Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
lgmoris

Ribattitura o Variante?

Risposte migliori

lgmoris

Salve a tutti.

Con novita'; da condividere, vorrei proporrere oggi di riaprire una discussione gia' intrapresa l'Aprile scorso su una moneta di grande fascino: La 2 Centesimi 1915 Prora " Quattromani".

Questa moneta esibisce nel suo "Reverse" un difetto di coniazione singolare :la figura del l'Italia che presenta 4 mani. Tale errore e' stato finora ritenuto un errore di conio dovuto a ribattitura con rotazione d'asse. La moneta : una curiosita', un caso fortuito del destino.

Per me non e' cosi.

Io ho sempre avuto forti dubbi su questa catologazione dato che raramente ho visto il destino giocare il ruolo di bravo incisore Oggi alla luce del ritrovamento di un nuovo errore su tale annata, errore simile ma differente, sono invece propenso a considerare tale moneta una vera e propria variante di incisione

Usualmente quando una ribattitura avviene lascia il segno. Vedi per esempio il caso della moneta 5 Centesimi 1982 N del mio avatar o l'esempio di questo 1 Centesimo 1904 con 4 ribattuto che vi allego .Nella Quattromani non si vede discontinuita' o eccedenza di materiale nel luogo di ribattitura ne' imperfezione di disegno alla giuntura dei bracci.

Tutto e' uniformemente continuo e perfetto.

Il ramo di ulivo continua ininterrotto e le due mani che lo tengono si sovrappongono in modo delicato sulla stessa linea. Come e' possible se si parla di rotazione d'asse? Come e' possible che in una rotazione d'asse che l'orizonte con le due navette rimanga perfettamente orizontale? Ed il ricciolo alto della veste sulla spalla esattamente al suo posto? Come e' possible che lo spessore del polso e del braccio della mano sinistra sia diverso dal braccio aggiunto soprastante? E tutto questo senza strappi nella composizione armoniosa del disegno ripetuto non una volta ma piu' volte identicamente nelle monete di cui conosciamo l'esistenza?

Ma c'e' di piu'.

Recentemente infatti ho avuto la fortuna e la sorpresa "choc" di venire in possesso di un altra moneta 2 Centesimi 1915 Prora in cui l'Italia marinara ha tre braccia.

La moneta che vi mostro faceva parte di unlotto di due di una collezione privata. La bellissima gemella, in condizione FDC e' sempre in mano al proprietario. Chiameremo questa moneta " Tre Braccia"

Il perito Roberto Pedoni,che ne ha certificato l'autenticita' ha assegnato un R5 alla condizione FDC ed un R3 alla mia non sapendo quanti pezzi possano esserne stati coniati.

Sia lui che altri numismatici contattati hanno asserito di non aver mai conosciuto l'esistenza.di tale moneta.

Anche questa moneta, e' per me una "variante di incisione" (terzo tipo di variante se si considera l'originale) e' una moneta molto bella. E' ancora piu' ingannevole della precedente. Per questo piu' rara perche' andata inosservata per tantissimo tempo. Il braccio e' situato piu' vicino al corpo e la mano che regge il rametto di ulivo e' singola non doppia!! Solo il braccio sinistro e' duplice e seminascosto dalle onde del vestito.. Infine, e qui sta per me la verita', le dita della mano sinistra dei due bracci sono chiaramente differenti. Il braccio sottostante e' piu' snello, il polso piu' sottile e mancano poi le dita intermedie ed i pollici sono differenti.

Vogliamo dire che questa e' una ribattuta con rotazione selettiva di solo braccio e ridisegno miracoloso della mano? Perche' allora non dire che la 5 Centesimi 1913 "Senza Punto" e' una ribattitura? Perche ' tale ribattitura non e' mai avvenuta negli altri anni di emissione 1908-12, 1914-17? Perche' non e' mai avvenuta nelle altre Prore del 1 Centesimo , 2 Centesimi, 5 Centesimi? Il fato? Non credo.

