Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
sgtred

Sondaggio Inasta

Risposte migliori

sgtred

stiamo valutando la possibilità di non far pagare le spese di spedizione (€ 8 o € 11 a secondo della modalità di pagamento scelta) e di fornire gratuitamente per un anno la consultazione gratuita degli archivi, a coloro che rinunceranno a ricevere il catalogo cartaceo, mantenendo la possibilità di visionarlo on line e di fare gli ordini sul sito oppure di scaricare il modulo d’ordine per poi inviarcelo. Se pensa che questa soluzione sia appropriata, la preghiamo di rispondere a questa mail indicando la volontà di non ricevere più il catalogo.

Cordiali saluti

InAsta S.p.A.

Non capito bene le spese di spedizione?

Sugli eventuali aggiudicazioni di lotti od sul solo singolo catalogo delle prossime aste??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Maffeo

Sui lotti - l'Inasta ha sempre inviato il cartaceo gratis.

A me sembra un'interessante proposta. Il cartaceo è superfluo con il catalogo online (e a questo punto non saprei più dove metterli tutti :D )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS

Anch'io ho ricevuto la stessa e-mail,

per la verità io non ho mai pagato i cataloghi, però la proposta mi è parsa interessante, consultazione gratis ecc... ec..., ed anch'io ho già problemi "fisici" per i cataloghi, ben vengano PDF e foto in alta risoluzione.

saluti

TIBERIVS

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Umbarcano

Concordo,w il pdf.

Non vi è dubbio che sfogliare il catalogo è tutta un'altra cosa...comunque per me proposta accettata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gianivy

Quindi per poter consultare gratis i cataloghi sul sito, devo prima iscrivermi per ricevere il cartaceo e poi dire che non lo voglio e mi va bene il pdf?

:P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

... andrò contro corrente, ma quasi quasi preferisco il cartaceo......

e se ci rifiutassero la visione on line poi e ci chiedessero una quota per la visione,? il cartaceo comunque rimane....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

denario69

... andrò contro corrente, ma quasi quasi preferisco il cartaceo......

e se ci rifiutassero la visione on line poi e ci chiedessero una quota per la visione,? il cartaceo comunque rimane....

La penso come Savoiardo :)

a parte il piacere di sfogliare il cartaceo senza necessariamente stare davanti ad un pc, ma quello che non ho ben capito è questo:

una volta trascorso l'anno, bisognerà poi pagare una quota per la consultazione dell'asta in scadenza... o l'eventuale quota riguarderebbe solo gli archivi delle aste passate?

Per ora non ho le idee molto chiare... aspetto altri pareri prima di rispondere :)

saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pistacoppi

Riguardo alla proposta che ha fatto inAsta che poi stamattina ho trovato sospesa con una comunicazione via mail, ritengo che chi rinucia al catalogo cartaceo debba avere accesso illimitato nel tempo al database e non solo per la durata di un anno (in media 3/4 cataloghi).

Onestamente io trovo penalizzante e non poter fare più ricerche storiche di archivio se non a pagamento dopo l'anno di bonus.

Io in risposta alla prima comunicazione avevo proposto ad InAsta che a chi rinunciava al cartaceo fosse stata data la possibilità di consultare di DB on-line illimitatamente nel tempo e di lasciare invariata la parte delle spese di spedizione. Mi hanno risposto che per ora non cambia nulla.... B) B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

L'asta in scadenza ovviamente è e sarà sempre in chiaro, così come è pure ora (ci mancherebbe pure che facciano pagare per visionare il catalogo online di una vendita... si tirerebbero davvero la zappa sui piedi!). Da quel che ho capito in cambio della non-spedizione del cartaceo consentirebbero per un anno la fruizione gratuita del loro archivio online oggi a pagamento (15 Euro), oltre ad abbonare le spese di spedizione (qui non ho capito benissimo di cosa, delle monete vinte in asta??).

Io cmq ho già dato il mio consenso, tanto il cartaceo ormai è diventato solo un peso, mi è sì comodo a livello di consultazione (onestamente non ho mai guardato un catalogo online nella sua interezza, cosa che invece faccio per il cartaceo), ma per le offerte sul materiale che mi interessa mi sono sempre basato sulle fotografie nella versione online, molto più risolutive rispetto a quelle del cartaceo.

E per quanto riguarda il commento di Savoiardo sul cartaceo che "rimane", aggiungo che con qualche piccolo accorgimento pure la versione online rimane.... :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pistacoppi

... oltre ad abbonare le spese di spedizione qui non ho capito benissimo di cosa, delle monete vinte in asta??...

