate per il loro basso valore e poi ora con i ritrovamenti degli ultimi decenni ne saranno uscite altre,forse con la digitalizzazione di massa e la rete si arriverà ad una catalogazione più precisa

poi spesso leggendo trovo r5 di monete per zecca ed officina ma i tipi hanno milioni di pezzi coniati all'epoca,quindi sono delgi r5 relativi,mi spiego altro è un oro un argento un sesterzio r5 altro un piccolo bronzo diffuso poi nella sua tipologia in tanti esemplari

saluti francesco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960

ciao vince,secondo me tutte queste piccole tardo imperiali catalogate come r5 in realta nn lo sono,infatti nelle collezione principali nel tempo nn sono state molto studiate per il loro basso valore e poi ora con i ritrovamenti degli ultimi decenni ne saranno uscite altre,forse con la digitalizzazione di massa e la rete si arriverà ad una catalogazione più precisa

poi spesso leggendo trovo r5 di monete per zecca ed officina ma i tipi hanno milioni di pezzi coniati all'epoca,quindi sono delgi r5 relativi,mi spiego altro è un oro un argento un sesterzio r5 altro un piccolo bronzo diffuso poi nella sua tipologia in tanti esemplari

saluti francesco

No ma infatti forse hai notato in questi ultimi giorni ci sono stati un po' di fraintendimenti sull'argomento e così visto che mi è capitata sotto questa monetina ho condiviso la cosa. Ma era solo per ridere, poi è vero che anche per queste monetine ce ne sono effettivamente di poco comuni (pure adesso) ma certo non si può usare il RIC per stabilirlo. Anche se, al contrario, una moneta definita comune dal RIC penso sia difficile che improvvisamente diventi rara, almeno per questa tipologia naturalmente. Sta di fatto che se non mi invento qualcosa, poi alla fine diventa anche un po' noioso stare lì a classificare i Costantini, Costanti e Costanzi.... certo sarà stato anche 'Grande' ma che fantasia per dare i nomi ai figlioli, 'sto Costantino... ;)

Modificato da vince960

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

turifra

ciao vince,secondo me tutte queste piccole tardo imperiali catalogate come r5 in realta nn lo sono,infatti nelle collezione principali nel tempo nn sono state molto studiate per il loro basso valore e poi ora con i ritrovamenti degli ultimi decenni ne saranno uscite altre,forse con la digitalizzazione di massa e la rete si arriverà ad una catalogazione più precisa

poi spesso leggendo trovo r5 di monete per zecca ed officina ma i tipi hanno milioni di pezzi coniati all'epoca,quindi sono delgi r5 relativi,mi spiego altro è un oro un argento un sesterzio r5 altro un piccolo bronzo diffuso poi nella sua tipologia in tanti esemplari

saluti francesco

No ma infatti forse hai notato in questi ultimi giorni ci sono stati un po' di fraintendimenti sull'argomento e così visto che mi è capitata sotto questa monetina ho condiviso la cosa. Ma era solo per ridere, poi è vero che anche per queste monetine ce ne sono effettivamente di poco comuni (pure adesso) ma certo non si può usare il RIC per stabilirlo. Anche se, al contrario, una moneta definita comune dal RIC penso sia difficile che improvvisamente diventi rara, almeno per questa tipologia naturalmente. Sta di fatto che se non mi invento qualcosa, poi alla fine diventa anche un po' noioso stare lì a classificare i Costantini, Costanti e Costanzi.... certo sarà stato anche 'Grande' ma che fantasia per dare i nomi ai figlioli, 'sto Costantino... ;)

secondo me lo ha fatto per nn perderseli per strada :lol: :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legioprimigenia

:) con la tipologia di scelta dei nomi si può dire che Costantino è stato davvero "costante"!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Sono d'accordo con le molte perplessità sulle "rarità" del RIC, che risalgono ovviamente all'ultima edizione di ciascun volume (per cui ci sono anche molte discrepanze), ma che alternative abbiamo? Esistono valutazioni sistematiche di rarità più recenti? Chi ne sa qualcosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960

DE GREGE EPICURI

Sono d'accordo con le molte perplessità sulle "rarità" del RIC, che risalgono ovviamente all'ultima edizione di ciascun volume (per cui ci sono anche molte discrepanze), ma che alternative abbiamo? Esistono valutazioni sistematiche di rarità più recenti? Chi ne sa qualcosa?

Che io sappia lavori sistematici che coprano tutta la monetazione imperiale, come il RIC, non ce ne sono. Per le tardo-imperiali penso sia ancora più difficile... Non è comunque una cosa sbagliata, secondo me, che per la valutazione si separi il valore storico e lo stato di conservazione da un ipotetico indice di rarità. Effettivamente che una moneta sia rarissima perché ha un puntino dopo la sigla di zecca in esergo, può interessare il giusto, poi il collezionista di quella tipologia magari si svena per averla ma è cosa diversa dalle monete che partono già con una iconografia molto definita e che per qualche ragione - opportunità politica, cambio di simbologia, morte dell'imperatore :) - sono state coniate già in partenza in un numero limitato di esemplari. Non avendo questa informazione, temo si debba ragionare di volta in volta sulla base dell'esperienza. Se l'ipotetica moneta RIC r5 l'hai vista passare 2500 volte su eBay, tanto r5 evidentemente non sarà :) Anche se questo ragionamento potrebbe portare a dire, RIC style, che le monete comunissime che neanche si vendono per quanto sono comuni, su eBay non passano e quindi dovrebbero essere rarissime... Insomma, con un po' di buon senso, e consultando la comunità, io credo che quello che è veramente raro alla fine si capisce...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×