Veramente penso che ci troviamo davanti a due varianti di incisione. Se autorizzate o meno e' difficile da stabilire. Probabilmente, come nel caso recente delle 500 Lire Caravella con bandiere controvento, coniate di proposito in numero limitato (25? 50?) per poche persone o personalita'.del tempo. Chi cercasse un pezzo di carta di autorizzazione per tale errore deve tener presente che gran parte della documentazione del tempo e' andata perduta e che quelli non erano tempi come i nostri dove ci si aspetta che tutto sia publico e trasparente.

E' difficile andare contro corrente (Galileo ne sa qualcosa) quando e' cosi facile attribuire il tutto ad uno scherzo del destino…. Classificando l'errore come "Ribattitura" non si offende nessuno. Non si tocca il can che dorme.. Ma e' davvero una ribattitura?

Fatemi sapere la vostra opinione.

Lamberto

2Cent1915R4M-1.jpg

2Cent1915R4M-3.jpg

2Cent1915R4M-Detail.jpg

2Cent1915R4M-Detail2.jpg

post-14305-0-38610600-1299827833_thumb.j

Modificato da lgmoris
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lgmoris

Allego foto della Tre Braccia

2Centesimi1915R-TreBraccia-Obverse.jpg

2Centesimi1915R-TreBraccia-Reverse.jpg

2Centesimi1915TreBracciaDetail1.jpg

2Centesimi1915TreBracciaDetail2.jpg

2Centesimi1915R-TreBraccia-Detail3.jpg

Modificato da lgmoris
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lgmoris

Scusate per le foto forse troppo grandi.. Sto ancora imparando.....:)

Modificato da lgmoris

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

Difetti di conio, non si può parlare secondo me di variante in senso stretto.

A proposito, posso inserire le foto nel mio volume?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lgmoris

Senz'altro Elledi. Non capisco pero' quali spontanei errori di conio possano creare una mano a mio avviso chiaramente differente in disegno dall'altra.

oo)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rongom

Difetti di conio, non si può parlare secondo me di variante in senso stretto.

A proposito, posso inserire le foto nel mio volume?

Esatto è solamente un difetto di conio, la possibilità di un'errore da parte dell'incisore nella riduzione del modello non è possibile.

Il lavoro dell'incisore è oltretutto una delle fasi per arrivare alla preparazione del conio, un difetto del genere non sarebbe sicuramente passato inosservato anche nelle ultime fasi, l'unica possibilità potrebbe essere nel passaggio punzone riproduttore - conio....

Le mani non sono diverse, sono solamente dei rilievi parziali o con angolazioni leggermente spostate sull'asse..

Le 500 lire caravelle di prova non rappresentano un'errore, bensì un cosa voluta proprio per distinguerle da quelle per la circolazione, anche la forma non è un'errore ma bensì una tecnica di navigazione sottovento che porta le vele a gonfiarsi apparentemente contro vento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

Senz'altro Elledi. Non capisco pero' quali spontanei errori di conio possano creare una mano a mio avviso chiaramente differente in disegno dall'altra.

oo)

Probabilmente vibrazioni o salti di conio. Le varianti, credo che tu lo sappia, sono modifiche volontarie apportate dall'incisore.

Grazie del permesso :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paolino67

Dunqu, secondo me questa varietà (non è corretto chiamarla variante, termine che va applicato solamente a volontarie modifiche del conio) potrebbe essere dovuta ad un salto non di conio, ma di battitura del punzone al momento della preparazione dei conii (che se ho ben capito è ciò che dice anche Rongom). Quando un conio è usurato e non più utilizzabile, non è che si proceda ex novo a fabbricarne uno da zero, ma si utilizzano i punzoni originali creati dalll'incisore (forse ci sono pure due o tre passaggi, questo di preciso non lo so dire). Quindi l'addetto che ha composto la figura del nuovo conio, nel battere la figura dell'Italia su Prora ha probabilmente avuto uno "scivolamento" che ha creato l'effetto 3 mani e in un caso diverso pure quello del braccio aggiuntivo. Certamente si parla di una trascuratezza notevole, visto l'effetto abbastanza clamoroso che si viene a creare, ma se guardiamo la data di esecuzione di queste monete capiamo che essendo il primo anno di entrata in guerra dell'Italia certamente l'esecuzione secondi i crismi di monetine da 2 centesimi non era certo una cosa a cui dare molta importanza.

