Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
frisax

Devozionali.....collezione del futuro?

ciao, mi sembra d'intuire che queste medagliette o meglio piccole opere d'arte stanno riscuotendo un sempre maggior interesse.

Potrebbero diventare un settore importante del collezionismo futuro o resteranno per sempre una collezione di nicchia?

Intorno a che prezzi girano queste medagliette?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto può contare il mio modestissimo parere il collezzionismo delle medaglie devozionali,rimarrà sempre di nicchia,inquanto richiede uno studio particolare dei soggetti, Madonne, Santi,beati, ecc,ecc. inoltre non si è aiutati molto nell'identificazione dei periodi storici,perchè molte medaglie non sono datate.Ci sono delle publicazioni,ma anche tra di loro non sono molto d'accordo nelleidentificazioni! Di recente è uscita una bella opera in 5 volumi di R.Martini,ma tratta solamente il periodo che và dal 1846 al1978,manca tutta la parte più antica,che secondo me è la più affascinante. Per quanto riguarda l'aspetto economico le buone medaglie raggiungono quotazioni interessanti,visto i prezzi che chiedono ai convegni,naturalmente per le buone conservazioni,in particolare le Mariane in argento sec.XVII-XVIII.Inoltre mancano cataloghi che stabiliscano valutazioni commerciali e di conservazione.il discorso sarebbe molto lungo,per il momento mi fermo quì,e sentiamo altri pareri,ciao Borgho

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Per quanto può contare il mio modestissimo parere il collezzionismo delle medaglie devozionali,rimarrà sempre di nicchia,inquanto richiede uno studio particolare dei soggetti, Madonne, Santi,beati, ecc,ecc. inoltre non si è aiutati molto nell'identificazione dei periodi storici,perchè molte medaglie non sono datate.Ci sono delle publicazioni,ma anche tra di loro non sono molto d'accordo nelleidentificazioni! Di recente è uscita una bella opera in 5 volumi di R.Martini,ma tratta solamente il periodo che và dal 1846 al1978,manca tutta la parte più antica,che secondo me è la più affascinante. Per quanto riguarda l'aspetto economico le buone medaglie raggiungono quotazioni interessanti,visto i prezzi che chiedono ai convegni,naturalmente per le buone conservazioni,in particolare le Mariane in argento sec.XVII-XVIII.Inoltre mancano cataloghi che stabiliscano valutazioni commerciali e di conservazione.il discorso sarebbe molto lungo,per il momento mi fermo quì,e sentiamo altri pareri,ciao Borgho

Ciao Borgho, ho letto con interesse il tuo parere sulle medaglie a soggetto religioso.

A giudicare dalle discussioni aperte quotidianamente sul sito in materia, più che di nicchia mi sembra che ormai si possa parlare di un vero e proprio settore.

Ma, come accade tra i collezionisti di monete, è raro che uno abbia gusti...enciclopedici, anche perché ogni settore richiede ricerche, passione specifica, un bagaglio culturale che si mette assieme a poco a poco.

A me ad esempio interessano le medaglie "militari" in senso lato : ho messo assieme parecchie testi sulla materia, eppure le mie lacune e carenze sono tuttora notevolissime.

Ancor più difficile, per i motivi da te esposti, arrivare ad essere un esperto di medaglie religiose data la vastità del settore, certo affascinante e ricco di storia non solo devozionale e che mi pare riscuota un interesse sempre crescente (tranne il mio...).

La tua collaborazione al sito sta diventando utilissima, complimenti smile.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto riguarda i cataloghi di votive io posseggo il catalogo di Udine che reputo bellissimo e quello sloveno che seppur interessante non è neanche paragonabile a quello di Udine. Sarebbe bello se un giorno qualcuno decidesse di redigere un catalogo con tanto di rarità e quotazione ma vedo la cosa ancora prematura.

Allo stato attuale sarebbe impossibile secondo me stabilire il grado di rarità di una devozionale anche se a naso quelle del XVIII sec o più vecchie sarebbero tutte R chi più chi meno mentre quelle successive per buona parte C anche se non ci giurerei, almeno per quelle in rame.

