Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
piergi00

SAVOIA Lira "Instar Omnium" 1562 T

Risposte migliori

piergi00

Ricordo del mercatino di Carmagnola (TO) : :rolleyes:

Lira "Instar Omnium" 1562 Zecca di Torino Emanuele Filiberto Duca (1559-1580)

D/ EM FILIB D G DVX SAB P PED (data e sigle) Busto del Duca corazzato , a capo scoperto rivolto a destra

R/ Nel campo : INSTAR OMNVIM su tre righe, entro ghirlanda di quercia , sigle di zecca sotto i nastri T

Argento , diametro 35 mm. : gr 12,80/12,10 gr.

Simonetti 32/2 , Biaggi 425 , Mir Savoia 506b

La Lira della riforma monetaria del 1562 , per i numismatici la "Instar Omnium", nella tipologia monetale sabauda e' un pezzo celebre per due motivi essenziali.

Il primo e' che si tratta della prima Lira d' argento effettiva , realmente coniata e circolante nei commerci , e non piu' unicamente una "moneta di conto" ; e come quella ideale di Carlo Magno , valeva 20 soldi , cosi' come ne valeva ancora la nostra lira....pochi anni or sono.

Il secondo motivo e' il prestigio dell' incisore del conio di un magnifico ritratto rinascimentale : il celebre medaglista Alessandro Cesati , detto il "Grechetto" perche' ebbe i natali nell' isola di Cipro, ma da padre italiano.

Gia' ai servizi dei Farnese, Cesati fu chiamato in Piemonte nel 1561 da Emanuele Filiberto per incidere i coni atti a realizzare la sua riforma monetaria .

Come indica il motto impresso sul rovescio , la Lira venne coniata "a guida tutti" in ogni zecca del Ducato; e il suo valore da 20 soldi pareggiava anche 1/3 di Scudo d' oro, altra moneta prescritta nella riforma

(Elio Biaggi – Otto Secoli di Storia delle Monete Sabaude Vol.2 Tecno Grafica 1994)

Instar Omnium Uguale per tutti

Cicerone , Bruto 191 : Plato mihi unus instar est omnium (il solo Platone per me vale tutti)

Anima dell' impresa della bilancia , i cui piatti si equivalgono durante le operazioni di peso.

Per Gelli (1928 p.280, n . 1019) "la bilancia simbolo di giustizia avrebbe dovuto essere la guida costante di tutti i sudditi , come lo era il Principe, desideroso che a ciascuno fosse dato quanto di diritto gli spettava".

Ma la legenda sulla lira di Emanuele Filiberto assume un altro significato piu' importante : in seguito alla riforma monetaria promossa dal Duca nel 1562 veniva unificato il sistema monetario del Piemonte e della Savoia e creata una monetazione unica con la sotituzione del sistema di conto a fiorini , grossi ,quarti e denari con il nuovo sistema a lire soldi e denari , "uguale per tutti al di la' e al di qua dei monti".

La "Instar Omnium" diventava la prima lira in argento effettiva realmente coniata e circolante e non piu' moneta di conto

De Mauri (1998 p.685) traduce "Come tutti fanno" , Biaggi "Aguida di tutti" , Panorama Numismatico (1984 , n.5 p.6) "Vale tutti gli altri (messi insieme)"

(Mario Traina – Il Linguaggio delle Monete Editoriale Olimpia 2006)

Durante il Regno di Carlo II ho osservato qual fosse l' aumento nell' agio delle monete d' oro , e quali provvidenze allora si fossero date per impedirlo , ma crescendone sempre le cause , cioe' l' abbondanza della moneta d' argento bassa e cattiva, e continuando la guerra che rendeva ogni giorno piu' raro l' oro , si venne al punto che lo scuto del sole che nel 1540 spendevasi in Piemonte per grossi 96 , alla morte di Carlo II , corresse gia' per grossi 100 , cio' che grandi inconvenienti producendo ne' conti de' ricevitori del pubblico denaro , soventi volte eccitavasi il magistrato della Camera dei Conti a prendere giuridiche informazioni circa il prezzo delle monete d' oro affine di riconoscerne il vero corso , e sopra esso regolare i conti