Esattamente... ma riguardo all'anno di fruizione gratuito dei cataloghi on-line non trovi che finito il primo anno di bonus ci sia una rimessa per il cliente? Io non avendo l'accesso ai cataloghi informatici se devo trovare una moneta passata anni fa posso sempre rivolgermi al buon vecchio cartaceo, ma se non ho più neanche quello?

Poi il discorso delle spese postali gratuite va visto secondo me di caso in caso.... bisognerebbe fare una media di quanti acquisti ogni utente fa da inAsta e vedere se gli conviene o no. io personalmente non le ho pagate quasi mai facendomele portare ai vari convegni quindi ci rimetterei solo i cataloghi :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36
Supporter

Io avevo pagato per la consultazione degli archivi.

Già fin da allora avevo chiesto di non mandare più il cartaceo.Cosa che ho fatto con quasi tutti . Ricevo solo più Varesi e Nomisma.

Non mi hanno mandato nessuna mail,forse perchè già rinunciavo al cartaceo.

L'abbuono delle spese di spedizione delle monete acquistate è ,penso, uno sconto per chi rinuncia al cartaceo.

Se molti rinunciassero al cartaceo le case d'asta potrebbero addirittura ridurre le commissioni.

Ne ho parlato con Kunker ,Sonia Russo che cura i rapporti con la clientela italiana mi ha telefonato per una piccola indagine sulla soddisfazione dei clienti per il loro servizio (ottimo!) .Ha detto che non ci avevano pensato, ma la cosa potrebbe essere fattibile. I loro cataloghi ,5 o 6 alla volta ,costano .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

I cataloghi cartacei, pur gradevoli da consultare, alla lunga diventano davvero un peso, e parlo io che è solo da 5 anni che ricevo cataloghi e partecipo ad aste! Vero che la possibilità di consultare una vecchia aggiudicazione è qualsosa di molto utile, il più è riuscire a trovare il catalogo che serve nel mucchio :ph34r:

Avendo il posto in casa sarebbe bello potersi tenere una bella biblioteca apposita solo per i cataloghi d'asta, purtroppo, almeno per quanto mi riguarda, il posto che ho è davvero poco (ho difficoltà a trovar posto anche per la biblioteca numismatica vera e propria....) e la cosa alla lunga diventa davvero ingestibile.

Per il resto concordo che forse era meglio se la concessione riguardo l'archivio online fosse perenne, e non limitata ad un solo anno solare... a questo punto meglio forse concedere piena libertà all'accesso agli archivi e lasciar perdere lo sconto sulle spese di spedizione (anch'io sono tra quelli che in buona parte dei casi ritira le monete ai convegni).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Maffeo

infatti io sono arrivato al punto che conservo solo i cataloghi monografici che presentano una sola collezione riguardante una tematica particolare, cioè i cataloghi che col passare del tempo fanno testo e diventono vere e proprie opere di consultazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

Personalmente preferisco cosi come è ora, ovvero ricevere il cartaceo.

Gia ai tempi non avevo sottoscritto l'abbonamento alla consultazione agli archivi.

Poi cmq dopo un anno cosa succederebbe?? solo on line e poi abbonamento per l'archivio??

Ma le spese di spedizione, sono riferite alle monete vero?? o al catalogo??

Io preferisco il catalogo cartaceo, puo essere consultato in tranquillità, sfogliato e risfogliato.

Ringrazio Inasta cmq ...

ciao

sku

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

denario69

Ho letto con piacere i vostri commenti e le vostre impressioni sulla proposta di Inasta.

Personalmente sono ancora indeciso…

concordo sul fatto che il catalogo on line fornisca in realtà dei dettagli di valutazione di gran lunga superiori, su monete di interesse, ma quello che mi lascia perplesso è l’accesso al database storico, per così dire, delle aste ed in generale sulle monete oggetto dell'asta. Mi spiego meglio:

è pure vero che avendo l’accortezza di salvarsi i formati pdf dell’asta in corso si potrebbe comunque costruire un data base personale, ma è altresì vero un interrogativo che mi sorge:

attualmente i file delle aste in corso sono scaricabili in formato pdf, ora..... ma siamo sicuri che all’indomani del sondaggio resteranno tali ? Nel senso, si potrebbe decidere di lasciarli soltanto consultabili on line e non scaricabili in pdf…. :)

Continuo ad essere perplesso…

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

delboyd

.....la risposta immediata è che preferisco il cartaceo....

