Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
jag1

anello sigillo oro araldico

35 risposte in questa discussione

Inviato (modificato)

Per cortesia, di che si tratta?

Grazie 1000.

post-25784-0-15374900-1306178215_thumb.j

post-25784-0-44463600-1306178222_thumb.j

post-25784-0-64563700-1306178229_thumb.j

post-25784-0-03418800-1306178242_thumb.j

Modificato da jag1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Molto bello, complimenti.

Per le poche nozioni di Araldica che ho, trovo desueto il fregio che surmonta lo scudo, è la prima volta che lo vedo. Non è un "elmo di fronte", sembra solo ornamentale ma probabilmente un significato deve averlo.

La stella in Araldica è il simbolo della fama, della nobiltà illustre, della mente rivolta a Dio : non ho però idea a quale casato appartenga lo scudo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La ringrazio per la sua risposta ma mi piacerebbe sapere di più..

Vi prego esperti ditemi qual'cosa, tipo epoca, valore ecc....

Grazie!!!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, caro Sandokan, hai ragione: quel coso non è un elmo in maestà (ossia, visto di fronte) anche se... vorrebbe somigliargli tanto! :(

L'unico significato che, quindi, probabilmente assume è il dare conferma che quest'incisione non sia uno stemma "vero".

A vederlo, somiglia allo stemma originario dei Bonaparte (due sbarre e due stelle).

Ma se così fosse, l'incisione sarebbe in positivo.

Quindi l'anello non sarebbe un negativo, ossia non potrebbe essere usato come sigillo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un oggetto ...... di fantasia? Anello con pseudo stemma araldico?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Un oggetto ...... di fantasia? Anello con pseudo stemma araldico?

Non sarebbe il primo che mi è capitato vedere......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anche per me è un anello di fantasia di uso puramente commerciale.

Valore commerciale (quello dell'oro!) : se è oro 750 o 500 - i punzoni non sono leggibili

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

anche per me è un anello di fantasia di uso puramente commerciale.

Valore commerciale (quello dell'oro!) : se è oro 750 o 500 - i punzoni non sono leggibili

Il marchio della caratura potrebbe essere impresso in una delle parti interne dell'anello non visibili nella foto.

Però è strano che uno che voglia creare un anello a soggetto araldico, con uno stemma di fantasia, sia così sprovveduto da non adottare una corona od uno scudo e ricorra ad una palla di fantasia.....

L'anello nell'insieme mi pare di buona fattura, non banale....:unsure:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

(...) Però è strano che uno che voglia creare un anello a soggetto araldico, con uno stemma di fantasia, sia così sprovveduto da non adottare una corona od uno scudo e ricorra ad una palla di fantasia..... (...)

Potrebbe essere una scelta voluta, caro amico: lo stemma è quasi certamente "di fantasia", ma non può non somigliare a qualche stemma "vero", fra i milioni che ne sono stati creati nel tempo.

Quindi, il prudente inventore di questo stemma può averlo volutamente sottoposto a un non-elmo, privo di corone e di altri ornamenti araldici, proprio affinchè nessuno lo tacciasse di aver riprodotto uno stemma "vero" senza autorizzazione.

E il rischio di denuncia per plagio, o per reati affini, è tutt'altro che remoto (specialmente oggi che la tutela dei marchi e il copyright sono temi particolarmente sensibili nel sentire comune).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter
(...) Però è strano che uno che voglia creare un anello a soggetto araldico, con uno stemma di fantasia, sia così sprovveduto da non adottare una corona od uno scudo e ricorra ad una palla di fantasia..... (...)

Potrebbe essere una scelta voluta, caro amico: lo stemma è quasi certamente "di fantasia", ma non può non somigliare a qualche stemma "vero", fra i milioni che ne sono stati creati nel tempo.

Quindi, il prudente inventore di questo stemma può averlo volutamente sottoposto a un non-elmo, privo di corone e di altri ornamenti araldici, proprio affinchè nessuno lo tacciasse di aver riprodotto uno stemma "vero" senza autorizzazione.

