Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
cliff

Svizzera e monete

Risposte migliori

cliff

La Svizzera e le monete antiche da sempre si attirano e si cercano, notizia di quattro giorni fa:

Link

07 lug - I funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Verbano-Cusio-Ossola, durante i controlli sui treni da e per la Svizzera presso la stazione internazionale di Domodossola, hanno scoperto e sequestrato, con la collaborazione dei militari della Guardia di Finanza, 356 monete antiche (risalenti fino al 1700) nel bagaglio di un passeggero. Il viaggiatore, di origine albanese e residente in Italia, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Verbania per violazione al Codice dei beni culturali e del paesaggio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Di un anno fa invece la vicenda di un italiano trovato con 12 monete di ritorno dalla Svizzera sempre a Domodossola:

Link

Da notare il solito sensazionalismo dei giornali che parlano di "Contrabbando di monete bizantine scoperto in stazione" quando si sta parlando di 12 monete bizantine e il solido dalla foto presenta chiaramente il talloncino descrittivo tipico delle aste. Il contrabbandiere era probabilmente un collezionista che si era recato a qualche asta svizzera o aveva comprato in qualche negozio numismatico svizzero e stava rientrando in Italia senza dichiarare le monete...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bizerba62

Buona sera a tutti.

Svizzera e monete.

Ma anche Svizzera e banconote...................... oo)

Notizia di qualche tempo fa, già riportata nel forum, ma non ricordo più dove.

http://www.julienews.it/notizia/dal-mondo/torna-in-italia-con-3-banconote-che-valgono-45-milioni-/49344_dal-mondo_1.html

Saluti.

Michele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

Buona sera a tutti.

Svizzera e monete.

Ma anche Svizzera e banconote...................... oo)

Notizia di qualche tempo fa, già riportata nel forum, ma non ricordo più dove.

http://www.julienews.it/notizia/dal-mondo/torna-in-italia-con-3-banconote-che-valgono-45-milioni-/49344_dal-mondo_1.html

Saluti.

Michele

Una notizia penosa....un sequestro che fa ridere i polli... :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
avgvstvs

La Svizzera e le monete antiche da sempre si attirano e si cercano, notizia di quattro giorni fa:

Link

07 lug - I funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Verbano-Cusio-Ossola, durante i controlli sui treni da e per la Svizzera presso la stazione internazionale di Domodossola, hanno scoperto e sequestrato, con la collaborazione dei militari della Guardia di Finanza, 356 monete antiche (risalenti fino al 1700) nel bagaglio di un passeggero. Il viaggiatore, di origine albanese e residente in Italia, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Verbania per violazione al Codice dei beni culturali e del paesaggio.

Qui il comunicato stanpa ufficiale, corredato di foto:

http://www.agenziadogane.gov.it/wps/wcm/connect/58247b004782a17d83d2a7552e2fa4f6/cre-s-20110707-81099-Verbano.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=58247b004782a17d83d2a7552e2fa4f6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ray-ban

Il Tallero di Umberto I lo avrei sequestrato volentieri anche io :D

Monete antiche risalenti al 1700...

Caspita, io ne ho una del 1290, ha visto i dinosauri allora :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dareios it

Chissà di chi erano le monete sequestrate. Visto che ogni tanto molti collezionisti italiani denunciano il furto della propria collezione, non vorrei che.... <_<

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piakos

Siamo alle solite...la legislazione, i sequestri, le vessazioni...ma il tavolo di lavoro per tentare di ipotizzare una riforma della norma e una federazione di operatori e collezionisti di cui si era già auspicato in questa Sezione è rimasta lettera morta a tutt'oggi.

Una cosa è certa: le monete sono oggetto di buona attenzione in vari ambienti.

In assenza di una regolamentazione garantista anche per gli appassionati...resteranno degli oggetti piuttosto difficili da trattare e da gestire.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bizerba62

Ciao Renzo.

".......ma il tavolo di lavoro per tentare di ipotizzare una riforma della norma e una federazione di operatori e collezionisti di cui si era già auspicato in questa Sezione è rimasta lettera morta a tutt'oggi."