Se questa teria è corretta (in effetti l'ipotesi ribattitura non mi ha mai convinto granchè proprio per il fatto che solo le mani/braccia sono sdoppiate, mentre il resto della moneta è normale), si dovrebbe parlare non di variante, ma nemmeno di difetto (termine che indica difettosità in fase di produzione delle monete), bensì di errore di conio, che indica una errata preparazione del conio in alcuni particolari (sono errori di conio, ad esempio, alcune legende errate in monete del '600, '700 e pure '800).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Littore

Dunqu, secondo me questa varietà (non è corretto chiamarla variante, termine che va applicato solamente a volontarie modifiche del conio) potrebbe essere dovuta ad un salto non di conio, ma di battitura del punzone al momento della preparazione dei conii (che se ho ben capito è ciò che dice anche Rongom). Quando un conio è usurato e non più utilizzabile, non è che si proceda ex novo a fabbricarne uno da zero, ma si utilizzano i punzoni originali creati dalll'incisore (forse ci sono pure due o tre passaggi, questo di preciso non lo so dire). Quindi l'addetto che ha composto la figura del nuovo conio, nel battere la figura dell'Italia su Prora ha probabilmente avuto uno "scivolamento" che ha creato l'effetto 3 mani e in un caso diverso pure quello del braccio aggiuntivo. Certamente si parla di una trascuratezza notevole, visto l'effetto abbastanza clamoroso che si viene a creare, ma se guardiamo la data di esecuzione di queste monete capiamo che essendo il primo anno di entrata in guerra dell'Italia certamente l'esecuzione secondi i crismi di monetine da 2 centesimi non era certo una cosa a cui dare molta importanza.

Se questa teria è corretta (in effetti l'ipotesi ribattitura non mi ha mai convinto granchè proprio per il fatto che solo le mani/braccia sono sdoppiate, mentre il resto della moneta è normale), si dovrebbe parlare non di variante, ma nemmeno di difetto (termine che indica difettosità in fase di produzione delle monete), bensì di errore di conio, che indica una errata preparazione del conio in alcuni particolari (sono errori di conio, ad esempio, alcune legende errate in monete del '600, '700 e pure '800).

Ottima analisi che condivido pienamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lgmoris

Applaudo la ragionevolezza ed il coraggio di Paolino67 e di Littore nello scegliere un sentiero piu' asciutto e lontano dalla palude della ribattitura. Partire da un ""Blue Sky" ( Tabula rasa, cioe'da zero) dove tutto e' possibile, anche l'impossibile, e' essenziale per il raggiungimento della verita'. Quella vera.

La storia delle monete non vive in un mondo a se stante in una "torre eburnea" perfetta senza errori tecnici od etici, ma e' legata alle debolezze delle azioni umane sia dei singoli individui che dei loro gruppi di lavoro. La Zecca nella sua secolare esistenza non ne e' certo rimasta immune.

La tesi di Paolino67 e' plausibile, ma ancora molto fatalistica. Questo errore di conio si sarebbe manifestato solo in pochi esemplari fra le centinaia di migliaia di monete coniate con il motivo Prora , in due variazioni completamente differenti (Quattromani e Tre Braccia) L'inserzione in una limitata area del tondello di un braccio seminascosto ed a mio avviso di dimensioni differenti senza rovinarne la composizione richiede un atto di fede o l'accettazione di una precisa volonta' umana.