Anche sulla baia ho notato un buon giro di medagliette e anche parecchie battaglie per riuscire ad aggiudicarsi qualche bel pezzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto può contare il mio modestissimo parere il collezzionismo delle medaglie devozionali,rimarrà sempre di nicchia,inquanto richiede uno studio particolare dei soggetti, Madonne, Santi,beati, ecc,ecc. inoltre non si è aiutati molto nell'identificazione dei periodi storici,perchè molte medaglie non sono datate.Ci sono delle publicazioni,ma anche tra di loro non sono molto d'accordo nelleidentificazioni! Di recente è uscita una bella opera in 5 volumi di R.Martini,ma tratta solamente il periodo che và dal 1846 al1978,manca tutta la parte più antica,che secondo me è la più affascinante. Per quanto riguarda l'aspetto economico le buone medaglie raggiungono quotazioni interessanti,visto i prezzi che chiedono ai convegni,naturalmente per le buone conservazioni,in particolare le Mariane in argento sec.XVII-XVIII.Inoltre mancano cataloghi che stabiliscano valutazioni commerciali e di conservazione.il discorso sarebbe molto lungo,per il momento mi fermo quì,e sentiamo altri pareri,ciao Borgho

Ciao Borgho, ho letto con interesse il tuo parere sulle medaglie a soggetto religioso.

A giudicare dalle discussioni aperte quotidianamente sul sito in materia, più che di nicchia mi sembra che ormai si possa parlare di un vero e proprio settore.

Ma, come accade tra i collezionisti di monete, è raro che uno abbia gusti...enciclopedici, anche perché ogni settore richiede ricerche, passione specifica, un bagaglio culturale che si mette assieme a poco a poco.

A me ad esempio interessano le medaglie "militari" in senso lato : ho messo assieme parecchie testi sulla materia, eppure le mie lacune e carenze sono tuttora notevolissime.

Ancor più difficile, per i motivi da te esposti, arrivare ad essere un esperto di medaglie religiose data la vastità del settore, certo affascinante e ricco di storia non solo devozionale e che mi pare riscuota un interesse sempre crescente (tranne il mio...).

La tua collaborazione al sito sta diventando utilissima, complimenti smile.gif

Ti ringrazio,per le parole che dici,quel poco che sò lo metto volentieri a disposizione degli amici del forum,saluti borgho.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto riguarda i cataloghi di votive io posseggo il catalogo di Udine che reputo bellissimo e quello sloveno che seppur interessante non è neanche paragonabile a quello di Udine. Sarebbe bello se un giorno qualcuno decidesse di redigere un catalogo con tanto di rarità e quotazione ma vedo la cosa ancora prematura.

Allo stato attuale sarebbe impossibile secondo me stabilire il grado di rarità di una devozionale anche se a naso quelle del XVIII sec o più vecchie sarebbero tutte R chi più chi meno mentre quelle successive per buona parte C anche se non ci giurerei, almeno per quelle in rame.

Anche sulla baia ho notato un buon giro di medagliette e anche parecchie battaglie per riuscire ad aggiudicarsi qualche bel pezzo.

Conosco il libro di cui parli,ma purtroppo limitato ad una area del nostro paese,comunque ben vengano questi lavori,che portano nuove scoperte nella tipologia delle medaglie devozionali,speriamo che altri studiosi si occuperanno del resto del nostro grande paese che è l'Italia,c'è ancora molto da scoprire è soprattutto da classificare! ciao Borgho