E il rischio di denuncia per plagio, o per reati affini, è tutt'altro che remoto (specialmente oggi che la tutela dei marchi e il copyright sono temi particolarmente sensibili nel sentire comune).

Ipotesi interessante.....a quale periodo lo dateresti? Non è antico, ma non sembra neppure attualissimo.... (primo novecento ?)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ipotesi interessante.....a quale periodo lo dateresti? Non è antico, ma non sembra neppure attualissimo.... (primo novecento ?)

...mah... :(

...è uno di quei manufatti talmente "fuori norma" da apparire senza tempo...

Ragioniamoci :) sopra (auspicando che un esperto di oreficeria possa darci qualche "dritta" in base ai dettagli della fattura materiale del pezzo).

La presenza dello pseudo-stemma fa pensare a un artefice occidentale.

Ambito che, nel primo novecento, splendeva dell'arte liberty nelle sue diverse caratterizzazioni nazionali.

A nessuna delle quali si può ricondurre quest'anello.

Troppo fuori moda.

Oso pensare a una datazione postbellica (2ª guerra mondiale, non 1ª...): me lo lascia credere la spigolosità dello scudo, non rara negli stemmi (e negli pseudo-stemmi) del periodo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Per me è databile intorno agli anni '50-60, forse anche più recente. Una riproduzione penso, quello che più me lo fa credere è la lavorazione del "sotto-anello" che è molto semplice.

Gli anelli antichi di solito hanno la parte posteriore costituita da una lavorazione molto raffinata, anche traforati spesso. Poi se lo guardate bene anche lo stemma è grossolano come fattura, un anello nobiliare sarebbe stato lavorato con più cura di sicuro. Non credo sia stato fatto a mano.

In compenso credo pesi parecchio e con quello che costa l'oro in questo periodo hai fatto un buon affare Jag1 :D :D

Modificato da giovanna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ringrazio tutti voi per le risposte ricevute... come già detto in precedenza non sono un esperto di araldica o oggetti antichi ma vorrei arrivare alla soluzione di questo enigma.

Credo che non si tratti di una riproduzione o almeno spero in quanto sono sicuro al 100x100 che l'anello sia molto più antico del 1940.

Mettiamo l'ipotesi che sia davvero più antico e sia dell' '800 o addirittura antecedente mi chiedo, facevano pure allora delle riproduzioni? e a quale scopo?

Potrebbe essere un anello " non sigillo " ovvero un anello nobiliare tipo di " presentazione " o di "riconoscimento del membro della casata" ?

Grazie ancora a tutti voi.......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate ancora,

ho trovato questo stemma che si somiglia parecchio.

Può esserci qualche collegamento?

Grazie

post-25784-0-44680400-1306967438_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, in qualcosa gli somiglia. A quale casata corrisponde? Potresti confrontare le città di appartenenza, in questo modo sapresti se c'è un collegamento, mi spiego meglio: Se sai a quale famiglia appartiene lo stemma che hai postato puoi risalire alla loro città di residenza, chiaramente tu sai da dove proviene l'anello o dove lo hai trovato almeno. Sommando questi dati potresti trovare un collegamento.

Ciao, Giò :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate ancora,

ho trovato questo stemma che si somiglia parecchio.

Infatti è lo stemma originario dei Bonaparte (quelli di Napoleone): Di rosso, a due sbarre accompagnate da due stelle di cinque raggi, una in capo e l'altra in punta, il tutto d'oro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Scusate ancora,

ho trovato questo stemma che si somiglia parecchio.

Può esserci qualche collegamento?

Grazie

Nel disegno che hai inviato, lo scudo è sormontato da un "elmo a cancelli", tipico del XVI secolo.

Quello che almeno per me è strano è che sull'anello non figura un elmo oppure una corona, ma una sorta di sfera con arabeschi, un elemento che vedo per la prima volta e che non mi risulta appartenga all'Araldica......

Tornando allo scudo, mi sembra che quello da te trovato corrisponda a quello inciso sull'anello.