Mi pare che dal Forum siano partiti spunti interessanti intorno ai quali si sia anche adeguatamente discusso.

Ora, se "la merce interessa", dovranno essere i reponsabili delle Associazioni a farsi carico delle iniziative formali finalizzate a suscitare incontri, "tavoli" e quant'altro ritenuto utile.

La disponibilità del Forum in generale e di alcuni iscritti in particolare, a collaborare in tal senso, non mi pare sia in discussione o sia stata formulata con ambiguità.

Se però "l'assist" proveniente da questa tribuna non è raccolto da chi lo dovrebbe valorizzare......beh....ad un certo punto mi può viene anche il dubbio che il problema, ai "piani alti", forse interessi fino ad un certo punto...........

Comunque...staremo a vedere se la mia è solo una sensazione.

Spero ovviamente di essere smentito.

Saluti.

Michele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Ciao Renzo.

".......ma il tavolo di lavoro per tentare di ipotizzare una riforma della norma e una federazione di operatori e collezionisti di cui si era già auspicato in questa Sezione è rimasta lettera morta a tutt'oggi."

Mi pare che dal Forum siano partiti spunti interessanti intorno ai quali si sia anche adeguatamente discusso.

Ora, se "la merce interessa", dovranno essere i reponsabili delle Associazioni a farsi carico delle iniziative formali finalizzate a suscitare incontri, "tavoli" e quant'altro ritenuto utile.

La disponibilità del Forum in generale e di alcuni iscritti in particolare, a collaborare in tal senso, non mi pare sia in discussione o sia stata formulata con ambiguità.

Se però "l'assist" proveniente da questa tribuna non è raccolto da chi lo dovrebbe valorizzare......beh....ad un certo punto mi può viene anche il dubbio che il problema, ai "piani alti", forse interessi fino ad un certo punto...........

Comunque...staremo a vedere se la mia è solo una sensazione.

Spero ovviamente di essere smentito.

Saluti.

Michele

Penso che finchè qualcuno, realmente intenzionato e disposto a darsi molto da fare in quel senso, non fa partire l'iniziativa od almeno non riunisce un comitato atto a compilare un piano di lavoro sarà molto difficile che qualcosa si muova...

Alle Istituzioni penso interessi molto poco farsi carico di una cosa del genere...bisognerebbe coordinare vari settori, anzi direi tutti i settori che compongono l'odierno panorama numismatico: i collezionisti, gli accademici, i commercianti e l'editoria.

Scegliere rappresentanti capaci, partecipi ed attenti per ogni categoria e scrivere un programma di lavoro...una base sulla quale lavorare duro coinvolgendo anche politici al limite.

Persone con esperienza nel campo legislativo e politico sarebbero indispensabili credo... :lol: :lol:

Se potrò essere utile parteciperò volentieri all'organizzazione, vediamo se qualcuno si rende disponibile a dare vita a questo Comitato...Giò :)

P.S.-Scusa Bizerba, ma tu ed Elledi non avevate iniziato a fare qualcosa? Si è arenato tutto? Ciao

Modificato da giovanna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bizerba62

Ciao Giovanna.

"Penso che finchè qualcuno, realmente intenzionato e disposto a darsi molto da fare in quel senso, non fa partire l'iniziativa od almeno non riunisce un comitato atto a compilare un piano di lavoro sarà molto difficile che qualcosa si muova...

Alle Istituzioni penso interessi molto poco farsi carico di una cosa del genere...bisognerebbe coordinare vari settori, anzi direi tutti i settori che compongono l'odierno panorama numismatico: i collezionisti, gli accademici, i commercianti e l'editoria.

Scegliere rappresentanti capaci, partecipi ed attenti per ogni categoria e scrivere un programma di lavoro...una base sulla quale lavorare duro coinvolgendo anche politici al limite.

Persone con esperienza nel campo legislativo e politico sarebbero indispensabili credo...