Quest' alterazione continua della moneta d' argento , fece che poco a poco le rendite dello Stato grandemente scemassero , e secondo una relazione indiritta al Duca nel 1561 dall' archivista della Camera trovavansi esse ridotte a circa un sesto da quello che anticamente erano , e cio' perche' essendo stati in principio i carichi tassati a grossi , dodici de' quali valevano un fiorino buono , quantunque peggiorassero , pure sempre a grossi soddisfacevansi ; per rimediare poi a tal cosa proponeva esso di fare un grosso nuovo , che all' antico s' assomigliasse , e che a questo si dovesse attenere nell' esigere le pubbliche imposte,cosa straordinariamente difficile , per non dire impossibile a farsi ,perche' sarebbe stato lo stesso che sestuplicarle almeno.

Meglio considerando la cosa Emanuele Filiberto riformo ' intieramente la moneta , ed il 13 marzo 1562 pubblico' la nuova sua monetazione , per la quale ristabili' la lira di venti soldi e di 240 denari , che anticamente si e' veduto scomparire per cedere il suo posto al grosso ed al fiorino , ed oridno' che i debiti e crediti si' antichi che nuovi si dovessero a questa raguagliare. Sotto pena di lire 200.

Per base diessa ho gia' detto che si prese il grosso di Aosta , il quale rappresentava quello di Savoia , e come fu detto soldo: che in proporzione si fecero le altre monete , le quali si regolarono in modo, che senza frazioni potessero tra esse dividrsi , cominciando dalla piu' grossa d'oro sino alla piu' piccola d'argento

(Domenico Promis – Monete dei Reali di Savoia Vol.1 1841)

Alessandro Cesati detto Il Grechetto

Incisore di gemme e medaglista; nato a Cipro ,onde il soprannome probabilmente all' inizio dell' anno 1500.

Giunto a Roma prima del 1538 fu al servizio del card. Alessandro Farnese.

Nel 1540 fu nominato incisore alla Zecca di Roma e vi rimase per piu' di venti anni lavorando pero' contemporaneamente anche per le Zecche di Camerino, di Parma e di Castro

Nel 1561 ando' in Piemonte dove fu nominato incisore dal Duca di Savoia.

Nel 1564 ritorno' a Cipro.

Le sue opere migliori come medaglista sono quelle eseguite per Paolo III e per i Farnese.

(Vittorio Lorioli – Medaglisti e Incisori Italiani dal XV al XIX secolo Litostampa 1993)

post-116-034953400 1284297321_thumb.jpg

post-116-013090600 1284297329_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

angelonidaniele

che dire di un pezzo che non ho (invidia :rolleyes: ) nato esattamente 400 anni prima di me pero li porta bene i suoi io no :P :P :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

niko

Bel pezzo. I miei complimenti.

Prima o poi ne inserirò anch'io uno in collezione biggrin.gif

Grazie Pier per le note storiche.

Sulla monetazione di Emanuele Filiberto e sulla riforma monetaria del 1561-1562 consiglio il libro del Chiaudano.

Per base diessa ho gia' detto che si prese il grosso di Aosta , il quale rappresentava quello di Savoia , e come fu detto soldo: che in proporzione si fecero le altre monete , le quali si regolarono in modo, che senza frazioni potessero tra esse dividrsi , cominciando dalla piu' grossa d'oro sino alla piu' piccola d'argento

Quindi per effetto della svalutazione dovuta alle cattive condizioni causate dalla guerra, quello che un tempo veniva chiamato grosso, con la riforma prende il nome di "soldo". Esatto?

Saluti,

N.

Modificato da niko

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Bel pezzo. I miei complimenti.

Prima o poi ne inserirò anch'io uno in collezione biggrin.gif

Grazie Pier per le note storiche.

Sulla monetazione di Emanuele Filiberto e sulla riforma monetaria del 1561-1562 consiglio il libro del Chiaudano.

