Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
guasti2007

RIVISTE Panorama Numismatico settembre 2010

Risposte migliori

guasti2007

Non sono bravo come odjob, ma qui di seguito vi segnalo cosa comprende la rivista Panorama Numismatico n° 254 di settembre 2010:

Roberto Diegi, Le monete di Caro, Carino e Numeriano - Pag.3

Francesco di Rauso, Un'inedita medaglia militare di Pio IX opera dell' incisore napoletano Luigi Arnaud - Pag.9

Stefano di Virgilio, Monete e medaglie italiane del Gabinetto Numismatico di Dresda - XIV inserto - Pag.25

Francesco Punzi, Nel nome di Carlo V imperatore - Pag.41

Marco Bianchi, Varianti di conio e ribattiture insolite nelle monete di Maria Luigia per Parma - Pag. 51

Curiosità Numismatiche, Un covo di falsari del quattrocento; 52500 Monete romane trovate in Inghilterra; Un'altra leggenda metropolitana Numismatica; AAfff. Una irriverente interpretazione.. - Pag. 55

Un saluto a tutti

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Marco Bianchi, Varianti di conio e ribattiture insolite nelle monete di Maria Luigia per Parma - Pag. 51

Ma chi sarà mai questo tipo? :P :D

Sei già riuscito ad avere PN? Quando te lo procuri lo porteresti a Sorbolo che piacerebbe anche a me dare un'occhiata all'articolo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Non sono bravo come odjob, ma qui di seguito vi segnalo cosa comprende la rivista Panorama Numismatico n° 254 di settembre 2010:

Roberto Diegi, Le monete di Caro, Carino e Numeriano - Pag.3

Francesco di Rauso, Un'inedita medaglia militare di Pio IX opera dell' incisore napoletano Luigi Arnaud - Pag.9

Stefano di Virgilio, Monete e medaglie italiane del Gabinetto Numismatico di Dresda - XIV inserto - Pag.25

Francesco Punzi, Nel nome di Carlo V imperatore - Pag.41

Marco Bianchi, Varianti di conio e ribattiture insolite nelle monete di Maria Luigia per Parma - Pag. 51

Curiosità Numismatiche, Un covo di falsari del quattrocento; 52500 Monete romane trovate in Inghilterra; Un'altra leggenda metropolitana Numismatica; AAfff. Una irriverente interpretazione.. - Pag. 55

Un saluto a tutti

Marco

Ottima segnalazione, però prima di intervenire aspetto l'instancabile Odjob (scusate amici ma sono tradizionalista) che grazie al suo occhio clinico rende questa sezione molto interessante, l'articolo di Punzi non è male. Nel frattempo inizio a postare la copertina. Francesco

post-8333-1283539852,7_thumb.jpg

post-8333-1283539893,3_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

guasti2007

Marco Bianchi, Varianti di conio e ribattiture insolite nelle monete di Maria Luigia per Parma - Pag. 51

Ma chi sarà mai questo tipo? :P :D

Sei già riuscito ad avere PN? Quando te lo procuri lo porteresti a Sorbolo che piacerebbe anche a me dare un'occhiata all'articolo?

Domenica ti porto PN così ci puoi dare un occhiata;)

Per gli ulteriori commenti aspetto anch'io il nostro odjob e la sua maestria.

Un saluto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

odjob

Salute

la settimana scorsa mi è arrivato Panorama Numismatico di settembre 2010 ,l'ho letto ed ora passo a fare .come di consuetudine,la recensione:

"Le monete di Caro,Carino e Numeriano"a cura di Roberto Diegi.In questo articolo ,l'autore ,ci parla della storia dei tre personaggi citati nel titolo avendo come riferimento bibliografico maggiore l'Historia Augusta della Rusconi e coglie l'occasione,numismaticamente parlando,per descriverci le monete emesse che li riguardano,descrivendo anche i nomi delle emissioni monetali dei tre con il peso specifico per ciascun nominale.Il lettore,come è normale negli articoli pubblicati per il Diegi da PN,può leggere anche dei passaggi d'asta e dei realizzi delle varie monete emesse per i personaggi in oggetto.