Nella parte interna, esiste per caso qualche marchio ? Non tutta è visibile nelle foto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, no purtroppo oltre ai marchi mostrati in foto non ce altro.. Ho fatto delle ricerche sul sito wikipedia e sono arrivato alla soluzione che la forma dello scudo sull' anello e quella dell immagine mostrata sono diverse.. Mi sa tanto che la strada per identificare la casata è ancora lunga..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Ciao, no purtroppo oltre ai marchi mostrati in foto non ce altro.. Ho fatto delle ricerche sul sito wikipedia e sono arrivato alla soluzione che la forma dello scudo sull' anello e quella dell immagine mostrata sono diverse.. Mi sa tanto che la strada per identificare la casata è ancora lunga..

Ciao Jag : a me invece le "pezze" che figurano sui due scudi sembrano le stesse, ed anche la forma dello scudo non è poi troppo dissimile. Il fatto che all'interno non ci siano marchi può essere dovuto ad una lavorazione artigianale, un orafo che non ha avvertito l'esigenza di apporvi il proprio logo ed anche il marchio della quantità d'oro impiegata, cosa che invece credo sia obbligatoria (almeno oggi).

A me pare di buona fattura e non un prodotto di serie : può anche darsi che sia un blasone di fantasia, supposizione rafforzata dal fregio che lo surmonta e che in Araldica che io sappia è inusitata.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo ancora nessun esito.. :(

uff.......... :( :( :( :( :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nON SO SE PUO' ESSERE UTILE, MA E' SIMILE ALLO STEMMA DI UNA FAMIGLIA NOBILE TOSCANA PRODUTTRICE DI VINO, DALLE PARTI DI GROSETO.....

IL NOME MI SFUGGE DEL TUTTO, MA EFFETTIVAMENTE LO STEMMA E' SIMILE, CON L'ELMO IN MAESTA' E IL CAMPO BLU

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

nON SO SE PUO' ESSERE UTILE, MA E' SIMILE ALLO STEMMA DI UNA FAMIGLIA NOBILE TOSCANA PRODUTTRICE DI VINO, DALLE PARTI DI GROSETO.....

IL NOME MI SFUGGE DEL TUTTO, MA EFFETTIVAMENTE LO STEMMA E' SIMILE, CON L'ELMO IN MAESTA' E IL CAMPO BLU

Puoi inviarne una foto ? ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Buongiorno a voi,

leggo questa discussione solo ora.

Se mi si consente un commento, direi che secondo me si tratta di un oggetto piuttosto recente. All'interno mi pare si vedano chiaramente le punzonature della lega.

La fattura non particolarmente raffinata ha portato ad una estrema stilizzazione di quello che a mio avviso è quasi certamente da interpretare originariamente come un elmo munito di svolazzi, perfettamente in sintonia con l'immagine del post # 14. Il cimiero di piume supportato dal cercine dello stemma originale, nell'anello (assolutamente NON sigillare, dal momento che è in rilievo) è reso con uno scarno e vago piumaggio.

Lo stemma antico dei Bonaparte (prima che Napoleone lo "riformasse" cambiando la gemella in sbarra con una gemella in banda) può benissimo essere stato oggetto di speculazione da parte di artigiani Corsi, i quali possono averlo riprodotto (ab usum turistico?) sugli oggetti più disparati. Attendo pareri.

Cordialmente, Teofrasto

PS gemelle in banda o in sbarra di differenti smalti, accostate da stelle a sei o a otto punte sono stemmi araldici di diverse famiglie italiane.

Modificato da teofrasto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Se mi si consente un commento, direi che secondo me si tratta di un oggetto piuttosto recente. All'interno mi pare si vedano chiaramente le punzonature della lega.

Buona Domenica

di fatti, si vedono due rettangolini appaiati; nel secondo rilevo 05

Saluti

Luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

[quote name='santini' timestamp='1312640355' post='859447'

Puoi inviarne una foto ? ?

nO, PURTROPPO ERA SU UNA BOTTIGLIA DI VINO VISTA IN UN NEGOZIO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?