Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Guest civettax1969

DENARO SENESE?

Risposte migliori

Guest civettax1969

Ciao secondo voi questo può essere un denaro senese precedente il 1180?

DIAMETRO 1.6CM

MATERIALE ARGENTO (molto puro) benchè dalle foto sembrino giallastre ma hanno un bel colore argento luccicante

potete confermare oppure dirmi di cosa si tratta?

sapreste anche stimarmi il valore?

ciao grazie

Modificato da civettax1969

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bavastro

ciao, il diametro è quello dei denari piccoli. Mi risulta che la concessione monetale del vicario imperiale risale al 1180. La delibera per i denari piccoli stabiliva impasto di mistura a 333/...

La moneta in questione mi pare appunto rispondente alla delibera del 1180. Purtroppo la mancanza di metallo non permette di leggere le S di SENA VETVS. Questo comporta anche una quotazione modesta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

La grande S nel campo è dritta, quindi non si tratta della primissima tipologia di denari che hanno la S ribaltata e vengono datati da poco prima il 1180. Questa tipologia invece si data dopo il 1250. Nonostante l'aspetto luccicante non si tratta d'argento puro ma di una mistura intorno ai 200 millesimi. Questo dimostra che gli zecchieri medievali sapevano fare il loro mestiere ;)

Purtroppo la moneta è spezzata e in conservazione precaria, quindi il valore economico è poca cosa :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest civettax1969

La grande S nel campo è dritta, quindi non si tratta della primissima tipologia di denari che hanno la S ribaltata e vengono datati da poco prima il 1180. Questa tipologia invece si data dopo il 1250. Nonostante l'aspetto luccicante non si tratta d'argento puro ma di una mistura intorno ai 200 millesimi. Questo dimostra che gli zecchieri medievali sapevano fare il loro mestiere ;)

Purtroppo la moneta è spezzata e in conservazione precaria, quindi il valore economico è poca cosa :(

si controllando bene concordo con te.

l'unica cosa è il materiale; ti allegherò un'altra foto ma sembra veramente argento, quasi a livello dell'argento di oggi (un po meno lucido ma bellisssimo)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest civettax1969

La grande S nel campo è dritta, quindi non si tratta della primissima tipologia di denari che hanno la S ribaltata e vengono datati da poco prima il 1180. Questa tipologia invece si data dopo il 1250. Nonostante l'aspetto luccicante non si tratta d'argento puro ma di una mistura intorno ai 200 millesimi. Questo dimostra che gli zecchieri medievali sapevano fare il loro mestiere ;)

Purtroppo la moneta è spezzata e in conservazione precaria, quindi il valore economico è poca cosa :(

ho rifatto le foto guarda se non sembra argento, in effetti ho forti dubbi sul fatto che sia mistura.

se cosi è chi ha realizzato quetsa moneta era veramente bravo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paleologo

Fidati, è mistura. Se vuoi un riferimento:

PAOLOZZI STROZZI B., TODERI G., TODERI F., LE MONETE DELLA REPUBBLICA SENESE. Monte dei Paschi di Siena / Silvana Ed., Siena 1992.

Questo è un denaro del primo tipo con S ribaltata:

post-838-0-95337500-1293109942_thumb.jpg

All'aspetto è argento, eppure è mistura poco migliore di quella del tuo. Il fatto è che gli zecchieri medievali, prima della coniazione, sottoponevano i tondelli a un processo detto bianchitura, cioè un bagno chimico che aveva come effetto l'eliminazione differenziale del rame dallo strato superficiale del tondello che quindi rimaneva più ricco in argento. La superficie della moneta, che restava porosa dopo il trattamento, veniva spianata dal colpo di martello del monetiere e il risultato era appunto una moneta dall'aspetto più "argentoso" e quindi più appetibile all'utenza. Infatti non è raro trovare denari di questo periodo con la superficie più o meno porosa, segno evidente che la bianchitura non era stata fatta a regola d'arte oppure che la forza della martellata non era stata sufficiente a rendere del tutto omogenea la superficie del tondello.

A proposito, sei ancora in tempo a prendere una copia della ristampa di "NUMISMATICA E TECNOLOGIA" di Angelo FInetti:

http://www.lamoneta....a-e-tecnologia/

Per questi temi è una piccola Bibbia :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest civettax1969

Fidati, è mistura. Se vuoi un riferimento:

PAOLOZZI STROZZI B., TODERI G., TODERI F., LE MONETE DELLA REPUBBLICA SENESE. Monte dei Paschi di Siena / Silvana Ed., Siena 1992.

Questo è un denaro del primo tipo con S ribaltata:

post-838-0-95337500-1293109942_thumb.jpg

All'aspetto è argento, eppure è mistura poco migliore di quella del tuo. Il fatto è che gli zecchieri medievali, prima della coniazione, sottoponevano i tondelli a un processo detto bianchitura, cioè un bagno chimico che aveva come effetto l'eliminazione differenziale del rame dallo strato superficiale del tondello che quindi rimaneva più ricco in argento. La superficie della moneta, che restava porosa dopo il trattamento, veniva spianata dal colpo di martello del monetiere e il risultato era appunto una moneta dall'aspetto più "argentoso" e quindi più appetibile all'utenza. Infatti non è raro trovare denari di questo periodo con la superficie più o meno porosa, segno evidente che la bianchitura non era stata fatta a regola d'arte oppure che la forza della martellata non era stata sufficiente a rendere del tutto omogenea la superficie del tondello.

A proposito, sei ancora in tempo a prendere una copia della ristampa di "NUMISMATICA E TECNOLOGIA" di Angelo FInetti:

http://www.lamoneta....a-e-tecnologia/

Per questi temi è una piccola Bibbia :)

ti ringrazio tanto auguri a presto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
magdi

cpme già detto da altri, la S dritta identifica un piccolo della seconda emissione...la mistura era in Ag sul 300 x 1000

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×