Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
francus

Degradazion serie divisionale san marino dopo anni

49 risposte in questa discussione

Ciao a tutti. L'altro giorno sono andato dopo un bel po' di mesi a riguardare le mie serie divisionali ufficiali (in folder protettivo) di San Marino e con mia grande sorpresa ho notato che una di esse (la prima acquistata) si stava deteriorando. Ho appena scritto all'Ufficio Numismatico di San Marino la seguente email, per chiedere informazioni:

"Salve,

volevo chiedervi un’informazione. Ho acquistato nel 2008 una serie divisionale FDC. A distanza di 3 anni, quasi tutte le monete (a parte quella d’argento che risulta ancora integra) stanno sviluppano delle strane macchie della dimensione della testa di uno spillo in più punti delle due facce. Le macchie inoltre non sembrano quelle di una normale ossidazione, che in genere è molto più uniforme, ma sembra quasi che piccolissime gocce di acido siano arrivate sulla superficie della moneta, facendole cambiare completamente colore verso una tonalità scura (molto brutta). E’ strano in quanto la confezione è integra e io pensavo fossero conservate sotto vuoto. Vi risulta che ci siano problemi di questo genere per questa specifica annata o per diverse annate? Rischio che anche le altre annate da me acquistate in futuro sviluppino lo stesso problema (Fino all’anno scorso le monete erano perfette)?

Avete dei consigli in merito? Non so a questo punto se sia meglio rompere la confezione e tentare di pulirle prima che si rovinino completamente...

Grazie dell’aiuto che saprete darmi."

A qualcuno di voi è successa la stessa cosa? Cosa mi consigliereste?

Grazie,

Francesco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, è un noto problema che sviluppano le monete placcate rame, e che io chiamo familiarmente "morbillo". Da quanto vedo in giro il problema si è presentato su divisionali di San Marino e dell'Italia, ma ho trovato anche monete da circolazione con questo problema. Io il problema l'ho su una divisionale di San Marino del 2005, in particolar modo sulla moneta da 2 cent. Non ho idea di cosa sia a scatenare questo morbillo, quello che posso dire è che i puntini si evidenziano nell'arco di un paio di anni dall'emissione, superato questo lasso di tempo si può essere abbastanza tranquilli sul fatto che le monete non sviluppino più il morbillo. Per quanto riguarda i rimedi... beh, non ce n'è nessuno. Se apri la divisionale e tenti di pulire le monete causi un danno peggiore di quello iniziale. A mio modo di vederer non c'è rimedio, le serie vanno laciate come sono, anche perchè a mio modo di vedere non c'è un degrado ulteriore.

L'0unica cosa che mi pare strana nel tuo caso è che il degrado si sia presentato anche sulle monete dai 10 cent in su, finora l'avevo notato solo sui centesimini.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, è un noto problema che sviluppano le monete placcate rame, e che io chiamo familiarmente "morbillo". Da quanto vedo in giro il problema si è presentato su divisionali di San Marino e dell'Italia, ma ho trovato anche monete da circolazione con questo problema. Io il problema l'ho su una divisionale di San Marino del 2005, in particolar modo sulla moneta da 2 cent. Non ho idea di cosa sia a scatenare questo morbillo, quello che posso dire è che i puntini si evidenziano nell'arco di un paio di anni dall'emissione, superato questo lasso di tempo si può essere abbastanza tranquilli sul fatto che le monete non sviluppino più il morbillo. Per quanto riguarda i rimedi... beh, non ce n'è nessuno. Se apri la divisionale e tenti di pulire le monete causi un danno peggiore di quello iniziale. A mio modo di vederer non c'è rimedio, le serie vanno laciate come sono, anche perchè a mio modo di vedere non c'è un degrado ulteriore.

L'0unica cosa che mi pare strana nel tuo caso è che il degrado si sia presentato anche sulle monete dai 10 cent in su, finora l'avevo notato solo sui centesimini.

Sì, è veramente strano. Anche io avevo visto che le monete da 1,2, 5 centesimi in genere sono molto più delicate di quelle da 10,20,50 centesimi. Ed è proprio perché le monete in Nordic Gold in genere restano pressoché perfette che mi ha dato ancor più fastidio. Inoltre le macchie tendono a portare le zone di "morbillo" verso una colorazione completamente diversa dal dorato su queste monete, per cui è molto molto sgradevole. Inoltre ciò che mi fa preoccupare è che in genere quando le monete di rame si ossidano a macchie, ho sempre la speranza che col passare del tempo la patina diventi uniforme. Su quelle dorate, se anche si uniformassero, diverrebbero scure e completamente diverse da come sono state prodotte...mah... staremo a vedere!