In ambedue i casi il discorso si sposta dall'impossibile al realmo del plausibile e per questo si fa piu' interessante.

Grazie per il grande contributo.

PS: Ho ottenuto ed avuto il permesso dal proprietario della Tre Braccia qFDC di publicarne e coindividere con voi le foto. Notate la classificazione datale da Roberto Pedoni.

Detail1.jpg

DSCF6449.jpg

DSCF6151.jpg

Modificato da lgmoris

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

La tesi di Paolino67 e' plausibile, ma ancora molto fatalistica. Questo errore di conio si sarebbe manifestato solo in pochi esemplari fra le centinaia di migliaia di monete coniate con il motivo Prora , in due variazioni completamente differenti (Quattromani e Tre Braccia) L'inserzione in una limitata area del tondello di un braccio seminascosto ed a mio avviso di dimensioni differenti senza rovinarne la composizione richiede un atto di fede o l'accettazione di una precisa volonta' umana.

In effetti sono parecchio fatalista :D

Scherzi a parte è normale che si tratti di congetture. L'idea che possa essersi trattato di una volontario "lavoretto" da parte di qualche addetto di zecca è affascinante, ma allo stato attuale delle conoscenze, rimane una ipotesi non suffragata da nessun elemento. Le uniche cose su cui si può lavorare sono i dati certi: quindi, stabilire se è possibile che una normale ribattitura provochi lo sdoppiamento di mani e braccia senza intaccare il resto della scena, e a mio avviso la cosa è estremamente improbabile; stabilito questo, cercare la causa più probabile che possa aver causato questo "disastro" :D , e, sempre a mio avviso, la causa più probabile è quella che ho descritto. Le motivazioni per cui di questi errori (mani e braccia sdoppiate) ne esistono pochi, possono essere molteplici: una ipotesi è che siano state battute poche decine di pezzi, poi quando qualche responsabile si è reso conto della cosa ha ordinato la sospensione della battitura e la preparazione di un nuovo conio; lavorando in un'azienda meccanica so perfettamente cosa succede in casi come questi: si corregge l'errore, ma se il materiale già prodotto è ugualmente utilizzabile si chiude un occhio e a volte pure tutti e due :P

Ad ogni modo io troverei più affascinante l'ipotesi che si tratti di un evento dovuto ad un errore umano, che non una cosa voluta da qualcuno magari per creare una varietà interessante. Se c'è stata volontà da parte di qualcuno di creare questo "mostro", questa moneta andrebbe di filato nella galleria degli artefatti che non avrebbero mai dovuto uscire dalla zecca. E' un pò come la tua bellissima moneta double face che hai nell'avatar: se è un pezzo fallato causato da eventi fortuiti a mio avviso ha molto più valore numismatico/storico che non se fosse una mostruosità creata appositamente e fraudolentemente da qualche addetto mascalzone.

Modificato da Paolino67

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lgmoris

Buona risposta, Paolino e, con un po' di fortuna possibile. Sara' la nostra Ipotesi n.1. Continuiamo a discuterne. Sarebbe bello poter guardare negli archivi della produzione giornaliera della zecca del tempo e vedere cosa successe quel giorno o quella notte...:rolleyes:

Purtroppo non credo sia sopravissuto nulla.

