Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
jagd

matrice con iniziale

buonaserra a tutti....questa matrice di bronzo di 14mm di diametro per un po piu di alto...... :D post-22197-0-33351300-1319743756_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

si indovina quello che rimane del suo appicatogjhiu..... :) troncato...causa della sua perdita...... :) post-22197-0-70380300-1319743871_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

la sua marca...su cera..... :) chi sara stato un sbaglio del gravore???pare chi sia una lettera a l'inverscio....!?o allora avra un altra significazione??? :huh: post-22197-0-00806100-1319744053_thumb.j

epoqua XIII.....XIV....almeno quello che mi pare.....

Modificato da jagd

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la sua marca...su cera..... :) chi sara stato un sbaglio del gravore???pare chi sia una lettera a l'inverscio....!?o allora avra un altra significazione??? :huh: post-22197-0-00806100-1319744053_thumb.j

epoqua XIII.....XIV....almeno quello che mi pare.....

A vedere ciò che rimane sulla ceralacca sembrerebbe di individuare 2 lettere che, se lette in alfabeto latino, potrebbero essere F e U, ma se lette in cirillico potrebbero essere EL e ES ( L e S)..... Chissà.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie del tuo aviso herald....... :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Ciao Jagd, un bel reperto ! Non credo si tratti di un errore, ma come ha detto Herald di due lettere separate da un punto non necessariamente in carattere latino.

Piuttosto sarei curioso di sapere perché siano state ripetute due volte.....

Auguroni per l'anno nuovo, Cacciatore !

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caro jagd

a mio avviso ed in base alle mie modeste esperienze, il tutto oggetto è un sigillo che inizialmente era composto da due parti: sigillo principale ed controsigillo. La parte rimasta è il controsigillo, appunto. Rari da trovare in questa tipologia doppia e per questo molto interessanti.

Auguri a te e al curatore di sezione. A tutti, ovviamente.

Adolfo

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

a mio avviso ed in base alle mie modeste esperienze, il tutto oggetto è un sigillo che inizialmente era composto da due parti: sigillo principale ed controsigillo. La parte rimasta è il controsigillo, appunto.

Confermo quanto detto da adolfos: si vede dall'anello spezzato che si trovava al centro, attraverso il quale poteva passare la catenella con la quale si sospendeva il tipario (=matrice per sigillo) alla scrivania, o anche tenendolo legato alla cintura. Un esempio, secondo me un un poco più antico di quello di jagd, si vede anche qui http://www.archeobo....efiore_2011.htm (tra l'altro questa mostra è interessante ed è aperta fino a giugno 2012), ed altri ancora, ma con foto in BN qui sul portale del progetto ArtPast, che riguarda i beni dello Stato Italiano posseduti in collezioni pubbliche http://europeana.eu/...CAF4CBAC31.html.

Comunque una delle lettere è una G o una C; più complesso il caso dell'altra lettera o segno, che dal tipario sembrerebbe quasi una F coricata.

E mi accodo ad adolfos, ovviamente, anche negli auguri di buon anno a tutt* MB

Modificato da monbalda
Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie amici......vedo che arrivamo a avere avisi che dano in fine un idea e un identificazione di ottima precizione su questi oggeti di quel epoqua interressantissima che he il medievo...... :D grazie per il link mb....un buon anno a tutti......salutoni...... :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Caro jagd

a mio avviso ed in base alle mie modeste esperienze, il tutto oggetto è un sigillo che inizialmente era composto da due parti: sigillo principale ed controsigillo. La parte rimasta è il controsigillo, appunto. Rari da trovare in questa tipologia doppia e per questo molto interessanti.

Auguri a te e al curatore di sezione. A tutti, ovviamente.

Adolfo

Innanzi tutto ricambio i graditi auguri.

Ti chiederei una cortesia, quella di spiegarmi la funzione del "controsigillo", che non ho mai sentito nominare. I sigilli mi hanno sempre attratto, in particolare quelli che venivano appesi alle catene degli orologi da tasca, ne ho alcuni anch'io : ma in nessuno di loro figura la parte doppia, quella che definisci "controsigillo". Grazie ! :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caro sandokan

è da molto che non ci si sente. Ti seguo sempre con molto interesse.

