Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
gpittini

L. Julius Bursio

Risposte migliori

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

I sistemi bilaterali di controllo sono quelli in cui è apposta una marcatura di conio, sempre diversa, sia al D. che al R. Questo denario di J.Bursio ne è un esempio (g. 4,1 ; classificato Cr. 352/1c del 85 a.C.) Al D. testa maschile con gli attributi di Apollo (corona di lauro), di Mercurio (ali al capo) e di Nettuno (tridente); sotto ad essa c'è una control-mark, che qui mi pare una foglia, ma non ne sono affatto certo.

Al R. vittoria in quadriga, davanti alla quale c'è altra marcatura di conio: ha una forma allungata, potrebbe essere un ramo con foglioline oppure un bastone con varie protuberanze. Voi come individuate i due oggetti?

post-4948-1269463063,73_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Rovescio.

post-4948-1269463113,15_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91

non conosco nulla delle monetazioni romane, ma leggo con interesse tutti i tuoi post e ammiro le tue monete. spero di poter imparare molto su queste monetazioni.

grazie per le preziose informazioni e complimenti per le affascinanti monete.

saluti,

matteo

Modificato da Matteo91

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

Numerosi sono i simboli che compaiono sulle monete di L. Julius Bursio. Un lavoro molto interessante è quello di P.H. De Ruyter, "The denarii of the Roman Republican Moneyer Lucius Julius Bursio, a Die analysis" pubblicato su Numismatic Chronicle (1996).

Analizzando circa 2300 esemplari, P.H. De Ruyter, ha elencato 454 simboli che sono presenti sul dritto dei denari di Lucius Julius Bursio.

Solitamente sono presenti due simboli dietro il ritratto del dritto: il primo è sempre un tridente (n° 1 o n° 1a) con l'eccezione del n° 452 (senza tridente). Il simbolo n° 454 mostra invece solo il tridente (I numeri indicano la classificazione di De Ruyter nel suddetto lavoro).

Nell'elenco del secondo simbolo c'è praticamente di tutto, animali, piante, oggetti,etc. Alcuni simboli hanno una forma facilmente identificabile, altri sono assai meno chiari (ad esempio ne avevo ridisegnati alcuni dei più chiari per un lavoro di qualche anno fa).

Le tipologie di foglie (una decina) hanno sempre una porzione di ramo in alto (posta orizzontalmente). Il simbolo sul tuo esemplare non mi sembra assomigliare a nessuna di quelle disegnate dall'autore.

Al rovescio invece, nella tipologia RRC 352/1c, non compaiono simboli, ma lettere (singole o in combinazione) e numerali. Non mi sembra possibile quindi che si tratti di un ramo o di un bastone.

Per quello che riguarda lo studio dell'impiego dei conii elaborato dall'autore, mi è sempre risultato di difficile comprensione.

Luigi

post-79-1269466853,99_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Grazie Luigi; certo che la presenza di 454 simboli diversi rende l'identificazione molto difficile. Quella che a me sembra proprio una foglia è accompagnata in basso da piccoli acini, come se fosse un frutto (tipo grappolo d'uva o altro...) Al R. poi non saprei come affrontare la questione, perchè di lettere o numeri proprio non ne vedo, mentre c'è quell' oggetto allungato e ricurvo. Mi guarderò il Babelon e il Crawford alla prossima occasione, perchè il lavoro approfondito che hai citato non credo ci sia in biblioteca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rapax

Al rovescio non potrebbe trattarsi di un CXXIII con la parte superiore della C allungata fin oltre il termine del numerale?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Ma sai che potrebbe proprio essere così? Devo dire però che non ho mai visto una "grafica" del genere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

I numerali molte volte erano sovrastati da linee, però questa sembra come una firma, in corsivo, non ne ho mai visti da nessuna parte neppure io....Questa sotto è un altra con Tridente e capriolo al Dritto e lo stesso numerale al Rovescio; il "50" è a T rovesciata, come si vede bene nell'ingrandimento e dovrebbe essere LXXXXVIII.

Comunque è sorprendente quanti segni diversi l'uno dall'altro sono presenti in queste monete di Bursio.

julia5a.jpg

post-7356-1269549711,53_thumb.jpg

Modificato da Mirko8710

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×