Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
ggpp The Top

Tornesi vari...

Recommended Posts

ggpp The Top

Avevo detto che avrei preso almeno 1 tornese a dicembre. Oggi passo da... ma tanto voi non lo conoscete, insomma mi ha regalato anche qualche altra moneta oltre il tornese che ho preso. Non metto immagini perche sono di fretta.

1 tornese 1853 BB (potrebbe essere anche meglio devo metterlo a mollo)

2 tornesi 1839 MB+/qBB

5 tornesi 1798 con dietro uno scudo MB

10 tornesi 1940 MB

Grazie a tutti. potreste darmi anche qualche indicazione sui regnanti?

Share this post


Link to post
Share on other sites

MARCO B

10 Tornesi 1840, Ferdinando II di Borbone, moneta coniata solo a Napoli tra il 39 e il 51 ... la tua è una data comune ( valore circa 10/15 € ) e nel caso specifico bisogna vedere quale variante è il tuo esemplare ...

Il 5 tonesi di Ferdinando IV è gia molto piu interessante ... ne esistono diverse variante di cui una molto molto Rara !!! Aspetto Foto !!!

il 2 tornesi e il tornese invece sono molto comuni e sono coniati da Ferdinando II

Saluti

Marco

Share this post


Link to post
Share on other sites

favaldar

Vorresti mettere a mollo il Tornese 1853? Lo vuoi proprio rovinare!?? Cosi anche se usurato ha la sua patina antica....dopo? Solo una moneta molto usurata e lavata!!!!!

:nono:

Share this post


Link to post
Share on other sites

MARCO B

Bhe dai si può dire che hanno vissuto ... il tornese sembra avere ancora dei bei rilievi sotto ma è davvero incrostato !!! Visto il valore esiguo io un esperimento di lavaggio lo farei solo per curiosità anche se Favaldar ha ragione nel dire che si rischia di comprometterla per i prossimi 2 secoli !!!

Saluti

Marco

P.s. Il 5 tornesi è la variante comune con la P. Sotto i rami.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ggpp The Top

Cioè... non è che lo volevo mettere abagno, e ra per togliere le incrostazioni! Beh, lo lascio com'è! È diventato così in 160 anni ed io in 160 secondi toglierei tutto! :P

Per il 5 Tornesi... si, ok ce la P... e che vuol dire? :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

MARCO B

è un tipo di variante ... ne esistono senza P con la P sotto lo scudo ... con la P sotto i rami ( la tua) ecc...

Saluti

Marco =)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ggpp The Top

Senti, potresti dirmi la tua stima per queste monete? :huh: Non è che m'interessa tanto... è tanto per sapere...

Share this post


Link to post
Share on other sites

francesco77

Senti, potresti dirmi la tua stima per queste monete? :huh: Non è che m'interessa tanto... è tanto per sapere...

Storicamente hanno un loro indiscutibile fascino e valore. Dal punto di vista commerciale pochi euro caduna.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ggpp The Top
Storicamente hanno un loro indiscutibile fascino e valore. Dal punto di vista commerciale pochi euro caduna.

Non avendole pagate il valore commerciale conta poco o niente. :lol: Senti... ma il 10 tornesi è sempre stato così grande? :blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

francesco77
Storicamente hanno un loro indiscutibile fascino e valore. Dal punto di vista commerciale pochi euro caduna.

Non avendole pagate il valore commerciale conta poco o niente. :lol: Senti... ma il 10 tornesi è sempre stato così grande? :blink:

Ti rispondo volentieri, anche se a memoria e quindi con qualche margine di imprecisione.

Nel 1798 venne effettuata un'abbondante coniazione di esemplari da 10 tornesi del peso di circa 23 grammi e diametro 35 mm, poi con la legge del 1818 venne stabilito un valore intrinseco più onesto consistente in grammi 31 circa (già nel 1799 venne coniato il 3 grana/6 tornesi di grammi 19 circa, già più onesto del 10 tornesi del 1798), fino al 1859 il peso rimase ufficialmente immutato e il diametro di circa 38-39 mm.

Per il resto ti consiglio di dare un'occhiata qui http://www.ilportaledelsud.org/bollettini.htm , in questa pagina web troverai pubblicate diverse ricerche d'archivio e studi vari riguardanti le coniazione in rame delle zecche del sud Italia.

Edited by francesco77

Share this post


Link to post
Share on other sites

ggpp The Top

Grazie ancora. Un ultima domanda se non ti disturba... i falsi d'epoca di queste monete (parlando di anni comuni ovviamente) hanno un valore commerciale? A volte può superare quello delle originali? (a parità di conservazione s'intende!)