Io credo che il controsigillo abbia avuto una funzione come ulteriore valore di prova per il riconoscimento del suo referente. Ma qui sicuramente, monbalda, potrà essere più precisa con un'esposizione dettagliata e veritiera.

Ti saluto caramente

Adolfo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Inviato (modificato)

@ Sandokan..

Faccio notare che nel bel Link postato da Mombalda fra l'altro si legge;

.......Si può solo affermare che le matrici doppie sono alquanto rare e appannaggio di norma di chi emana documenti di differente tipologia diplomatico-giuridica o comunque di chi interviene a vario titolo nei processi documentari:........

Mi accodo agli Auguri...

Modificato da profausto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

L'uso del controsigillo è conseguente allo sviluppo e poi alla prevalenza, nel pieno e tardo medioevo (ovvero soprattutto dal XII secolo) del sigillo pendente rispetto a quello impresso su cera e strisce di pergamena, usato in precedenza e detto "aderente", e vari altri sistemi su ritagli di carta e poi " a secco" impiegati soprattutto a partire dal tardo XIV secolo. Va tenuto inoltre presente che nel medioevo i sigilli erano in cera (prima bianca o giallastra, poi colorata sop. in verde o in rosso) o in piombo, mentre la ceralacca si usa solo a partire dall'età moderna.

Qui trovate una bella selezione di sigilli pendenti da documenti francesi a partire dal XII secolo: http://www.culture.gouv.fr/public/mistral/caran_fr?ACTION=CHERCHER&FIELD_98=MOTS-MAT&VALUE_98=%271137-1180%27&DOM=All

Il fatto che abbia avuto prevalenza il sigillo pendente ha fatto sì che, per evitare le contraffazioni, si finì con l'imprimere una "forma" su entrambe le facce, dovendo usare quindi sempre una coppia di matrici sigillari. In questo caso il sigillo risultante viene caratterizzato da un recto ed in verso, e così descritto anche nei documenti, come le monete.

Con il tempo, a partire dalle cancellerie reali soprattutto a partire dal tardo XIII secolo si attestò il sistema di usare come seconda impronta un sigillo più piccolo rispetto a quello reale principale, o di "maestà", che poteva essere un sigillo "segreto" o anche un sigillo personale, con le iniziali ed il blasone del sovrano detto appunto "controsigillo".

L'uso di apporre un controsigillo, che nel caso di sigilli di privati non si differenzia dal principale, ma ripete in forma più piccole e/p in grafia semplificata parte dell'impronta maggiore, divenne di uso diffuso tra la fine del XIII e gli inizi del secolo successivo; mutando nel tempo anche la forma delle matrici, si potette anche riunire meglio in un solo oggetto entrambe le impronte tramite il collegamento dell'anello da sospensione.

Spero di essere stata chiara, altrimenti ditemi che si può approfondire. Certo è che queste informazioni, insieme alla forma delle lettere, indirizzano a datare il sigillo di jagd verso il pieno XIV secolo, se non al secolo successivo.

Su queste apsetti vi consiglio comunque la lettura del manuale "classico" di Bascapè, di cui vi indico qua l'indirizzo per scaricare i capitoli in pdf (in questo caso interessante sono interessanti sop. i capitoli II, III e Iv): http://www.icar.beni...sp?ID_VOLUME=63,

oltre che questo altro volume che si legge in googlebooks, "Aspetti della sigillografia" , per quanto orientato più sulla materia ecclesiastica: http://books.google....one&f=false.

Un riassunto di certi temi ed una spiegazione parziale del controsigillo, con il riferimento ad un terzo volume si trova infine qui: http://www.biblionrestauro.it/?t=html&s=7&bg=gia&artic=3

Un saluto a tutt* MB

Modificato da monbalda
Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie, Monica.

Cari saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?