Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
picchio

Clemente X Piastra 1675 A. IVB

Risposte migliori

picchio

Ho notato questa variante di conio non specificata ne dal CNI ne dal Muntoni.

si tratta della piastra di papa Clemente X per 1675 anno giubilare conio del Lucenti con il portico ed i pellegrini.

Non ho fatto una ricerca approfondita, mi sono limitato a controllare solo su Muntoni, CNI, e Serafini. Ne il Muntoni ne i compilatori del CNI evidenziano la variante di conio per il tipo con l'effige del papa al diritto. Il Muntoni illustra il tipo 2, mentr il CNI il tipo 1. Il Serafini da riporta due esempalri ma non specifica alcuna variante di conio al rovescio, che invece evidenzia per il tipo con al diritto lo stemma.

I due conii sembrano uguali a prima vista, ma solo con una superficiale occhiata si evidenziano numerosisisme differenze, dalle nubi e la raggiatura nella Porta Santa, i capitelli del colonnato, i cappelli dei pellegrini, lo stemma cardinalizio e varie altre. MI pare strano, data la capillarità del CNI che queste varianti di conio non siano state evidenziate, come pure dal CNI.

Vorrei studiare gli esemplari degli ultimi 10 anni (dato che è una moneta abbastanza comune) per vedere quale delle due varianti appare più frequentemente.

1

Stato Pontificio Clemente X (Emilio Altieri) 1670-1676

Piastra 1675 A. IVB Roma Argento gr. 31,604 diametro 44,16mm

D/ CLEMENS• X• PONT• MAX• AN• IV B, busto a destra con barba e baffi, camauro, mozzetta e stola ornata. Sotto il troncato del busto EQ HIER LVCENTI (Cavalier Gerolamo Lucenti, incisore)

Rv. Portico della Basilica vaticana con pellegrini; sulla cornice, DILIGIT DNVS PORTAS SION. All’esergo, MDCL armetta Costaguti XXV (cifre grandi). T/ liscio ↑

Conservzione: Buon bellissimo. Moneta comune, variante da verificare

Muntoni 17 (variante), CNI 20, Berman 2006, Davenport 4077 Spaziani Testa 74

Asta Varesi 55 coll. Demicheli n. 1222 9/4/10

E' il tipo illustrato sul CNI 20

2

Stato Pontificio Clemente X (Emilio Altieri) 1670-1676

Piastra 1675 A. IVB Roma Argento gr. 31,604 diametro 44,16 mm

D/ CLEMENS• X• PONT• MAX• AN• IV B, busto a destra con barba e baffi, camauro, mozzetta e stola ornata. Sotto il troncato del busto EQ HIER LVCENTI (Cavalier Gerolamo Lucenti, incisore)

Rv. Portico della Basilica vaticana con pellegrini; sulla cornice, DILIGIT DNVS PORTAS SION, veduta variata. All’esergo, MDCL (armetta Costaguti) XXV cifre piccole. T/ liscio ↑

Alberto Varesi Pavia 12/3/11

Conservazione Splendida. Moneta comune, variante da verificare

Muntoni 17, CNI 20 var, Berman 2006, Davenport 4077, Spaziani Testa 74

Variante con le cifre piccole tipo illustrato sul Muntoni 17

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Interessante segnalazione, è evidente che nell'approntare i due conii differenti si siano usati punzoni diversi per le lettere e la "manualità" dell'operazione abbia poi portato alle altre differenze.

Da notare come altro punto per la facile identificazione dei due tipi, che il pellegrino più alto del gruppo di destra sul secondo tipo (Muntoni 17) non abbia il cappello, è evidente che fosse un punzone a parte, sfuggito in questo secondo conio.

In archivio tutte le immagini che ho di questa moneta (sia con il busto che con lo stemma al diritto) hanno questo rovescio a lettere piccole.

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giov60

I due coni sembrano differenziarsi per molti particolari: oltre a quelli acutamente sottolineati da picchio e rcamil (in particolare il copricapo del pellegrino del gruppo di destra) rimarcherei anche i basamenti delle colonne che si trovano lungo il corridoio e una prospettiva un po' più stringente nel 2° conio "lettere piccole".

Nel complesso l'esame di 18 foto di esemplari passati in asta, ha ne ha evidenziati 14 del tipo 2° e solo 4 del tipo 1°.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Nel complesso l'esame di 18 foto di esemplari passati in asta, ha ne ha evidenziati 14 del tipo 2° e solo 4 del tipo 1°.

Bene, la statistica si sta già delineando...;)

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Confermo anche per la mia visione diretta di una ottantina di cataloghi con buona presenza di monete pontificie gli esemplari tipo 1 (Demicheli) sono solamente 6 contro i 22 del secondo tipo.

Sarebbe da aggiungere al Muntoni come variante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×