Per base diessa ho gia' detto che si prese il grosso di Aosta , il quale rappresentava quello di Savoia , e come fu detto soldo: che in proporzione si fecero le altre monete , le quali si regolarono in modo, che senza frazioni potessero tra esse dividrsi , cominciando dalla piu' grossa d'oro sino alla piu' piccola d'argento
Quindi per effetto della svalutazione dovuta alle cattive condizioni causate dalla guerra, quello che un tempo veniva chiamato grosso, con la riforma prende il nome di "soldo". Esatto?

Saluti,

N.

direi proprio di si

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

niko

Bel pezzo. I miei complimenti.

Prima o poi ne inserirò anch'io uno in collezione biggrin.gif

Grazie Pier per le note storiche.

Sulla monetazione di Emanuele Filiberto e sulla riforma monetaria del 1561-1562 consiglio il libro del Chiaudano.

Per base diessa ho gia' detto che si prese il grosso di Aosta , il quale rappresentava quello di Savoia , e come fu detto soldo: che in proporzione si fecero le altre monete , le quali si regolarono in modo, che senza frazioni potessero tra esse dividrsi , cominciando dalla piu' grossa d'oro sino alla piu' piccola d'argento
Quindi per effetto della svalutazione dovuta alle cattive condizioni causate dalla guerra, quello che un tempo veniva chiamato grosso, con la riforma prende il nome di "soldo". Esatto?

Saluti,

N.

direi proprio di si

Questo chiarisce un paio di dubbi che avevo. Grazie!

Saluti,

N.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ghera

Questo famigerato mercatino di Carmagnola, prima o poi ci dovrò fare un salto :D

Interessante presentazione per un'altrettanto bella monetina ;) Complimenti Piergi... :)

Lorenzo

- Ho provato a cercare il libro dei Savoia del Chiaudano, ma non l'ho trovato :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ZuoloNomisma

Bellissima moneta, complimenti, davvero un "pezzo" di storia :) .

Interessanti le note riportate.

Ciao

Michele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Questo famigerato mercatino di Carmagnola, prima o poi ci dovrò fare un salto :D

Interessante presentazione per un'altrettanto bella monetina ;) Complimenti Piergi... :)

Lorenzo

- Ho provato a cercare il libro dei Savoia del Chiaudano, ma non l'ho trovato :(

In realta' non era in vendita sui banchetti del mercatino , mi era stata promessa qualche mese prima da un collezionista sabaudo :rolleyes:

Comunque a Carmagnola sono presenti un paio di venditori con monete anche importanti da far invidia a negozi e aste

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

Questo famigerato mercatino di Carmagnola, prima o poi ci dovrò fare un salto :D

Interessante presentazione per un'altrettanto bella monetina ;) Complimenti Piergi... :)

Lorenzo

- Ho provato a cercare il libro dei Savoia del Chiaudano, ma non l'ho trovato :(

In realta' non era in vendita sui banchetti del mercatino , mi era stata promessa qualche mese prima da un collezionista sabaudo :rolleyes:

Comunque a Carmagnola sono presenti un paio di venditori con monete anche importanti da far invidia a negozi e aste

pier te la invidio molto!!!!

il ritratto ha dei rilivi da far paura!!! ;)

poi non è la solita con la sigla P che è la più facile da reperire....

è da un poco che manco a carmagnola, ma con la fine dell'estate forse riesco a fare un giro... prima o poi!!!

mi mandi per tenere i conti dei valori un MP con il controvalore in euro??? ;) :D

proprio bella!!!!!! :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Questo famigerato mercatino di Carmagnola, prima o poi ci dovrò fare un salto :D

Interessante presentazione per un'altrettanto bella monetina ;) Complimenti Piergi... :)

Lorenzo

- Ho provato a cercare il libro dei Savoia del Chiaudano, ma non l'ho trovato :(

In realta' non era in vendita sui banchetti del mercatino , mi era stata promessa qualche mese prima da un collezionista sabaudo :rolleyes:

Comunque a Carmagnola sono presenti un paio di venditori con monete anche importanti da far invidia a negozi e aste

pier te la invidio molto!!!!

il ritratto ha dei rilivi da far paura!!! ;)

poi non è la solita con la sigla P che è la più facile da reperire....