Se potrò essere utile parteciperò volentieri all'organizzazione, vediamo se qualcuno si rende disponibile a dare vita a questo Comitato..."

Qui non è questione che “qualcuno realmente intenzionato” un giorno si svegli e magari, anziché andare al mare, decida di far partire un'iniziativa.

Gli unici soggetti istituzionalmente abilitati a coordinare un lavoro del genere possono essere solo gli esponenti/rappresentanti delle Associazioni del settore.

Lo stesso Forum, che ben può fungere da “cassa di risonanza” e, perchè no, anche da “bacino di consensi” per il sostegno dell'iniziativa, ha col tempo ampiamente dimostrato i suoi limiti.

E non parlo solo di quelli legati alla fisiologica “evanescenza” dello "strumento forum" in se, ma anche e soprattutto alla diffidenza di taluni che intervengono, pur collaborativamente, ma a condizione di mantenere il più rigoroso anonimato.

Se stessimo organizzando una “pizzata”, questo limite potrebbe anche passare in secondo piano, ma un'iniziativa come quella di cui parliamo ormai da anni richiede che l'impegno e l'immagine di chi pretende di porsi come interlocutore delle istituzione sia riconducibile univocamente ad esponenti ben individuati, che siano disposti ad assumersi le loro responsabilità, nel bene (se cioè il lavoro andasse in porto) ovvero nel male (se invece dovesse fallire).

Abbiamo già assistito ad un autorevole tentativo (e non era certamente solo "un qualcuno realmente intenzionato”!) di uno stimato esponente del mondo della numismatica (mi riferisco all'iniziativa promossa dal dott. Giulio Bernardi l'anno scorso) che è stato bloccato prima ancora di delinearsi completamente.

C'è chi dice che si sia trattata di un'iniziativa a titolo personale del Numismatico triestino, non preventivamente coordinata; c'è chi dice che la proposta non fosse accettabile nel merito. Non lo so.

Qualunque sia stato il motivo, se non c'è riuscito Lui, con la Sua autorevolezza, i Suoi contatti e la stima incondizionata di cui gode, mi chiedo cosa accadrebbe se un qualunque nickname del forum (pur "realmente intenzionato") provasse a fare altrettanto.

Nel mio precedente intervento stigmatizzavo proprio questo atteggiamento di "assenza" e di mancanza di iniziative, da parte di coloro che hanno la rappresentanza degli Organi associativi e che magari, coperti dall'anonimato, hanno anche scritto di concordare con i suggerimenti emersi nello nostre discussionii.

Ormai tutto quello che si poteva scrivere sul forum su questo tema lo abbiamo scritto: si sono proposti “tavoli”, si sono auspicati incontri e si è anche manifestata la disponibilità di singoli soggetti, a vario titolo considerabili “addetti ai lavori”, a collaborare.

Si è già scritto abbondantemente di tutto questo.

Ma se chi è preposto a raccogliere questi suggerimenti e queste disponibilità non “si rivela” e preferisce rimanere silente (e magari frequenta anche il forum....), allora, come scrivevo, sopra, mi viene il dubbio che il problema di cui trattiamo sia realmente avvertito (e mi pare però strano che non lo sia...).

" P.S.-Scusa Bizerba, ma tu ed Elledi non avevate iniziato a fare qualcosa? Si è arenato tutto? Ciao"

Tempo fa era stata aperta una sezione riservata del Forum per parlare dell'argomento.

E' da quella esperienza che ho tratto innanzitutto il convincimento che sia necessario concertare preventivamente qualunque proposta con i responsabili delle Associazioni, prima di "imbarcarsi" in iniziative di carattere più o meno personali.

Il Forum poi si dimostra un ottimo strumento divulgativo ma non è assolutamente pratico quando è necessario confrontarsi su aspetti tecnico-giuridici di una certa complessità.

Ci abbiamo provato, è vero, ma, a quanto pare, non è stata l'unica iniziativa a finire male........

Saluti.