La ipotesi del "lavoretto" non porta necessariamente ad una conclusione unetica od illegale. Il "lavoretto" potrebbe aver avuto una regolare perfino "Alta" approvazione.Ipotesi n.2

Non potremo forse mai sapere come sono andate realmente le cose, ma potremo mettere su una serie di possibili ipotesi in diverse direzioni, tutte non perfette, se ci troveremo daccordo a non parlare piu' di ribattitura. :)

PS: Da parte mia non la considero "mostro". La moneta e' per me bellissima anche in queste versioni "errori". Un po'come La bella e la Bestia ..(io sono la bestia.).:ph34r:

Modificato da lgmoris

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

Però...però...se fosse un problema di punzone dovrebbero essere MOLTI i pezzi in circolazione, perchè se della madornale cantonata se ne fossero accorti subito avrebbero bloccato la produzione e non ci sarebbero pezzi in circolazione...a proposito, quanti pezzi sono stati censiti fino ad oggi? Perchè se si parla di un solo esemplare, allora...gatta ci cova...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lgmoris

Elledi sei sulla strada giusta.;)

Oltre le mie monete di cui avete visto le foto sopra. Io conosco solo altri 4 possessori della Quattromani. In tutto 5..

Della Tre Braccia solo uno in piu'. Il possessore della qFDC publicata sopra. Totale 2

.

Come ho detto all'inizio io sono propenso a pensare ad una approvata e limitata emissione di pezzi ( 25-50?) con errore. Ipotesi n.2.

Il motivo, l'eticita' , la autorizazione, il perche', il numero di pezzi usciti ecc. e' naturalmente tutto da discutere ed investigare.

Credo che il mistero della coniazione della Quattromani e della Tre Braccia potrebbe costituire un bellissimo tema di ricerca per La Moneta da portare avanti. Oppure per chiunque di voi "scholars" del Regno con padronanza della lingua che volesse dedicarsi a tale compito con un "open mind" e senza idee preconcette. Ne uscirebbe un interessantissimo saggio.

:o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vwgolf

La tesi di Paolino67 e' plausibile, ma ancora molto fatalistica. Questo errore di conio si sarebbe manifestato solo in pochi esemplari fra le centinaia di migliaia di monete coniate con il motivo Prora , in due variazioni completamente differenti (Quattromani e Tre Braccia) L'inserzione in una limitata area del tondello di un braccio seminascosto ed a mio avviso di dimensioni differenti senza rovinarne la composizione richiede un atto di fede o l'accettazione di una precisa volonta' umana.

In effetti sono parecchio fatalista :D

Scherzi a parte è normale che si tratti di congetture. L'idea che possa essersi trattato di una volontario "lavoretto" da parte di qualche addetto di zecca è affascinante, ma allo stato attuale delle conoscenze, rimane una ipotesi non suffragata da nessun elemento. Le uniche cose su cui si può lavorare sono i dati certi: quindi, stabilire se è possibile che una normale ribattitura provochi lo sdoppiamento di mani e braccia senza intaccare il resto della scena, e a mio avviso la cosa è estremamente improbabile; stabilito questo, cercare la causa più probabile che possa aver causato questo "disastro" :D , e, sempre a mio avviso, la causa più probabile è quella che ho descritto. Le motivazioni per cui di questi errori (mani e braccia sdoppiate) ne esistono pochi, possono essere molteplici: una ipotesi è che siano state battute poche decine di pezzi, poi quando qualche responsabile si è reso conto della cosa ha ordinato la sospensione della battitura e la preparazione di un nuovo conio; lavorando in un'azienda meccanica so perfettamente cosa succede in casi come questi: si corregge l'errore, ma se il materiale già prodotto è ugualmente utilizzabile si chiude un occhio e a volte pure tutti e due :P

Ad ogni modo io troverei più affascinante l'ipotesi che si tratti di un evento dovuto ad un errore umano, che non una cosa voluta da qualcuno magari per creare una varietà interessante. Se c'è stata volontà da parte di qualcuno di creare questo "mostro", questa moneta andrebbe di filato nella galleria degli artefatti che non avrebbero mai dovuto uscire dalla zecca. E' un pò come la tua bellissima moneta double face che hai nell'avatar: se è un pezzo fallato causato da eventi fortuiti a mio avviso ha molto più valore numismatico/storico che non se fosse una mostruosità creata appositamente e fraudolentemente da qualche addetto mascalzone.

