Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
adriapel

Il quadrante e il suo........valore

Risposte migliori

adriapel

Cari amici del forum bentrovati

Ho acquisito nel tempo due quadranti. il quadrante è un 1/4 di asse. In tempi passati erano le 10 lire di una volta e attualmente i 10 centesimi di euro. Il quadrante parte da lontano in età repubblicana e sopravvive fino ad Antonino Pio quando scompare. Ma perchè scompare?. Al tempo di Antonino Pio probabilmente con il quadrante non si comprava più niente. Vi era una perdita del potere di acquisto della moneta e questo implicava una crisi all'interno del sistema. Il quadrante al tempo di Antonino Pio veniva coniato solo nei bacini minerari della Dacia e questo mi rende molto perplesso. Forse che i prezzi dei vari generi alimentari erano più bassi nella periferia dell'impero?. Conveniva acqustare fuori i confini dell'Italia?. Vi posto i miei quadranti e mi farebbe piacere fare una carrellata di diversi quadranti ed un commento dai più esperti circa questa minuscola ma affascinante moneta.

Un caro saluto

Adriapel

post-8025-0-06670300-1307277486_thumb.jp

post-8025-0-87810700-1307277494_thumb.jp

Modificato da adriapel

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adriapel

ecco l'altro di Caligola...il precedente era di Nero

post-8025-0-87999900-1307277546_thumb.jp

post-8025-0-03494500-1307277554_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Secondo me, per parlare dei quadranti è utile partire dal periodo repubblicano: In fondo, si tratta di una moneta che è partita come fusa, pesante quasi 82 g., nel 280 a.C., ed è durata fino ad Antonino, 160 d.C.: 440 anni! Però alleggerendosi e svalutandosi; quindi alla domanda "che cosa si comperava con un quadrante" risponderei: a seconda dei periodi e sostanzialmente secondo il peso. Che era già di 41 g. per la semi-librale coniata (217 a.C. secondo M.Crawford), 17,2 g. nel 212 a.C., 8,5 g. nel 190 a.C., 3,4 g. nel 90 a.C. ed altrettanto da Augusto a Claudio, poi 1,7 g. da Nerone ad Antonino il Pio. Certo questi pesi hanno delle oscillazioni, visto anche che la moneta di bronzo aveva valore fiduciario, e non strettamente legato al peso. Di sicuro, man mano che il peso ed il valore scendevano, allo stato romano "conveniva" sempre meno coniare quadranti, tanto più che non gli servivano a pagare le truppe (che nell'antichità era il motivo principale per cui lo stato batteva moneta).Ma mostrerei anch'io un paio di quadranti, cominciando da questo repubblicano di 16,9 g. della "riduzione quadrantale".

post-4948-0-25651700-1307300789_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

Il secondo è il quadrante di Claudio "della bilancia"; pesa circa 3,3 g. A proposito di quanto dici su quadranti coniati nei balcani e di prezzi più bassi in Dacia: secondo me, è possibile che i prezzi di certe derrate agricole (ma solo quelle prodotte lì) in Dacia fosse minore, ma non mi risulta che da quelle parti si coniassero quadranti. Si coniavano sicuramente in gran quantità quei piccoli bronzetti provinciali, di peso simile al quadrtante e di valore probabilmente paragonabile.

post-4948-0-55109700-1307301244_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

Già che ci sono: ecco una piccola moneta provinciale della Tracia, di circa 1,8 g.

post-4948-0-86436800-1307301530_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adriapel

Caro Pittini sulla produzione in epoca Antoniniana in Dacia è riportato sul Forzoni vol II nel quale si accenna alla produzione in Dacia nel periodo Antoniniano dei quadranti. Sarebbe interessante sapere da quale fonte attinge. In Dacia è possibile che i prezzi delle derrate agircole fossero calmierati rispetto a Roma. Belle le monete che hai postato ed emozinante quella del periodo repubblicano. Sul cosa ci si potesse comprare nel periodo Neroniano non ho proprio idea, so solo che in quel periodo 165 denari di argento servivano per un paio di scarpe alla moda. Comunque a mio avviso il quadrante è una moneta che desta un certo fascino. La moneta postata della Tracia di che periodò è?. Comunque postate altri quadranti.

un caro saluto

Adriapel

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao,

un piccolo contributo:

- quandrans di Claudio simile a quello postato da Gianfranco:

post-3754-0-22317200-1307343173_thumb.jp post-3754-0-88755800-1307343186_thumb.jp

