Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
Raistlin

Moneta Repubblicana???

Risposte migliori

Raistlin
Ciao a tutti, da molto tempo posseggo questa moneta ma non sono riuscito a catalogarla, non so proprio che cosa sia. Ho pensato anche ad un falso di fantascienza ma la moneta sembra vera!!!All'apparenza sembra fusa perchè ha la rottura di fusione. Aiutatemi a catalogarla!!! :huh: Il diamentro della moneta è 14,5 mm; il suo peso è di 2,40 g.
Il primo dovrebbe essere il dritto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Raistlin
...E questo dovrebbe essere il rovescio...
ciao ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legioprimigenia
foto piccola. vai sul sito seguente

[url="http://www.imageshack.us/"]http://www.imageshack.us/[/url]

poi inserisci la tua foto, copia il link ed incollalo sul post di la moneta. ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Raistlin
Ho provato ad ingrandirla, di più non posso se no si sgrana.
Questo è il dritto:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danielealberti
Io non l'ho trovata sulle repubblicane dell'alfa.
Lele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miglio81

Non so se può esservi utile, ma quella specie di A, potrebbe essere una R in scrittura Cypriota.

Posso avere dato il "LA"...ma qualcuno può dire qualcosa di più???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cid1jazz

Dalla foto sembra potin, se è così quasi certamente è gallica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cid1jazz

Riguardo la " A " barrata sopra, è un monogramma usato dai mercenari campani in sicilia. Che sia proprio un imitazione gallica di un conio mercenario ???

post-1457-1139771194_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tuchulcha

È una moneta inedita della zona sud-Lazio/nord Campania, nel primo secolo av. C. Studio queste serie da anni e ne conosco solo un altro esempio, che allego. I tipi sono A/ Testa femminile a sinistra. R/ Jove a destra, lanciando un fulmine. La legenda al rovescio è TAO o ATO / TAQ o ATQ; tre punti (cioè un quadrante).

È battuta, non fusa. Si preparava i tondelli in una serie di matrice troncoconiche aperte. Si spaccava dopo il nastro.

Mi potresti dare una foto buona o meglio i calchi, per le mie ricerche?

post-2486-1144593602_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiuspliniussecundus

Ciao Tuchulca

Potresti dirci qualcosa di più su questa singolare monetazione? Com'è possibile che nel I secolo aC ci fossero delle emissioni indipendenti da Roma nel Lazio ??

Cosa vuol dire "si spaccava dopo il, nastro " ??

grazie

Caius

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Raistlin

Grazie mille Tuchulca per l'identificazione....appena posso di manderò delle foto!!

Mi portesti spiegare meglio queste emissioni??? :D grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tuchulcha

Salve a tutti.

Primo, il tondello. Si tratta di un tondello fuso, fatta non in una matrice chiusa (come la maggior parte di tondelli per assi della Repubblica Romana; si vede spesso l’equatore all’interfaccia delle due parte), ma in una matrice aperta, e troncoconica (cioè con bordi in “V”). Una seria di buchi toncoconichi era disposta in linea, collocati tra loro da modo che il metallo fuso scoreva di un buco all’altro. Si usciva dunque un nastro di tondelli con la necessità di spezzarlo.

Ci stanne parecchie serie informali in Italia centrale all’intorno del primo secolo av. C. Sono inedite o malattribuite. Esempi delle serie “Italo-Betiche” sono stati pubblicati da Stannard (“Numismatic evidence.pdf” a http://homepage.mac.com/clive.stannard). Questa moneta non usa i tipi Italo-Betiche. Il fatto che porta il marchio di valore (tre punti = quadrante) è significativo, perché fa vedere ch’è una moneta non una tessera. Dal peso, sembra dal dopo la legge Papiria dal 91 av. C.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×