Michele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Sono d'accordissimo con te quando dici che le persone dovrebbero prendersi le loro responsabilità, infatti avevo scritto che bisognerebbe riunire rappresentanti di tutti gli esponenti del mondo numismatico, ma quello che penso, a tua differenza, è che serve una persona, od un gruppo di persone(Comitato), che si facciano carico di contattare questi rappresentanti ed organizzare "realmente" Tavole Rotonde o incontri per valutare le reali esigenze di ogni categoria.

Per gettare le basi per una proposta di legge, ognuno, nel proprio settore di interesse, potrebbe indicare quali sono le problematiche da valutare e cambiare nella attuale legislazione e poi mandare al "Comitato Generale", chiamiamolo così, dei rapporti contenenti le proprie impressioni e valutazioni.

Penso che manchi questo, manca l'input ad iniziare e forse anche la costanza a continuare.

Spesso le iniziative si perdono per strada, per vari motivi, ma se si danno basi solide, forse si riuscirà ad andare avanti.

Non bastano 3-4 persone per fare questo, il lavoro è troppo oneroso, ma per iniziare penso che basterebbero, allargando il gruppo man mano con persone dislocate in tutta Italia, che farebbero da ponte con le varie associazioni e Circoli.

So bene che sarebbe un lavoro impegnativo e si dovrebbe dedicare tempo ed anche denaro per realizzarlo, ma forse ne varrebbe la pena, si dovrebbe anche avere la pazienza per portare avanti il progetto non avendo fretta, cercando di fare le cose al meglio.

Il Dott. Bernardi non ci ha più dato nessuna notizia in merito alla sua iniziativa, quindi non so come sia finita, ti posso assicurare che la curiosità di saperlo c'è e non solo da parte mia.

Forse non ha saputo coinvolgere molte persone perchè l'impressione che se ne aveva era quella di finire in uno schedario, era una petizione in fondo e molti collezionisti non hanno piacere di essere schedati.

Quello che ho in mente è molto diverso da quel tentativo e forse anche da quello che avete provato a fare tu ed Elledì. Ricordo l'area di "lavoro", ma era Riservata mi sembra, quindi la partecipazione non era libera, penso che alla fine il lavoro che volevate affrontare fosse troppo pesante per sole due persone, scusami se dico cose inesatte ma non ho molte notizie della vostra iniziativa. Puoi ragguagliarmi se ne hai voglia e tempo.

Lamenti assenza dagli organi associativi, ma credo che se non si cerca di coinvolgerli in prima persona, contattandoli uno ad uno penso sia difficile aspettarsi una loro partecipazione e poi non tutti leggono il Forum, conosco persone legate alla Numismatica che usano Internet solo per scrivere o leggere le mail, e ti assicuro che non sono pochi quelli che non lo usano affatto.

Per me bisognerebbe creare una "Tabella di marcia", elencando le mosse necessarie da fare e poi procedere, allargando la collaborazione a più persone possibili, finchè sarebbe possibile procedere sul web, ma poi si dovrebbe passare ad organizzare incontri, magari raggruppando le persone a seconda delle aree geografiche, dove analizzare le varie proposte raccolte nel tempo, riordinare il tutto e gettare le basi per presentare una proposta seria e ponderata.

Forse sogno, ma con un po' di impegno da parte di persone motivate ed attive penso che si riuscirebbe a qualcosa...Giò :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bizerba62

"Sono d'accordissimo con te quando dici che le persone dovrebbero prendersi le loro responsabilità, infatti avevo scritto che bisognerebbe riunire rappresentanti di tutti gli esponenti del mondo numismatico...."

Per fare una cosa del genere, che è certamente indispensabile per confrontare simultaneamente tutti i profili del problema, occorrerebbe poter riunire allo stesso tavolo i rappresentanti del nostro mondo (collezionisti/commercianti numismatici), quelli degli accademici/universitari, delle Forze dell'Ordine, della Magistratura, dell'Ufficio legislativo del MIBAC, della Soprintendenza e forse dimentico anche qualcun altro rappresentante........