- quadrans anonino, periodo da Domiziano ad Antonino Pio, purtroppo peggiore come stato di conservazione, zecca di Roma. Busto di Minerva elmata rivolta a destra / civetta rivolta a dx, S C tra i campi.

post-3754-0-30745200-1307343376_thumb.jppost-3754-0-50239300-1307343395_thumb.jp

Ciao,

Illyricum

:)

PS: il Quadrans di Claudio mi è stato venduto da un rivenditore spagnolo in queste condizioni e così l'ho mantenuto, avendo un'aspetto quasi da "patina del deserto" che ne evidenzia i rilievi e a mio parere risulta gradevole. Questo solo per fugare eventuali dubbi sulla provenienza dello stesso... ;)

Modificato da Illyricum65

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

FlaviusDomitianus

Personalmente preferirò sempre un bell'asse a quattro bei quadranti, o meglio ancora un bel sesterzio a sedici belle monetine :rolleyes: , ma la completezza di una collezione esige che si tengano anche quelle.

Ovviamente le mie sono tutte del periodo di Domiziano:

RIC 123 (Minerva e corona d'alloro) di cui non posso non amare la patina:

post-22231-0-48943400-1307348729_thumb.j

RIC 251 (scritta circolare e rinoceronte) in una delle sue numerose varianti:

post-22231-0-93250800-1307348809_thumb.j

Modificato da FlaviusDomitianus

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

FlaviusDomitianus

RIC 245 (Cerere e cesto con pannocchie):

post-22231-0-01580700-1307348892_thumb.j

RIC 19 (old) (Marte e corrazza) del periodo Anonimo tra Domiziano e Antonino Pio:

post-22231-0-42521600-1307348955_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Exergus

Questo è il mio unico (malridotto :( ) quadrante di Traiano con la lupa, RIC III 692.

post-18735-0-33435000-1307353137_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ramon_fonst

Il piccolo "quadrante" imperiale è una moneta che mi ha affascinato da sempre, cosa si poteva comprare? bene poco, un pò come oggi con 10centesimi di euro, ma all'epoca dell'impero si poteva usufruire di un servizio indispensabile per la vita quotidiana, anche ai giorni nostri: l'igene.

Con un piccolo quadrante ci si poteva pagare l'ingresso alle celeberrime "terme", dove anche uno schiavo poteva entrare e curarsi la propria persona.

Aggiungo il mio modesto contributo, un quadrante di Claudio con rappresentato il "modius", tipica unità di misura romana.

quadranteclaudiof.jpg

quadranteclaudior.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Il bronzetto provinciale che ho postato è del periodo dei Severi (dovrebbe essere di Caracalla). Mostro un ulteriore quadrante repubblicano, che è uno dei primi coniati (Cr. 39/2): Ercole qui indossa una pelle di cinghiale; al rovescio, un toro ed un serpente. Dovrebbe essere del 230 a.C. (ripreso da Wildwinds).

post-4948-0-78428000-1307369382_thumb.jp

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adriapel

Veramente una bella parata di quadranti deve dire basito di fronte a quelli di FlavioDomiziano......mai visti alle aste (marte e corazza è stupendo!!!). Ramon ci segnala che l'igiene pubblica veniva a costare un quadrante. Questa tua interessante affermazione è tratta da alcuni testi latini?. La patina di quello di Illirycum è la patina della sabbia che dà un effetto a mio parere molto bello della moneta. Grazie Pittini della risposta. Exrgus il tuo mal ridotto ma assolutamente non comune. Se avete altri quadranti postateli i curatori potrebbere organizzare in un file tutta la serie dei quadranti conosciuti, sarebbe una bella iniziativa per il forum. Che ne dite?

Un caro saluto

Adriapel

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mazzarello silvio
Supporter

ciao vi posto i miei ne mancano alcuni, è una monetazione che mi ha sempre attratto.Dimenticavo sono stati coniati vari quadranti nelle regioni balcaniche con Traiano e Adriano i cosiddetti quadrans of the mines alquanto rari.

Silvio

post-4344-0-58102100-1307378960_thumb.jp

Modificato da mazzarello silvio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

FlaviusDomitianus

Veramente una bella parata di quadranti deve dire basito di fronte a quelli di FlavioDomiziano......mai visti alle aste (marte e corazza è stupendo!!!). Ramon ci segnala che l'igiene pubblica veniva a costare un quadrante. Questa tua interessante affermazione è tratta da alcuni testi latini?. La patina di quello di Illirycum è la patina della sabbia che dà un effetto a mio parere molto bello della moneta. Grazie Pittini della risposta. Exrgus il tuo mal ridotto ma assolutamente non comune. Se avete altri quadranti postateli i curatori potrebbere organizzare in un file tutta la serie dei quadranti conosciuti, sarebbe una bella iniziativa per il forum. Che ne dite?