"Un inedita medaglia militare di Pio IX opera dell'incisore napoletano Luigi Arnaud"a pag.9,a cura del nostro Francesco Di Rauso,il quale si è avvalso,per questo suo articolo,dell'aiuto (oltre che bibliografico)del Sig.A.Brambilla(manco a dirlo milanese,come si evince dal tipico cognome lombardo :D ),che ha segnalato all'autore la bella medaglia militare di cui si parla nell'articolo.Francesco ,inoltre,ci fa notare le differenze artistiche e stilistiche dell'incisore Arnaud con quelle di Cerbara mettendo a confronto alcune medaglie ,della stessa tipolofgia,create da entrambi gli artisti.

All'interno,a seguire, vi è l'inserto di monete pontificie che continua dalle edizioni precedenti

"Nel nome di Carlo V Imperatore"a pag.41 ,articolo di Francesco Punzi.Possiamo leggere a riguardo delle Doppie e Quarduple napoletane emesse sotto il governo di Carlo V e degli Scudi ossidionali dell'assedio di Napoli da parte dei francesi avvenuto nel 1528.L'autore ci racconta dei maestri di Zecca e degli incisori che operarono a Napoli sotto Carlo V.

"Varianti di conio e ribattiture insolite nelle monete di Maria Luigia per Parma"a cura del nostro Marco Bianchi.L'autore,credo ,studioso delle monete parmensi,in questo suo articolo ci ha esposto un suo studio su alcune varianti presenti nella monetazione emessa per la Duchessa Maria Luigia per Parma.Egli ha analizzato il 5 Soldi 1815 ,il 5 ed il 10 Soldi 1830 ed il Centesimo 1830.

Si conclude la rivista con le curiosità numismatiche,in cui possiamo leggere di un covo di falsari del Quattrocento,di un grande ritrovamento monetale in Inghilterra , di una leggenda numismatica metropolitana, di una irriverente interpretazione dei Giuli coniati durante il pontificato di Clemente XII con la scritta al Rovescio:A.A.A. F.F RESTITVTVM COMMERC.,su quattro righe e su un'altra interpretazione del mezzo Grosso coniato ,sempre a Roma,per lo stesso Papa.

--Buona lettura

-odjob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand

Salute

la settimana scorsa mi è arrivato Panorama Numismatico di settembre 2010 ,l'ho letto ed ora passo a fare .come di consuetudine,la recensione:

"Le monete di Caro,Carino e Numeriano"a cura di Roberto Diegi.In questo articolo ,l'autore ,ci parla della storia dei tre personaggi citati nel titolo avendo come riferimento bibliografico maggiore l'Historia Augusta della Rusconi e coglie l'occasione,numismaticamente parlando,per descriverci le monete emesse che li riguardano,descrivendo anche i nomi delle emissioni monetali dei tre con il peso specifico per ciascun nominale.Il lettore,come è normale negli articoli pubblicati per il Diegi da PN,può leggere anche dei passaggi d'asta e dei realizzi delle varie monete emesse per i personaggi in oggetto.

"Un inedita medaglia militare di Pio IX opera dell'incisore napoletano Luigi Arnaud"a pag.9,a cura del nostro Francesco Di Rauso,il quale si è avvalso,per questo suo articolo,dell'aiuto (oltre che bibliografico)del Sig.A.Brambilla(manco a dirlo milanese,come si evince dal tipico cognome lombardo :D ),che ha segnalato all'autore la bella medaglia militare di cui si parla nell'articolo.Francesco ,inoltre,ci fa notare le differenze artistiche e stilistiche dell'incisore Arnaud con quelle di Cerbara mettendo a confronto alcune medaglie ,della stessa tipolofgia,create da entrambi gli artisti.