"....quello che penso, a tua differenza, è che serve una persona, od un gruppo di persone (Comitato), che si facciano carico di contattare questi rappresentanti ed organizzare "realmente" Tavole Rotonde o incontri per valutare le reali esigenze di ogni categoria."

Un "tavolo" del genere può essere istituito solo da un organismo che goda di autorevolezza ed i cui dirigenti possano vantare prestigio personale e anche, perchè no, "agganci giusti nei posti giusti".

Qui, con tutto il rispetto, non si sta parlando di organizzare un evento conviviale o la presentazione di un nuovo libro ma di allestire un progetto molto complesso, che richiede approfondite conoscenze delle problematiche da risolvere e delle normative da modificare.

Non per niente si è sempre parlato di un "tavolo tecnico".

Una persona o un Comitato di persone di buona volontà che si mettesse ad organizzare un tale incontro, pur animato dai migliori propositi, mancherebbe innanzitutto di credibilità ed autorevolezza agli occhi degli altri interlocutori.

Un'iniziativa del genere non può essere lasciata allo spontaneismo di un gruppetto di volontari che si mette a mandare lettere o a fare telefonate ai diversi enti per invitarli al confronto sulla riforma del Codice Urbani; è evidente che senza la regìa indispensabile delle nostre Associazioni, che devono essere fra loro coese, una tale iniziativa avrebbe poche chances di successo denotando, per giunta, un apprezzabile ma pur sempre vistoso dilettantismo.

Che io sappia, l'ultima "tavola rotonda" allargata non proprio a tutti i soggetti che indicavo sopra ma a buona parte di essi, sul tema "Possesso e commercio delle monete e tutela del patrimonio numismatico nazionale", avvenne al Convegno di Vicenza dell'8 ottobre 2006. L'incontro venne organizzato dall'Accademia italiana di Studi Numismatici.

Dal 2006 (ma spingiamoci anche più indietro) ad oggi qualcuno ricorda di analoghi incontri organizzati dalle nostre Associazioni?

Come si sono preparate (se si sono preparate) le Associazioni numismatiche al confronto con gli altri interlocutori sui temi della riforma del Codice Urbani?

Quali proposte (fatta eccezione per quella riconducibile alla N.I.A. che portò all'introduzione dell'art. 2-decies e che durò circa un anno...) hanno finora formulato le nostre Associazioni?

"Per gettare le basi per una proposta di legge, ognuno, nel proprio settore di interesse, potrebbe indicare quali sono le problematiche da valutare e cambiare nella attuale legislazione e poi mandare al "Comitato Generale", chiamiamolo così, dei rapporti contenenti le proprie impressioni e valutazioni.

Penso che manchi questo, manca l'input ad iniziare e forse anche la costanza a continuare.

Spesso le iniziative si perdono per strada, per vari motivi, ma se si danno basi solide, forse si riuscirà ad andare avanti."

Guarda Giovanna che su questi argomenti l'approccio è molto complesso; esistono contrasti anche nel nostro stesso ambiente di collezionisti e commercianti e la costituzione del "tavolo" avrebbe anche e sopratutto la finalità di "sondare" preventivamente la possibilità di schiarire le attuali aree di ambiguità della disciplina, prima ancora di passare a riforme della stessa.

"Il Dott. Bernardi non ci ha più dato nessuna notizia in merito alla sua iniziativa, quindi non so come sia finita, ti posso assicurare che la curiosità di saperlo c'è e non solo da parte mia.

Forse non ha saputo coinvolgere molte persone perchè l'impressione che se ne aveva era quella di finire in uno schedario, era una petizione in fondo e molti collezionisti non hanno piacere di essere schedati."

L'iniziativa del dott. Bernardi non ha raccolto sufficienti consensi.

Se l'impressione che essa ha dato era che si volessero "schedare" i collezionisti che vi aderivano, devo con rammarico constatare come vi sia stata molto superficialità da parti di chi ha recepito questo messaggio.