Un caro saluto

Adriapel

Il quadrante con Marte e corazza fa parte di un lotto che era rimasto invenduto in un'asta Soler y Llach. Li ho comprati piuttosto alla cieca, dato che ne era fotografato solo uno; mi è andata bene. ;)

Vado a postare di seguito gli altri quadranti:

RIC 7 periodo Anonimo (Minerva e civetta)

post-22231-0-53998500-1307382896_thumb.j

RIC 11 Anonimo (elmo corinzo e civetta)

post-22231-0-28026500-1307382970_thumb.j

Modificato da FlaviusDomitianus

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

FlaviusDomitianus

RIC 31 Anonimo (Mercurio e caduceo)

post-22231-0-90161900-1307383126_thumb.j

RIC 241 Domiziano (Minerva e ramoscello d'ulivo)

post-22231-0-92043100-1307383190_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ramon_fonst

...Ramon ci segnala che l'igiene pubblica veniva a costare un quadrante. Questa tua interessante affermazione è tratta da alcuni testi latini?...

SI tratta delle classiche notizie "tra le righe" di libri che trattano argomenti di ben più alto spessore. Le possiamo definire curiosità, tanto per rendere la lettura più piacevole. Su due piedi mi viene in mente "Una giornata nell'antica Roma" di Alberto Angela, nel capitolo riferito alla descrizione delle terme di Traiano. Spero di esserti stato di aiuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Mazzarello, hai 58 quadranti?! Complimenti! Che cos'è quello con un vaso con due anse? Non l'ho mai visto. Quanto al pagamento: anche J.Carcopino, nel suo "La vita quotidiana a Roma" ed. Laterza, afferma che il prezzo d'ingresso era un quadrante, e cita Seneca, Marziale, Orazio e Giovenale. I ragazzi entravano gratis. Nel 33 a.C. Vipsanio Agrippa, che era edile, assunse su di sè il costo per tutto l'anno; costruì poi le terme che restarono note col suo nome, che furono sempre gratuite.

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

FlaviusDomitianus

RIC 502 Domiziano (Cerere e fascio di spighe e papaveri)

post-22231-0-92917200-1307383401_thumb.j

RIC 1581 Domiziano sotto Vespasiano (coniato a Roma per la circolazione in Siria) (Ritratto di Domiziano e caduceo alato)

post-22231-0-26031800-1307383603_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adriapel

invidia pura invidia non ci posso credere sono veramente belli.... Quando a Carcopino devo leggere quel libro ho letto solo Cesare che è veramente bello. Comunque caro silvio a flaviusdomitianus vi faccio i complimenti. E dire che Flavius ha detto che preferisce i sesterzi e gli assi...........i tuoi quadranti sono veramente belli.

un caro saluto

Adriapel

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

... Se avete altri quadranti postateli i curatori potrebbere organizzare in un file tutta la serie dei quadranti conosciuti, sarebbe una bella iniziativa per il forum. Che ne dite?

Un caro saluto

Adriapel

Ciao Adriapel,

in effetti i quadrans sono un tema "di nicchia" che periodicamente ritorna sul Forum nella Sezione Imperiali e forse si potrebbe studiare qualcosa in merito..

Personalmente ritengo che la cosa si possa organizzare in due modi:

1) eseguendo una piccola ricerca sul tema con una lista dei quadrans imperiali con contributi fotografici dai vari "forumisti" (non penso ci siano problemi essendo tra amici...)

oppure

2) organizzando un articolo nella sezione apposita, sempre fruendo dei contributi fotografici di cui sopra.

Il pregio della prima soluzione è che inserendola tra le "discussioni in rilievo" può esser implementata da inserimenti successivi.

Tra l'altro una soluzione non esclude l'altra.

Questo, ripeto, te lo dico a titolo personale, non avendo sentito gli altri "colleghi" Curatori in merito. Ma penso non ci siano problemi.

Se sei interessato sentiamoci magari via MP.

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mazzarello silvio
Supporter

Ciao Flavius quello che hai catalogato con RIC 1581 l'hai catalogato con il RIC 2 ? Perchè ho la stessa moneta ma a me' risulta dal RIC al n° 818 di Vespasiano e come semisse e non Quadrante e al C al n° 96.

Silvio

Per Pittini Appena posso ti posto quello con il vaso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×