Tuttavia tra una decina di anni avrei bisogno di un'altro appartamento per ospitale i cataloghi! (a meno che mia moglie non chieda il divorzio prima :D )

Approfittando del fatto che In Asta ci legge, provo a dire la mia, anche se non esula dalla proposta vera e propria... una via di mezzo insomma... Niente catalogo, ma:

a) possibilità di scaricare il file pdf dell'asta in corso "garantita" sine die

B) una certificazione fotografica in caso di acquisto (tipo quelle ottimamente proposte da Varesi ed oggi anche da Global Aste)

c) possibilità di richiedere una copia di uno specifico catalogo nel caso di un mio interesse particolare (come già menzionato, se venisse disperso un nucleo particolarmente significativo in un determinato settore). In effetti tendo a mantenere sempre i cataloghi delle aste dove mi aggiudico i lotti a maggiore ricordo/documentyzione.

Chiedo troppo? :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

io rimango dell'idea che preferisco il caro e vecchio cartaceo...

potrei anche salvarmi i dati delle aste che mi interessano, ma che vantaggio avrei se ad un'asta non vincessi nessuna offerta??

il cartaceo con una lista delle aggiudicazioni mi rimane, a meno di un incendio in casa ;)

già mi dispiace che abbiano messo a pagamento la consultazione delle aste passate, era un servizio che mi faceva preferire inasta alle altre....

sempre solo una questione di costi, capisco, ma a volte la clientela (e noi clientela siamo per loro) dovrebbe essere un pochettino curata...

e quello della consultazione era una gran bella cosa.....

poi non capisco.... se non partecipo oppure non vinco nessuna asta cosa posso vedere e cosa no?? :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

erademo
Supporter

rispondo senza leggere gli altri commenti così da non essere condizionato.sinceramente sarei in linea di massima disponibile al cambio.

per quanto mi riguarda mi basterebbe la possibilità di scaricare il catalogo in formato pdf e fare le offerte online se in cambio avessi in caso di aggiudicazione l'invio gratuito. . . per quanto riguarda la consultazione mi aspetterei che fossero un po' più generosi, nel senso che potrebbero permettere a tutti quelli che han fatto almeno un'offerta di visionare per un dato periodo di tempo (6 mesi mi sembrerebbe un periodo soddisfacente) lo storico delle aste. . .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inasta

Gentili Utenti,

il nostro sondaggio /proposta è finalizzato a cercare di contenere i costi proponendo, in cambio della rinuncia alla spedizione del catalogo cartaceo, di non far pagare le spese di spedizione di eventuali acquisti fatti alle nostre aste, aggiungendo a ciò l'abbonamento gratuito per un anno ai nostri archivi. Qualcuno ha forse confuso le spese di spedizione dei lotti acquistati con le spese di spedizione del catalogo che al contrario di altre case d'asta non abbiamo mai richiesto. La possibilità di scaricare i pdf dell'asta c'è sempre stata e verrà mantenuta inalterata. Quanto poi alla possibilità di usufruire dei nostri archivi riteniamo che sia un valore aggiunto che pochi altri (forse pochissimi) possono offrire. Permettete una piccola domanda provocatoria: se la consultazione degli archivi viene viene come una opportunità quasi dovuta, perchè quasi nessun altro collega la offre neppuer a pagamento? Credeteci che dietro al nostro database online c'è un lavoro di preparazione non di poca importanza e con costi non proprio irrisori.

Con questo il nostro sondaggio/proposta non è vincolante per nessuno, nel senso che se anche la maggioranza rinunciasse al catalogo cartaceo, la stampa verrà mantenuta come anche l'invio con le consueta modalità per chi ne avrà diritto.

Rimaniamo come sempre a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

Cordiali saluti

Inasta spa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

angelonidaniele

Gentili Utenti,

il nostro sondaggio /proposta è finalizzato a cercare di contenere i costi proponendo, in cambio della rinuncia alla spedizione del catalogo cartaceo, di non far pagare le spese di spedizione di eventuali acquisti fatti alle nostre aste, aggiungendo a ciò l'abbonamento gratuito per un anno ai nostri archivi. Qualcuno ha forse confuso le spese di spedizione dei lotti acquistati con le spese di spedizione del catalogo che al contrario di altre case d'asta non abbiamo mai richiesto. La possibilità di scaricare i pdf dell'asta c'è sempre stata e verrà mantenuta inalterata. Quanto poi alla possibilità di usufruire dei nostri archivi riteniamo che sia un valore aggiunto che pochi altri (forse pochissimi) possono offrire. Permettete una piccola domanda provocatoria: se la consultazione degli archivi viene viene come una opportunità quasi dovuta, perchè quasi nessun altro collega la offre neppuer a pagamento? Credeteci che dietro al nostro database online c'è un lavoro di preparazione non di poca importanza e con costi non proprio irrisori.