Intanto grazie per la risposta. Certo che questa cosa mi porta a non collezionare più le serie intere... ho visto infatti ultimamente che su internet si riesce ora a trovare anche solo la moneta divisionale in argento di san marino, per cui collezionerò solo quella, che è poi l'unica per cui abbia veramente interesse, dato che ormai di centesimi ne ho fin troppi di san marino.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino ha già riassunto dettagliatamente la problematica.

Personalmente rimango dell'avviso che si tratti di una reazione dei metalli utlizzati per la coniazione delle monete (di scarsissima qualità) con le confezioni delle divisionali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino ha già riassunto dettagliatamente la problematica.

Personalmente rimango dell'avviso che si tratti di una reazione dei metalli utlizzati per la coniazione delle monete (di scarsissima qualità) con le confezioni delle divisionali.

Sì effettivamente potrebbe essere una reazione con la plastica utilizzate per confezionare le monete... certo che la zecca di roma, che cura questi confezionamenti, non ci fa una bella figura...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino ha già riassunto dettagliatamente la problematica.

Personalmente rimango dell'avviso che si tratti di una reazione dei metalli utlizzati per la coniazione delle monete (di scarsissima qualità) con le confezioni delle divisionali.

Sì effettivamente potrebbe essere una reazione con la plastica utilizzate per confezionare le monete... certo che la zecca di roma, che cura questi confezionamenti, non ci fa una bella figura...

Tra le altre cose, come ha detto Paolino, questi fenomeni sono più ricorrenti nelle divisionali Italiane e in quelle di San Marino.

e non dimentichiamoci che le divisionali di San Marino sono sempre prodotte dalla nostra Zecca, confezione compresa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente rimango dell'avviso che si tratti di una reazione dei metalli utlizzati per la coniazione delle monete (di scarsissima qualità) con le confezioni delle divisionali.

Il fatto che generalmente il problema si pone per Italia e San Marino, e non per il Vaticano propenderebbe per considerare realistica la tua ipotesi (contatto con la confezione); il problema però è che ho trovato in circolazione dei centesimi italiani che presentano il medesimo problema del morbillo, il che farebbe pensare che il danno non nasca dal confezionamento delle divisionali....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente rimango dell'avviso che si tratti di una reazione dei metalli utlizzati per la coniazione delle monete (di scarsissima qualità) con le confezioni delle divisionali.

Il fatto che generalmente il problema si pone per Italia e San Marino, e non per il Vaticano propenderebbe per considerare realistica la tua ipotesi (contatto con la confezione); il problema però è che ho trovato in circolazione dei centesimi italiani che presentano il medesimo problema del morbillo, il che farebbe pensare che il danno non nasca dal confezionamento delle divisionali....

Cercherò di fare una foto delle monete per vedere se quello che tu definisci morbillo può assomigliare alla malattia che sta contagiando le mie monete :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' anche normale che monete prodotte con questi metalli si deteriorino. Sicuramente ciò che subisce più danni sono le monete in rame,che dopo un mese dall'uscita in circolazione sono già malridotte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me si è sviluppato dopo pochi mesi sul lato comune di un 2 Euro commemorativo sammarinese. Sono problemi risaputi, presenti anche (sebbene con minore frequenza) sulle monete nelle divisionali vaticane.

il fatto che le monete di San Marino siano ben protette fa pensare: che le monete siano già sporche di qualcosa e con il tempo ciò affiora?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

personalmente non ho mai riscontrato tali difetti nelle mie divisionali...

il difetto (o morbillo come lo chiama Paolino67) l'ho riscontrato molte volte su monete circolate, anche non coniate dalla zecca di roma, ma mai in una divisionale...il campione di cui dispongo non è ampissimo ma sono quasi una ventina, sia con argento che senza e di tutti e tre gli stati "italiani".

personalmente non ho la più pallida idea del motivo che scateni il difetto...

ma se dovessi azzardare un ipotesi darei la colpa alla pulizia delle macchine che probabilmente viene fatta con qualche acido o comunque con dei solventi (se non è così ditemelo) e non sarebbe strano che una moneta venuta a contatto con un agente esterno di quel tipo (ovviamente in dosi minime) reagisca dopo molto tempo, sopratutto in una divisionale e quindi con una quasi totale assenza di aria...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

personalmente non ho mai riscontrato tali difetti nelle mie divisionali...