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DE GREGE EPICURI

Devo dire che anch'io sono abbastanza incuriosito dalle medaglie devozionali e chissà...se nel campo delle monete classiche le cose continuano così (ossia: di male in peggio) forse diventerà un'opzione seria. Il mio interesse è legato soprattutto alle motivazioni che portano a questa produzione (esprimere devozione, ma anche ottenere una rassicurazione, impetrare una grazia, garantirsi una protezione, ecc), e poi agli strumenti espressivi utilizzati: immagini, scritte tratte dalla tradizione oppure create ex-novo, ecc. Ovviamente per entrare in questo campo occorre imparare un sacco di cose, anche molto dettagliate. Un amico del Circolo di Milano mi ha elencato una trentina di "appellativi" e di qualifiche della Madonna, da quelle teologiche antiche (Teotokos) alla teologia mariana recente (Immacolata Concezione, 1854), ad altri ruoli e funzioni (del Rosario, della pioggia di rose, Maria Bambina, ecc.) Solo che a lui interessa da un punto di vista religioso, a me da un'ottica laica, diciamo: storica e antropologica. E' vero che mancano i cataloghi, o sono introvabili (come quello della Prov. di Udine) o sono carissimi (come quelli di R.Martini); in cambio, le medaglie non antiche costano poco, per ora. Ho notato che possono grosso modo suddividersi in queste categorie: 1) Mariane 2)dei Santi 3) Papali e degli Anni Santi (ovviamente, non parlo delle "medaglie papali ufficiali") 4)Relative a Sacramenti (prima comunione, cresima...) 5) di Santuari ed edifici di culto particolari. Insomma, ci sarebbe un sacco di cose da sapere e da fare!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DE GREGE EPICURI

Devo dire che anch'io sono abbastanza incuriosito dalle medaglie devozionali e chissà...se nel campo delle monete classiche le cose continuano così (ossia: di male in peggio) forse diventerà un'opzione seria. Il mio interesse è legato soprattutto alle motivazioni che portano a questa produzione (esprimere devozione, ma anche ottenere una rassicurazione, impetrare una grazia, garantirsi una protezione, ecc), e poi agli strumenti espressivi utilizzati: immagini, scritte tratte dalla tradizione oppure create ex-novo, ecc. Ovviamente per entrare in questo campo occorre imparare un sacco di cose, anche molto dettagliate. Un amico del Circolo di Milano mi ha elencato una trentina di "appellativi" e di qualifiche della Madonna, da quelle teologiche antiche (Teotokos) alla teologia mariana recente (Immacolata Concezione, 1854), ad altri ruoli e funzioni (del Rosario, della pioggia di rose, Maria Bambina, ecc.) Solo che a lui interessa da un punto di vista religioso, a me da un'ottica laica, diciamo: storica e antropologica. E' vero che mancano i cataloghi, o sono introvabili (come quello della Prov. di Udine) o sono carissimi (come quelli di R.Martini); in cambio, le medaglie non antiche costano poco, per ora. Ho notato che possono grosso modo suddividersi in queste categorie: 1) Mariane 2)dei Santi 3) Papali e degli Anni Santi (ovviamente, non parlo delle "medaglie papali ufficiali") 4)Relative a Sacramenti (prima comunione, cresima...) 5) di Santuari ed edifici di culto particolari. Insomma, ci sarebbe un sacco di cose da sapere e da fare!

Condivido quello che dici,e vedo che il settore delle medaglie devozionali lo hai inquadrato,anche studiarle da un punto laico sono molto interessanti.Auguri Borgho

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sul catalogo di Udine le votive classificate sono per la maggior parte anteriori al 1800, coniate o in fusione e di quella tipologia non credo si possano considerare locali del Friuli, altro discorso per quelle più sottili e stampate e relative ai Santuari locali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DE GREGE EPICURI

Devo dire che anch'io sono abbastanza incuriosito dalle medaglie devozionali e chissà...se nel campo delle monete classiche le cose continuano così (ossia: di male in peggio) forse diventerà un'opzione seria. Il mio interesse è legato soprattutto alle motivazioni che portano a questa produzione (esprimere devozione, ma anche ottenere una rassicurazione, impetrare una grazia, garantirsi una protezione, ecc), e poi agli strumenti espressivi utilizzati: immagini, scritte tratte dalla tradizione oppure create ex-novo, ecc. Ovviamente per entrare in questo campo occorre imparare un sacco di cose, anche molto dettagliate. Un amico del Circolo di Milano mi ha elencato una trentina di "appellativi" e di qualifiche della Madonna, da quelle teologiche antiche (Teotokos) alla teologia mariana recente (Immacolata Concezione, 1854), ad altri ruoli e funzioni (del Rosario, della pioggia di rose, Maria Bambina, ecc.) Solo che a lui interessa da un punto di vista religioso, a me da un'ottica laica, diciamo: storica e antropologica. E' vero che mancano i cataloghi, o sono introvabili (come quello della Prov. di Udine) o sono carissimi (come quelli di R.Martini); in cambio, le medaglie non antiche costano poco, per ora. Ho notato che possono grosso modo suddividersi in queste categorie: 1) Mariane 2)dei Santi 3) Papali e degli Anni Santi (ovviamente, non parlo delle "medaglie papali ufficiali") 4)Relative a Sacramenti (prima comunione, cresima...) 5) di Santuari ed edifici di culto particolari. Insomma, ci sarebbe un sacco di cose da sapere e da fare!