L'iniziativa poteva e può non piacere nel merito (fra l'altro il Dott. Bernardi era ed è sempre stato a disposizione di tutti per discuterne il contenuto); ma se la proposta è stata bocciata solo perchè il proponente richiedeva di inviare un fax in segno di adesione alla stessa e questa modalità disturbava, allora forse è meglio che i collezionisti, che non amano "farsi riconoscere", imparino a convivere con l'attuale normativa e se ne facciano una ragione.

Chissà, magari mantenendo il più stretto anonimato potranno evitare di incapparre nei sequestri..........

"Quello che ho in mente è molto diverso da quel tentativo e forse anche da quello che avete provato a fare tu ed Elledì. Ricordo l'area di "lavoro", ma era Riservata mi sembra, quindi la partecipazione non era libera, penso che alla fine il lavoro che volevate affrontare fosse troppo pesante per sole due persone, scusami se dico cose inesatte ma non ho molte notizie della vostra iniziativa. Puoi ragguagliarmi se ne hai voglia e tempo."

Bene, ogni suggerimento è gradito. L'importante però è che si tratti di una proposta concreta e tecnicamente fattibile perchè, altrimenti finirebbe per collocarsi insieme a tutte le altre finora avanzate.

L'area di lavoro a suo tempo creata venne "criptata" non certamente per celarne i contenuti ma al fine di evitare che nella discussione finissero commenti come: "a me quella legge fa schifo e anche se non l'ho mai letta la dobbiamo cambiare"; oppure: perchè non ci incateniamo davanti a Montecitorio finchè non cambiano la legge?" , commenti che si sono letti nell'area libera e che, evidentemente, avrebbero interferito con gli sforzi di approfondimento del problema.

Comunque, all'interno di quella sezione, hanno scritto non meno di una ventina di persone e cioè tutti coloro che hanno accettato le regole che avevamo stabilito di osservare (prima fra tutte: declinare le nostre generalità) e che avevano un minimo di competenza ed esperienza per trattare l'argomento.

"Lamenti assenza dagli organi associativi, ma credo che se non si cerca di coinvolgerli in prima persona, contattandoli uno ad uno penso sia difficile aspettarsi una loro partecipazione e poi non tutti leggono il Forum, conosco persone legate alla Numismatica che usano Internet solo per scrivere o leggere le mail, e ti assicuro che non sono pochi quelli che non lo usano affatto."

Scusa ma qui siamo al paradosso.

Cioè dovremmo essere noi a contattare gli Organismi associatiivi ed a coinvolgerli?.... :o

Questo rasenta il surreale.

Io ho sempre saputo che sono le Associazioni a stimolare il pubblico dei potenziali interessati alle tematiche di cui si occupano e non il contrario

Fra l'altro, vorresTi farmi credere che tutte le nostre "annose" discussioni su queste e su altre tematiche non sono conosciute dai responsabili di questi Organismi? (I quali probabilmente sono anche sul forum, seppure in incognito???).

Scusami, ma devo dirTi che ho qualche difficoltà a concordare con il Tuo ragionamento....

"Per me bisognerebbe creare una "Tabella di marcia", elencando le mosse necessarie da fare e poi procedere, allargando la collaborazione a più persone possibili, finchè sarebbe possibile procedere sul web, ma poi si dovrebbe passare ad organizzare incontri, magari raggruppando le persone a seconda delle aree geografiche, dove analizzare le varie proposte raccolte nel tempo, riordinare il tutto e gettare le basi per presentare una proposta seria e ponderata.

Forse sogno, ma con un po' di impegno da parte di persone motivate ed attive penso che si riuscirebbe a qualcosa...

Bene. Considerato l'entusiasmo, Ti invito caldamente a proporre la Tua "tabella di marcia" con quanto necessario per il seguito.

Non rispondermi però che quella era solo un'idea e che a preparare la tabella di marcia ci dovrebbe pensare qualcun'altro.... ;) .

Saluti.

