Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
cancun175

Tetrico I con R/ di Tetrico II

Ho comperato questa monetina ex Braithwell hoard. L'ho trovata "strana" anche se, magari, la cosa era piuttosto comune: è un Tetrico I con rovescio di Tetrico II. Insomma, un ibrido. La patina è quella purtroppo consueta delle monete provenienti dalle aste CNG:

Tetricus I (ibrido con R/ di Tetricus II)

Antoniniano (273/274 d.C.), zecca di Colonia

AE, 18 mm, 2,79 gr., B

D/ IMP C TETRICVS P F AVG, busto radiato, drappeggiato e corazzato a dx

R/ PRINC IVVENT, Tetricus II stante a sx, regge ramo e scettro

RIC 115; Elmer -; AGK (corr.) 9a; Sear5 11245

Provenienza: ex Braithwell hoard (2002); ex CNG (2007), ex Imperial coins (2011)

post-7971-0-79841800-1306573379_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DE GREGE EPICURI

Interessante! Può anche darsi che gli ibridi fra i due Tetrici siano comuni, ma a me non sono mai capitati. E anche il rovescio PRINC IUVENT di Tetrico Figlio non mi pare sia comunissimo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Cancun,

nel Braithwell Hoard ce ne sono 2 (catalogate infatti nel gruppo Issue IV hybrids) con le caratteristiche da te descritte, catalogabili nr. 176 in base al Preliminary Braithwell Report o 177 seguendo il Braithwell Report 2009 (Abdy).

Per curiosità e confronto, le PRINC IVVENT di Tetrico II sono 20.

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

in realtà non sono poi così rari gli ibridi dei due tetrici. generalmente l'ibrido più comune è quello con il dritto di Tetrico I e il rovescio PIETAS AVG o AVGVSTOR.

sarebbe interessante capire e definire il confine, per queste emissioni, tra il mule e l'imitativo.

gli ibridi sono tuttosommato comuni perchè le zecche ufficiali coniavano sia per il padre che per il figlio e i due regnavano in contemporanea, quindi l'errore era piuttosto comune... se teniamo conto poi della relativa giovinezza delle zecche ufficiali e del fiorire delle officine locali e delle varie maestranze impiegate in entrambe le situazioni non proprio qualificatissime, come quelle delle varie officine di roma... si capisce bene come potevano nascere questi ibridi!

in questo caso comunque, non si tratta di imitativo.

peso, diametro e orientamento assi (oltre che lo stile!) sono perfettamente coerenti e in linea con le emissioni ufficiali.

bellissima moneta!

complimenti per l'acquisto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grigioviola, quindi tu propendi per l'errore di conio. E non per una scelta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sì, decisamente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?