Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
lanotte

Come valutate i vostri doppioni.

Risposte migliori

lanotte

Buonasera a tutti, volevo aprire questa discussione perchè negli ultimi scambi (sia nazionali che esteri) ho trovato diversi metodi di valutazione per i propri doppioni. Mi spiego meglio, quando metto in piedi uno scambio cerco sempre lo scambio sia proficuo per entrambe le parti, onde evitare disequilibri do un certo valore alle mie monete. Personalmente uso sempre il valore che riporta il Krause (che però deve essere sempre la versione più aggiornata). Questo indicatore può non essere sempre corretto, per esempio possiamo avere delle monete sottovalutate o sopravvalutate, soprattutto nel caso di monete importanti. Inoltre c'e da verificare sempre lo stato di conservazione delle monete.

Sappiamo benissimo che un BB può essere scambiato per uno SPL. C'e da dire che alle monete non quotate (magari è presente solo la quotazione FDC) dobbiamo dare un certo valore, per esempio 0.1 o 0.15 $. Nel caso di monete in argento uso il valore del Krause se il valore dell'argento è inferiore, senno il valore dell'argento stesso.

Quali altri metodi usate?

Spero in molte risposte.

Ciao Alberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RedRiver

Mi sono reso conto che gli scambi di monete sono oliati dalle produzioni di San Marino e Città del Vaticano. :rolleyes:

A parte gli scherzi.... in linea di massima, quando giro per negozi e mercatini compro anche monete che non rientrano nella mia collezione, se sono ben conservate, perché una bella moneta è sempre una bella moneta, e potrà essere apprezzata, in uno scambio, per riuscire a trovare le monete che ancora sto cercando.

Quindi in genere mi baso sul prezzo a cui vengono proposte. In genere, per tutte le monete estere scambio 1:1, per un'altra moneta comune, da circolazione. In genere per monete in Euro, San Marino, Lire italiane e Città del Vaticano chiedo qualcosa in più... magari una bella moneta dei primi del novecento per una moneta da uno o due euro.

Poi in genere ci si regola al momento di proposta e controproposta....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lanotte

Ciao Red river, quindi da quello che ho capito, tu regoli lo scambio in base a quello che ottieni in cambio.

Cosi però è un po lasciato al caso, e aggiungerei (visto che a me è capitato) di dare monete che hanno anche un controvalore immediato (sterline, franchi svizzeri, etc), in cambio di monete di scarso valore, dato che vengono scambiate 1:1, personalmente cerco di non approfittarmene, ma purtroppo in passato ho trovato chi lo fà, poi con un po d'esperienza ho cercato d'evitare scambi che mi sembravano iniqui.

Alberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

enricotp

Ciao Alberto ho letto con piacere questa tua nuova discussione.

Tutti i collezionisti che fanno scambi dovrebbero partecipare per dire come la pensano e dare un contributo per cercare di uniformare un modo di comportarsi che tenda principalmente ad uno scopo: la soddisfazione di entrambi per le monete scambiate e possibilmente stabilire un rapporto di amicizia od anche solo di fiducia reciproca che duri nel tempo.

In particolare questa discussione mi interessa moltissimo perchè ho costruito la mia collezione per tipo di monete circolanti di tutto il mondo, tramite scambi con altri collezionisti.

Negli anni ho sempre acquistato molte più monete da mettere nei miei doppi rispetto alle monete per la mia collezione. Non solo in Italia ma anche durante viaggi di lavoro e vacanze in molti Paesi stranieri. Infatti è così che ho iniziato.

Mi trovo ora avvantaggiato negli scambi perchè mi ritrovo migliaia di monete utili per gi altri collezionisti, non le solite monete recenti. Mi definirei un professionista dello scambio, perchè nel tempo ho imparato tante cose e migliorato la tecnica grazie all'iscrizione ad una Associazione di collezionisti sita in California, ormai scomparsa da tanto tempo.

Unico problema è che col passare degli anni, consolidando la collezione di monete circolanti di tutto il mondo per tipo e limitando il periodo al solo xx secolo, comincio ad avere difficoltà a reperire le monente mancanti (anche se sono tante, circa 2500).