Michele

Modificato da bizerba62

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Bizerba62 mi ha fatto tornare in mente il Convegno di Vicenza del 2006 con quella tavola rotonda a cui ho partecipato e dalla quale ero uscito con il morale a terra... La botta definitiva l'ho avuta alla lettura degli atti della tavola rotonda pubblicati dalla Fiera di Vicenza nel 2007. Ve ne consiglio la lettura. :unsure:

Tornando all'argomento dibattuto, ho sentito che al prossimo convegno di Riccione è prevista una conferenza sul tema della libertà del collezionismo... Ne sapete qualcosa..?

Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Ciao, la tabella posso anche prepararla, se mi dai il tempo, non conosco di certo tutti quelli che dovrebbero essere coinvolti, anche se conosco molte ma molte persone nell'ambiente...dovrei fare ricerche, trovare elenchi dove risultano le associazioni, i circoli, i commercianti ecc ecc.

Se devo fare tutto il lavoro da sola forse ci vorrà qualche anno, che dici Michele? Forse pretendi un po' troppo da me o sbaglio?

Per questo va creato un gruppo di persone che sono addentro al sistema, ognuno conosce il proprio settore, la propria associazione. Contattando all'inizio 2-3 persone per ogni settore si potrebbe iniziare un lavoro che poi man mano diventerebbe più capillare ed approfondito.

Mi servirebbe forse un po' di aiuto visto che non ho poi tutta questa esperienza, specialmente in ambiente giuridico, per scegliere le persone più adatte, che risultino interessate e motivate.

Genericamente posso darti questa tabella di marcia:

1) Costituire il Comitato, anche facendo un post sul Forum chiedendo collaborazione, i vari post fuori tema possono essere tempestivamente nascosti da un Moderatore. Si può chiedere uno spazio a Reficul.

2) Decidere, una volta formato il Comitato, chi contattare per iniziare ad allargare la collaborazione( Circoli, Associazioni ecc)

3) Dividere in aree il territorio e trovare un responsabile per ogni area, che si occupi di raccogliere opinioni e problematiche dalle Associazioni che ricadrebbero nella sua "supervisione", anche richiedendo ed organizzando incontri e riunioni nei Circoli.

4) Questi Supervisori, dovrebbero essere in numero più alto possibile, farebbero capo al Comitato inviando rapporti ogni qualvolta sarebbe necessario.

5) Riordinare il tutto.

E ribadisco che secondo me se non si da l'input iniziale non si muoverà mai nulla.

Vedi forse non hai calcolato che oltre a saper organizzare, più che bene e da sola dalla A alla Z, direi senza inutile modestia, una pizzata od una serata, ho anche altre capacità organizzative...forse l'ho dimostrato abbastanza portando avanti l'organizzazione del Concorso per i Giovani Numismatici ed anche dando vita ad una Associazione.

Ma soprattutto sono una donna molto paziente e tenace, doti che forse tanti uomini non hanno...comunque, se qualcuno ha voglia di mettersi in gioco mi contatti pure, sono disponibile. Patrizia Di Monte :)

Modificato da giovanna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bizerba62

Ciao Giò.

"Ciao, la tabella posso anche prepararla, se mi dai il tempo, non conosco di certo tutti quelli che dovrebbero essere coinvolti, anche se conosco molte ma molte persone nell'ambiente...dovrei fare ricerche, trovare elenchi dove risultano le associazioni, i circoli, i commercianti ecc ecc.

Se devo fare tutto il lavoro da sola forse ci vorrà qualche anno, che dici Michele? Forse pretendi un po' troppo da me o sbaglio?"

Per carità, io personalmente non ho nessuna fretta (almeno, per quello che mi riguarda) e, soprattutto, non pretendo nulla....ci mancherebbe. Era solo un incoraggiamento........ ;)

"Per questo va creato un gruppo di persone che sono addentro al sistema, ognuno conosce il proprio settore, la propria associazione. Contattando all'inizio 2-3 persone per ogni settore si potrebbe iniziare un lavoro che poi man mano diventerebbe più capillare ed approfondito.

Mi servirebbe forse un po' di aiuto visto che non ho poi tutta questa esperienza, specialmente in ambiente giuridico, per scegliere le persone più adatte, che risultino interessate e motivate.