All'interno,a seguire, vi è l'inserto di monete pontificie che continua dalle edizioni precedenti

"Nel nome di Carlo V Imperatore"a pag.41 ,articolo di Francesco Punzi.Possiamo leggere a riguardo delle Doppie e Quarduple napoletane emesse sotto il governo di Carlo V e degli Scudi ossidionali dell'assedio di Napoli da parte dei francesi avvenuto nel 1528.L'autore ci racconta dei maestri di Zecca e degli incisori che operarono a Napoli sotto Carlo V.

"Varianti di conio e ribattiture insolite nelle monete di Maria Luigia per Parma"a cura del nostro Marco Bianchi.L'autore,credo ,studioso delle monete parmensi,in questo suo articolo ci ha esposto un suo studio su alcune varianti presenti nella monetazione emessa per la Duchessa Maria Luigia per Parma.Egli ha analizzato il 5 Soldi 1815 ,il 5 ed il 10 Soldi 1830 ed il Centesimo 1830.

Si conclude la rivista con le curiosità numismatiche,in cui possiamo leggere di un covo di falsari del Quattrocento,di un grande ritrovamento monetale in Inghilterra , di una leggenda numismatica metropolitana, di una irriverente interpretazione dei Giuli coniati durante il pontificato di Clemente XII con la scritta al Rovescio:A.A.A. F.F RESTITVTVM COMMERC.,su quattro righe e su un'altra interpretazione del mezzo Grosso coniato ,sempre a Roma,per lo stesso Papa.

--Buona lettura

-odjob

C'è un refuso nel tuo indice, l'interessante articolo suCarlo V è di Francesco Di Rauso e non Punzi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

odjob

Ciao Francesco

non sapevo che tu avessi il soprannome di "refuso" :P :P :P

Io,se fossi in te,mi offenderei se mi definissero "refuso" :D :D :D :lol:

Oppure potresti essere un Re-fuso :lol: :lol: :P

Sta di fatto,e qui rispondo a liut,che se all'indice della rivista ed anche sull'articolo specifico vi è il nome di Francesco Punzi,io non posso fare altro che inserire nella mia recensione tale nome,sta poi all'eventuale vero autore segnalare alla redazione della rivista,l'eventuale errore e,se utente del forum segnalarlo,in questa discussione.

--Salutoni

-odjob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Salute

la settimana scorsa mi è arrivato Panorama Numismatico di settembre 2010 ,l'ho letto ed ora passo a fare .come di consuetudine,la recensione:

"Le monete di Caro,Carino e Numeriano"a cura di Roberto Diegi.In questo articolo ,l'autore ,ci parla della storia dei tre personaggi citati nel titolo avendo come riferimento bibliografico maggiore l'Historia Augusta della Rusconi e coglie l'occasione,numismaticamente parlando,per descriverci le monete emesse che li riguardano,descrivendo anche i nomi delle emissioni monetali dei tre con il peso specifico per ciascun nominale.Il lettore,come è normale negli articoli pubblicati per il Diegi da PN,può leggere anche dei passaggi d'asta e dei realizzi delle varie monete emesse per i personaggi in oggetto.

"Un inedita medaglia militare di Pio IX opera dell'incisore napoletano Luigi Arnaud"a pag.9,a cura del nostro Francesco Di Rauso,il quale si è avvalso,per questo suo articolo,dell'aiuto (oltre che bibliografico)del Sig.A.Brambilla(manco a dirlo milanese,come si evince dal tipico cognome lombardo :D ),che ha segnalato all'autore la bella medaglia militare di cui si parla nell'articolo.Francesco ,inoltre,ci fa notare le differenze artistiche e stilistiche dell'incisore Arnaud con quelle di Cerbara mettendo a confronto alcune medaglie ,della stessa tipolofgia,create da entrambi gli artisti.

All'interno,a seguire, vi è l'inserto di monete pontificie che continua dalle edizioni precedenti

"Nel nome di Carlo V Imperatore"a pag.41 ,articolo di Francesco Punzi.Possiamo leggere a riguardo delle Doppie e Quarduple napoletane emesse sotto il governo di Carlo V e degli Scudi ossidionali dell'assedio di Napoli da parte dei francesi avvenuto nel 1528.L'autore ci racconta dei maestri di Zecca e degli incisori che operarono a Napoli sotto Carlo V.