Ho sempre scambiato con i valori di catalogo, usando anno e gradazione. Anche se so benissimo che non è un sistema perfetto. Il catalogo più usato Il Krause, essendo fatto principalmente per collezionisti e numismatici americani è visto secondo la loro ottica per cui diffetta per alcuni Paesi e contiene vari errori sui valori fissati per certe monete.

Ma in questi pochi casi, basta scrivere nella propria lista i propri valori. Nessuno è obbligato a darli od a prenderli a questi valori diversi dal Krause.

Molto meglio degli scambi 1:1 che poi diventano 1:5 od anche 1:20 secondo il proprio giudizio dato a certe monete.

Enrico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piakos

Salve.

concordo che una bella moneta vada sempre comprata aanche se non rientra esattamente nella collezione.

Per le valutazioni il catalogo è ccomunque un riferimento.

Poi c'è la media delle realizzazioni in asta...per la tipologia di monete che vi sono transitate.

Ma il vero discrimine dovrebbe essere l'occhio unito all'esperienza.

Difficile che le monete abbiano la stessa esatta conservazione. Con l'ausilio della lente è facile individuare le differenze che, se in melius o in pejus portano sempre a diversi valori e valutazioni, anche non eclatanti...ma pur sussistenti.

Se non ci si abitua a valutare tali differenze...è facile soprastimare qualcosa o, peggio ancora, non rendersi conto che il pezzo vale di più.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

passatore

Io guardo i cartellini dei commercianti che mi hanno venduto le monete o le fatture. Tanto spesi...tanto debbo avere...al minimo.

:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lanotte

Ciao e grazie delle risposte, tanto per fare un esempio allego la lista di uno scambio fatto tempo fà, gradire sentire pareri in merito:

Kazakhstan   50 Tenge   Makhambet 2003 BU 6,5

Kazakhstan   50 Tenge   E. Margulan   2004 BU 6,5

Kazakhstan  50 Tenge    Paynter A.Kasteev 2004 BU 6,5

Kazakhstan  50 Tenge    60th Ann. of Victory 2005 BU 6,5

Kazakhstan  50 Tenge    20th Ann December Events 2006 BU 6,5

Kazakhstan   50 Tenge   Space   2006 BU 6

Kazakhstan   50 Tenge    Bird Altai Snowcock    2006 unc 4

Kazakhstan   50 Tenge    Composer Achmet Zhubanov  2006 BU 6

Kazakhstan   50 Tenge    State award "Altyn Kyran Order” 2006 BU 6

Kazakhstan   50 Tenge    State award "Sign of Altyn Kyran insignia” 2006 BU 6

Kazakhstan   50 Tenge   50Th Ann. of Sputnik 2007 BU 6

Lithuania 1 Centas    1925 XF 25

Lithuania 2 Litu 1925 silver unc 40

Lithuania 5 Litai 1925 silver XF 35

Lithuania    1 Litas  The Baltic Highway 1999 unc 5

Per un totale di 171.5$

In cambio di:

SAN MARINO LIRA 200 1991 AL/BR BB/FDC 1 1,50

SAN MARINO LIRA 200 1992 AL/BR BB/FDC 1 1,50

SAN MARINO LIRA 200 1995 AL/BR FDC 1 1,50

SAN MARINO LIRA 500 1982 BIMET SPL/FDC 1 4,00

SAN MARINO LIRA 500 1983 BIMET SPL/FDC 1 4,00

SAN MARINO LIRA 500 1984 BIMET SPL/FDC 1 4,00

SAN MARINO LIRA 500 1985 BIMET SPL/FDC 1 4,00

SAN MARINO LIRA 500 1986 BIMET SPL/FDC 1 4,00

SAN MARINO LIRA 500 1987 BIMET SPL/FDC 1 4,00

SAN MARINO LIRA 500 1988 BIMET SPL/FDC 1 4,00

SAN MARINO LIRA 500 1990 BIMET SPL/FDC 1 4,00

SAN MARINO LIRA 500 1991 BIMET SPL/FDC 1 4,00

SAN MARINO LIRA 500 1992 BIMET SPL/FDC 1 4,00

SAN MARINO LIRA 500 1993 BIMET SPL/FDC 1 3,50

SAN MARINO LIRA 500 1994 BIMET SPL/FDC 1 3,50

SAN MARINO LIRA 500 1995 BIMET FDC 1 3,50

SAN MARINO LIRA 500 1996 BIMET SPL/FDC 1 3,50

SAN MARINO LIRA 500 1998 BIMET SPL/FDC 1 3,50

SAN MARINO LIRA 500 1999 BIMET SPL/FDC 1 3,50

SAN MARINO LIRA 1000 1997 BIMET FDC 1 8,00

SAN MARINO LIRA 1000 1998 BIMET FDC 1 8,00

SAN MARINO LIRA 1000 1999 BIMET FDC 1 8,00

GERMANIA MARCO 5 1978 AG FDC 1 6,00

REGNO YUGOSLAVIA DINARO 10 1931 AG qSPL 1 15,00

REGNO YUGOSLAVIA DINARO 20 1938 AG qSPL 1 7,00

VATICANO LIRE 500 1975 AG FDC 1 17,50

VATICANO LIRE 500 1974 AG FDC 1 17,50

VATICANO LIRE 500 1973 AG FDC 1 17,50

170,00

ALberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piakos

M'beh!

Valutate anche le conservazioni che hai acquisto, se effettive, hai fatto bene.

Qui, nel mondo della numismatica, il divario di prezzi tra conservazione media e ottima...è sempre più ampio, basta vedere le aggiudicazioni.

Alla fine e purtroppo...il BB+ ed anche il q. spl., se continua così, non lovorrà più nessuno...a menole monete non siano molto rare.

Peraltro hai preso monete più vicine al mercato nazionale.

Ciao.

P.S.

Comunque va sempre considerato che le monete vanno viste per dare qualsiasi valutazione.

Nel tuo caso non potevi postare tutta quella roba...ovvio. Però è bene avere sempre presente la massima.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Saturno

Non ho ben capito cosa hai ceduto e cosa hai acquisito: comunque se hai ceduto la seconda lista (S Marino /Vaticano) hai ceduto bene,perchè a mio parere sono valutazioni eccessive per quelle monete (pe ril mercato italiano).

Un 500 lire d'argento di Paolo VI si trova tranquillamente alla metà...poi S Marino non lo vuole nessuno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lanotte

Le conservazioni sono esattamente quelle descritte, effettivamente le valutazioni di San Marino e Vaticano sono un po alte (ma sono quelle prese dal Krause), ma come ha scritto REd River gli scambi sono oliati dai due mini stati.

Alberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RedRiver

Le conservazioni sono esattamente quelle descritte, effettivamente le valutazioni di San Marino e Vaticano sono un po alte (ma sono quelle prese dal Krause), ma come ha scritto REd River gli scambi sono oliati dai due mini stati.

Alberto

E meno male che non le vuole nessuno..... a occhio e croce direi che almeno metà degli scambi si basa su San Marino e Vaticano....

Ma anche rispetto a questo vorrei fare una valutazione.... Per il mercato italiano monete di San Marino e Vaticano, a differenza di anni passati, vengono valutate molto di meno, mentre per un collezionista estero, anche solo europeo, possono valere molto di più....

Mentre, per il mercato italiano, monete tipo quelle dell'Islanda, o quelle dell'Armenia o della Georgia, o quelle della Macedonia o della Bosnia Erzegovina... quanto spesso vi capita di trovarle? Perché il valore, per tutte quelle in corso, è ovviamente limitato, sia per il cambio sia perché sarebbero monete "comuni".... ma quanto spesso vi capita di trovarle?

Allo stesso modo magari ti capita di trovare nella famosa ciotola le monete albanesi da 7 euro a cinque centesimi....

Le quotazioni di mercato fanno un po' storia a sè... forse non sono molto collegate alla realtà....

Nello scambio poi subentra un fattore soggettivo.... se io cerco intensamente determinata moneta anche considerata "comune", ma non la trovo, posso essere disposto a scambiarla con una moneta più rara, o a pagarla un po' di più, se riesco a trovarla....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MassyGiovy7577

Quando si fanno questi scambi tra collezionisti e tra monete di scarso valore se Ci si accorge che uno dei due fà troppo il furbo e sta li a guardare il centesimo bè allora è meglio non mettersi neanche a fare scambi con persone del genere........Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×