aggiungerei la categoria delle Giubilari, visto che sono datate sono quelle che si avvicinano di più ad un collezionismo di tipo numismatico.

Sono rare e ricche di varianti.

Bellissime!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sul catalogo di Udine le votive classificate sono per la maggior parte anteriori al 1800, coniate o in fusione e di quella tipologia non credo si possano considerare locali del Friuli, altro discorso per quelle più sottili e stampate e relative ai Santuari locali.

non ho mai detto che le devozionali riguardavano produzioni locali friulane,ma mi riferivo al teritorio dove e stata condotta la ricerca! ciao Borgho

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Discussione molto interessante, desidero dare un mio contributo personale.

Le medaglie votive e religiose (in generale) sono battute da conii creati da incisori e quindi una loro rivalutazione numismatica dovrebbe essere strettamente legata all'importanza dell'incisore/artista, un po' come per le opere d'arte in generale. Più l'incisore è noto e più la sua medaglia è interessante. Ecco in allegato alcuni esempi, la seconda medaglia (bronzo) è per l'assunzione al patronato di Napoli di S.Alfonso Maria de'Liguori nel 1840 ed è opera dell'incisore ufficiale della zecca di Napoli Andrea Cariello (su internet vi sono molte notizie biografiche su questo artista, si parla di alcune sue opere come le più belle del mondo), la prima invece è una medaglietta devozionale in bronzo dorato di incisore anonimo e raffigurante il santo napoletano (proveniente da qui http://www.lamoneta.it/topic/12943-s-alfonso-m-de-liguori/ ) , entrambe legate a storie diverse e sicuramente di valore storico numismatico differente. Alcuni avvenimenti religiosi venivano quindi commemorati anche da artisti incisori della zecca, penso che le medaglie che avranno un grande futuro sono proprio queste ultime.

post-8333-1277133775,45_thumb.jpg

post-8333-1277133983,39_thumb.jpg

post-8333-1277133993,76_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

anche queste scrite del XvIIem.....

post-22197-0-74574400-1449919370_thumb.j

Modificato da jagd

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

queste..post-22197-0-93014500-1449919689_thumb.ppost-22197-0-20711700-1449919704_thumb.j

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Medaglia devozionale lauretana, ovale, bronzo/ottone,della seconda metà del XVII sec.-D/ La Madona di Loreto con il Bambino, tra due lampade votive, in basso  ai lati due angioletti adoranti, esergo: LORETO.- R/  Crocifisso di Numana volgarmente conosciuto come di Sirolo, tra S. Francesco e S.Antonio di Padova, esergo: SIROLO. Tipologia di medaglia con doppia indicazione delle località, rara. Ciao Borgho.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Medaglia devozionale lauretana, ovale, bronzo/ottone,della seconda metà del XVII sec.-D/ La Madona di Loreto con il Bambino, tra due lampade votive, in basso  ai lati due angioletti adoranti, esergo: LORETO.- R/  Crocifisso di Numana volgarmente conosciuto come di Sirolo, tra S. Francesco e S.Antonio di Padova, esergo: SIROLO. Tipologia di medaglia con doppia indicazione delle località, rara. Ciao Borgho.

:lol: grazie borgho...non riccordavo aver posta quella li....cosi e fatto..grazie de la tua apreciazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?