Ciao Paolino67 le tue ipotesi mi piacciono ; però ti assicuro che un lavoretto cosi può essere solo voluto.

moltissimi anni fà lavoravo su trance e presse per particolari in metallo ( ovviamente non come quelle della zecca) è non c`erano tutti i sistemi di sicurezza che ci sono ora, per cui ogni tanto succedeva che la pressa invece di fermarsi al punto morto superiore, faceva un altro colpo. ti assicuro che il pezzo che usciva anche se non era una moneta aveva tutti ,è dico tutti i particolari in rilievo mossi.

conclusione; l`incisore che ha fatto il conio,cosa aveva "bevuto?" non sapeva che le donne hanno 2 braccia? ,perche non credo si tratti di alcuna ribattitura o movimento di conio. oppure i bontemponi c`erano anche allora. buonagiornata Gianni ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lgmoris

Grazie VW Golf. Condivido.:D

Approfitto per ringraziare anche Pier (piergi00). E' stato lui ad incoraggiarmi a riaprire questa discussione e venire all'aperto con la Tre Mani. Altrimenti chissa' quanto tempo ancora sarebbe rimasta a dormire! :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

Come ho detto all'inizio io sono propenso a pensare ad una approvata e limitata emissione di pezzi ( 25-50?) con errore. Ipotesi n.2.

Emissione approvata non ne sarei così sicuro, direi piuttosto...concordata, ma rimango sempre dubbioso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lele300

Ho avuto il piacere di conoscere da un pò di tempo l'amico Lamberto (Igmoris).

Il motivo del nostro "incontro" è stato proprio dibattere di questa misteriosa monetina da 2 centesimi in quanto anch'io ne possiedo un esemplare...(non come il tuo Lamberto purtroppo)...

All'inizio anch'io pensavo che si trattava di un errore assai probabile al tempo, però con la calma e l'entusiasmo che contraddistinguono Lamberto mi ha fatto aprire il mio raggio di veduta....

Ora sono più propenso a credere che si tratti di una variante proprio per l'armoniosità e la bellezza del disegno ma è una tesi difficilissima da sostenere e suffragare da prove....

La speranza è l'ultima a morire

Continua così Lamberto ;)

Buona domenica a tutti!!!!!

Lele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Secondo me la rarità di questa moneta (perlomeno quella con piò braccia) non è così elevata come descritto sopra. E' rara, ma ogni tanto qualche esemplare si vede in asta, e va considerato che è una varietà pubblicizzata solo recentemente, quindi magari in molte vecchie collezioni è presente senza che il proprietario ci avesse dato più di tanto peso. Seconda considerazione che nessuno ha ancora spiegato: ma se la cosa è volontaria e addirittura approvata dall'alto: ma per quale motivo? :blink: Cioè davvero qualcuno crede che un conio fallato, che rappresenta, ricordiamolo, l'Italia, abbia prodotto una sorta di piovra (bella a vedersi per noi collezionisti, ma è e rimane un mostro!) col benestare dei responsabili? Scusate, ma mi pare davvero assurdo..... questa la ritengo l'ipotesi meno credibile, ancor meno credibile del salto di conio. E' possibile una fraudolenta produzione da parte di qualche addetto, ma davvero non riesco ad immaginare come questa cosa possa essere uscita dalla zecca per piena volontà di chi doveva invece cassarla. Per quanto riguarda le considerazioni di vwgolf, ricordiamoci che parliamo del 1915, con l'Italia appena entrata in guerra, in zecca escono schifezze inenarrabili ancora oggi, figuriamoci in un'epoca in cui la cura delle monete (sopratutto di valore e modulo così infimo, l'argento era indubbiamente più curato) era certamente l'ultimo dei pensieri. Non per nulla la qualità del conio dei centesimi prora di questo periodo è spesso pessima, con rilievi evanescenti anche su monete FDC, segno che i tempi erano quel che erano e i conii venivano usati fino allo stremo. Quindi pensare che un conio sia stato approntato appositamente per creare una varietà senza senso è davvero una cosa ai limiti della fantascienza, pur con tutto il rispetto per le idee degli amici intervenuti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Dimenticavo: si parlava di armoniosità del disegno della braccia multiplo, ma vorrei sottoporre un'altra considerazione: un salto di battuta durante la punzonatura dei conii pulò sicuramente produrre un difetto del genere, ma provate a pensare cosa voglia dire produrre volontariamente una cosa del genere..... io credo che per farla in maniera accettabile ci vorrebbero decine di prove, anzi, detto tra noi penso che la cosa sia ai limiti dell'impossibile, perchè per riprodurre miratamente il braccio o la mano bisognerebbe isolare nel punzone il disegno di mano e braccio. Può sembrare assurdo a dirsi, ma è molto più facile che una cosa del genere salti fuori per caso che non per una mirata volontà di produrla.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cembruno5500
Supporter