il difetto (o morbillo come lo chiama Paolino67) l'ho riscontrato molte volte su monete circolate, anche non coniate dalla zecca di roma, ma mai in una divisionale...il campione di cui dispongo non è ampissimo ma sono quasi una ventina, sia con argento che senza e di tutti e tre gli stati "italiani".

personalmente non ho la più pallida idea del motivo che scateni il difetto...

ma se dovessi azzardare un ipotesi darei la colpa alla pulizia delle macchine che probabilmente viene fatta con qualche acido o comunque con dei solventi (se non è così ditemelo) e non sarebbe strano che una moneta venuta a contatto con un agente esterno di quel tipo (ovviamente in dosi minime) reagisca dopo molto tempo, sopratutto in una divisionale e quindi con una quasi totale assenza di aria...

Mi pare strano che puliscano le monete una per una , ed industrialmente è un processo troppo costoso .

Se ricordiamo poi che alcune mnete nelle divisionali ( romane e non ) hanno graffi , macchie , ecc ... sin dall' uscita di zecca , l'ipotesi della pulizia perde ancora più validità .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi pare strano che puliscano le monete una per una , ed industrialmente è un processo troppo costoso .

Se ricordiamo poi che alcune mnete nelle divisionali ( romane e non ) hanno graffi , macchie , ecc ... sin dall' uscita di zecca , l'ipotesi della pulizia perde ancora più validità .

non parlo di pulizia delle singiole monete ma della pulizia dei macchinari in utilizzati per coniarle.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

personalmente non ho mai riscontrato tali difetti nelle mie divisionali...

il difetto (o morbillo come lo chiama Paolino67) l'ho riscontrato molte volte su monete circolate, anche non coniate dalla zecca di roma, ma mai in una divisionale...il campione di cui dispongo non è ampissimo ma sono quasi una ventina, sia con argento che senza e di tutti e tre gli stati "italiani".

personalmente non ho la più pallida idea del motivo che scateni il difetto...

ma se dovessi azzardare un ipotesi darei la colpa alla pulizia delle macchine che probabilmente viene fatta con qualche acido o comunque con dei solventi (se non è così ditemelo) e non sarebbe strano che una moneta venuta a contatto con un agente esterno di quel tipo (ovviamente in dosi minime) reagisca dopo molto tempo, sopratutto in una divisionale e quindi con una quasi totale assenza di aria...

Sì, il problema è di difficile analisi. Infatti delle monete chiuse, non so se in assenza d'aria o meno, ma io pensavo fosse in assenza d'aria per evitare appunto l'ossidazione comune, non dovrebbero avere margini di deterioramento superiori a quelli che riscontro in molte monete in circolazione. L'idea è che sia una qualche reazione con le confezioni di qualche liquido che viene spruzzato su di esse durante la produzione.

Inoltre c'è da dire che tutte le serie di San Marino del 2008 che ho visto avevano le capsule con 5 lineette bianche nella plastica (in corrispondenza del bordo della moneta, quasi con la stessa forma che ha il bordo dei 20 centesimi dell'euro, ovvero delle piccole rientranze, non so se mi spiego), che sembrano essere state prodotte per tenere fisse le monete nelle capsule. Questa deformazione praticata nella plastica, potrebbe averla resa più permeabile all'aria e all'umidità, per cui può essere che magari, nella mia casa umida, si sia intrufolata una piccola percentuale di umidità nelle capsule che poi ha reagito con le monete.

Io non ho molte divisionali di San Marino. Ne ho una vecchissima del 2000 (ancora in Lire) e poi 2008, 2009 e 2010. Quella col problema è l'unica in cui le capsule sono fatte in questo modo un po' balordo.

Ho letto che qualcuno ha molte serie di San Marino. Hai anche la serie del 2008?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Ho letto che qualcuno ha molte serie di San Marino. Hai anche la serie del 2008?

Io le ho tutte dal 2002 al 2009, l'unica che presenta il problema è la 2005.

Modificato da Paolino67

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

di san marino le ho dal 2000 al 2004 e nessuna presenta questo difetto...

qualcuno ha provato a contattare la zecca italiana o AASFN di san marino per chiedere spiegazioni??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Stesso problema riscontrato sul taglio da 1 cent / serie divisionale RSM 2002 ...

Io rimango del parere che a causare il "morbillo" sia una rezione chimica innescata dalla plastica del blister ...

