Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Caio Ottavio

Agrippa Postumo.

Risposte migliori

Caio Ottavio

Salve a tutti. Con questa nuova discussione vorrei sottoporvi un avvenimento storico poco chiaro, del cui protagonista ci sono pervenute poche, se non pochissime, emissioni monetali. Si tratta del giovane Marco Vipsanio Agrippa Postumo (12 a.C. - 14 d.C.), figlio del famoso generale e collaboratore di Augusto Marco Vipsanio Agrippa e di Giulia Maggiore. Prima della sua nascita, il Princeps aveva adottato in qualità di eredi i primi due figli di Vipsanio Agrippa, Caio Giulio Cesare e Lucio Giulio Cesare. Alla morte dei due nipoti, Augusto si vide costretto ad adottare il terzogenito del suo amico, Agrippa Postumo, appunto, che doveva dividere il trono con Tiberio, figlio di sua moglie Livia. Purtroppo, il giovane in questione non regnò effettivamente, dato che fu esiliato prima a Sorrento e successivamente a Pianosa. Proprio in questo luogo morì assassinato. Ma per mano di chi? Chi fu il mandante? E quali furono i motivi? La fonte più autorevole in merito è senzaltro lo scrittore Tacito. Si deve tener presente che questo autore descrive la figura di Tiberio in modo fortemente negativo, quindi io direi che bisogna analizzare con molta attenzione la sua testimonianza. Egli scrive che: "Il primo delitto del nuovo principato (quello di Tiberio) fu l'uccisione di Postumo Agrippa, quantunque, inconsapevole e disarmato, il centurione lo uccise a stento, sebbene fosse coraggioso." Di seguito Tacito afferma che Tiberio tenne tutta la faccenda nel segreto e non ne fece parola neanche col Senato, venendo a raccontare che l'assassinio era avvenuto per ordine dello stesso Augusto, la cui esecuzione avrebbe lasciato al suo successore prima di morire. La vicenda in questo punto mi sembra un po' strana, dato che proprio Augusto lo aveva adottato: si sa che Agrippa Postumo viveva sotto la sorveglianza di un drappello di soldati, comandato, appunto, da questo centurione che poi fu l'esecutore materiale del delitto. Questa scorta doveva garantire all'Imperatore e all'Imperatrice che il giovane non fuggisse e tentasse di prendere il potere. Perchè, a parer mio, questo fu l'unico motivo per cui fu assassinato. Agrippa Postumo, nel momento in cui fu adottato da Augusto assieme a Tiberio, aveva assunto la stessa importanza e lo stesso potere di quest'ultimo, poteri che sarebbero stati ufficializzati una volta morto il Princeps. Ma non dimentichiamo un dettaglio fondamentale, che potrebbe risolvere questo caso: Livia, madre di Tiberio e moglie di Augusto, fece di tutto affinchè suo figlio fosse elevato al trono imperiale. Quindi, il povero Agrippa Postumo rappresentava una minaccia concreta al potere sia di Tiberio che di Livia. Inoltre, il nuovo Imperatore, in un primo momento, fu molto scrupoloso nell'assecondare i voleri della madre e, per me, non è da escludere che Livia abbia convinto Tiberio a far assassinare Agrippa Postumo in quanto costituiva un intralcio e un pericolo, continuando così quella linea politica di protezionismo nei propri confronti e in quelli di suo figlio. Trovate, forse, le risposte alle domande soprascritte, passo ora ad illustrare un esemplare della monetazione del periodo alto-imperiale emesso a nome di Agrippa Postumo: si tratta di una moneta bronzea (AE 21) ,dal peso di circa 5.99 gr., emessa dalla zecca di Corinto intorno al 4-5 d.C. dai duumviri Mussius Priscus e C. Heius Pollio; al D/ troviamo la testa nuda di Agrippa Postumo rivolta a destra e la legenda AGRIPPA CAESAR CORINTHI; al R/ la legenda C MVSSIO PRISCO II VIR HEIO POLL IONE ITER C su quattro righe, in una ghirlanda. Rif.: RPC 1141, sear5 #1751. Molto rara. Di seguito allego un'immagine dell'esemplare tratta dal web.

post-24898-0-67872000-1306257094_thumb.j

Modificato da Caio Ottavio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Nella sezione "Provinciali", risalendo un po' indietro, puoi trovare una mia discussione con una moneta molto simile, che però ad un esame più attento era risultata NON di Agrippa Postumo. Però era più bella! Quanto all'assassinio ordinato da Tiberio (o da Tiberio e Livia), mi sembra verosimile e nel solco di una tradizione consolidata, da Cesarione in poi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×