"Varianti di conio e ribattiture insolite nelle monete di Maria Luigia per Parma"a cura del nostro Marco Bianchi.L'autore,credo ,studioso delle monete parmensi,in questo suo articolo ci ha esposto un suo studio su alcune varianti presenti nella monetazione emessa per la Duchessa Maria Luigia per Parma.Egli ha analizzato il 5 Soldi 1815 ,il 5 ed il 10 Soldi 1830 ed il Centesimo 1830.

Si conclude la rivista con le curiosità numismatiche,in cui possiamo leggere di un covo di falsari del Quattrocento,di un grande ritrovamento monetale in Inghilterra , di una leggenda numismatica metropolitana, di una irriverente interpretazione dei Giuli coniati durante il pontificato di Clemente XII con la scritta al Rovescio:A.A.A. F.F RESTITVTVM COMMERC.,su quattro righe e su un'altra interpretazione del mezzo Grosso coniato ,sempre a Roma,per lo stesso Papa.

--Buona lettura

-odjob

C'è un refuso nel tuo indice, l'interessante articolo suCarlo V è di Francesco Di Rauso e non Punzi.

Ciao Bernardino, mi spiace ma l'articolo sulle Quadruple e le Doppie di Carlo V è di Francesco Punzi e non di Rauso. Approfitto per fare i complimenti all'autore del sopra-citato articolo. Davvero interessante! Panorama Numismatico migliora mese dopo mese!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand

Hai ragione Francesco, ho fatto confusione con l'articolo sulla medaglia di Pio IX.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tornese71

Si conclude la rivista con le curiosità numismatiche,in cui possiamo leggere [...] di una irriverente interpretazione dei Giuli coniati durante il pontificato di Clemente XII con la scritta al Rovescio:A.A.A. F.F RESTITVTVM COMMERC.,su quattro righe

Lo stesso aneddoto era stato segnalato già 17 anni fa su Cronaca Numismatica n. 42 del maggio 1993 nella rubrica "Lo sapevate che...", a pagina 9.

A beneficio di chi non ha letto né quel fascicolo di CN né questo di PN, specifico che si tratta di una vera e propria "pasquinata" nei confronti di Papa Clemente XII, Lorenzo Corsini. Il Pontefice era di origini fiorentine e aveva dispensato benefici e cariche ai suoi concittadini, dei quali si era circondato. Ciò gli aveva causato invidie e maldicenze ed è per questo che quando fece emettere alcuni giuli con la legenda A A A F F RESTITVTVM COMMERC (che celebrava una riforma monetaria che aveva ridotto di peso giuli e grossi), le "malelingue" interpretarono le prime cinque lettere non correttamente come AVRO ARGENTO AERE FLANDO FERIVNDO (ripresa dalla monetazione romana), bensì come acronimo di Avete Avuto Abbastanza Fiorentini Fott... :D :lol:

L'amore di papa Corsini per la sua patria è testimoniato anche dal fatto che durante il suo pontificato fu portata finalmente a compimento l'edificazione della chiesa dedicata a San Giovanni dei Fiorentini, la cui costruzione era iniziata nel 1509 su progetto di Jacopo Sansovino. Nel tempo si succedettero alla realizzazione dell'opera (che doveva divenire punto d'incontro e luogo di culto per i fiorentini a Roma) Antonio da Sangallo il Giovane, Giacomo della Porta, Carlo Maderno, Pietro da Cortona, Francesco Borromini, per finire nel periodo 1734-1738 con Alessandro Galilei che la ultimò.

Clemente XII fece raffigurare la facciata di questa chiesa su una mezza piastra in argento coniata nel 1736. Autore della incisione, particolarmente raffinata e dettagliata, Ottone Hamerani le cui iniziali, OH sono presenti al rovescio in esergo .