Tuttavia leggo che sono state rinvenute così anche in circolazione, e ciò smonterebbe la mia tesi...

Modificato da Papillon

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

post-7700-0-23660000-1307100925_thumb.jppost-7700-0-18058800-1307100918_thumb.jp

Ecco le foto.. non so se si vedranno bene, perché ho dovuto ridimensionarle molto per poterle allegare. Comunque anche se il problema si riscontra su monete circolate, questo non toglie che in queste il problema potrebbe essere diverso, ma condurre alla stessa problematica (morbillo). Nelle foto ho evidenziato le macchie meno evidenti, mentre sui 20 e 50 centesimi sono tante e bene evidenti, che non ho voluto evidenziare nulla. 1 e 2 centesimi sono venuti fuori fuoco e quindi non si vedono i problemi su queste monete.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

le macchie, soprattutto nel lato comune, sono molto evidenti... e in una serie divisionale (che dovrebbe essere fatta con pezzi scelti) effettivamente non fa un bell'effetto.

rinnovo la mia domanda qualcuno ha provato a contattare l'AASFN per chiedere spiegazioni o per provare a farsi sostituire la serie??

o anche solo per segnalare l'esistenza di questo problema, dopotutto se nessuno protesta potrebbero anche non venire a conoscenza del problema o sottovalutarlo nelle proporzioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

le macchie, soprattutto nel lato comune, sono molto evidenti... e in una serie divisionale (che dovrebbe essere fatta con pezzi scelti) effettivamente non fa un bell'effetto.

rinnovo la mia domanda qualcuno ha provato a contattare l'AASFN per chiedere spiegazioni o per provare a farsi sostituire la serie??

o anche solo per segnalare l'esistenza di questo problema, dopotutto se nessuno protesta potrebbero anche non venire a conoscenza del problema o sottovalutarlo nelle proporzioni.

Nel primo messaggio del thread ho inserito la mail che ho inviato all'AASFN, che in genere risponde a tutte le mie email, ma che questa volta non mi ha fornito alcuna risposta.

Le serie vengono sostituite solo entro 40 giorni, mi pare, dal ricevimento della merce e credo che ormai non ne abbiano più, essendo passati 3 anni da quando sono state emesse.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao io ho le serie 2003 e 2004 e sinceramente sono ancora in condizioni perfette!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io il problema l'ho su una divisionale di San Marino del 2005, in particolar modo sulla moneta da 2 cent.

Cavolo, dopo che mi avevate messo la pulce nell'orecchio ho controllato le mie divisionali (2002-2011) e anch'io ho riscontrato il problema in quella del 2005, macchioline scure sulle monete da 1 e 2 centesimi, e una verdastra su quella da 10. :ph34r: :ph34r: :ph34r:

Fortunatamente le altre sono a posto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io il problema l'ho su una divisionale di San Marino del 2005, in particolar modo sulla moneta da 2 cent.

Cavolo, dopo che mi avevate messo la pulce nell'orecchio ho controllato le mie divisionali (2002-2011) e anch'io ho riscontrato il problema in quella del 2005, macchioline scure sulle monete da 1 e 2 centesimi, e una verdastra su quella da 10. :ph34r: :ph34r: :ph34r:

Fortunatamente le altre sono a posto...

Il proverbio dice: "Mal comune, mezzo gaudio..."; chissà perché invece a me sta cosa mette ancor più tristezza...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Nel primo messaggio del thread ho inserito la mail che ho inviato all'AASFN, che in genere risponde a tutte le mie email, ma che questa volta non mi ha fornito alcuna risposta.

Le serie vengono sostituite solo entro 40 giorni, mi pare, dal ricevimento della merce e credo che ormai non ne abbiano più, essendo passati 3 anni da quando sono state emesse.

Al di là del fatto che è comunque passato troppo tempo e che oltretutto è coinvolto San Marino con relative differenze legislative. Ma sulle divisionali vale la normativa relativa alla garanzia del venditore?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Al di là del fatto che è comunque passato troppo tempo e che oltretutto è coinvolto San Marino con relative differenze legislative. Ma sulle divisionali vale la normativa relativa alla garanzia del venditore?

Penso che se anche ci fosse un tipo di garanzia, non riguarderebbe problemi derivanti da qualcosa che loro potrebbero motivare come normale "degradazione" nel tempo. Inoltre potrebbero addurre anche come motivazione di non sapere a quali condizioni ambientali le loro monete siano state sottoposte... non credo che quindi se ne ricaverebbe nulla...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?