è da un poco che manco a carmagnola, ma con la fine dell'estate forse riesco a fare un giro... prima o poi!!!

mi mandi per tenere i conti dei valori un MP con il controvalore in euro??? ;) :D

proprio bella!!!!!! :o

Infatti quelle con zecca di Chambery si vedono facilmente , nella ultima asta di Nomisma sono rimasti invenduti ben due esemplari per la base troppo alta secondo me

Per questo esemplare ho sfiorato quota 2000

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

ci sta tutto!!!! ;)

devo ammettere che è una delle monete che potrei pensare di prendermi con il premio dei 25 anni di lavoro.... :ph34r:

ma bella almeno come la tua....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Gran bell'esemplare!

Io è da tempo che faccio il filo all'imitazione casalasca di questa moneta: http://catalogo-mantova.lamoneta.it/moneta/MN-PAL/32

Per la quale però i quasi 2000 Euro citati per un esemplare così bello rimagono un'utopia.... 3 soli passaggi in asta negli ultimi 20 anni (l'ultimo nel 2002), e tutte sotto il BB :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

marco93
Questo famigerato mercatino di Carmagnola, prima o poi ci dovrò fare un salto

concordo decisamente con questa affermazione.Comunque complimenti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

Il Rinascimento ha lasciato traccie indelebili......

Un tondello importante, con una carica espressiva coinvolgente......

Complimenti per l'ottimo e raro acquisto.

Modificato da eracle62

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

niko
Questo famigerato mercatino di Carmagnola, prima o poi ci dovrò fare un salto

concordo decisamente con questa affermazione.Comunque complimenti

Organizziamo un pullmino? laugh.gif Qualche volta ci dovrò fare un salto anch'io...

Saluti,

N.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ghera

Segnalo la presenza di tre bellissimi esemplari di lira Instar Omnium nella prossima asta Varesi ;)

Lorenzo

- Piergi, potresti dire anche a me, via MP, quanto l'hai pagata? Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

niko

Segnalo la presenza di tre bellissimi esemplari di lira Instar Omnium nella prossima asta Varesi ;)

Lorenzo

- Piergi, potresti dire anche a me, via MP, quanto l'hai pagata? Grazie

Per questo esemplare ho sfiorato quota 2000

Saluti,

N.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ghera

Grazie Niko e grazie Piergi, che mia aveva già risposto... Scusate, sto invecchiando: inizio a perdere dei colpi :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

andyscudo

Questa savoiarda, assieme a molte altre del resto, rientra nella lista dei miei desideri :wub:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Nel medagliere sabaudo di Chambery sono presenti tre esemplari qui descritti :

post-116-098027400 1285336568_thumb.jpg

post-116-071400500 1285336575_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Nella Biblioteca Nazionale di Francia si contano due esemplari qui descritti :

post-116-067786800 1285336673_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Segnalo la presenza di tre bellissimi esemplari di lira Instar Omnium nella prossima asta Varesi ;)

Si tratte di quelle che si vedono piu' facilmente (zecca di Chambery)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

Segnalo la presenza di tre bellissimi esemplari di lira Instar Omnium nella prossima asta Varesi ;)

Si tratte di quelle che si vedono piu' facilmente (zecca di Chambery)

confermo....

ma la vecchia discussione se Chambéry o Piemonte è il segno di zecca P..... continua....

io appoggio la seconda ipotesi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

angelonidaniele

Segnalo la presenza di tre bellissimi esemplari di lira Instar Omnium nella prossima asta Varesi ;)

Si tratte di quelle che si vedono piu' facilmente (zecca di Chambery)

confermo....

ma la vecchia discussione se Chambéry o Piemonte è il segno di zecca P..... continua....

io appoggio la seconda ipotesi...

Pedemontis :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×