Genericamente posso darti questa tabella di marcia:

1) Costituire il Comitato, anche facendo un post sul Forum chiedendo collaborazione, i vari post fuori tema possono essere tempestivamente nascosti da un Moderatore. Si può chiedere uno spazio a Reficul.

2) Decidere, una volta formato il Comitato, chi contattare per iniziare ad allargare la collaborazione( Circoli, Associazioni ecc)

3) Dividere in aree il territorio e trovare un responsabile per ogni area, che si occupi di raccogliere opinioni e problematiche dalle Associazioni che ricadrebbero nella sua "supervisione", anche richiedendo ed organizzando incontri e riunioni nei Circoli.

4) Questi Supervisori, dovrebbero essere in numero più alto possibile, farebbero capo al Comitato inviando rapporti ogni qualvolta sarebbe necessario.

5) Riordinare il tutto."

Mah, io avrei optato per la creazione di un semplice nucleo di “tecnici”, istituito sotto l'egida della Associazioni numismatiche e con il compito di avviare l'interlocuzione con le controparti.....

Tutti questi “allargamenti” mi sembrano un po' dispersivi.....però...hai visto mai?

"E ribadisco che secondo me se non si da l'input iniziale non si muoverà mai nulla."

Non so che cosa Tu intenda per “input iniziale”:

Se per input intendi l'averci provato, beh, ci ha già provato la N.I.A. con l'art. 2.decies, che ha avuto però un effimera esistenza (più o meno è durato quanto un Governo provvisorio ottocentesco...). Ci voleva provare anche il Dott. Bernardi, ma abbiamo visto come il Suo tentativo sia andata a finire.

Inoltre, si può anche dire che qualche “input” sia già partito pure dal Forum...bisogna però vedere se chi di dovere sia interessato a recepirlo..............

Detto questo, qualunque altro tentativo è ben venuto, anche se le modalità che proponi non mi convincono per niente.

Tuttavia, perchè non provare.......sono scettico sul modus procedendi ma questo non significa che non caldeggerò l'iniziativa.

Anzi, non nascondo una certa curiosità sulla sua evoluzione.

Come si dice in questi casi...chi vivrà, vedrà............. ;)

Saluti.

Michele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Scusami, ma non sto proponendo una gara...forse hai recepito male il mio messaggio.

Non ho fatto nessuna critica al tuo/Vostro modo di operare, anche perchè ne sono completamente all'oscuro e come me tutti gli altri che non hanno partecipato, visto che era tutto trattato in modo privato.

Nulla vieta che si possono usare i due metodi insieme, io trovo troppo ristretto il campo che hai indicato, il lavoro è oneroso, la Commissione composta solo da tecnici secondo me non basterebbe, oppure impiegherebbe troppo tempo. Accomunando tutte le categorie si farebbe molto prima.

Poi magari spiegaci chi sarebbero i tecnici, non le persone in prima persona ma i ruoli che occupano, anche se posso capirlo è bene spiegarlo a tutti.

La tua ultima frase mi sa un po' di: " Vai avanti tu e vediamo che sai fare....", mi sembra utile ribadire che da sola non posso fare nulla, a meno che non mi trasformi in Wonder Woman, chissà, magari un giorno potrei anche, con l'aiuto di qualche Mago...hai visto mai :D

Ciao, Giò :)

P.S.-Dimenticavo...con input iniziale intendo questo:

Un tot di persone decidono di unirsi e darsi da fare dando vita al Comitato, e poi si inizia il ballo...contattando chi di dovere.

Penso di essere stata chiara ora, ciao

P.P.S- la vera tabella di marcia dovrebbe essere progettata a tavolino da tutto il Comitato, perchè ognuno di quelle persone avrebbe esperienza nel proprio settore e darebbe in quel luogo il proprio contributo, tutto sta a scegliere le persone giuste, che abbiano voglia e soprattutto tempo da dedicare al Progetto.

Modificato da giovanna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×