Non dispongo di immagini della moneta, ma chi può (e vuole) la trova su CN n. 220 (luglio/agosto 2009) a pagina 90, nella rubrica Arte e moneta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giov60

Non so se francesco77 o altro esperto numismatico "meridionalista" e/o attento alle problematiche legali mi potrà rispondere.

Nell'ottimo articolo di Francesco Punzi (che conoscevo soprattutto per la perizia relativa al periodo di Federico II e angioino) si dice che le quadruple napoletane di Carlo V sono state a lungo sconosciute (anche al CNI) fino ad un ritrovamento della fine degli anni '60 (che non viene ulteriormente specificato).

Ma se così fosse la loro vendita (anche in asta) sarebbe illegale, dovendone rivendicare la proprietà lo stato (bene archeologico e culturale)

?!? dry.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Non so se francesco77 o altro esperto numismatico "meridionalista" e/o attento alle problematiche legali mi potrà rispondere.

Nell'ottimo articolo di Francesco Punzi (che conoscevo soprattutto per la perizia relativa al periodo di Federico II e angioino) si dice che le quadruple napoletane di Carlo V sono state a lungo sconosciute (anche al CNI) fino ad un ritrovamento della fine degli anni '60 (che non viene ulteriormente specificato).

Ma se così fosse la loro vendita (anche in asta) sarebbe illegale, dovendone rivendicare la proprietà lo stato (bene archeologico e culturale)

?!? dry.gif

Ciao Giov60, verso la fine degli anni '60 vennero ritrovati circa 12-13 esemplari di questo tipo di moneta. Sinceramente non ero presente quando vennero ritrovate e quindi non saprei esserti preciso. Posso solo dirti che se il ritrovamento venne fatto in un vecchio muro, lo stato non può rivendicare nulla. E' chiaro che chi ha reso noto questa notizia sà il fatto suo. ;)

A questo punto passo la palla all'amico Elledi per ulteriori delucidazioni. Francesco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giov60

Grazie :) .

Non nascondo di essere stato incuriosito dalla recente vendita di un esemplare di tale quadrupla in asta Hess-Divo 315, coll. Stack (SPL/FDC - base CHF 25000, realizzo CHF 55000).

Pur non essendo particolare cultore di quest'ambito numismatico, avevo trovato tale moneta eccezionale (link)

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

Non so se francesco77 o altro esperto numismatico "meridionalista" e/o attento alle problematiche legali mi potrà rispondere.

Nell'ottimo articolo di Francesco Punzi (che conoscevo soprattutto per la perizia relativa al periodo di Federico II e angioino) si dice che le quadruple napoletane di Carlo V sono state a lungo sconosciute (anche al CNI) fino ad un ritrovamento della fine degli anni '60 (che non viene ulteriormente specificato).

Ma se così fosse la loro vendita (anche in asta) sarebbe illegale, dovendone rivendicare la proprietà lo stato (bene archeologico e culturale)

?!? dry.gif

Devo ancora leggere l'articolo del dott. Punzi, ma mi pare che le quadruple fossero note anche al Cagiati e di conseguenza al CNI, dove però vengono indicate le monete descritte dal Cagiati e quindi mancanti nella collezione reale. Forse si riferiva a questo nell'articolo?

Poi sull'eccezionalità della moneta non si discute.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

Vedo solo ora il link di Giov60 della moneta in questione. Probabilmente ci si riferiva al fatto che tutte le opere si rifanno all'indicazione di quelle precendeti, ma nessuno materialmente aveva in mano la moneta. Quindi immagino di aver frainteso :P ... avevo pensato ad una nuova tipologia :) .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Ho notato che sul sito di Panorama Numismatico è stato appena inserito on line l'articolo completo a colori in formato pdf riguardante la medaglia militare inedita di Pio IX opera di Luigi Arnaud. Chiunque fosse interessato alla lettura può cliccare su questo link.

www.panorama-numismatico.com

http://www.panorama-numismatico.com/wp-content/uploads/medagli-pio-ix-arnaud.pdf

Modificato da francesco77

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×