Con questo il nostro sondaggio/proposta non è vincolante per nessuno, nel senso che se anche la maggioranza rinunciasse al catalogo cartaceo, la stampa verrà mantenuta come anche l'invio con le consueta modalità per chi ne avrà diritto.

Rimaniamo come sempre a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

Cordiali saluti

Inasta spa

comprendo bene il lavorone ed il costo :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

tutti abbiamo sempre apprezzato il lavoro fatto da inasta (e da nessun altro) per lo storico aste, era un ottima fonte per tutti...

capiamo anche (penso) l'onere che ciò comporta, ...

personalmente non comprendo il fatto di dover partecipare alla spesa del servizio offerto da chi comunque di inasta di serve e acquista , personalmente con soddisfazione, da anni, nel mio caso seguo le aste dalla prima o forse al massimo dalla seconda e sempre con soddisfazione posso dire di avere molte (o parecchie) monete in collezione che arrivano da quelle aste.

Critico solo che chi partecipa alle aste e, quando riesce , compra dovrebbe avere la possibilità di usufruire del servizio, come se per un tot di volte non si partecipa alle aste i cataloghi non vengono più forniti così si potrebbe fare con la consultazione....

per me non è un problema..... custodisco i cataloghi e mi faccio lo storico personalmente, volevo solo dire che il fatto di avere uno storico aste in rete era un servizio che apprezzavo tantissimo da questa casa d'aste, proprio perchè unica ad averlo.....

mantengo la mia idea ..... mantengo il cartaceo :)

opinione puramente personale che non vuole assolutamente influenzare nessuno e che non abbassa la considerazione per una casa d'aste che rispetto ed apprezzo!!!!! :) :) :) :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rickkk

Io ho optato per non ricevere il cartaceo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

angelonidaniele

tutti abbiamo sempre apprezzato il lavoro fatto da inasta (e da nessun altro) per lo storico aste, era un ottima fonte per tutti...

capiamo anche (penso) l'onere che ciò comporta, ...

personalmente non comprendo il fatto di dover partecipare alla spesa del servizio offerto da chi comunque di inasta di serve e acquista , personalmente con soddisfazione, da anni, nel mio caso seguo le aste dalla prima o forse al massimo dalla seconda e sempre con soddisfazione posso dire di avere molte (o parecchie) monete in collezione che arrivano da quelle aste.

Critico solo che chi partecipa alle aste e, quando riesce , compra dovrebbe avere la possibilità di usufruire del servizio, come se per un tot di volte non si partecipa alle aste i cataloghi non vengono più forniti così si potrebbe fare con la consultazione....

per me non è un problema..... custodisco i cataloghi e mi faccio lo storico personalmente, volevo solo dire che il fatto di avere uno storico aste in rete era un servizio che apprezzavo tantissimo da questa casa d'aste, proprio perchè unica ad averlo.....

mantengo la mia idea ..... mantengo il cartaceo :)

opinione puramente personale che non vuole assolutamente influenzare nessuno e che non abbassa la considerazione per una casa d'aste che rispetto ed apprezzo!!!!! :) :) :) :rolleyes:

io ho optato per online però Silvio quando prendo una moneta da Inasta verrò a prendermi il cartaceo da te :P :P :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ghera

A me non è arrivata nessuna mail, nonostante sia un cliente di InAsta (acquistato un esemplare nell'asta 36) e sia abbonato alla loto newsletter :(

Comunque, anche io, avrei optato per il catalogo. Mi rendo conto dello spreco di carta, ma è tutta un'altra cosa :)

Modificato da Ghera

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corallino

Io ho optato subito senza ombra di dubbio per il cartaceo, ma scusate, cosa ce' di piu' bello avere sul comodino un catalogo fresco fresco e consultarlo prima di addormentarsi per una settimana tutte le notti?

Poi il catalogo online lo trovo freddo, non mi stimola.

Calorosi saluti

Corallino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×