Edited by ggpp The Top

Share this post


Link to post
Share on other sites

MARCO B

Grazie ancora. Un ultima domanda se non ti disturba... i falsi d'epoca di queste monete (parlando di anni comuni ovviamente) hanno un valore commerciale? A volte può superare quello delle originali? (a parità di conservazione s'intende!)

Di anni comuni ben fatti se ne vedono pochi di falsi d'epoca e se trovi i pazzi come me li comprano anche a buone cifre ....

Saluti

Marco

Share this post


Link to post
Share on other sites

francesco77

Grazie ancora. Un ultima domanda se non ti disturba... i falsi d'epoca di queste monete (parlando di anni comuni ovviamente) hanno un valore commerciale? A volte può superare quello delle originali? (a parità di conservazione s'intende!)

I falsi d'epoca, pur essendo parte della storia monetaria dell'epoca, non sono emissioni ufficiali e per tanto non hanno un vero e proprio valore numismatico. Essi sono delle semplici curiosità numismatiche e paradossalmente hanno (talvolta) un valore commerciale superiore a quello di una comune moneta ufficiale. Sono tondelli molto ricercati ultimamente. C'è uno studio del 2004 del dott. Giuseppe Ruotolo che analizza nei dettagli i falsi d'epoca in rame delle monete d'argento borboniche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

MARCO B

I falsi per la circolazione sono spesso molto belli da studiare ... hanno un loro fascino per me !!!

Saluti

Marco

Share this post


Link to post
Share on other sites

ggpp The Top
...i falsi d'epoca in rame delle monete d'argento borboniche.

La domanda l'avevo fatta apposta perche ne avevo visto uno... un 120 grana "giallo" ed un 60 grana in bronzo... :o

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rex Neap
...i falsi d'epoca in rame delle monete d'argento borboniche.

La domanda l'avevo fatta apposta perche ne avevo visto uno... un 120 grana "giallo" ed un 60 grana in bronzo... :o

Ho seguito un'attimo il discorso sui falsi d'epoca; secondo me i falsi sono sempre dei falsi e anche se ben fatti non hanno alcun valore e niente di cui si possa studiare (opinione personale). :bash:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rex Neap
...i falsi d'epoca in rame delle monete d'argento borboniche.

La domanda l'avevo fatta apposta perche ne avevo visto uno... un 120 grana "giallo" ed un 60 grana in bronzo... :o

Ciao 'ggpp The Top' , sei hai intenzione di postarli, puoi farlo nella apposita discussione iniziata da fedafa sui falsi nella monetazione Napoletana e Siciliana; dacci un'occhiata perchè già ne sono presenti tantissimi.

Edited by peter1

Share this post


Link to post
Share on other sites

eracle62
...i falsi d'epoca in rame delle monete d'argento borboniche.

La domanda l'avevo fatta apposta perche ne avevo visto uno... un 120 grana "giallo" ed un 60 grana in bronzo... :o

Ho seguito un'attimo il discorso sui falsi d'epoca; secondo me i falsi sono sempre dei falsi e anche se ben fatti non hanno alcun valore e niente di cui si possa studiare (opinione personale). :bash:

Sui falsi c'è da studiare più di quanto tu possa pensare.....

Pensa che per il periodo Classico, svolgono un ruolo di primordine, e non solo in quel periodo!!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ggpp The Top

Non preoccuparti Peter1... quei falsi non li ho... stanno ancora là nel vassoio! :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

uncledear

Ho seguito un'attimo il discorso sui falsi d'epoca; secondo me i falsi sono sempre dei falsi e anche se ben fatti non hanno alcun valore e niente di cui si possa studiare (opinione personale). :bash:

Sui falsi c'è da studiare più di quanto tu possa pensare.....

Pensa che per il periodo Classico, svolgono un ruolo di primordine, e non solo in quel periodo!!!!!

Assolutamente concorde con Eracle62.

I falsi d'epoca hanno circolato e svolto, seppur indebitamente, la funzione di moneta a tutti gli effetti.

Non entro nemmeno nel merito del periodo Classico dove il falso in molti casi...é stato prodotto e immesso in circolazione dallo Stato stesso.

Ne consegue che il falso é di per se stesso un elemento importantissimo della numismatica e come tale deve essere oggetto di studio.

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites

favaldar

I falsi d'epoca circolati sono come gli euro falsi di oggi in circolazione,sopratutto le monete, studiati tra una 50ina d'anni e magari quando l'euro non ci sarà più!

oo)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.