concordo anch' io con la casualità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lele300

Purtroppo non si hanno prove e forse non si avranno mai per affermare che è una variante.....

Però una cosa è certa...per essere una casualità è riuscita molto molto bene.... :D :D :D :D :D :D :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

Secondo me la rarità di questa moneta (perlomeno quella con piò braccia) non è così elevata come descritto sopra. E' rara, ma ogni tanto qualche esemplare si vede in asta, e va considerato che è una varietà pubblicizzata solo recentemente, quindi magari in molte vecchie collezioni è presente senza che il proprietario ci avesse dato più di tanto peso. Seconda considerazione che nessuno ha ancora spiegato: ma se la cosa è volontaria e addirittura approvata dall'alto: ma per quale motivo? :blink: Cioè davvero qualcuno crede che un conio fallato, che rappresenta, ricordiamolo, l'Italia, abbia prodotto una sorta di piovra (bella a vedersi per noi collezionisti, ma è e rimane un mostro!) col benestare dei responsabili? Scusate, ma mi pare davvero assurdo..... questa la ritengo l'ipotesi meno credibile, ancor meno credibile del salto di conio. E' possibile una fraudolenta produzione da parte di qualche addetto, ma davvero non riesco ad immaginare come questa cosa possa essere uscita dalla zecca per piena volontà di chi doveva invece cassarla. Per quanto riguarda le considerazioni di vwgolf, ricordiamoci che parliamo del 1915, con l'Italia appena entrata in guerra, in zecca escono schifezze inenarrabili ancora oggi, figuriamoci in un'epoca in cui la cura delle monete (sopratutto di valore e modulo così infimo, l'argento era indubbiamente più curato) era certamente l'ultimo dei pensieri. Non per nulla la qualità del conio dei centesimi prora di questo periodo è spesso pessima, con rilievi evanescenti anche su monete FDC, segno che i tempi erano quel che erano e i conii venivano usati fino allo stremo. Quindi pensare che un conio sia stato approntato appositamente per creare una varietà senza senso è davvero una cosa ai limiti della fantascienza, pur con tutto il rispetto per le idee degli amici intervenuti.

Pienamente d'accordo|

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest utente3487

Dimenticavo: si parlava di armoniosità del disegno della braccia multiplo, ma vorrei sottoporre un'altra considerazione: un salto di battuta durante la punzonatura dei conii pulò sicuramente produrre un difetto del genere, ma provate a pensare cosa voglia dire produrre volontariamente una cosa del genere..... io credo che per farla in maniera accettabile ci vorrebbero decine di prove, anzi, detto tra noi penso che la cosa sia ai limiti dell'impossibile, perchè per riprodurre miratamente il braccio o la mano bisognerebbe isolare nel punzone il disegno di mano e braccio. Può sembrare assurdo a dirsi, ma è molto più facile che una cosa del genere salti fuori per caso che non per una mirata volontà di produrla.

Pienamente d'accordo su tutto....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×